FANDOM


Il Chakra è una forma di energia utilizzata nell'Universo di Naruto, essenziale per eseguire le cosiddette Tecniche Ninja.

CaratteristicheModifica

Naruto-Kyuubi.jpg

Naruto utilizza Parte del Chakra della Volpe a Nove Code

Il chakra è un misto tra l'energia presente in ogni cellula del corpo e l'energia spirituale acquistata con l'esercizio e l'esperienza.

Il chakra viene incanalato attraverso un particolare sistema circolatorio, simile a quello sanguigno, tramite il quale può raggiungere tutte le cellule del corpo. In tutto il corpo vi sono anche 361 punti di fuga spessi quanto la capocchia di uno spillo che, se accuratamente individuati, possono essere colpiti per impedire lo scorrimento del chakra nel corpo. Essi sono comunque individuabili solo tramite la tecnica oculare del Byakugan, in quanto nemmeno lo Sharingan può individuarli accuratamente. Esistono inoltre otto zone del corpo in cui i punti di fuga sono più concentrati, dette porte difensive del corpo, le quali limitano e distribuiscono il flusso del chakra attraverso il corpo. Le otto porte sono elencate di seguito:

  • Porta dell'Apertura
  • Porta del Riposo
  • Porta della Vita
  • Porta della Ferita
  • Porta della Chiusura
  • Porta della Visione
  • Porta della Stupore
  • Porta della Morte

Forzando il chakra attraverso le porte, come nel caso della tecnica del Loto, è possibile superare i propri limiti fisici, con conseguenze però disastrose sull'organismo. Il chakra può essere manipolato tramite vari metodi, il più comune dei quali consiste nel posizionare le mani in modi prestabiliti; il chakra può essere quindi manipolato consentendo azioni che altrimenti non sarebbero possibili, come camminare sull'acqua, nelle pareti verticali o eseguire tecniche magiche e illusorie.

Tipi di chakraModifica

In base al rapporto in cui l'energia fisica e psichica sono impastate possono essere formati diversi tipi di chakra. Il chakra elementale è quello più comune, ed è usato per formare tecniche elementali.

Chakra elementaleModifica

I cinque elementi della natura sono:

  • Terra, permette di utilizzare l'Arte della Terra, che è forte contro l'acqua ma debole contro il fulmine;
  • Acqua, permette di utilizzare l'Arte dell'Acqua, che è forte contro il fuoco ma debole contro la terra;
  • Fuoco, permette di utilizzare l'Arte del Fuoco, che è forte contro il vento ma debole contro l'acqua;
  • Vento, permette di utilizzare l'Arte del Vento, che è forte contro il fulmine, ma debole contro il fuoco;
  • Fulmine, permette l'utilizzo dell'Arte del Fulmine, che è forte contro la terra, ma debole contro il vento.

Inoltre, è possibile manipolare la polarità del chakra, ottenendo ulteriori "elementi":

  • Le alterazioni delle proprietà di Luce e Ombra sono soltanto nominate e non ancora spiegate. Viene solo dato a sapere che le tecniche del clan Nara, Yamanaka e Akimichi e le tecniche illusorie derivano da una di queste due tipi di alterazione del chakra. Solo chi controlla perfettamente queste alterazioni può servirsi di Izanagi, l'illusione definitiva, utilizzata, secondo la leggenda, dall'Eremita delle Sei Vie per creare e plasmare la materia e infondere la vita in essa.

La tipologia di affinità di una persona può essere rilevata tramite l'uso di uno speciale foglio, ricavato da alberi molto sensibili al chakra. Questo foglio a seconda di come reagisce, quando gli si viene fatto scorrere del chakra, determina il tipo di chakra dell'utilizzatore. Il foglietto può bruciare, tagliarsi in due parti, bagnarsi, accartocciarsi o ridursi in polvere, determinando rispettivamente l'alterazione delle proprietà di fuoco, vento, acqua, fulmine o terra.

La generazione di elementi unici attraverso l'impasto di elementi base, come il ghiaccio dall'unione del vento e dell'acqua o il legno unendo il chakra di tipo terra con quello di tipo acqua, è qualcosa che esula dalle normali capacità dei ninja. Infatti benché la maggior parte dei ninja siano capaci di produrre diversi tipi di chakra, non sono capaci di combinarli per crearne uno nuovo. La capacità di creare un nuovo elemento fondendone due è definita "Abilità Innata".

Chakra dei CercoteriModifica

Le forze portanti possono usufruire del chakra del proprio cercoterio, che potenzia enormemente le proprie abilità (ad esempio, nel caso di Naruto, il chakra è illimitato e le ferite si rimarginano in meno tempo). A differenza del chakra classico, il colore non è blu, bensì il rosso o l'arancione. Durante la serie, è stato utilizzato il potere dei bijuu da Naruto, Gaara, Yugito Nii, Utakata e Killer Bee.

NarutoModifica

Il chakra della Volpe a Nove Code è un chakra particolare, che possiede unicamente la Forza portante Naruto Uzumaki, in quanto portatore del demone stesso. Nella prima parte della serie il chakra del Demone era incontrollabile e compariva solo se Naruto si trovava in uno stato d'animo particolare o se era in pericolo di vita. Nel corso del periodo di tempo che intercorre fra la prima e la seconda serie Jiraiya insegna a Naruto come controllarlo.

Nel livello iniziale Naruto richiama semplicemente il chakra della volpe. Naruto cambia lievemente aspetto: gli occhi diventano rossi con una pupilla verticale, come la volpe, i segni sul volto diventano più marcati, i canini più allungati, gli crescono le unghie e i capelli si drizzano leggermente. Alcune volte questo non si verifica: quando Naruto impara a controllare meglio il chakra della Volpe, la trasformazione si fa meno evidente o scompare del tutto.

Se Naruto supera il limiti del livello iniziale, il suo aspetto rispetto al livello precedente si modifica, divenendo ancor più animalesco: i denti diventano più aguzzi, gli occhi rimangono rossi con una pupilla verticale e si forma una singola coda di chakra. Il chakra del demone, di colore rosso intenso, oltre a proteggere il corpo di Naruto, riesce a muoversi animato da volontà propria. Spingendosi ancora di più oltre i propri limiti, Naruto può formare altre code, fino ad un massimo di nove. A due code, Naruto assume un aspetto ancor di più animalesco, i baffi diventano molto marcati e i canini si allungano ulteriormente. A tre code, pur mantenendo le stesse caratteristiche fisiche del livello precedente, la volontà della volpe comincia a lottare contro quella di Naruto.

Spingendosi ancora oltre, a Naruto si forma la quarta coda. La volontà di Naruto è sopraffatta da quella della volpe, e Naruto non riesce più a distinguere amici da nemici. A causa dell'enorme potenza del chakra della Volpe a Nove Code, la pelle di Naruto evapora, lasciando posto al chakra del demone, che diviene appunto il corpo stesso di Naruto. Dopo aver sbloccato la quarta coda, Naruto ottiene una potenza distruttiva enorme, infinitamente superiore rispetto ai livelli precedenti. Durante lo scontro con Xehanort, il capo dell'Esercito, Naruto sblocca la sesta coda dopo che il Signore Oscuro ferisce gravemente Hinata davanti ai sui occhi, la differenza dalle quattro code è che si forma intorno al corpo di Naruto un esoscheletro che ha le sembianze dello scheletro della volpe stessa. Durante lo stesso scontro Naruto riesce a sviluppare l'ottava coda. A questo punto la Volpe è quasi completa: il corpo di Naruto è totalmente sopraffatto dal chakra del demone che ha ormai raggiunto le sue naturali dimensioni, manifestandosi però come tessuto muscolare. Dopo questo stadio Naruto sta per completare la nona ed ultima coda ma ecco che all'interno del suo corpo compare il Quarto Hokage che, con l'approvazione di Naruto ripristina il sigillo che tiene intrappolato il demone.

Al livello ora raggiunto dal manga, Naruto non ha sbloccato altre code della Volpe a Nove Code, ma è possibile che col deteriorarsi del sigillo che trattiene la Volpe, altre code possano formarsi, trasformando Naruto completamente nella Volpe stessa. L'unico modo per sopprimere forzatamente il chakra della Volpe era tramite Yamato, che possiede la stessa abilità innata del Primo Hokage che gli consente di sopprimere il chakra di qualsiasi Cercotero e quindi anche quello della Volpe però durante lo scontro contro Xehanort nello stadio di Volpe a 6 code la volontà del Demone distrugge il frammento di chakra cristallizzato del Primo Hokage che Naruto portava sempre con sé e permetteva a Yamato di completare la tecnica e di conseguenza sopprimere il chakra demoniaco della Volpe.

Killer BeeModifica

Killer Bee è in grado di usufruire del chakra del Bue a Otto Code in quanto forza portante di quest'ultimo. Secondo svariati personaggi è la "forza portante perfetta", infatti possiede un controllo pressoché assoluto sul demone che ospita. Grazie a queste capacità Killer Bee può, apparentemente senza alcuno sforzo, evocare il Manto del Demone e passare a quella che lui e il Bue a Otto Code chiamano seconda versione, ovvero uno stadio analogo alla modalità Sei code di Naruto, con tanto di manto e scheletro del Demone, che si forma trattenendo il potere del Cercoterio in forma umana. Il ninja riesce anche a trasformarsi nel proprio demone sia in modo parziale che totale, altro fattore che testimonia di Forza portante, definita perfetta. L'aspetto forse più peculiare della forza portante è il fatto che condivida un rapporto di amicizia con l'Ottacoda dentro di lui, cosa mai vista con le altre Forze Portanti conosciute. Questo permette allo shinobi di essere immune alle illusioni, poiché il demone, qualora Killer Bee cadesse in un Genjutsu, disturberebbe il flusso del chakra di quest'ultimo utilizzando il proprio.

GaaraModifica

Come ospite del demone Tasso della sabbia, Gaara ha l'abilità di muovere e far levitare la sabbia con la sola forza delle volontà. Viene inoltre protetto tutte le volte da uno scudo di sabbia, che si attiva a prescindere che lui lo voglia o meno (perfino gli attacchi auto-inflitti vengono fermati dalla sabbia). Gaara soffre inoltre di un'insonnia che dura da quando è nato, un effetto collaterale all'essere l'ospite del demone tasso; ogni volta che si addormenta, infatti, il demone ne approfitta per divorare lentamente la sua anima. Quando arrabbiato o particolarmente assetato di sangue, Gaara comincia a trasformarsi in una versione "umana" della bestia coprendosi di sabbia. La sabbia prende la forma del demone tasso e incrementa notevolmente le sue abilità oltre che al chakra. Mentre è in questa forma, Gaara ottiene un'immensa forza, resistenza e l'abilità di usare shuriken di sabbia. Può anche allungare i suoi arti di sabbia senza che questi si indeboliscano. In situazioni disastrose, Gaara può ricreare una replica della Reliquia della Sabbia in forma originale. Diversamente dalla versione di grandezza umana, questa replica può essere creata quasi istantaneamente. Gaara controlla la replica dall'interno, rimanendo al sicuro dagli attacchi nemici. Nonostante sia fatto di sabbia, Gaara sembra non essere capace di rigenerarne i danni. Mentre è in questa forma, Gaara può anche liberare lo spirito del demone, consentendogli di usare la sua vera potenza. Per fare questo, Gaara deve emergere dalla replica posizionandosi sulla testa e cadere in un profondo sonno forzato. Una volta liberato, il demone tasso può attaccare usando tutte le sue tecniche originali. Dal momento che Gaara sporge dalla testa della bestia, però, può essere facilmente risvegliato con la forza, nel qual caso lo spirito del demone viene ancora una volta soppresso. A differenza del chakra rossastro rilasciato da Naruto, Killer Bee o Utakata, il colore del chakra dello Shukaku è attualmente sconosciuto, poiché nella serie Gaara utilizzava solo sabbia.

UtakataModifica

Utakata è in grado di usufruire del chakra della Lumaca a Sei Code in quanto Forza Portante di quest'ultimo. Evoca il chakra normalmente tramite la propria mente, oppure quando lo evoca con le emozioni, quindi inconsciamente. Utakata utilizza per la prima volta il chakra del demone quando il suo maestro Harusame tenta di dividerlo dal cercoterio e in questa occasione, il Ninja della Nebbia si trasforma immediatamente nel demone, altro fattore che testimonia la sua abilità come Forza Portante. Durante lo scontro tra Naruto e i quattro banditi, Utakata si infuria perché scopre che Hotaru è stata ingannata e rapita da Shiranami, liberando in questo modo il chakra del demone, facendo allontanare i quattro banditi. La quantità di chakra richiamata è solo una minima parte di quello del demone, infatti il Nukenin non subisce nessuna trasformazione, tranne che per un'aura di chakra rosso che lo avvolge quando è nella fase più potente della trasformazione.

Yugito NiiModifica

Yugito Nii riesce a controllare sfruttare il chakra del gatto bicoda. L'occasione in cui la vediamo sfruttare il chakra del suo cercoterio è nella battaglia contro i membri dell'Akatsuki Hidan e Kakuzu, quando, irritata dalle parole di Hidan, lo libera trasformandosi subito nel gatto a due code.

Chakra del Segno Maledetto Modifica

Questo chakra, di colore viola scuro, può essere utilizzato soltanto quando si possiede il Segno Maledetto di Orochimaru. Questo chakra è pericoloso in quanto consuma il corpo della persona che ne fa utilizzo: se usato troppo ne cancella l'umanità facendola diventare succube di Orochimaru.

Chakra curativoModifica

Il chakra curativo viene utilizzato dai Ninja medici della team per cercare fermare emorragie e curare ferite, ma il suo uso può essere anche offensivo come osservato da Kabuto Yakushi o Tsunade. Questo tipo di chakra può essere utilizzato con buoni risultati solo se si possiede un grande controllo del chakra, come nelle kunoichi Sakura Haruno, Ino Yamanaka, Shizune e la vecchia Chiyo.

Tecniche:Modifica

  • Mani curative (palmo mistico)
  • Sfera di chakra verde (con all'interno chakra normale)
  • Bisturi di chakra (Anche tecnica offensiva)
  • Bolla di chakra

Chakra eremiticoModifica

Il chakra è normalmente generato mescolando le energie spirituali e fisiche di una persona. Tuttavia, esiste una terza possibile fonte di energia: l'energia naturale.
A differenza delle altre energie, quella naturale non viene generata dalla persona, ma deve venire assorbita dall'esterno. Assorbita l'energia naturale, questa deve essere combinata all'energia fisica e a quella spirituale per generare un particolare tipo di chakra: il Chakra Eremitico.
La generazione del chakra eremitico ha come segno distintivo la mutazione di alcuni caratteri fisici in quelli dei rospi. Il grado di mutazione varia da persona a persona (nel caso di Jiraiya si tratta principalmente di occhi, naso, piedi e mani, nel caso di Naruto solo gli occhi), ma per chiunque perdere il controllo dell'energia naturale significa diventare un rospo di pietra. Tuttavia il processo di generazione può essere interrotto da un intervento esterno prima che sia troppo tardi, riportando il corpo all'aspetto originario, attraverso uno speciale bastone che assorbe l'energia naturale dal corpo.
Lo stato in cui si utilizza il chakra eremitico viene chiamato Modalità Eremitica e comporta un drastico potenziamento delle proprie arti marziali, illusorie e magiche. Ad esempio, il Rasengan utilizzato in Modalità Eremitica diviene molto più potente, ottenendo il Rasengan Titanico.

La manipolazione dell'energia naturale non è esclusiva conoscenza dei rospi del Myoboku, piochè durante la quarta grande guerra ninja anche Kabuto Yakushi mostra di aver appreso tale tecnica tramandatagli dai serpenti.

Chi ha padroneggiato la generazione del chakra eremitico ottiene il titolo di Eremita: gli unici eremiti noti sono Jiraiya, Naruto, i due grandi rospi eremiti Shima e Fukusaku e Kabuto Yakushi.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale