FANDOM


Capitolo 77
Capitolo 77.jpg
Nome Capitolo 77
Postato il 15 Gennaio 2013
Titolo Il Mentore di Re Topolino! L'Ex Maestro del Keyblade Yen Sid!!


Il Capitolo 77 intitolato Il Mentore di Re Topolino! L'Ex Maestro del Keyblade Yen Sid!! è il Settantasettesimo e Quindicesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

E così finalmente il gruppo, dopo aver viaggiato per parecchie ore, alle 16:45 precise incontrò in cima alla Torre Misteriosa nientemeno che colui che li aveva chiamati fin lì, ossia il potente stregone Yen Sid nonché ex Maestro del Keyblade e mentore di Re Topolino!
Riku rimase sorpreso dal suo aspetto *E così è lui il famoso Yen Sid…* nonostante fosse molto anziano e aveva più anni di quanti ne dimostrava, aveva un temperamento e un compostezza imponente, come a sottolineare quanto grande fosse il suo potere…
“E’ un vero onore conoscerla!!” esclamò immediatamente Sora eccitato sia all’idea di incontrare colui che aveva insegnato al suo maestro e sia perché attendeva con grande ansia il momento in cui avrebbe dovuto sostenere l’Esame di Qualificazione.
Il vecchio, sorridendo davanti alle parole del bruno, disse loro “Siete arrivati anche prima del previsto, e questo è un ottimo punto a nostro vantaggio, prego accomodatevi pure!”
“Ehm… ma dove?” in effetti Trunks aveva ragione visto che, ad eccezione della sedia davanti alla scrivania che sapevano essere dello stregone non c’era altro punto dove poter appoggiare il sedere.
Yen Sid però, puntando la mano dritta nel punto che si trovava proprio davanti al tavolo, fece comparire da una nuvoletta bianca un divano abbastanza grande affinché ci potessero stare tutti.
“Cavolo, sembra quasi Merlino!” dichiarò Seto meravigliato visto che un trucco del genere l’aveva usato anche il mago al Radiant Garden… e questo non faceva altro che aumentare la sua curiosità di scoprire qualcosa di più sull’anziano.
“Il posto al centro è mio!!” vedendo comparire un punto dove potersi sedere, Cloud scattò immediatamente in avanti piazzandosi proprio in mezzo al divano con un sorriso a trentadue denti…
Che fece fremere Erika dal dargli un pugno dritto sulla testa, ma visto che non era la situazione adatta cercò di trattenersi *Giuro che uno di questi giorni lo ammazzo…*
Gli altri invece andarono a sedersi immediatamente senza perdere tempo, e partendo da sinistra verso destra si erano posizionati così: Trunks, Seto, Naruto, Cloud, Sora, Erika e Riku… il tutto mentre l’Uzumaki adulto si era guardato intorno e aveva pensato *Chissà come mai un uomo potente come lui vive in un posto del genere…*
“Siete arrivati in sette… proprio come mi aspettavo!” dichiarò Yen Sid mentre si avviava verso la scrivania per sedersi la dove avrebbe potuto parlare più agevolmente con i suoi ospiti…
Naturalmente però le sue parole suscitarono immediatamente lo stupore generale, visto che da quanto aveva detto sembrava che avesse previsto una cosa del genere “Mi scusi… ma come faceva a sapere che saremmo venuti esattamente noi?” chiese infatti Sora curioso.
“E’ molto semplice… io sono in grado di vedere il passato, il presente e il futuro leggendo le stelle… certe volte esse non sono molto chiare e bisogna capire bene ciò che cercano di dire… altre volte invece è facile comprendere il loro significato…”
“Sinceramente non ho capito niente di ciò che hai detto vecchio!” dichiarò però Cloud con le braccia dietro la testa ammettendo che erano incomprensibili per lui le parole dell’anziano.
Seto però, quasi a volerlo provocare, esclamò “Non mi stupisco della cosa…”
“Ehi tu, vuoi per caso lit…”
“Per favore bambini, calmatevi!” Naruto, che si trovava proprio al centro dei due piccoli, cercò di separarli con le mani e soprattutto di trattenere il proprio figlio visto che aveva tutta l’aria di voler saltare addosso al bruno immediatamente… il tutto mentre ovviamente Erika se la rideva sotto i baffi.
Tornando però a parlare dell’argomento precedente, il figlio di Vegeta, curioso delle abilità dell’anziano, domandò “Ma quindi sa esattamente TUTTO ciò che è successo e che sta per accadere? Perché se fosse così sarebbe davvero una figata!”
“No giovane Trunks, il dono che possiedo funziona solo in determinati casi e non sempre da delle risposte chiare, potrebbe rivelarmi l’intero evento per filo e per segno oppure solamente la persona che coinvolgerà…”
“Quindi sta dicendo che certe volte potrebbero anche avvenire dei cataclismi che lei non ha predetto?” chiese allora Riku per capire meglio il funzionamento dei suoi poteri.
“Precisamente!” fu l’unica risposta del vecchio.
Soltanto dopo quelle spiegazioni Erika, facendo due più due, capì parecchie cose “Ma certo! Ora capisco le parole di Merlino!!” disse infatti battendo il pugno destro contro la sua mano sinistra.
“Che intendi dire?” chiese invece l’Uzumaki adulto che non sembrava aver capito.
Solo dopo le parole della figlia di Luffy, Riku comprese cosa voleva dire e, rivolgendosi a Yen Sid, chiese “Quando ha chiamato Merlino le ha detto che non avrebbe fatto in tempo ad accompagnarci qui… questo perché sapeva che sarebbe stato colpito da Re Cold di lì a poco, vero?!”
“E così!” rivelò lo stregone senza pensarci due volte “Gli avevo anche chiesto di portare Kairi prima che fosse troppo tardi: le stelle mi avevano rivelato che lo stesso individuo che avrebbe colpito quasi mortalmente lui avrebbe rapito lei… ma a quanto pare è troppo tardi!”
Sora però, dopo aver udito ciò che aveva detto, perse del tutto l’eccitazione che aveva… per lasciare posto alla rabbia che aveva in corpo “CIOE’, VORRESTE DIRMI CHE POTEVA IMPEDIRE IL RAPIMENTO DI MIA MOGLIE DICENDOGLIELO APERTAMENTE E INVECE HA PREFERITO RIMANERE ZITTO?!?!” gridò infatti alzandosi in piedi e gettando tutta la sua ira contro il vecchio.
Lui non rispose niente, ma si limitò a chiudere gli occhi e ad abbassare la testa, sembrava triste per la reazione avuta dal Prescelto del Keyblade, lo era perché aveva compreso la sua furia… oppure perché sapeva qualcosa di cui nessun’altro era a conoscenza?!
“Quindi devo dedurre che anche Jack Skeletron come tutore dei bambini non è stato un caso?!” chiese allora Trunks mentre Riku, alzatosi anche lui in piedi, aveva poggiato le mani sulle spalle dell’amico bruno per farlo risedere e tentare di calmarlo.
Sentendo questa nuova domanda, l’anziano rialzò nuovamente il viso aprendo gli occhi e dichiarò “Esatto: ho scelto lui perché è la persona più adatta ad allevarli e, soprattutto ad addestrarli… un immenso destino li attende, e lui è il più indicato ad allenarli!”
Nessuno lì aveva compreso le sue parole, ma preferirono comunque lasciare scorrere… anche se “Però quello fa paura, è uno scheletro vivente!” dichiarò Cloud ripensando al Re delle Zucche e rabbrividendo al solo pensiero di dover rimanere insieme agli altri bambini con lui.
Questa volta anche Erika dovette dargli ragione: a lei la cosa non importava più di tanto, ma alla fine il sovrano di Halloween era comunque abbastanza inquietante… Seto invece, osservando la reazione di entrambi i piccoli, pensò *Chissà chi è questo tipo…* a quanto pare stava nascendo in lui il desiderio di incontrare Jack Skeletron…
Tornando invece a parlare degli eventi predetti da Yen Sid, Trunks, sapendo cosa era successo poco prima, gli disse “A questo punto non mi stupirei se avevi previsto anche la nostra deviazione verso la Terrazza del Tramonto per convincere David a seguirci…”
“Bene o male ciò che succede in questa giornata l’ho previsto tutto… e da quello che ho potuto vedere finora si è realizzata ogni cosa: David alla fine è partito per il Radiant Garden… mentre la povera Nami è stata rapita da Zero…”
“QUINDI TU SAPEVI PURE QUESTO?!” sbottò allora Erika alzandosi pure lei in piedi “QUANTE ALTRE COSE CI STAI TENENDO NASCOSTE EH?!” per lei era già stato uno strazio vedere la madre venire portata via da quello psicopatico… ma sapere che colui che aveva davanti l’aveva previsto e non aveva detto niente la mandava veramente in bestia!!
“Credimi, comprendo appieno il vostro dolore… ma dirvelo non avrebbe cambiato niente!” esclamò però Yen Sid sicurissimo di ciò che stava dicendo.
“Questo lo pensa lei!” intervenne allora Seto decidendo finalmente di rivolgergli la parola “Il destino non esiste, siamo noi a crearcelo: se sappiamo cosa dobbiamo fermare ci basta agire per impedire che la catastrofe si manifesti. NIENTE è scritto!” un'altra prova di come, nonostante fosse un bambino, sembrava quasi un filosofo…
Ma questa volta, almeno secondo lo stregone, aveva sbagliato “Purtroppo non è così: avrei potuto dire tutto a Merlino, ma alla fine il colpo l’avrebbe preso comunque perché non sapevo da dove sarebbe arrivato, Kairi si sarebbe distratta comunque a causa di Hanasia e Re Cold l’avrebbe portata via… senza contare che, se eravate al corrente dell’attacco di Zero alla Collina del Tramonto, vi sareste comunque recati lì per avvertire David… compiendo così la profezia. Certe volte il destino non si può cambiare, per quanti sforzi cerchiamo di compiere, credetemi, ne so qualcosa…” misteriosamente l’ex Maestro del Keyblade abbassò la testa sconsolato, chissà come mai…
Nessuno ebbe niente da ridire, compreso Seto il quale, non conoscendo appieno i poteri dello stregone, preferiva non controbattere e dire delle idiozie.
Prendendo la palla al balzo, Riku cercò di trovare un modo per documentarsi di più sui nemici che dovevano affrontare e chiese all’anziano “Sono quasi sicuro che lei conosce l’identità dei membri dell’organizzazione comandata dal Master… e anche le vere intenzioni di Zero… per questo le chiedo di dircelo: dobbiamo sapere cosa ci aspetta se dovessimo fallire la nostra missione!”
“Ha ragione!” intervenne anche Sora, che nonostante si fosse calmato era ancora leggermente incavolato con l’anziano “Abbiamo il diritto di sapere!”
Seguì uno strano silenzio tombale in cui Yen Sid abbassò misteriosamente la testa chiudendo gli occhi quasi in posa riflessiva… per poi ritornare a guardare i presenti dicendo loro “In verità non so niente degli obiettivi del Master e della sua organizzazione nonostante conosca la sua identità…”
“SA CHI E’ IL MASTER?!?!” ovviamente davanti a tale notizia tutti quanti rimasero a dir poco sorpresi, finalmente avrebbero scoperto l’identità di colui che comandava il gruppo di cui facevano parte Kakuzu, Kidd, Re Cold e forse anche tutti gli altri nemici conosciuti ad eccezione di Zero.
Appena il vecchio ebbe annuito con la testa, Trunks affermò subito “Allora ce lo dica: dobbiamo sapere chi è e come contrastarlo!!” e così l’ora in cui avrebbero scoperto l’identità di uno dei nemici principali che dovevano affrontare durante il loro viaggio era arrivata…
Oppure no? “E’ inutile che ve lo dica: ben presto ne verrete a conoscenza, fidatevi di me, so cosa dico!”
Inutile dire che lo scontento fu quasi generale, tanto che Cloud esclamò “Uff, ma io voglio saperlo adesso…” ma alla fine decisero di lasciare perdere: seguendo le sue parole ben presto l’avrebbero scoperto, e di conseguenza non dovevano fare altro che attendere…
Intanto Naruto chiese “E riguardo Zero invece?” anche lui era un avversario e dovevano scoprire qualcosa di più sul suo conto ad eccezione del fatto che avesse rapito Goku e Nami…
Ma anche questa volta ricevettero un due di picche “In verità le sue intenzioni le conosco… ma non posso rivelarvele!”
“Ma allora dillo che non vuoi svelarci niente e fai prima!!” sbottò allora Trunks mettendo su il broncio: erano venuti fin lì sia per l’esame che per apprendere qualcosa di più grazie al potere dell’anziano… e invece lui non voleva dire loro niente!!
“Chiedo scusa se continuo a mantenervi sulle spine… ma se doveste saperlo rischiereste di agevolare il Master e la sua organizzazione, benché di loro sappia solo che vogliono impadronirsi delle reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza… vi dico soltanto una cosa: certe volte le apparenze ingannano…” altre parole enigmatiche…
“E parlando di questo sono sicuro che sa benissimo anche che Goku e Luffy sono stati catturati, vero?” chiese allora Erika mentre gli adulti si stavano ancora interrogando sulle parole di Yen Sid e sul loro significato…
L’ex Maestro del Keyblade, annuendo, rivelò “Non sapevo chi li avrebbe catturati, ma grazie a Merlino so da chi sono stati presi: nonostante il pericolo che incombo nel leggere il futuro rischiando così di alterarlo, esso può rivelarsi molto utile in certe occasioni… basti pensare che, proprio 15 anni fa, una certa persona di vostra conoscenza è venuta da me per interrogarmi sul compimento del suo piano di sterminio…”
“Piano di sterminio? Non vorrai dire che era…” Sora e tutti gli altri sembravano aver compreso l’identità dell’individuo a cui si stava riferendo lo stregone…
Ma solo il piccolo bruno, alzandosi in piedi, lo disse ad alta voce “MIO PADRE?!” beh, noi lo sapevamo grazie al video che l’Hitari maggiore aveva registrato la notte dopo il party organizzato per festeggiare la sconfitta dell’Esercito, ma loro non erano a conoscenza di questo dettaglio.
Yen Sid, sentendo nominare il ragazzo che aveva incontrato soltanto in un occasione, si mise a guardare il bambino che aveva parlato e, con sguardo alquanto freddo, dichiarò “Seto, il giovane figlio di Luke… in te c’è molto più di quanto tu possa immaginare, e soltanto più avanti apprenderai che da te dipenderanno i destini di molte persone…”
Le sue parole erano alquanto enigmatiche, tanto che tutti quanti si domandavano a che diamine si stesse riferendo… ma alla fine non ci badarono più di tanto visto che il vecchio non aveva fatto altro che tenerli sulle spine…
Nonostante ciò, questa volta, l’ex Maestro del Keyblade scelse di colmare i loro dubbi e raccontò loro del suo incontro con l’Incarnazione del Male “Circa 15 anni fa, qualche giorno dopo aver abbandonato l’Esercito, Luke giunse alla Torre Misteriosa per consultarmi…”

15 Anni prima degli Eventi Narrati:
Qualche giorno era passato dal momento in cui Luke aveva abbandonato l’Esercito, era un pomeriggio come un altro e lui non sapeva cosa fare: era alla ricerca di gente che lo aiutasse a sconfiggere l’organizzazione e quell’Ansem una volta per tutte, ma finora non sembrava aver trovato nessuno che potesse sul serio dargli una mano…
Tuttavia, indagando, era venuto a conoscenza di una leggenda del suo Universo secondo la quale esisteva un potente stregone chiamato Yen Sid che era in grado di vedere il passato, il presente e il futuro semplicemente leggendo le stelle… inutile dire che la cosa attirò particolarmente la sua attenzione, tanto che decise di andare da lui di persona per testare le sue abilità e vedere se era vero: grazie al Signore del Male aveva saputo che esisteva davvero e anche dove abitava.
Non gli ci volle molto ad arrivare lì, un semplice varco oscuro ed ecco che l’Hitari maggiore, indossando gli stessi abiti che l’avrebbero contraddistinto cinque anni dopo, sbucò proprio nel mondo della Torre Misteriosa, davanti all’ingresso che l’avrebbe condotto all’interno dell’edificio.
“E così è qui che abita questo stregone così potente…” lui ovviamente era desideroso di conoscerlo e di verificare le sue capacità...
Ma qualcuno non sembrava essere della stessa idea *Sei sicuro di volerlo fare? Quel vecchio potrebbe spifferare tutto e mandare a monte il piano!* naturalmente si stava parlando del Signore del Male che viveva dentro di lui e che preferiva sempre evitare certe cose.
Però Luke, parlando con lui mentalmente, gli rispose *Fossi in te non mi preoccuperei: è soltanto un vecchio che prevede il futuro, nel caso fosse ancora bravo con il Keyblade e cercasse di smontare i nostri progetti riuscirei ad ucciderlo in poco tempo… e poi, volenti o nolenti, sono sicuro che lui sa già cosa intendo fare…*
Ciò convinse solo parzialmente il creatore dell’oscurità, visto che disse comunque *Fa come vuoi, però se dovesse rappresentare una minaccia non esitare a farlo fuori… altrimenti sarò io a fare fuori te non appena avrò riottenuto tutti i miei poteri!*
“Tsk come vuoi!” esclamò infine l’Hitari maggiore ad alta voce decidendosi ad entrare finalmente nella torre.

Grazie all’aura oscura che lo circondava, non gli ci volle molto a superare le stanze protette dalla magia dell’anziano e giungere così alla sua stanza… stanza dentro cui entrò spalancando violentemente la porta con un calcio.
All’interno vi era nientemeno che Yen Sid, seduto al suo classico posto che stava osservando il punto esatto in cui era appena sbucato il ragazzo… naturalmente con la sua classica aria severa “E così alla fine sei arrivato Luke Hitari… ti stavo aspettando…”
“La cosa non mi stupisce visto ciò che si dice di te!” fece il giovane entrando nella stanza a passo svelto “Ma vediamo di evitare inutili discussioni e di passare al sodo…”
“So perché sei qui: intendi mettere alla prova le mie abilità, non è così?” lo precedette l’ex Maestro del Keyblade che, nonostante si aspettasse il suo arrivo, non sembrava gradire molto la sua presenza.
L’Hitari maggiore, sorridendo, chiuse gli occhi, abbassò la testa e dichiarò “Non ti sorprende proprio niente eh?!”
“E dimmi, cosa vuoi sapere…” lo interrogò allora Yen Sid che non era a conoscenza della sua richiesta.
Allora Luke, riaprendo gli occhi e alzando la testa, non perse ulteriore tempo e chiese immediatamente all’anziano “Voglio sapere cosa succederà all’Esercito e se il mio piano riuscirà o meno… in verità per quest’ultimo non ho alcun dubbio al riguardo, ma voglio comunque sentire la tua “predizione” eheheheheh!” si poteva notare come all’epoca non si fosse ancora ammorbidito a causa dell’incontro con Chiara visto il sorriso diabolico che aveva appena fatto.
Nonostante l’anziano fosse contrario a rivelare apertamente ciò che sarebbe successo dato che in molti casi il destino non può essere cambiato, visto l’”ospite d’onore” decise di fare uno strappo alla regola “Come vuoi…” e voltò lo sguardo alla sua destra cominciando ad ammirare le stelle fuori dalla finestra che aveva proprio quella forma.
Passarono alcuni attimi di silenzio in cui l’Hitari maggiore stava cominciando a perdere la pazienza… ma finalmente, dopo almeno due minuti, il vecchio cominciò a parlare “Ho appena terminato di leggere…” esclamò infatti volgendo lo sguardo verso il giovane “Tra cinque anni esatti l’Esercito cadrà e il suo Leader, colui che tu chiami Ansem, verrà ucciso…”
“Tutto regolare insomma, e sarò io a farlo fuori, giusto?” chiese ulteriormente Luke sorridendo per la buona notizia appena arrivata.
Sfortunatamente per lui, la risposta questa volta fu negativa, infatti Yen Sid fece segno di no con la testa e disse “Sarà qualcun altro a farlo…”
“Davvero? Beh questa sì che è una sorpresa… e c’è dell’altro?” naturalmente stava alludendo al resto della sua richiesta…
E, nonostante l’ex Maestro del Keyblade sapeva che non gli sarebbe piaciuto venire a conoscenza di questa informazione, gli svelò “… Il giorno dopo aver sconfitto l’Esercito tu entrerai in azione… fallirai e morirai nel tentativo di portare a termine il tuo progetto!!”
“COSA?!” naturalmente Luke la prese tutto fuorché bene “MA PER FAVORE, E TU PENSI SUL SERIO CHE CREDERO’ ALLE TUE PAROLE? SO BENISSIMO CHE LO STAI DICENDO SOLAMENTE PERCHE’ VUOI CHE IO FALLISCA!! BEH SAI CHE TI DICO? SEI SOLTANTO UN VECCHIO PAZZO E NIENT’ALTRO!!” era davvero fuori di sé, ma non si capiva se credeva veramente a ciò che stava dicendo… o temeva che il potere dell’anziano fosse reale e avesse letto realmente il futuro…
Yen Sid, volgendo di nuovo lo sguardo fuori dalla finestra, si limitò a dire “Sei libero di credermi o meno, ma sappi che certe volte le stelle non svelano tutto ciò che dobbiamo s…” tuttavia, prima che potesse finire la frase, lesse qualcosa tra le costellazioni che lo spaventò a morte tanto che cominciò a sudare freddo, ma che diamine…
“E ora che ti prende vecchio pazzo?” chiese il ragazzo vedendo come avesse cambiato espressione: aveva deciso di chiamarlo così da quel momento in poi perché era quello che pensava davvero di lui.
Ma all’anziano ciò non importava visto che era appena venuto a conoscenza di un fatto a dir poco terribile “No… non è possibile… Master…” era l’unica cosa che era riuscito a biascicare, doveva aver letto qualcosa di davvero sconcertante…
Luke all’inizio non comprese ciò che intendeva dirgli “Finalmente ti è andato in pappa il cer…” ma ecco che un lampo gli pervase la mente… e scoprì ciò che cercava di dire l’anziano, anche se fu l’ultima parola a farglielo capire; in un attimo anche lui cominciò a sudare freddo e a spaventarsi a morte mentre dei terribili ricordi gli tornavano alla mente “No… non vorrai dire che…”
Purtroppo l’ex Maestro del Keyblade, cercando di calmarsi, abbassò la testa mentre il sudore non smetteva di scendere e rispose “… Sì, purtroppo è così…”
A quel punto il terrore fece posto alla collera e il giovane scattò in avanti verso di lui e, salito sulla scrivania, lo prese per il colletto sollevandolo dalla sedia e gli gridò in faccia “MA ALLORA SEI DAVVERO FUORI DI TESTA COME PENSAVO!! DEVI PIANTARLA DI DIRE CAZZATE!! LUI E’ MORTO 5 ANNI FA, E’ IMPOSSIBILE CHE POSSA TORNARE!!!”
Yen Sid, con una calma a dir poco invidiabile per la situazione in cui si trovava, gli rispose “… Come ho detto prima sei libero di non credermi, ma SO che cosa ho letto: nel momento in cui il Signore Oscuro verrà ucciso lui ritornerà…” dopo averlo detto abbassò la testa e cominciò a digrignare i denti: una cosa non da lui, ma avendo visto COME sarebbe tornato…
“Questo lo vedremo!” Luke finalmente mollò lo stregone facendolo tornare seduto e dichiarò immediatamente “HAI DETTO CHE NON SARO’ IO AD UCCIDERE ANSEM? BEH NOTIZIA DELL’ULTIMA ORA: LO AMMAZZERO’ PERSONALMENTE, IN QUESTO MODO GLI IMPEDIRO’ DI TORNARE!! E’ TROPPO PERICOLOSO E RISCHIA DI MANDARE A MONTE IL PIANO CHE HO ELABORATO PER CINQUE ANNI!!” così finalmente si era scoperto come mai era così ossessionato all’idea di voler uccidere Xehanort personalmente…
Avendo udito tutto, il Signore del Male si mise in contatto telepaticamente con l’Incarnazione del Male e… *Smettila di dare retta a questo idiota che è soltanto un cialtrone, ma ti pare che il MIO piano possa venir rovinato? Ma dai, io sono il Signore del Male, non dimenticarlo!!... Piuttosto ti consiglio di tornare a Crepuscopoli immediatamente!* *E perché dovrei?* *Ieri l’Esercito, per vendicarsi del tuo tradimento, ha attaccato la tua città natale radendola al suolo!* *Davvero? Ma non sanno che non me ne importa più niente del mio mondo? Bah, andrò a controllare giusto per sfizio…*
E così, rivolgendo le sue ultime parole a Yen Sid, gli disse “Ora devo andare: ho cose più importanti da fare piuttosto che ascoltare un idiota come te. A mai più rivederci… e guai a te se osi tentare di rovinare il mio piano: nel caso ti ucciderei senza pensarci due volte!” dopo averlo minacciato, Luke girò i tacchi e se ne andò dalla Torre Misteriosa grazie ad un varco oscuro diretto verso il suo mondo nativo…
Lo stregone lo lasciò andare, e per quanto gli riguardava non avrebbe mai intralciato il suo piano: aveva visto cosa sarebbe successo nel futuro… e per cui era a conoscenza che di lì a poco si sarebbe innamorato di Chiara dando inizio alla serie di eventi che lo avrebbero portato a cambiare idea e a tentare di salvare gli esseri viventi degli Universi prima di morire…


“… Ora capisco molte cose, lei non ci ha aiutato 10 anni fa perché sapeva già come sarebbe andata a finire!” suppose allora Riku facendo due più due.
Yen Sid confermò ciò che aveva appena detto “Precisamente: le stelle quel giorno mi avevano rivelato ciò che sarebbe successo in quei due giorni… e per cui ho ritenuto inopportuno il mio intervento, è vero che forse avremmo potuto salvare delle vite… però se era il loro destino morire prima o poi avrebbero comunque fatto quella fine. Ricordatevi: dove c’è morte dovrà SEMPRE esserci morte…”
“Non è vero!” controbatté però Seto di nuovo rimarcando il fatto che riguardo il destino non la pensava come l’anziano “Se fossero intervenuti li avrebbero salvati, punto!”
“Sei davvero cocciuto ragazzo, proprio come tuo padre… ma in fondo è solo grazie a te se gli Universi si sono salvati 10 anni fa, abbiamo tutti un grosso debito di vita con te!” dichiarò allora l’ex Maestro del Keyblade che, nonostante la cocciutaggine del bambino, ringraziava il cielo che esisteva dato che era dopo aver saputo della sua imminente nascita che l’Hitari maggiore aveva capito l’enorme sbaglio che aveva commesso.
“Ha ragione!” intervenne Sora rivolgendosi al piccolo Seto “La tua esistenza ha fatto capire a Luke che stava dalla parte sbagliata, senza volerlo hai salvato tutti noi!” dopo averlo detto aveva sorriso, a dimostrare che pensava davvero ciò che aveva appena detto.
“Però non siamo ancora del tutto salvi…” sbuffò Trunks portando entrambe le mani dietro la testa… anche se solo in quell’attimo gli venne in mente una cosa che poteva chiedere allo stregone, in fondo lui vedeva il futuro leggendo le stelle… per cui quale occasione migliore per sapere come sarebbe andata a finire quella storia?
Senza pensarci due volte il Sayan chiese al vecchio “Ci dica, questa volta come andranno a finire le cose? Ci serve saperlo… per poterci preparare meglio!”
“E’ vero!!” esclamò Erika, per poi rivolgersi all’ex Maestro del Keyblade e chiedergli “Anche questa volta i cattivi che hanno rapito i miei genitori verranno sconfitti, vero?”
Purtroppo però questa volta la risposta non fu quella che si aspettavano, anche se per loro non rappresentava comunque una brutta notizia… almeno parzialmente “… Non lo so!”
“In che senso?” chiese Cloud per capire meglio cosa intendeva.
“In questo caso, per la prima volta da sempre, neanche le stelle sanno dare una risposta alla vostra domanda, è probabile che neanche loro sappiano con sicurezza come andrà a finire… ma di una cosa sono certe, qualunque cosa accada tutto terminerà con un unico evento…”
“Quale? Non ci tenga sulle spine!” insistette Naruto che voleva sapere.
Con molto rammarico, Yen Sid chiuse gli occhi e abbassò la testa svelando il grande evento che ci sarebbe stato in futuro se tutto proseguiva come avevano indicato le stelle “… Una terribile guerra si abbatterà sugli Universi!! Ma non come quelle di 10 anni fa, questa volta tutti saranno nello stesso luogo e si daranno battaglia in una vera e propria carneficina!!”
Questa notizia lasciò di stucco tutti quanti visto che nessuno si aspettava una cosa del genere, sul serio di lì a poco si sarebbe svolto un conflitto di tali proporzioni? No, non potevano permetterlo, sarebbe significato spargimento di sangue innocente, e questo non potevano permetterlo!!
“Ciò non accadrà mai, ha la nostra parola!” fece infatti Riku con l’approvazione di quasi tutti i presenti: avrebbero eliminato tutti i nemici prima che questa guerra iniziasse!!
Lo stregone, alzando lo sguardo e tornando a vedere i suoi ospiti, esclamò “Mi auguro che ce la facciate, perché in questo caso le stelle sembrano essere sicure di ciò che hanno visto…”
“Certo che il futuro non ci promette nulla di buono… e ancora non sappiamo che fine hanno fatto Piccolo, Ub e Pan!” dichiarò allora Trunks lasciandosi andare sul divano in un enorme sospiro di sconforto.
L’Uzumaki adulto però aggiunse anche un'altra sparizione di cui il Sayan non aveva tenuto conto “Persino Sasuke è sparito nel nulla da due mesi, chissà che fine ha fatto, ma tenendo conto di cosa è successo al mio Universo…” la sua paura era che l’Uchiha avesse fatto la fine di sua moglie, la sua primogenita e tutti i suoi amici…
Soltanto che, per loro grande fortuna, questa volta l’anziano aveva la risposta al loro quesito e gliela disse immediatamente “Sasuke? Oh ma non dovete preoccuparvi di lui: sta benissimo!!”
“Perché? Sa dov’è?” sentendo le sue parole, il biondo scattò dritto in piedi desideroso di sapere di più.
Vedendo quanto l’uomo fosse affezionato all’amico, Yen Sid sorrise e gli rispose “Certamente: sono due mesi che io e lui collaboriamo, adesso starà sicuramente pattugliando uno degli Universi per controllare che sia tutto a posto. Quella volta se n’è andato via perché avevo mandato un amico a chiedergli di venire fin qui per potergli parlare… non credevo però che alla fine avrebbe accettato di diventare mio soc…”
“MA ALLORA STA BENE!!!” naturalmente, apprendendo la notizia che l’Uchiha non solo era vivo ma era alleato del vecchio, Naruto si emozionò come un bimbo di due anni, forse perché dopo tante disgrazie finalmente era arrivata una buona notizia.
“Bene, almeno lo zio è vivo… quando tornerà? Sono ansioso di vederlo!!” chiese allora Cloud anche lui felice di sapere che il suo padrino (anche se ormai era abituato a chiamarlo zio) era vivo e vegeto.
“Dubito che lo vedrete: ha detto che preferisce agire da solo e, per cui, se volete incontrarlo dovete prima cercarlo!”
“Tipico da parte sua, comunque grazie dell’avvertimento, almeno adesso sappiamo di avere un alleato in più!” detto questo, l’Uzumaki si risedette ancora col sorriso stampato sul volto: era davvero contento di ciò che aveva appena sentito, e lo stesso si poteva dire per suo figlio.
Anche gli altri erano molto sollevati di apprendere tale notizia, ma ovviamente Riku preferì chiedere un'altra cosa che l’anziano finora aveva solo menzionato “E chi sarebbe l’amico che ha mandato a chiamare Sasuke?”
“Mi ha chiesto di non svelare la sua identità almeno fino a quando non sarà il momento, sappiate solo che è una vostra vecchia conoscenza!” naturalmente questo ennesimo indizio portò l’Uzumaki adulto a pensare che effettivamente poteva essere lui… ma sapeva anche che era morto, per cui… come poteva essere andato a chiamare l’amico se teoricamente non doveva più esistere?
Avendo ormai detto tutto ciò che doveva riferire loro, Yen Sid decise di passare al motivo principale per cui aveva chiesto loro di venire sino a lì “Ora basta chiacchiere, è giunta l’ora che dimostriate la forza del vostro cuore affrontando l’esame, Custodi del Keyblade!!”
“Giusto, è meglio sbrigarsi a farlo!” esclamò Sora alzandosi in piedi seguito a ruota da Riku…
Ma appena lo ebbero fatto lo stregone li bloccò dicendo “Voi è meglio che rimanete seduti… potreste alzarvi voi altri per lasciare loro posto?”
“Ehm… d’accordo!” non avevano capito il senso, però alla fine decisero di dargli retta e Trunks, Naruto e i tre bambini si alzarono per spostarsi e lasciare il divano ai due esaminandi.
Non appena lo ebbero fatto e i due Custodi si furono seduti, l’ex Maestro del Keyblade cominciò a spiegare loro in cosa consisteva questa prova “Il vostro Esame di Qualificazione sarà qualcosa di diverso rispetto a quello che hanno dovuto affrontare Aqua e Terra 20 anni fa, il vostro compito infatti sarà quello di risvegliare i mondi che dormono. Mi spiego meglio: ci sono alcuni mondi che moltissimi anni fa, a causa dell’Esercito, sprofondarono nel cosiddetto Regno del Sonno e lì rimasero intrappolati, io ora vi addormenterò permettendovi di raggiungere quel luogo e lì dovrete trovare le Serrature e sbloccarle, permettendoci così di tornare in comunicazione con loro!”
“Ma… se sblocchiamo le Serrature, come si farà poi ad accedere a quei mondi?” in effetti Riku, anche se quella era una domanda che andava oltre la prova, voleva sapere questo particolare.
L’anziano gli rispose dicendo “Attraverso una magia ovviamente… ma ricordatevi: non si può stare nel Regno del Sonno troppo a lungo, altrimenti le vostre menti saranno perdute per sempre, proprio per questo, dopo 48 ore, dovrò svegliarvi per riportarvi qui prima che sia troppo tardi!”
“Cavolo, è piuttosto rischioso!” fece Sora facendo un analisi attenta di ciò che aveva appena comunicato loro l’anziano.
“Già… ma è l’unico modo che avete per dimostrare la vostra maestria, se volete rinunciare fatelo adesso, vi capirò benissimo!” sapeva che li avrebbe attesi una dura battaglia e per questo aveva intimato ad entrambi di rinunciare se avevano paura di fallire…
Ma la parola “paura” non esisteva nel loro vocabolario “Col cavolo che rinuncio: devo salvare Kairi, Goku, Luffy e Nami, e sono disposto a tutto pur di riuscirci!!” il bruno era fortemente motivato a sostenere l’esame.
E la stessa cosa si poteva dire per l’uomo dai capelli argentati “Non ci ritireremo, siamo venuti fin qui per diventare Maestri del Keyblade… e ci riusciremo!!”
Gli altri, che avevano sentito tutto, erano rimasti abbastanza confusi da ciò che aveva detto il vecchio “Non ho capito, cos’è che devono fare?” domandò infatti Cloud agli adulti.
Trunks rispose sinceramente “A dire il vero non ci ho capito molto neanch’io…”
“Da quello che ho compreso verranno addormentati per liberare i mondi che sono intrappolati nel Regno del Sonno, e devono farlo entro 48 ore!”
“Bene o male anch’io ho capito questo!” dichiarò Erika concordando con Seto.
L’Uzumaki adulto, che aveva posizionato entrambe le mani dietro la testa, non disse niente, ma mentalmente augurò buona fortuna ai suoi due amici: prima avrebbero superato l’esame, prima avrebbero potuto correre a salvare i loro compagni catturati.
Così Yen Sid, posizionando le mani di fronte a sé, chiese ai due esaminando “Chi di voi non riuscirà a portare a termine la missione entro 48 ore non avrà superato la prova. Siete pronti?”
“Sì!!” esclamarono in coro entrambi.
“E allora che l’Esame di Qualificazione cominci!!” fu così che, alle 17:15 precise, Sora e Riku cominciarono il test per poter essere promossi a Maestri del Keyblade!!

Cambiando scenario, torniamo un secondo al Radiant Garden dove David e Chiara, sbucati fuori nei giardini reali, erano entrati nel Castello e avevano raggiunto la sala reale dove erano stati accolti da tutti quanti: inutile dire che chi li conosceva era molto felice di rivederli e gli altri, avendoli riconosciuti, si presentarono seduta stante.
Purtroppo però, dopo essersi salutati, i due neo arrivati furono costretti a raccontare tutto quello che era successo a Crepuscopoli, e soltanto alle 17:45 ebbero terminato il racconto…
Naturalmente tutti quanti rimasero allibiti da tali rivelazioni, soprattutto perché un'altra delle reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza era stata rapita “Maledizione, questa non ci voleva!!” esclamò immediatamente Gohan stringendo i pugni dalla rabbia.
“Hanno catturato anche Nami… ora ne rimangono soltanto quattro!” Leon aveva ragione, perché facendo due calcoli si poteva capire che gli unici della lista che dovevano essere ancora rapiti erano nientemeno che Sora, Naruto, C-18 e David… naturalmente senza contare Cell e Malefica che erano morti ormai da 10 anni.
“Li stanno prendendo ad uno ad uno, non ci metteranno molto a catturarli tutti quanti…” Yuffie strinse i pugni dalla rabbia, non ce la faceva più, appena avevano l’illusione che la pace potesse essere tornata ecco presentarsi dei nemici che continuavano a perseguitarli manco fossero degli stalker.
Sanji ovviamente era su tutte le furie “COME HANNO OSATO!!! IO LI ROVINO!!!” gridava infatti al tetto mentre delle fiamme di collera avvolgevano il suo corpo.
Anche i bambini si erano dispiaciuti dopo aver appreso quella notizia, infatti Bra aveva abbassato la testa e aveva detto “Povera Erika, chissà come sta soffrendo…”
“Di certo con Cloud in mezzo sarà incavolata nera!” mai parole furono più giuste visto che Leila conosceva bene l’amico/rivale e sapeva che se si attacca a te non ti molla più.
“E dai, non è il momento di dire certe cose, la mamma di una nostra amica è appena stata catturata!” si lamentò il piccolo Kankuro.
Joey, abbassando la testa sconsolato, esclamò “Ma i problemi non finiscono mai?” anche sua madre era stata presa da quegli sporchi criminali, per cui capiva perfettamente come doveva sentirsi Erika.
Jack Skeletron, vedendo i bambini giù di morale, cercò di tirarli su dicendo “Non siate così tristi, appena gli altri torneranno dal test che devono fare inizieremo a divertirci!” ovviamente si riferiva al fatto che doveva fare loro da tutor…
Ma comunque sia molti lì non erano contenti della cosa *Non vedo l’ora…* pensò infatti ironicamente Greta guardandolo semi male.
Intanto David, che aveva la testa abbassata sentendosi comunque responsabile di ciò che era successo, cercò di scusarsi di nuovo con tutti loro “Vi chiedo perdono, è solo colpa mia se hanno rapito un altra dei nostri…”
“Non devi scusarti, hai rivisto nella mente i ricordi del tuo passato tragico, chiunque avrebbe esitato…” Zoro parlava per esperienza perché la prima volta che aveva visto Tashigi l’aveva scambiata per l’amica Kuina tragicamente morta e per cui aveva vacillato per un momento.
Però bisognava dire che, grazie a quell’esperienza, avevano scoperto qualcosa in più sui nemici che dovevano affrontare “Un lato positivo in tutto questo c’è: adesso sappiamo che il tizio dei robot si chiama Zero e non ha niente a che fare con l’organizzazione di 13 uomini!” esclamò infatti Bibi cercando di tirare un po’ su di morale i presenti.
“E questo complica ulteriormente le cose: avendo scoperto che questo Zero non è il Master, si può supporre che tutti gli altri apparsi finora, ma soprattutto Ener, siano membri di quell’organizzazione!” suppose a quel punto C-18 toccandosi il mento con la mano destra in segno di riflessione.
Le notizie che avevano erano ancora poche purtroppo e, nonostante le ultime rivelazioni, sapevano sempre meno sui nemici “Se soltanto fossimo a conoscenza di qualcosa di più…” esclamò infatti Tifa stringendo i pugni.
“Beh, fino a quando la nonna non si decide a parlare…” eh già, Goten aveva rimarcato come la donna Sayan chiamata Hanasia fosse ancora lì e non si fosse schiodata di un millimetro dal tavolo stando nella stessa posizione in cui era prima.
Naturalmente, vedendola, Chiara domandò “Quella dovrebbe essere la moglie di Bardak nonché la madre di tuo padre Goku, giusto?” aveva saputo queste cose dal gruppo che era andato a Crepuscopoli.
Il Sayan confermò tutto “Precisamente!”
David, che non sapeva ancora della presenza di quella donna, rimase incredulo da tale rivelazione “Questa sì che è una sorpresa…” infatti lei doveva essere morta quando Freezer aveva distrutto il Pianeta Vegeta, chissà come mai era ancora viva…
Intanto proprio Hanasia, osservando l’intero gruppo che parlava, non diceva niente e rimaneva zitta lì dov’era: non si capiva bene il motivo per cui era intervenuta a salvarli contro Re Cold e perché facesse tanto al misteriosa con loro, ma forse un motivo c’era…
Tuttavia, tornando a parlare del nemico che il gruppo era stato costretto ad affrontare a Crepuscopoli, c’era un dettaglio per niente trascurabile di cui si erano dimenticati e che soltanto Vegeta rimarcò in quel momento “Ehi voi, vi state scordando di una cosa importante… quell’idiota chiamato Zero è un sopravvissuto dell’Esercito!!”
Infatti tutti quanti lì erano rimasti scioccati quando avevano saputo che un ex membro di quella spietata organizzazione era ancora in vita… e che tra l’altro aveva pure contribuito a distruggere la città natale di Luke, David e Chiara “Già, hai ragione…” fece infatti Marron a testa abbassata.
“Ancora non riesco a credere che ci sia un sopravvissuto… eppure dovevamo averli eliminati tutti, e quelli di cui non ci eravamo occupati li avevano sistemati Cell, Crocodile e Orochimaru…” Kakashi diceva il vero: i tre traditori avevano eliminato i Soldati sparsi per gli Universi, per cui come aveva fatto a rimanere in vita…
“Se questo può aiutarvi, ne io ne nessun altro dei membri originali della Resistenza l’abbiamo mai visto 10 anni fa!” Cid aveva voluto informarli di questo così sapevano che, anche se era un membro dell’Esercito, nessuno dei fondatori del gruppo di combattenti per la libertà l’aveva mai incontrato.
E non erano certo gli unici, visto che anche gli altri confermarono di non averlo mai visto “Ma com’è possibile che sia passato inosservato? I membri dell’Esercito li avete affrontati tutti!!” purtroppo Michael aveva ragione, la cosa era alquanto strana…
“Forse era un alleato di quell’organizzazione cattiva soltanto durante l’attacco a Crepuscopoli!” la teoria di Tea non era affatto da scartare, però se fosse stato così perché unirsi ad un gruppo criminale soltanto per una missione? Non aveva senso, c’erano parecchie cose che non tornavano e dovevano scoprire tutti i segreti di questo Zero prima che colpisse di nuovo, non sarebbe stato facile… ma dovevano riuscirci!
Nel frattempo Tashigi, da quando Chiara era arrivata al Castello insieme a David, non le aveva mai tolto gli occhi di dosso: da quando aveva letto nel romanzo di Nami ciò che aveva fatto aveva desiderato parlarle per rivelarle una cosa e soprattutto ringraziarla… però, nonostante finalmente fosse lì davanti a lei, non riusciva a trovare la forza per rivolgergli la parola, e non si capiva il perché…
“Fossi in te ne approfitterei finché ne ho l’occasione!” vedendo che il Vice Ammiraglio non intendeva andare dall’ex fidanzata di Luke, Smoker tentò di spronarla e darle la forza per farlo…
Ma la spadaccina, quasi rimproverandolo, gli disse “Mi scusi se mi permetto, ma questa è una faccenda personale e so io quando devo parlarle!”
“Fa come meglio credi, ma ricordatelo: certe volte bisogna liberarsi dei pesi che ci si porta dietro da una vita…” con queste enigmatiche parole, il Grand’Ammiraglio si allontanò da Tashigi, lasciandole la possibilità di scegliere quando cercare di dirglielo.
La donna attualmente non sembrava intenzionata a farlo, ma sapeva che prima o poi DOVEVA farlo, doveva almeno dirle grazie per ciò che aveva fatto, bisognava solamente attendere il momento in cui avrebbe avuto il coraggio di farlo…
Parlando proprio della Yutani, quest’ultima notò che lì in mezzo al gruppo mancavano due persone “Dove sono finiti Paperino e Pippo? Merlino so che è in sala medica per il colpo di Re Cold, ma loro?”
Fu Tifa a spiegarglielo “Hanno deciso di tornare al Castello Disney per avvisare la Regina Minni dell’accaduto!”
“Ok, grazie dell’avviso, e ora scusatemi un momento che devo prendere una cosa!” e, dopo aver detto questa frase alquanto strana, corse fuori dalla sala reale per recarsi in camera sua, visto che viveva al Castello.
Nessuno lì aveva capito cosa doveva fare e perché se ne fosse andata via con così tanta fretta, ma forse se l’aveva fatto c’era un motivo importante…
Fu presto detto, visto che alle 17:55 la donna ritornò… soltanto che adesso teneva con la mano destra quello che sembrava essere una specie di DVD “E quello cos’è?” chiese subito Goten guardandola stranito.
Lei, senza pensarci due volte, rivelò loro cos’era… lasciando tutti quanti senza parole!!! “… E’ una registrazione che Luke ha fatto la notte della festa in onore della sconfitta dell’Esercito!!!”
“COSA?!” ovviamente tutti erano rimasti scioccati, persino Hanasia aveva alzato un sopracciglio, a quanto pare anche lei era a conoscenza della storia…
“E di che cosa parla?!” chiese allora Leon ansioso di capire il motivo per cui l’Hitari maggiore, ad un passo dal compiere il suo tradimento, abbia lasciato una registrazione alla sua fidanzata.
Lei però confessò “In verità non l’ho visto, si era limitato a dirmi di tenerlo e, nel caso fosse stato sconfitto da voi, di mostrarvelo al minimo segno di pericolo… dopo aver visto il messaggio anonimo che ci ha avvertito del pericolo che corrono le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza, avevo deciso di farvelo vedere appena ci fossimo riuniti tutti… ma viste le ultime novità non posso più aspettare, suggerisco di vederlo adesso… se voi siete d’accordo ovviamente!”
Nessuno ebbe niente da ridire, tutti quanti Hanasia compresa erano curiosi di sapere quale messaggio aveva lasciato loro Luke: se l’aveva fatto quando era ancora fortemente convinto delle sue idee significava che c’era in ballo qualcosa di DAVVERO grosso… e se fossero stati fortunati avrebbero scoperto qualcosa in più sui nemici che dovevano affrontare!

Tornando alla Torre Misteriosa, ormai l’Esame di Qualificazione era iniziato da un ora precisa (erano infatti le 18:15) e Sora e Riku, dopo essere stati addormentati da una magia di Yen Sid che aveva permesso loro di giungere nel Regno del Sonno erano seduti ai lati opposti del divano con gli occhi chiusi in uno stato semi catatonico.
“Se non sapessi che sono addormentati, direi che sono morti!” esclamò Cloud punzecchiando il bruno sulla mano.
Naturalmente Erika si intromise dicendogli “Abbi un po’ di rispetto: stanno affrontando un esame impegnativo!”
“E non si sa neanche se lo supereranno!” intervenne anche Seto attirando l’attenzione di entrambi i bambini “Devono riuscirci entro 48 ore, e non sappiamo nemmeno quanti sono i mondi che devono sbloccare, più sono meno sono le loro possibilità di risvegliarsi entro quel limite di tempo!”
“Secondo me sei troppo pessimista!” l’Uzumaki bambino non era molto d’accordo con lui “Sappiamo tutti che sono fortissimi, riusciranno a portare a termine la missione in men che non si dica!”
“… I fatti parleranno per noi, è inutile continuare a discuterne!” concluse allora il figlio di Luke allontanandosi dai due e attirandosi un occhiataccia di Cloud che lo sopportava sempre meno per il suo fare superiore.
La figlia di Luffy invece continuava a guardarlo sempre più confusa per ciò che l’aveva spinta a venire fin lì: era stato solamente il voler essere protetta da lui a spingerla fino alla Torre Misteriosa, e la cosa la trovava alquanto strana, eppure non aveva nessuno dei sintomi dell’innamoramento che sua madre gli aveva detto… allora chissà cos’era…
Naruto e Trunks, appoggiati all’armadio che si trovava alla destra della porta che conduceva di sotto, stavano aspettando il termine del test… anche se ovviamente sapevano che c’era da aspettare ancora MOLTO “Uff, 48 ore di attesa saranno snervanti, lo so già!” si lamentò infatti il Sayan sbuffando.
Il biondo concordò con lui, anche se “E’ vero, ma è necessario: dobbiamo tutti diventare più forti per evitare di fare la fine dei nostri amici…” naturalmente alludeva sia alle reincarnazioni dei Discendenti della Luce e sia agli abitanti del suo Universi tragicamente periti…
Parlando appunto di questo, Yen Sid si ricordò di una cosa che doveva dare proprio all’uomo di Konoha “A proposito, c’è una cosa che devo consegnarti giovane Uzumaki!” e, allungando la mano destra davanti a sé, fece comparire uno strano Rotolo Ninja che fece levitare fino a farlo arrivare al destinatario.
Lui prese l’oggetto in mano e, osservandolo incuriosito, domandò “Cos’è?”
“Non te lo posso rivelare, ma ricordati questo: nel momento in cui sentirai di non avere nessuna possibilità di vittoria, aprilo e leggilo, otterrai un aiuto in più nella lotta contro il male!”
“Molto interessante!” esclamò Trunks guardando il rotolo, anche se a lui non sembrava avere molto di speciale.
Naruto non aveva ancora capito a cosa doveva servire quell’oggetto, ma alla fine disse comunque “La ringrazio molto, me lo ricorderò!” e se lo mise in tasca dopo aver scostato il mantello simile a quello degli Hokage che indossava.
Tuttavia la calma era destinata a durare ancora ben poco… perché purtroppo quasi nessuno lì sapeva chi stava per arrivare proprio in quell’edificio… beh diciamo che lo scoprirono in quel momento, visto che all’improvviso sentirono uno strano rumore provenire dal piano di sotto, sembrava quasi che qualcuno avesse sparato contro un muro distruggendolo.
Tutti ovviamente si allarmarono non capendo cosa stesse accadendo “Ehi, che cos’era?” chiese infatti Erika mentre il Ninja e il Sayan si scostavano dal muro per guardare verso la porta.
In quella stanza l’unico che sembrava scosso interiormente era Yen Sid… forse perché sapeva perfettamente chi era visto che ben pochi conoscevano l’ubicazione di quel luogo; difatti, abbassando la testa e chiudendo gli occhi, esclamò “Il Master…”
“IL MASTER?!?!?!” tutti rimasero a dir poco scioccati da quella nuova notizia, colui che era appena giunto in quel mondo era… il Leader dell’organizzazione composta da 13 membri!!
“Bambini! Dietro di noi!!” Trunks e Naruto, con prontezza di riflessi, si posizionarono davanti alla porta mettendosi in posizione e preparandosi ad attivare le loro trasformazioni, mentre ovviamente i bambini erano terrorizzati a morte visto chi stava per arrivare…
Ma, incredibilmente, lo stregone disse loro “Fermi!” il suo grido attirò l’attenzione di tutti quanti, e appena i 5 presenti ebbero voltato il proprio sguardo verso l’ex Maestro del Keyblade, quest’ultimo allungò la mano sinistra verso il suddetto lato e creò con la magia un buco che portasse al piano di sotto… trasferendoci immediatamente il divano con Sora e Riku addormentati sopra “Rifugiatevi là sotto e non fiatate!”
“Scordatelo!!” intervenne però l’Uzumaki “Quello è il tipo che ha distrutto il mio Universo e ucciso i miei amici!! Intendo affrontarlo e ammazzarlo seduta stante!!” finalmente il momento in cui avrebbe vendicato sua moglie, la sua secondogenita e i suoi compagni era arrivato, e il Ninja non intendeva farsi scappare quest’occasione…
Però l’ordine dell’anziano non ammetteva repliche “Fate come ho detto!! Laggiù non sentirete niente, ma l’importante è che vediate ciò che accade qui affinché possiate riferirlo ai vostri amici, è della massima priorità che tutto quello che succede in questa stanza venga visto e riferito da voi!! E ricordatevi: non dovete interferire per NESSUN motivo al mondo!!!”
Non si capiva molto bene che cosa voleva dire… ma il suo tono era serio e deciso e il vecchio non avrebbe mai accettato un no come risposta.
A malincuore, sia il biondo che il Sayan dovettero rinunciare al combattimento e, seguendo a ruota i 3 bambini che si erano già rifugiati al piano di sotto, saltarono dentro il buco creato dallo stregone che si chiuse subito dopo.
Non appena la magia ebbe fatto sparire la voragine facendo tornare la stanza com’era prima, l’ex Maestro del Keyblade pensò *Ho fatto in modo che il pavimento sotto i miei piedi sia trasparente dall’altra parte: loro vedranno cosa succede qui, mentre noi non li potremo vedere…* posti al sicuro tutti quanti i due esaminandi compresi, non gli rimase altro da fare che attendere il suo “ospite”…
Soltanto pochi secondi dopo una figura si stagliò dall’altra parte della porta, aprendola molto lentamente ed entrando nella stanza, costui doveva essere il famoso Leader dell’organizzazione composta da 13 membri di cui si era tanto sentito parlare… e purtroppo era anche una vecchia conoscenza di Yen Sid, visto che quest’ultimo lo riconobbe appena fu entrato “Sapevo che saresti giunto da me oggi… Master Xehanort!!!!”

Eventi Principali Modifica

  • Sora, Riku, Naruto, Trunks, Cloud, Erika e Seto dialogano con Yen Sid che rivela loro alcuni eventi che sono accaduti e che accadranno.
  • Viene rivelato cosa è successo durante l'incontro tra Yen Sid e Luke e che Sasuke è diventato alleato di Yen Sid.
  • Sora e Riku iniziano l'Esame di Qualificazione.
  • Chiara e David arrivano al Radiant Garden e, dopo che viene rivelato che Paperino e Pippo sono tornati al Castello Disney, la donna si prepara a far vedere a tutti il DVD lasciatole da Luke.
  • Yen Sid consegna a Naruto un Rotolo Ninja misterioso.
  • Il Master giunge alla Torre Misteriosa e Yen Sid fa rifugiare tutti al piano di sotto.
  • Si scopre che il Master in realtà è Master Xehanort.

Personaggi Apparsi Modifica

Monkey D. Erika

Sanji

Roronoa Zoro

Nefertari Bibi

Michael

Smoker

Tashigi

Yuffie Kisaragi

Bra

Marron

Vegeta

C-18

Tifa Lockhart

Son Gohan

Son Goten

Trunks

Cid Highwind

Sora

Riku

Joey

Greta

Naruto Uzumaki

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Tea

Kankuro Nara

Kakashi Hatake

Squall Leonhart

Jack Skeletron

Hanasia

David Hitari

Chiara Yutani

Seto Hitari

Yen Sid

Master Xehanort

Luke Hitari

Signore del Male

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale