FANDOM


Capitolo 83
Capitolo 83.jpg
Nome Capitolo 83
Postato il 5 Marzo 2013
Titolo Il Padre di Freezer e Cooler! Lo Scontro con Re Cold!!


Il Capitolo 83 intitolato Il Padre di Freezer e Cooler! Lo Scontro con Re Cold!! è l'Ottantatresimo e Ventunesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

I cinque guerrieri giunti fino al Mondo che non Esiste per dare la caccia a Master Xehanort ed eliminare lui e la sua organizzazione si erano ritrovati davanti ad una brutta situazione: l’intero gruppo si era trasferito in un altro Quartier Generale su volere del vecchio stesso che sosteneva di non essere più al sicuro lì, e al loro arrivo hanno trovato solamente Re Cold ad attenderli, lasciato lì proprio per prevenire un attacco nemico… e adesso l’alieno intendeva ucciderli tutti… ricorrendo alla sua forma originale!!
“Di che diamine sta parlando?” chiese subito Gaara che non capiva molto delle parole pronunciate dall’avversario.
Anche gli altri non comprendevano appieno cosa significavano le ultime due parole dichiarate “Non vorrà dire che intende assumere un'altra forma?” chiese infatti Zoro sollevando un sopracciglio…
Per fortuna lì in mezzo c’era qualcuno che era a conoscenza di quei dettagli grazie alle informazioni raccolte durante il periodo di guerra contro l’Esercito ed era preparato sull’argomento “Precisamente!” naturalmente era Leon che iniziò a spiegare loro cosa intendeva dire il Changelling “Dovete sapere che la sua razza ricorre a tre trasformazioni che aumentano esponenzialmente la loro potenza… tuttavia, quando ricorrono alla loro forza al 100% non riescono più a controllarsi, ed è proprio per questo che raramente decidono di ricorrere alle mutazioni…”
“Non è del tutto giusto…” Re Cold, con una velocità a dir poco incredibile, si era portato proprio davanti a loro, costringendoli a fare un balzo all’indietro e a mettersi in posizione da combattimento per lo spavento.
Tra tutti soprattutto Kakashi era rimasto sorpreso *Che rapidità, sembra addirittura più agile dell’ultima volta…* o almeno così gli pareva senza aver ancora scoperto lo Sharingan.
Intanto Squall, che aveva anche udito le sue parole, gli domandò “Che cosa intendi dire?”
Con un sorriso maligno in volto, il membro dell’Organizzazione XIII gli rispose con grande piacere “La cosiddetta forma originaria è quella con cui la mia razza asessuata nasce e il nostro elevato potere ci ha costretti a creare delle forme restrittive per sopprimere la nostra incredibile forza; soltanto con un buon allenamento possiamo sperare di controllare quello che è il nostro reale livello di combattimento…”
“Beh ora si capisce come mai Freezer e Cooler erano così diversi…” fece allora Zoro ricordandosi che i due fratelli, da quanto si ricordava, avevano due forme distinte.
“L’unico della nostra famiglia che si allenava con costanza era il mio primogenito, ed è stato proprio lui il primo della razza a sviluppare una trasformazione che rappresenta un ulteriore incremento di potenza oltre a quello originale… lo stesso discorso non posso farlo io, dato che prima di incontrare il Master non ero in grado di tenere sotto freno la mia vera potenza…”
“Quindi ora riesci ad utilizzarla totalmente? Interessante…” Hancock sorrideva perché sapeva che il nemico avrebbe potuto farla divertire: voleva riscattarsi dopo il pareggio forzato strappato durante il combattimento con Gaara.
Ma proprio quest’ultimo non condivideva la sua gioia, dato che il fatto che l’alieno sapesse controllare la sua potenza non lo esaltava affatto “Quindi è per questo che sei… così!”
“Già, questa è la Terza Trasformazione o prima forma ristretta, quella che avete visto al Radiant Garden era la Seconda Trasformazione o seconda forma ristretta, la Prima Trasformazione o terza forma ristretta non l’avete mai vista, ma non sarebbe stata tanto diversa da quella precedente se non che la mia statura si sarebbe abbassata e le corna sarebbero state rette… e ora, dalla teoria, passerò alla pratica… mostrandovi quella che è la Quarta Trasformazione e la forma originale dei Changelling!!!”
Terminato di spiegare il concetto a parole, decise di mostrare alle sue “vittime” un assaggio di quella che era la costituzione della sua razza e, mettendosi in posizione di caricamento, cominciò a concentrare un enorme quantità di Ki intorno a sé mentre la terra sottostante cominciò a tremare a causa dell’elevata potenza mostrata da Cold.
I presenti rimasero senza parole davanti a quella visione nefasta “Quanta potenza...” affermò infatti Kakashi mentre scopriva lo Sharingan sapendo che, appena avrebbe ultimato la mutazione, il nemico sarebbe passato all’offensiva…
Ma c’era chi non intendeva aspettare “Non gli lascerò ultimare la trasformazione!!” Leon infatti, brandendo il Gunblade, si era lanciato contro di lui per colpirlo e fermarlo in tempo: durante quei due giorni Gohan gli aveva detto che il membro dell’Organizzazione XIII nella forma precedente aveva superato nettamente i due figli… e non intendeva permettere che diventasse troppo forte per loro!!
Purtroppo fu tutto inutile perché, avendo previsto un azione del genere, l’avversario aveva creato una Barriera intorno a sé che lo difendesse da possibili attacchi, e così il sovrano dell’ex Fortezza Oscura rimbalzò contro di essa venendo catapultato addosso ai suoi compagni.
“Potevi evitare di fare una figura del genere!” lo rimproverò severamente Hancock.
“Se non altro ci ha provato…” Zoro infatti sentiva il suo Haki tremare, segno che stava per manifestarsi davanti ai suoi occhi qualcosa che lui non avrebbe mai neanche immaginato e che avrebbe potuto addirittura superare il terrore che potevano manifestare Cooler e Freezer nei cuori delle persone fragili, anche se per fortuna lui non rientrava in quella categoria…
Ma era comunque preoccupato per la situazione, e gli altri sembravano dargli ragione dato che si misero in posizione: sapendo che non potevano impedirgli di mutarsi, non gli restava altro da fare che attendere che completasse il processo ed attaccarlo subito dopo senza dargli un attimo di tregua.
Cosa che avvenne poco dopo: avendo terminato il caricamento, cominciarono a nascere delle specie di crepe su tutto il suo corpo, come se si stesse per scappare in mille pezzettini… ma in realtà questo succedeva perché quel corpo che aveva non era altro che una specie di “armatura” che tratteneva la sua reale potenza… e ormai era diventata del tutto obsoleta.
Per questo, con un ultimo gettito d’aura, il corpo di Cold si spaccò letteralmente generando una potente esplosione da cui i cinque combattenti furono costretti a ripararsi coprendosi gli occhi per evitare di rimanere accecati dal terribile bagliore, dato che per fortuna il botto non era tanto elevato da raggiungere loro…
Appena le acque si furono placate e il polverone generatosi di conseguenza si fu diradato, i guerrieri che si battevano per la libertà poterono ammirare il loro nemico in tutto il suo cosiddetto “splendore”: rispetto a prima ora aveva la testa di grandezza naturalmente, il resto non sembrava essersi mutato se non che la carnagione della parte inferiore era diventata quasi del tutto viola, aveva ancora delle zone del corpo di colore bianco e, all’altezza delle gambe, delle braccia, del petto e della testa, delle specie di nuclei di colore blu…
Zoro, vedendolo, non poté non dire una cosa “Sembra Freezer in versione ingigantita…” e in effetti era così, anche se un'altra cosa che li differenziava era che il padre possedeva molti più muscoli rispetto al figlio.
Nessun’altro lì in mezzo aveva visto il Changelling di persona e per cui non potevano confermare ciò che aveva detto lo spadaccino… anche se a Kakashi gli venne da dire “Però scommetto che la sua forza è notevolmente superiore alla sua dato che già prima era più potente di lui…”
“Dici bene!” intervenne l’alieno con un sorriso diabolico in volto “I miei figli sono stati sempre più deboli di me, anche se avevano il vantaggio di saper controllare meglio la loro forza originale… ma come vi ho già detto prima, grazie al Master ora anch’io sono in grado di gestirla… sfruttando il potere dell’oscurità!!!” e, in un millesimo di secondo, una potente aura di colore nero cominciò ad avvolgere tutto il suo corpo, doveva essere grazie alla forza delle tenebre che riusciva a non perdere la ragione utilizzando tutta la forza di cui disponeva senza saperla gestire…
E questo non piaceva per niente a Gaara *Non sarà un combattimento facile…*
Leon, mettendosi in posizione pronto a richiamare l’aura blu che allungava la lama del suo Gunblade con la sua forza, gli chiese “Non intenderai evocare degli Heartless come l’ultima volta, vero?” anche se non era presente durante la battaglia, era a conoscenza di ciò che aveva fatto al Radiant Garden…
Ma lui smentì subito dicendo “Tsk quella volta volevo scontrarmi solo con coloro che avevano ucciso i miei figli… questa volta intendo polverizzarvi tutti quanti, per cui combatterò da solo contro di voi, anche perché sono sicuro di vincere lo stesso…”
“Non ci sperare!” gridò però Hancock ottenendo l’approvazione di tutti: era ora di iniziare a fare sul serio e di smettere di parlare…
Anche Cold fu d’accordo con loro, e infatti sollevò immediatamente l’avambraccio destro puntando l’indice verso di loro e dopo aver detto “Diamo inizio al divertimento!” cominciò a sparare una serie di piccole sfere di colore azzurro contro di loro, sembrava quasi la tecnica che aveva usato Metal Cooler su Neo Nameck.
Ci pensò Gaara a difendere tutti “Scudo di Sabbia!” difatti innalzò la sua difesa a modi barriera per far sì che i colpi si scontrassero con essa annullandosi del tutto… ci riuscì, ma il muro che aveva creato si distrusse insieme ad esse a dimostrare l’enorme potere di cui disponeva il Changelling *Incredibile…*
Immediatamente Zoro e Kakashi, approfittando del momento favorevole, si scagliarono dritti contro l’alieno il primo tirando fuori la sua Shusui e il secondo cominciando a caricare il suo Mille Falchi probabilmente per colpirlo con un attacco combinato…
Tuttavia, all’ultimo, Cold scattò dritto verso l’alto dimostrando di aver aumentato notevolmente non solo l’attacco e la difesa… *Oh no, adesso è più rapido di prima, lo Sharingan fa fatica a stargli dietro…* all’Hatake era bastato un singolo movimento dell’alieno per capire questo.
Nel frattempo il membro dell’Organizzazione XIII, che era a parecchi metri da terra, caricò due grosse sfere di Ki su entrambe le mani e le sparò dritte contro entrambi: anche se intendeva ucciderli tutti, quei due dovevano essere i primi della lista… beh o almeno sperava che fosse così dato che a lui non importava più di tanto chi ammazzare per prima…
Ma di certo non sarebbero stati i primi i due combattenti dato che il Ninja usò il Mille Falchi che aveva caricato per colpire la palla che era diretta verso di lui e distruggerla a causa dell’impatto riuscendo a non farsi niente, mentre il Roronoa… “Collisione del Grande Dragone!” con un unico fendente della spada che teneva con entrambe le mani, tagliò in due il colpo avversario distruggendolo e generando una mini esplosione che non gli provocò nessun danno.
Il padre di Freezer non sembrò particolarmente sorpreso dalle azioni avversarie, infatti dichiarò solamente “Niente male…” e utilizzò l’ipervelocità per avvicinarsi a loro senza che se ne accorgano e per colpirli con due pugni dritti sulla faccia…
Tuttavia Hancock, usando la sua agilità, balzò dritto verso di lui e tentò di usare il Perfume Femur e tramutare almeno la parte colpita in pietra, ma all’ultimo il Changelling riuscì ad accorgersi dell’azione nemica e creò intorno a sé una Barriera che riuscì a difenderlo e a farlo uscire del tutto illeso “Maledizione!” fu ciò che disse la donna mentre era ancora a mezz’aria.
Senza perdere di vista i due guerrieri che voleva colpire, Cold continuò a dirigersi verso Kakashi e Zoro che erano lì pronti ad intercettarlo… ma all’ultimo “Colpo Imperiale!!” Leon, che aveva finalmente deciso di entrare in azione, evocò il raggio che ricoprì il suo Gunblade e, usando quello, saltò verso il membro dell’Organizzazione XIII e tentò di assestargli un potente fendente che andava dal basso verso l’alto…
Ma ancora una volta il nemico si dimostrò un passo avanti a loro e, dopo aver evitato all’ultimo il colpo, dichiarò “Illuso…” e gli sparò contro l’Eye Beam, un doppio raggio laser dagli occhi; Squall riuscì all’ultimo ad usare la sua arma come scudo, ma l’impatto lo sbalzò comunque via, anche se per fortuna atterrò in piedi sul muro del Grattacielo della Memoria e, con un altro movimento, ritornò a terra volgendo lo sguardo verso l’alieno mostrandogli tutta la rabbia e la frustrazione che provava dal momento in cui aveva scoperto che Yuffie era stata ammazzata da quei bastardi.
Il malvagio notò questo particolare nel suo sguardo e, sorridendo diabolicamente, dichiarò “Il vostro odio è ciò che alimenta me e il Master… così non fate altro che darci prova che tutto si sta svolgendo secondo i nostri piani!!”
“Ed è un vero peccato che sono destinati a terminare qui, non è vero?” a parlare era stata Boa che, ancora a mezz’aria e non molto distante dall’essere, gli stava puntando contro l’indice destro su cui c’era una specie di cuoricino e… “Pistol Kiss!” esso venne sparato dritto contro di lui come se fosse un proiettile.
L’alieno non si fece problemi ad evitarlo semplicemente spostando la testa verso sinistra “E’ questo il meglio che sai fare?”
Nonostante la chiara provocazione, la Principessa Serpente rispose sorridendo “A dire il vero serviva solo a distrarti…”
Questo fece accendere un enorme punto interrogativo sopra la testa di Cold, che voltò lo sguardo immediatamente verso il basso dato che gli altri suoi avversari erano lì sotto e… “Pioggia di Sabbia!” sfruttando questa tecnica, Gaara riuscì a colpire il membro dell’Organizzazione XIII con dei proiettili di terra lanciati dritti verso il suo petto, venendo così colto di sorpresa e ritrovandosi letteralmente spiazzato.
“Centrato!” esultò subito dopo il rosso per aver mandato a segno il suo attacco.
La cosa venne accolta positivamente anche dagli altri dato che Leon, approfittando del momento, sparò un Firaga dal suo Gunblade dritto contro di lui… ma il colpo non sarebbe stato da solo “Le 36 Passioni Demoniache della Fenice!” Zoro, usando la spada che aveva in mano, sparò un fendente dalla forma cilindrica che aumentò notevolmente la potenza e la velocità della sfera di fuoco.
Pure Kakashi non fu da meno ed usò l’Arte del Fulmine – Segugio Fulmineo per creare un cane fatto interamente di elettricità che ingombrasse dentro di sé i colpi dei due compagni creando una micidiale combinazione che si abbatté dritto contro Cold ancora stordito a causa della tecnica di Gaara e venne scagliato contro uno dei palazzi lì intorno radendolo completamente al suolo.
“Abbiamo vinto?” fu ciò che chiese Hancock mentre tornava a terra e l’edificio continuava a crollare, nessuno però seppe rispondergli, perché poteva succedere di tutto e di conseguenza non potevano fare altro che osservare ed attendere…
E purtroppo fecero bene a non esultare immediatamente, dato che pochi secondi dopo, mentre le macerie continuavano a cadere, Re Cold scatenò la sua potenza facendo volare via tutti i resti dell’edificio che era crollato a causa sua: aveva soltanto qualche graffietto su tutto il corpo, segno che quel colpo l’aveva sentito solo fino ad un certo punto.
“Immaginavo che non fosse ancora finita… però non pensavo che gli avremmo provocato solo qualche ferita e nient’altro…” l’Hatake non si aspettava un così scarso successo della loro combinazione e ammetteva di essere rimasto molto sorpreso dalla cosa…
Anche Zoro era senza parole, anche se dalla sua espressione attenta e concentrata non sembrava; Leon, digrignando i denti, parlò a tutti i suoi compagni dicendo loro “Sarà anche molto potente… ma non possiamo arrenderci: abbiamo l’occasione di eliminare uno dei loro senza che gli altri membri dell’Organizzazione XIII ci intralcino… e non possiamo assolutamente lasciarcela sfuggire!!”
“Davvero pensate di potermi battere? Poveri illusi… finora non ho fatto altro che un breve riscaldamento per verificare le vostre capacità, e ora che conosco tutta la vostra potenza… direi di iniziare a fare sul serio!!” mentre diceva questo, il potere dell’oscurità che lo avvolgeva aumentava sempre di più, sinonimo che anche la sua forza stava aumentando a causa del fatto che stava per adoperare tutta la sua reale forza… e i guerrieri dovevano stare attenti se volevano sperare non solo di sopravvivere, ma anche di sconfiggere il Changelling una volta per tutte!!
Ci volle pochissimo tempo prima che il nemico iniziasse il contrattacco… ed infatti, qualche secondo dopo, Cold sfruttò la sua ipervelocità per scagliarsi dritto contro i suoi nemici e centrare Leon sullo stomaco senza dargli la possibilità di capire cosa stava accadendo; naturalmente il sovrano, sputando sangue a causa del colpo appena subito, venne spedito dritto contro un palazzo che sfondò creando un enorme buco sul muro.
“Che velocità!!” fu ciò che dissero Zoro e Kakashi, rispettivamente l’Haki Kenbun-shoku e lo Sharingan non erano riusciti a vedere i suoi movimenti, era stato troppo rapido per loro…
Di questo Gaara se n’era accorto, e difatti disse subito ai suoi compagni “Spostatevi ragazzi!!” e, evocando un enorme quantità di sabbia intorno a sé, la scagliò dritta contro l’alieno.
Mentre i tre guerrieri si facevano da parte, il membro dell’Organizzazione XIII si tenne pronto ad evitare la mossa “Speri sul serio di col… ma che diamine?!” soltanto che solo allora si era reso conto che della terra era sbucata fuori dal pavimento e gli aveva immobilizzato le gambe impedendogli qualsiasi movimento.
“Non puoi sfuggirmi! Mausoleo del Deserto!!” e, usando questa tecnica, il rosso rinchiuse l’avversario all’interno di una costruzione a forma di piramide composta da diversi strati di sabbia che impedivano a colui che si trovava all’interno di evadere.
“Ottima mossa!” si complimentò con lui l’Hatake.
Anche Hancock dovette ammettere che aveva svolto un buon lavoro “Sì, bravo…”
Ma purtroppo nessuno lì era a conoscenza delle diverse risorse di cui disponeva il padre di Freezer, infatti, dall’interno della struttura, partì all’improvviso un Raggio Letale che trapassò da parte a parte il Kazekage dritto sulla spalla!!
“M-Maledizione…” mentre si inginocchiava dolorante e tenendosi la parte colpita, Gaara rimase sorpreso di come fosse riuscito a superare gli strati con cui aveva creato la piramide *Quanto diamine è forte?!*
La sua domanda trovò subito risposta dato che il Changelling, scatenando tutta la sua potenza, ruppe la costruzione mentre il potere dell’oscurità continuava ad avvolgerlo “Non bastano cose del genere per sconfiggermi!!” immediatamente cercò di approfittarne per scagliarsi contro l’uomo e finirlo una volta per tutte…
Ma l’Hokage si piazzò davanti all’amico per proteggerlo e fu lui stesso ad essere colpito dal pugno del nemico; all’inizio quest’ultimo pensò che voleva soltanto suicidarsi… poi il Ninja rivelò la sua vera strategia quando si scompose in elettricità pura colpendo direttamente il nemico.
“Ti è piaciuta la Tecnica della Moltiplicazione Fulminea del Corpo?” gli chiese quello vero mentre si avvicinava al membro dell’Organizzazione XIII che sentiva i suoi muscoli folgorati dal colpo di fulmine “E ora il colpo di graz…”
“Scherzetto!!” prima ancora che l’uomo dai capelli argentati potesse caricare il suo Mille Falchi e finirlo una volta per tutte, il Changelling, dimostrando di non essersi fatto niente, evocò uno Tsuibi Kienzan sulla mano destra e lo scagliò dritto contro di lui “Questo Kienzan è diverso da quello che conosci: posso telecomandarlo quanto voglio e di conseguenza non riuscirai mai ad evitarlo!!”
Nonostante ciò che gli aveva detto, Kakashi provò lo stesso ad evitare la tecnica facendo un balzo alla sua destra all’ultimo… soltanto che Cold, avendo previsto una cosa del genere, deviò la tecnica verso il lato su cui si era portato il Ninja!! *Oh no!!* la sorpresa fu tanta e l’Hatake riuscì soltanto ad evitarlo parzialmente spostandosi di lato… parzialmente perché il suo braccio sinistro si ritrovò tagliato di netto dal suo corpo a causa della tecnica!!!
Il dolore causato da tale azione era gigante, ma cercava di trattenersi nonostante il sangue che stava uscendo dall’arto tagliato *Sono stato ingenuo e mi sono fatto cogliere di sorpresa…* lui non era il tipo da lasciarsi fregare in quel modo… ma questa volta doveva riconoscere che l’avversario era stato più furbo di lui.
L’alieno ovviamente era felice che il suo disco avesse ferito gravemente uno di loro, e per questo si tenne pronto a deviare di nuovo lo Tsuibi Kienzan verso di lui per ammazzarlo una volta per tutte… ma Zoro intervenne tempestivamente e, utilizzando l’Uccello di Porto dei Cataclismi che consisteva in un taglio a forma di mezzaluna, riesce a dividere in due la tecnica avversaria distruggendola totalmente “Non c’è arma tagliente che io non possa distruggere, dovrai fare di meglio!!” dichiarò subito dopo lo spadaccino puntando la sua arma verso il nemico.
Quest’ultimo, con un sorriso diabolico sul volto, rispose prontamente “Come vuoi!” e, dopo aver portato il braccio destro al lato del collo, lo distende in avanti sparando una specie di raggio tagliente verso l’odiato avversario: era il Daichiretsuzan, lo stesso colpo che 10 anni prima Freezer aveva utilizzato contro Kairi!
Accettando la “sfida” che gli era stata posta dal Changelling, il Roronoa attese l’attacco al varco e si preparò a tagliarlo in due utilizzando la stessa tecnica usata in precedenza… soltanto che all’ultimo, quando ormai i due attacchi avevano impattato, si accorse che era molto diverso dal Kienzan ed era anche più potente, infatti gli fece volare via la Shusui e colpì dritto al petto il povero spadaccino!!
Egli riuscì a sopravvivere al terribile impatto, ma venne scaraventato via con una profonda ferita e con parecchio sangue che usciva da essa… a quanto pare l’Haki Busous-shoku che aveva innalzato all’ultimo aveva fatto il suo lavoro di scudo, anche se purtroppo l’ex pirata era comunque svenuto a causa dell’impatto.
Vedendo che stava letteralmente dominando la situazione Cold scoppiò a ridere e disse “Muahahahahah ma guardatevi, e voi sareste coloro che speravano di sconfiggermi? Poveri illusi, la mia è la razza più potente di tutti gli Universi, e ora ne avete avuto la prova! Muahahahahah!!”
Però… “Sei troppo borioso per i miei gusti, “amico”!” Hancock, che era l’unica rimasta in piedi, stava lentamente avanzando verso di lui, quasi a sfidarlo apertamente “Come vedi io sono ancora qui… e non sperare in un trattamento di favore da parte mia!!”
Ma naturalmente l’essere non era un tipo da sorprendersi facilmente, e infatti dichiarò mantenendo il suo sorrisetto maligno sul volto “Sei tu che devi sperare che io sia clemente con te… perché in caso contrario ti farò patire le pene dell’inferno prima di ucciderti!!”
Mentre Leon e Zoro erano svenuti a causa dei colpi precedenti, Kakashi e Gaara erano in ginocchio il primo senza un braccio e il secondo con la spalla bucata, e da entrambe le ferite usciva parecchio sangue… in altre parole nessuno avrebbe potuto dare una mano a Boa, e l’unica cosa che i due Ninja potevano fare era di rimanere a guardare…
La prima a partire all’attacco fu proprio la donna che non perse tempo e si lanciò dritta contro l’alieno nel tentativo di assestargli un calcio “Perfume Femur!” naturalmente, se l’avesse colpito, gli avrebbe trasformato la parte presa in pietra.
Tuttavia, come aveva già dimostrato in precedenza, Cold era velocissimo in quella forma e, spostandosi con molta rapidità verso sinistra, evitò la mossa avversaria “Hai fallito, un vero peccato…” fu ciò che disse cominciando ad alzare l’indice destro pronto a lanciare uno dei suoi attacchi… in questo caso il Raggio Letale, la mossa più famosa della loro razza!!
Tuttavia anche Hancock era molto agile nei movimenti, e grazie a questo riuscì a compiere un balzo verso l’alto riuscendo così ad evitare il terribile raggio laser dell’alieno “Anche tu hai fatto fiasco vedo…” lo sfotté l’ex Shicibukai quasi a prenderlo in giro per ciò che aveva detto precedentemente, per poi evocare un grosso cuore estraendolo dalla bocca e prendendolo a modi arco pronta ad usare lo Slave Arrow “Quando una delle mie frecce ti colpirà, ti trasformerai parzialmente in pietra e non potrai più combattere!”
Tuttavia il Changelling non sembrava per niente spaventato davanti alla mossa dell’avversaria, infatti non aveva mai abbassato l’indice con cui aveva sparato la sua tecnica e ora l’aveva puntato dritto verso l’alto, forse intendeva spararlo di nuovo approfittando del fatto che la donna fosse a mezz’aria e quindi avesse i movimenti limitati?
In verità non era così, perché appena Boa ebbe mollato la presa scagliando le sue frecce dalla punta a forma di cuore, Cold sparò la sua serie di piccole sfere azzurre, esse erano tante quante erano le armi avversarie.
I due colpi si scontrarono a mezz’aria e si annullarono a vicenda dopo una mini esplosione che però creò un polverone che ricoprì tutto il tratto di cielo che andava dal membro dell’Organizzazione XIII ancora a terra ad Hancock che era a mezz’aria.
“Impossibile!!” eh già, la donna credeva di riuscire a colpire l’alieno con la sua mossa… e lui invece l’aveva annullata come se non fosse stato niente…
E non era di certo finita lì “Di che cosa ti stupisci? Ci vuole ben altro per battere uno come me!!” il padre di Freezer, utilizzando l’ipervelocità, era arrivato proprio alle spalle dell’ex Shicibukai che, sentendo la voce di quel mostro proprio dietro di lei, cominciò a provare un brivido freddo lungo la schiena come non l’aveva mai provato prima di allora...
Stava provando terrore, come se la morte fosse proprio alle sue spalle pronta ad usare la falce per decapitarla e portarla nell’aldilà insieme a lei… ma il terrore che all’inizio l’aveva paralizzata cominciò ad affievolirsi e, cercando di reagire, si girò di scatto nel tentativo di usare di nuovo il Perfume Femur per assestargli un calcio con la gamba destra mirando al suddetto braccio tramutandolo in pietra.
Ma Cold non era uno sprovveduto e l’alieno, semplicemente abbassandosi, evitò la mossa di Boa e, puntando di nuovo l’indice verso il cuore di Hancock, dichiarò con un sorriso maligno sul volto “Direi che il divertimento termina qui… è ora di cominciare a sbarazzarmi di voi!!”
I suoi intenti erano fin troppo chiari, e infatti la sua avversaria cominciò a sudare freddo dalla paura di fare una brutta fine… e il bello era che non poteva neanche cercare di evitarla in qualche modo, perché era a mezz’aria e i suoi movimenti erano molto limitati, non sapeva cosa fare, si sentiva impotente…
E proprio per questo non riuscì ad impedire l’inevitabile… il Raggio Letale venne sparato dritto contro di lei e la centrò esattamente all’altezza del cuore!! L’ex Shicibukai sputò fiotti di sangue dalla bocca e altrettanti cominciarono a fuoriuscire dalla ferita provocatagli dal perfido alieno…
Il tutto sotto gli occhi di Kakashi e Gaara, che anche se erano conciati malissimo vigilavano su ciò che stava accadendo al contrario dei loro due compagni che erano ancora svenuti “Oh no, l’ha colpita…” fu ciò che disse l’Hatake mentre il rosso osservava il tutto con uno sguardo misto tra l’indifferente e il menefreghista, in fondo quella donna gliene aveva fatte passare di tutti i colori, per cui ciò che le stava accadendo non gliene importava poi così tanto.
Mentre Hancock con la mano sinistra si toccava debolmente il buco sul petto mentre lentamente cadeva al suolo, Cold decise di non aspettare che si schiantasse al suolo e di “accompagnarla gentilmente” con un calcio dritto in faccia spedendola proprio al fianco del Kazekage.
Quest’ultimo, vedendo la donna venir sbattuta violentemente al suolo proprio vicino a lui, voltò lentamente lo sguardo verso di lei con un fare disinteressato: lei stava ansimando pesantemente mentre le forze le venivano sempre meno e il battito cardiaco rallentava, e l’unica cosa che riusciva a dire davanti a quella scena era… “Alla fine la resa dei conti non ci sarà…” il fatto che Boa l’avesse giudicato soltanto perché era un uomo non gli era mai piaciuto, e proprio per questo aveva affermato ciò con parole molto fredde, a significare che sotto sotto pensava che quel destino se lo meritasse…
L’ex Shicibukai questo l’aveva capito, e avendo soltanto pochi attimi di vita e nessuna speranza di guarigione, volle cercare di rimediare all’enorme errore che aveva commesso “G-Già… ma in f-fondo è q-quello che mi m-merito…” a Gaara faceva strano sentire quelle parole uscire dalla sua bocca, e proprio per questo sollevò un sopracciglio continuando comunque ad ascoltare “… H-Ho sbagliato a s-sfogare la mia f-frustazione su di t-te… i-in fondo, se L-Luffy mi ha t-tradito, non significa c-che anche gli a-altri sono degli s-sporchi approfittatori…”
“Finalmente l’hai capito, eh?” affermò sarcasticamente il rosso con fare quasi offeso.
Nonostante avesse recepito il messaggio che gli stava lanciando il Kazekage, l’Imperatrice Pirata non volle passare gli ultimi secondi della sua vita a litigare e proprio per questo, cercando di fare un sorriso forzato visto il dolore che provava in quell’istante, affermò “P-Per favore… c-cerca di avere cura d-della mia isola d-da parte mia… e v-vedi di non far s-soffrire la mia a-amazzone…”
Dopo queste parole il Ninja perse il suo disinteresse e divenne improvvisamente rosso, e questo per un motivo ben specifico, infatti dalle parole della donna sembrava essere evidente che lui e Margaret fossero… “Ma che stai dicendo? Guarda che io e lei mica ci amiamo!”
“S-Sono stata innamorata p-pure io, s-so quello che s-sto dicendo…” eh, qui non c’era niente da obiettare, Boa un tempo aveva perso la testa per Luffy, e di conseguenza sapeva riconoscere quando qualcuno provava amore per qualcun’altra o meno… e questo gettò nell’imbarazzo totale Gaara, che non sapeva più come replicare…
E non ne ebbe neanche il tempo, dato che in quel preciso momento Hancock espresse le sue ultime parole “S-Se lo vedi, d-dì a Luffy e a-alla sua f-famiglia che mi d-di…” non riuscì a terminare la frase, in quel preciso istante il suo cuore smise di battere e le sue palpebre si chiusero per sempre: mentre il sangue continuava a fuoriuscire dalla bocca e dalla ferita, il suo corpo, che era rimasto sorretto dalle braccia per un breve momento, crollò a terra senza più vita… dopo una vita piena di sofferenze e delusioni amorose, la vita dell’Imperatrice Pirata era terminata per sempre!
Leon e Zoro si ripresero proprio in tempo per assistere al decesso della donna “Oh no, ha fatto fuori una dei nostri…” affermò Squall stringendo il pugno sinistro dalla rabbia mentre col destro reggeva il suo Gunblade e lentamente avanzava per avvicinarsi al Kazekage.
Lo spadaccino invece, toccandosi ancora il petto dolorante con i globuli rossi che continuavano ad uscire, cercò di alzarsi in piedi faticosamente mentre digrignava i denti “Maledetto, me la pagherà…”
Kakashi, mantenendo la mano sinistra poggiata all’arto destro tagliato in precedenza da Re Cold, non disse niente e si limitò ad abbassare la testa sconsolato… mentre Gaara, che fino a poco tempo prima provava poco più che indifferenza nei suoi confronti, cominciò a provare qualcosa di molto strano, si sentiva male per ciò che era successo, sembrava quasi… dispiaciuto.
Difatti una leggera lacrima gli scappò dall’occhio sinistro, nonostante non lo desse a vedere le ultime parole di Boa l’avevano colpito dritto nel cuore, non per ciò che aveva dichiarato su di lui e Margaret, bensì per il fatto che in punto di morte si era pentita di averlo trattato alla stregua dei peggiori criminali soltanto perché era un uomo… era vero che ciò era dovuto dalla precedente delusione amorosa unita all’odio che le Kuja nutrivano da sempre sui maschi, però non giustificava una condanna a morte… e a pochi secondi dalla sua fine aveva dimostrato di essere dispiaciuta per quello che aveva fatto e gli aveva anche chiesto scusa dichiarando che quella fine era ciò che meritava… anche se prima non la pensava così, quella donna non doveva affatto morire in quel modo…
Il momento di silenzio venne interrotto da Cold, che ridendo malignamente dichiarò “Muahahahahahah e voi sarete i prossimi, Muahahahahahahah!!”
“Non contarci!” dichiarò però Leon che si stava alterando ancora più di quanto non lo fosse prima: non aveva ancora digerito il decesso di Yuffie, e vedere qualcun altro morire questa volta sotto i suoi occhi non lo poteva sopportare, in qualità di sovrano di un mondo doveva dimostrare di essere in grado di proteggere sia la popolazione che abitava al Radiant Garden e sia tutti gli altri, e tutte quelle morti per lui erano solo un fallimento del suo vano tentativo di aiutare tutti…
Ma questa volta avrebbe dovuto badare soprattutto alla sua di vita, dato che il padre di Freezer gli fece notare una cosa “Tsk, non so se l’hai notato, ma sei l’unico ancora in grado di combattere…”
“Piantala di dire cavolate, ho subito ferite ben peg…” non terminò neanche la frase che Zoro, che si era rimesso faticosamente in piedi, cadde in ginocchio a causa del parecchio sangue perso per la ferita provocatagli dall’alieno durante il combattimento.
Kakashi e Gaara invece non potevano essere presi in considerazione dato che il primo era senza un braccio e il secondo aveva la spalla destra bucata e non sarebbe riuscito ad utilizzare tutti i suoi poteri al 100%, insomma sembrava che il Changelling avesse ragione quando disse “Qualunque cosa vogliate fare, ormai per voi è finita, arrendetevi e FORSE non vi farò soffrire…”
Squall, nonostante volesse combattere con tutte le forze che aveva in corpo, non sapeva cosa fare e si sentiva come inchiodato all’angolo senza alcuna via di scampo, la stessa cosa valeva per il Kazekage; l’unico che sembrava aver avuto un idea era l’Hatake, che sembrava intenzionato ad usare il Mangekyou Sharingan, era vero che così sarebbe rimasto paralizzato e, in caso di fallimento, sarebbe stata sicuramente la fine per lui e i suoi compagni, ma era un rischio che era disposto a correre…
Per fortuna però non dovette mai utilizzarlo, dato che all’improvviso… “Avete qualche problema? Tranquilli, siamo qui proprio per risolverli!!” una voce fin troppo familiare rimbombò nella zona e nessuno riuscì a capire da dove proveniva.
“Ehi, ma quello non era Lea?!” Gaara, così come gli altri, aveva riconosciuto a chi apparteneva quel tono e cominciò a guardarsi attorno per capire dov’era.
Anche gli altri fecero la stessa cosa, Cold compreso mentre diceva “Un altro intruso? E dov’è?” non si aspettava l’arrivo di altri guastafeste ed era rimasto spiazzato.
Pochi secondi dopo… “Stai per caso cercando noi?” il diretto interessato, proprio l’io originale di Axel, apparve sulla cima del palazzo di fronte a quello del Grattacielo della Memoria con le braccia conserte e un sorriso divertito sul volto.
Vedendolo, Leon rimase basito e gli chiese “Tu? Ma… che ci fai qui?”
“Cos’è, adesso degli amici non possono venire a darvi una mano?” già, aveva usato il plurale perché non era giunto lì da solo… ed ecco infatti che in un attimo giunsero tramite varchi oscuri generati dal rosso i suoi due compagni del gruppo di Yen Sid… nientemeno che Tenshinhan e Trafalgar Law!!
“Lui?!” vedendo il chirurgo della morte, l’uomo dai capelli verdi rimase veramente perplesso, perché nonostante avesse già sentito che era dalla loro parte non si aspettava di vederlo giungere in suo aiuto così presto, anche se non doveva stupirlo dato che 10 anni prima erano stati alleati durante la lotta contro Kaido nel suo Universo.
Il dottore, osservando lo spadaccino, dichiarò semplicemente “… Ci incontriamo di nuovo, Roronoa!”
“Vi chiediamo scusa se siamo arrivati in ritardo… ma abbiamo perso tempo a convincere qualcuno a venire con noi…” il terrestre si stava riferendo al pirata dato che si era appena voltato a guardarlo con un espressione leggermente scocciata.
L’ex Shicibukai, sentendosi tirato in causa, dichiarò senza problemi “Io sono stato ingaggiato per curare, non per lottare, quindi questo non faceva parte del nostro accordo!”
“Ormai hai fatto trenta, perché non fare trentuno?” intervenne l’io originale di Axel rivolgendosi a Trafalgar che era alla sua destra (il tre occhi era alla sua sinistra) con un sorriso.
Law, sbuffando rassegnato, dichiarò “… Ma come avete fatto a convincermi ad unirmi a voi?” in realtà conosceva bene la risposta dato che Yen Sid l’aveva chiamato per un motivo ben specifico, la sua era una domanda retorica per sottolineare che non voleva essere lì.
Gli altri che erano a terra si stavano ancora chiedendo cosa ci facevano lì, e difatti Kakashi chiese loro “Non avete ancora risposto alla nostra domanda!”
Ci pensò Tenshinhan a dirgli “Quando siete partiti per questo mondo Lea è ritornato su Nameck per chiederci di venire a darvi una mano perché era riuscito a localizzare il punto esatto in cui la Sayan aveva creato l’altro varco oscuro… se siamo arrivati così tardi è solo perché il nostro dottore non voleva venire e abbiamo dovuto convincerlo, ma ora che siamo qui lasciate che ci pensiamo noi a sistemarlo!”
“Ma siete sicuri? Cold è un avversario temibile!” Gaara voleva metterli in guardia sul pericolo che rappresentava il membro dell’Organizzazione XIII.
Però l’ex Nessuno, convintissimo di ciò che stava per dire, dichiarò alzando il pugno al cielo “Non importa quanto sia forte, noi lo sconfiggeremo… perché siamo i Black Phantom!!”
“I che?!” il dottore, sentendo quel nome, sollevò il sopracciglio basito.
Il rosso si giustificò dicendo “Beh, ora che è morto Yen Sid sono io il Leader del gruppo, e quindi ho voluto scegliere un nome figo, non vi piace?” la sua domanda aveva quel tono innocente che sperava che la risposta fosse sì…
In verità però al pirata non garbava per niente, ma non era certo per un nome che aveva motivo di litigare con lui, e in quel momento non aveva neanche importanza visto cosa dovevano fare “… Se proprio ti piace…”
“Ora fatevi da parte e non preoccupatevi: quel Changelling conosce tutte le tecniche di Freezer, di conseguenza sapremo intercettarlo e sconfiggerlo prima che possa farci fuori!!” il terrestre sembrava fortemente convinto di ciò che diceva e i suoi due compagni annuivano convinti ad affermare che anche loro la pensavano così.
Fu questa loro sicurezza unita alle pessime condizioni dei quattro guerrieri a spingerli ad accettare di lasciare il campo a loro tre che erano freschi e nel pieno delle loro forze al loro contrario *Speriamo solo che non falliscano…* fu il pensiero di Zoro e in generale di tutti quanti…
Però avevano fatto i conti senza il cosiddetto terzo incomodo, infatti il diretto interessato, sentendo che i nuovi arrivati intendevano affrontarlo e sconfiggerlo, scoppiò in una sonora e fragorosa risata, a segnalare che trovava divertente la loro convinzione “Muahahahahahah siete davvero patetici, sul serio pensate di potermi sconfiggere? Poveri illusi, non so chi siete, ma sappiate che la mia forza non ha eguali ed è temuta persino dai membri dell’Organizzazione XIII, non avrete scampo contro di me!!”
Lea, di tutta risposta, dichiarò con un sorriso di sfida “Significa che l’Organizzazione XIII è piena di incapaci se temono la tua potenza!” questa era una provocazione bella e buona…
E aveva sortito il suo effetto dato che il padre di Freezer, con una vena che pulsava sopra la testa, digrignò i denti e disse “COME OSI PRENDERTI GIOCO DI ME!!!” prima di sparare un potente raggio di Ki contro la cima del palazzo di fronte a sé dove si trovavano i membri dei Black Phantom, o almeno era così che l’io originale di Axel chiamava il gruppo di Yen Sid.
Ma tutti e tre riuscirono ad evitarlo con un balzo che permise loro di raggiungere i propri compagni sul campo di combattimento mentre l’attacco distruggeva letteralmente l’edificio “Siete stati solo fortunati, non ricapiterà una seconda volta!” detto questo, l’alieno lanciò di nuovo lo stesso attacco di prima mirando ancora una volta a tutti, soltanto che stavolta…
“Fire!” semplicemente schioccando le dita, Lea creò intorno a se stesso e a Tenshinhan e Law un muro di fiamme che riuscì a difenderli dalla mossa dato che, appena il raggio ebbe impattato contro la barriera, entrambi esplosero creando un piccolo polverone “Hai fatto cilecca di nuovo!” dichiarò subito dopo il rosso.
Con quella frase sembrava star sia provocando l’avversario che prenderlo in giro… e se voleva farlo anche incavolare era riuscito nel suo intento, visto che le parole di prima unite a quelle di adesso fecero imbufalire ancora di più il Changelling “State cominciando a darmi sui nervi!”
Però, ignorandolo del tutto, Trafalgar chiese al terrestre “Lui fa parte del tuo Universo e di conseguenza puoi stimare il suo livello di combattimento… che ci dici?”
Il tre occhi, dopo aver analizzato attentamente il nemico, arrivò alla sua conclusione “Da quanto posso percepire sembra aver raggiunto il livello di C-16, ne sono sicuro perché ho assistito alla sua battaglia contro Cell, entrambi si equivalevano e Re Cold attualmente ha lo stesso Ki che aveva quella lucertola ai tempi…” quindi aveva superato nettamente il livello di potenza di un SSJ normale… non era di certo una bella notizia per loro…
Ma nessuno era spaventato dal duello, soprattutto Lea che aveva ancora un asso nella manica da giocare… e che aveva deciso di mostrare proprio in quel momento “Ce la caveremo comunque… in fondo… sono pur sempre l’allievo di Yen Sid!!” e, portando avanti il braccio destro, aprì la mano ed evocò… un Keyblade?!?!?!
“COSA?!” naturalmente Leon ci rimase di sasso nel vedere quell’arma nelle mani dell’io originale di Axel e anche sentendo ciò che aveva detto.
Zoro, che continuava a tenere la mano poggiata sulla ferita sul petto, chiese al diretto interessato “Come sei venuto in possesso di quell’arma?”
Il rosso colmò i dubbi suoi e degli altri spiegando “Sono anni che mi alleno sotto Yen Sid, dovete sapere che lui aveva predetto 15 anni fa il ritorno di Master Xehanort e, convinto che più Custodi del Keyblade ci fossero meglio era, ha deciso di prendermi come suo apprendista perché riteneva che avessi le doti necessarie per diventarlo… e, come potete vedere, ora lo sono!” la sua arma aveva il manico a forma di Chakram e il resto dell’oggetto pareva una specie di fiamma solida.
“Ora si spiega tutto…” affermò a quel punto Kakashi che continuava a perdere sangue e a provare un dolore disumano dovuto alla perdita del braccio destro.
Anche Cold aveva notato la spada dell’ex Nessuno e, sorpreso ma al tempo stesso incuriosito, esclamò “Guarda guarda, l’arma del Master… non mi aveva detto che oltre agli abitanti dell’Isola del Destino ce ne fossero altri in grado di usarlo… ma saperlo adoperare non cambierà l’esito del combattimento!!”
“Hai ragione… infatti è l’ennesima prova che tu verrai sconfitto!!” anche se era una provocazione, Lea credeva fortemente nella vittoria, così come Law e Tenshinhan che erano già a conoscenza dell’abilità del compagno.
Questa volta però il membro dell’Organizzazione XIII non cascò nella trappola orditagli dall’io originale di Axel e, puntando l’indice destro contro di lui, dichiarò “Lo vedremo!” per poi cominciare a sparare di nuovo le sue piccole sfere azzurre.
I tre membri dei Black Phantom riuscirono ad evitare gli attacchi grazie alla loro notevole agilità, invece, essendo gli altri combattenti ancora danneggiati dal precedente scontro, dovette pensarci Leon a deviare tutti i colpi verso l’alto per proteggerli “C’è mancato un pelo…” dichiarò subito dopo mentre spariva l’aura blu che avvolgeva il suo Gunblade dall’inizio del duello.
“Meno male che tu sei ancora in grado di batterti, eh?” fece allora Kakashi mentre, usando l’unica mano di cui disponeva, si ricopriva lo Sharingan col copri fronte.
Gaara invece, tenendosi sempre la spalla ferita da cui continuava ad uscire sangue (anche se meno rispetto all’Hatake e Zoro) commentò quello che stava vedendo dicendo “Secondo voi riusciranno davvero a sconfiggerlo?”
“Per scoprirlo non dobbiamo fare altro che guardare!” Roronoa aveva ragione: essendo quasi tutti impossibilitati a combattere, potevano solo assistere alla battaglia e sperare che il gruppo di Yen Sid trionfasse contro il perfido avversario… altrimenti sarebbero stati guai seri!
Nello stesso momento Tenshinhan, che era a destra di Re Cold a parecchi metri di distanza, posizionò le mani davanti a sé a forma di triangolo e… “Kikoho!!” sparò la sua tipica mossa dritto contro il nemico.
Quest’ultimo però, ponendo lateralmente la mano destra aperta, parò il colpo fuoriuscendo con soltanto qualche bruciatura e niente di più, segno che l’attacco non gli aveva fatto nessun danno “E’ questo il meglio che sai fare?”
“In verità stava solo cercando di distrarti!” a parlare era stato Lea che, apparso alle sue spalle in aria, aveva avvolto il suo Keyblade con le fiamme del suo corpo e tentò di colpirlo con un fendente utilizzando l’arma potenziata con quella mossa “Colpo Fire!”
Il Changelling si accorse solo all’ultimo di colui che era alle sue spalle e, girandosi di scatto, non riuscì ad evitare la mossa venendo centrato dritto in faccia e scaraventato via di parecchi metri.
Rialzandosi in piedi, il membro del gruppo del Master non gradì come quello che lui riteneva un essere inferiore l’aveva trattato e, mentre con la mano sinistra si toccava la suddetta guancia che continuava a bruciargli, digrignò i denti e disse “Questa me la paghi!” prima di sparargli contro l’Eye Beam, il raggio laser dagli occhi.
Il rosso però era diventato un esperto nell’uso del Keyblade e, semplicemente dicendo “Reflexga!” evocò intorno a sé una barriera che riuscì a difenderlo dalla mossa del nemico.
Anche Law nel frattempo aveva deciso di entrare in azione “Room!” utilizzando il potere del Frutto Ope Ope di cui disponeva, evocò con la mano destra un enorme cupola che ricoprì quasi tutta la città, difatti era ormai riuscito a padroneggiare così bene quel potere da aver migliorato il raggio d’azione della sua mossa.
Dopo averlo fatto, tenendo con la mano destra la sua spada, usò l’indice sinistro per sollevare l’intero Grattacielo della Memoria in aria: egli era in grado di fare tutto ciò che voleva all’interno della cosiddetta “stanza” perché essa era come una sala operatoria per lui e tutto ciò che vi era all’interno erano suoi “pazienti” “Tact!” subito dopo, muovendo ancora una volta il dito, lanciò il palazzo dritto contro Cold.
Quest’ultimo rimase sorpreso dalla potenza dimostrata dal dottore “Davvero niente male il tuo controllo… ma con me non basta questo!” e, caricando tutto il Ki di cui disponeva, si lanciò dritto contro l’edificio a braccia spiegate davanti a sé e i pugni chiusi: grazie a questo, sfondò letteralmente l’edificio distruggendolo in mille pezzi, in fondo era un Changelling, lanciargli contro delle strutture non serviva di certo a batterlo “Tu pensavi di sconfiggermi in questo modo, pivello?”
“Ancora una volta le tue conclusioni affrettate si sono dimostrati fatali… infatti serviva solamente a distrarti e a renderti innocuo!!” difatti Trafalgar, tirando finalmente fuori la sua spada, assestò un leggero fendente da lontano… che riuscì comunque a tagliare in due l’alieno!!!
Quest’ultimo, che si era ritrovato la parte inferiore del corpo staccata dalla sua, rimase a dir poco senza parole… quello aveva usato la sua spada a parecchi metri di distanza e non aveva sparato nessun fendente a distanza a differenza dello spadaccino di prima… come ci era riuscito?!
Ma il fatto sospetto era un altro “Ehi… ma non perdo sangue e non sento neanche dolore… che stregoneria è mai questa?!” chiese infatti il padre di Freezer che riusciva a levitare in aria anche solo con la parte superiore mentre l’altra metà del suo corpo cadeva a terra proprio in mezzo ai detriti del Grattacielo della Memoria.
Il pirata però, con un sorriso beffardo in volto, rispose all’affermazione precedente dell’avversario dicendo “Non è stregoneria… è medicina!!”

“Sensazionale!!”
Gli spettatori stavano osservando la battaglia senza fiatare e Squall era rimasto incredulo davanti alla dimostrazione di forza dei compagni: erano solo in tre ma erano comunque riusciti a sconfiggere il nemico!!
Anche Gaara era senza parole “Nonostante fossero inferiori a noi numericamente… sono riusciti a batterlo!!” il tutto mentre il cadavere di Hancock era ancora al suo fianco.
Tuttavia Zoro, prima che continuassero ad illudersi, preferì chiarire la questione immediatamente “Aspettate a cantare vittoria: i colpi che Trafalgar assesta all’interno della Room non sono mai letali ad eccezione di pochi casi… ergo, quel mostro può ancora combattere!”
“In effetti avevo questa sensazione…” Kakashi sentiva che il fatto che Cold potesse ancora muoversi stava a significare che non era ancora finita, e la mancanza di sangue che usciva dalla ferita ne era la prova… la battaglia non era ancora terminata!!

Però non avrebbero dovuto temere solamente la parte superiore del corpo… difatti, non appena il membro dell’Organizzazione XIII si rese conto che non aveva subito nessun danno, sorrise diabolicamente e, rivolgendosi a Law, gli disse “Pensi che avermi tagliato in due abbia ridotto drasticamente la mia forza d’attacco? Non sai quanto ti sbagli… grazie al potere dell’oscurità posso ovviare questo problema!!”
Quell’aura non l’aveva mai abbandonato per tutto l’arco del combattimento, e sfruttando proprio questa la parte inferiore del suo corpo (che andava dalla vita in giù) riuscì ad alzarsi in piedi adoperando le gambe cominciando a correre velocemente contro il dottore: lui sarebbe stato il primo che avrebbe attaccato in quanto era colui che l’aveva diviso dall’altra metà.
Questa era la prima volta che il pirata vedeva una cosa del genere e non nascondeva di essere rimasto sorpreso “Impressionante ciò che possono fare le forze oscure… tuttavia…” non appena la metà di sotto tentò un calcio con la gamba destra mirato alla faccia, il membro dei Black Phantom lo evitò spostandosi leggermente verso destra “… Non puoi fare molto in questo stato, e te lo dim…”
Neanche il tempo di finire la frase che un Kikoho venne sparato a velocità allucinante contro la parte inferiore del corpo del padre di Freezer polverizzandola all’istante!! Naturalmente era stato Tenshinhan, che si rivolse all’amico dicendogli “Un consiglio? Se devi eliminare qualcuno fallo subito e non perdere tempo in chiacchiere!” insomma, la lezione che ogni buon villain dovrebbe seguire ma che prontamente non esegue.
Law però sapeva che stava solo scherzando complice anche il sorriso che aveva appena fatto, e ricambiando il gesto dichiarò “Lo terrò a mente…”
Così, ora che l’avversario era rimasto con solo la parte che andava dal busto in su, Lea, che era a terra e aveva appena finito di osservare la scena di “lotta” con le gambe dell’essere, alzò lo sguardo al cielo dove stava levitando il nemico e gli disse sbeffeggiandolo “Ormai sei ridotto peggio di un colabrodo, vuoi un consiglio? Arrenditi, così potremo portarti alla Base ed interrogarti!” infatti il loro obiettivo non era mai stato ucciderlo, ma solamente catturarlo e chiedergli spiegazioni sui piani di Master Xehanort, su chi avesse spedito loro il notebook e perché, nonostante parlasse della riunione, non accennava niente riguardo il progetto segreto dell’anziano…
Tuttavia non aveva fatto i conti con l’orgoglio dei Changelling: Re Cold avrebbe preferito morire piuttosto che farsi prendere da un branco di creature inferiori come loro, e proprio per questo prese una drastica decisione… beh drastica vista da un certo punto di vista, e considerando com’era ridotto lo era eccome “Io arrendermi? Te lo puoi sognare… IO SONO IL GRANDE RE COLD E NON ACCETTERO’ MAI DI PERDERE CONTRO DEI MOSCERINI COME VOI!!! VI DISTRUGGERO’ TUTTI INSIEME A QUESTO PIANETA!!!” e, sollevando l’indice destro al cielo, cominciò a generare un enorme sfera di energia di colore giallo… era la Supernova, la mossa più potente di cui disponeva!!
“Oh no, quell’attacco lo conosco!!” Kakashi infatti si ricordava che anche Cooler aveva tentato di usarla 10 anni prima, a quei tempi era riuscito ad uccidere l’alieno prima che la lanciasse costringendolo così a disattivare la tecnica… ma questa volta sarebbe stato difficile fermarlo in tempo…
Il membro dell’Organizzazione XIII intanto sembrava letteralmente impazzito, forse perché era stato ferito nell’onore da quegli omuncoli e voleva fargliela pagare, fatto stava che aveva uno sguardo da psicopatico e continuava ad urlare “IO POSSO RESPIRARE NELLO SPAZIO, PER CUI SOPRAVVIVRO’, MENTRE VOI MORIRETE NELLA DISTRUZIONE DEL MONDO!! MORIRETE TUTTI!! MORIRETE TUTTI!!” sembrava essersi incantato sulle stesse parole, segno che la follia aveva ormai pervaso ogni angolo del suo corpo…
E questo era stato notato da tutti, tanto che Leon disse stringendo il pugno sinistro e digrignando i denti “E ora cosa facciamo? Quello ci ammazza tutti…”
Tuttavia, al contrario di quello che si poteva pensare, i membri dei Black Phantom non erano per niente spaventati, infatti l’io originale di Axel si rivolse ai suoi due compagni con un sorrisino e disse “Bene ragazzi, mettiamolo KO in maniera definitiva!!” per poi iniziare a correre dritto verso Tenshinhan... cosa aveva in mente?
Fu presto detto dato che i suoi due compagni avevano capito cosa dovevano fare e il tre occhi, ponendo le mani lateralmente alla sua faccia, gridò “TAIYOKEN!!” ed ecco che una potente luce investì completamente Re Cold accecandolo!!
Difatti dovette mettersi la mano sinistra davanti agli occhi in quanto non riusciva più a vedere “La mia vista!! Cos’hai fatto maledetto?!” però continuava lo stesso a caricare la sua tecnica, non aveva intenzione di mollare…
Peggio per lui, dato che appena ebbe riaperto lentamente gli occhi si ritrovò davanti lo stesso Law che, grazie al teletrasporto effettuato all’interno della Room, era giunto davanti a lui nonostante stesse levitando in aria!! “Counter Shock!!” puntando i pollici al suo petto, gettò una scarica elettrica simile ad un defibrillatore che colpì in pieno il Changelling.
Un semplice colpo elettrico non gli avrebbe fatto niente… ma quello era mirato a colpire il cuore e di conseguenza se lo beccò tutto quanto compreso il dolore causato dal suo muscolo centrato mentre digrignava i denti per resistere al male che provava.
Nello stesso momento Lea aveva ormai raggiunto Tenshinhan e, dopo avergli gridato “Spediscimi in alto!!”, saltò verso di lui; quest’ultimo, prontamente, unì le mani a modi barchetta e, appena l’ex Nessuno ebbe poggiato il piede sinistro su di esse, lo lanciò dritto verso il cielo affinché raggiungesse il nemico!!
Trafalgar, dopo aver terminato l’attacco, osservò l’essere e gli disse con un sorrisino sul volto “Hai perso!!” per poi scomparire davanti ai suoi occhi: sfruttando il teletrasporto che poteva usare all’interno della Room, era tornato a terra.
Cold non aveva neanche fatto in tempo a vedere il pirata sparire dalla sua vista che, con parecchie bruciature sul corpo derivate dal Counter Shock, digrignò i denti per essere stato umiliato per l’ennesima volta e dichiarò “Adesso mi avete stufato… PREPARATEVI A MORIRE!!” ormai la Supernova era pronta e poteva lanciarla quando voleva…
Ma non aveva fatto i conti senza un certo rosso “No, TU preparati a morire!!” difatti il membro dei Black Phantom, grazie al lancio del tre occhi, aveva addirittura superato il Changelling finendo più in alto di lui, e ora che aveva fermato la sua avanzata e stava scendendo in picchiata, stava caricando un potente attacco: il suo Keyblade venne avvolto dalle fiamme del corpo dell’uomo e l’arma cominciò a sprizzare potenza da tutti i pori *Sto usando la massima potenza, speriamo di riuscirci…* non avrebbe voluto ucciderlo, ma non aveva scelta…
L’alieno, sentendo la sua voce, girò il busto di scatto mantenendo l’indice alzato… giusto in tempo per beccarsi in pieno petto il fendente di Lea!! In un attimo, mentre il Black Phantom cominciava lentamente a cadere a terra soddisfatto del suo operato, dalla ferita diagonale appena fattagli cominciarono a nascere delle fiamme che in poco tempo avvolsero il corpo del padre di Freezer che si sentì pervadere da un dolore maggiore rispetto a quello precedente!!
Era fin troppo chiaro che ormai per lui era finita, infatti Gaara esclamò sorridendo “L’hanno sistemato…”
“Bravissimi ragazzi!!” esclamò anche Squall complimentandosi con loro mentre Zoro e Kakashi si limitavano a sorridere.
Law, che aveva appena ripreso possesso della sua spada, si limitò a rimetterla nel fodero disinteressato alla cosa mentre Tenshinhan con un sorriso sollevò il viso al cielo e disse “Meno uno…”
Però, nonostante avessero effettivamente vinto, Cold non voleva andare all’inferno da solo e, con un sorriso diabolico in volto, usò le ultime forze che gli erano rimaste in corpo… per muovere verso il basso l’indice scagliando la Supernova dritta sul Mondo che non Esiste!!! “Avete perso…” fu l’ultima cosa che disse il perfido membro dell’Organizzazione XIII prima che le fiamme riducessero in cenere ciò che era rimasto del suo corpo… quella era la fine per la razza che un tempo dominava l’Universo di Goku, i Changelling!!
Tuttavia se n’era andato lasciando nel panico tutti quanti, dato che l’enorme sfera di Ki si stava dirigendo verso il pianeta per distruggerlo totalmente e, anche se era lenta e quindi si sarebbe scontrata col suolo solo dopo un minuto più o meno, stava mettendo paura a tutti quanti “Oh no, l’ha lanciata!!” esclamò difatti l’Hatake sudando freddo.
Roronoa, mentre continuava a toccarsi la ferita con la mano sinistra, digrignò i denti e pensò *E adesso cosa facciamo?* il Kazekage, nonostante non stesse pensando niente, era comunque preoccupato a morte per la situazione e pensava che fosse davvero la fine per tutti quanti.
Tenshinhan però era a conoscenza che l’amico Lea poteva creare dei varchi oscuri e portarli via di lì in tempo, e così gli urlò “PRESTO, DEVI USARE I CORRIDOI OSCURI!!”
“Non posso! Usarne uno per tutti quanti potrebbe farmi tornare un Heartless e un Nessuno e, senza Yen Sid che mi tiene sotto controllo, il rischio è alto!!”
“FALLO E BASTA!!” gridò anche Law che non aveva nessuna intenzione di morire in quel posto, e per cui voleva che il compagno li portasse via di lì, volenti o nolenti.
Il rosso si ritrovò così con le spalle al muro mentre mancavano pochi secondi all’impatto della Supernova col Mondo che non Esiste: non usare i varchi oscuri e morire tutti quanti… oppure usarli e tornare ad essere Axel e un mostriciattolo nero? Un bel dilemma, ma non aveva scelta, non poteva di certo fare in modo che tutti perissero solo per un suo capriccio, e per cui non vedeva alternative…
Però, per sua grande fortuna… “Non temete, vi aiuteremo noi!!” una voce che nessuno lì conosceva parlò loro da un posto sconosciuto lasciandoli tutti disorientati e confusi… prima di rimanere avvolti da una misteriosa luce che sembrava essere divina e che li portò via da quel luogo proprio nel momento in cui la terribile sfera dell’alieno si schiantò sul pianeta distruggendolo in una violenta esplosione…

Eventi Principali Modifica

  • Re Cold raggiunge la sua Quarta Trasformazione e sconfigge Zoro, Gaara, Leon, Hancock e Kakashi.
  • Hancock viene ferita mortalmente e, prima di spirare, chiede scusa a Gaara.
  • I Black Phantom costituiti da Lea, Law e Tenshinhan giungono nel Mondo che non Esiste e annientano Re Cold.
  • Prima di morire Re Cold spara la sua Supernova distruggendo il Mondo che non Esiste, solo l'intervento di qualcuno porta via i combattenti per la libertà salvandoli da morte certa.

Personaggi Apparsi Modifica

Roronoa Zoro

Gaara

Squall Leonhart

Boa Hancock

Kakashi Hatake

Re Cold

Lea

Trafalgar Law

Tenshinhan

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale