FANDOM


Capitolo 72
Capitolo 72.png
Nome Capitolo 72
Postato il 27 Novembre 2012
Titolo Di Nuovo Insieme! Il Radiant Garden!!


Il Capitolo 72 intitolato Di Nuovo Insieme! Il Radiant Garden!! è il Settantaduesimo e Decimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

All’interno di una delle stanze di lusso del Radiant Garden c’erano ancora Naruto e i 4 bambini che avevano appena saputo da Kakashi della distruzione del loro Universo… inutile dire che c’erano rimasti malissimo a tale notizia e che alcuni di loro erano addirittura scoppiati a piangere dalla disperazione.
“Non posso crederci… chi può essere tanto potente da distruggere un mondo intero?!” Leila, che tra tutti quelli lì presenti era quella che cercava di essere più fredda possibile per non far trasparire alcun segno di debolezza, era comunque incredula di ciò che aveva appena scoperto e si stava domanda chi potesse averlo fatto…
Fu Kankuro a rispondergli ammettendo con la testa abbassata “Non lo so, ma attualmente è la cosa meno importante per quanto mi riguarda…” infatti non riusciva ancora a credere che i suoi genitori e i suoi amici ad eccezione di pochi fossero morti tutti, sperava che fosse soltanto un brutto incubo… ma purtroppo così non era.
Nel frattempo Naruto era ancora inginocchiato con le mani appoggiate sul pavimento mentre piangeva ritenendosi il maggiore responsabile della distruzione del proprio Universo “Sono stato uno stupido, mi sono fatto catturare come un idiota dal varco oscuro…”
Vedendo quanto era depresso il povero uomo, Kakashi cercò di tirarlo su di morale dicendogli “Non devi sentirti in colpa, nessuno avrebbe potuto prevedere che quei due giungessero al Villaggio per prendere te e poi distruggere tutto… è stata una terribile disgrazia, e tu non hai responsabilità al riguardo…”
“Quei due grrr…” Cloud, sentendo semplicemente nominare Kakuzu e Kidd che erano i responsabili della distruzione del loro mondo, della morte di tutti i loro amici e parenti e del loro trasporto in quel Castello, andò letteralmente in bestia “Se dovessi rincontrarli li picchierei a sangue per tutto quello che hanno fatto!!”
”Non dureresti due secondi contro di loro!” intervenne però la piccola Hyuga continuando a punzecchiare l’Uzumaki…
Il quale reagì subito dicendo “QUESTI SONO DETTAGLI, E POI NESSUNO TI HA CHIESTO NIENTE!!”
”Per favore, non ricominciate!” intervenne allora Tea cercando di mettersi in mezzo ai suoi due amici per impedire che ricominciassero a litigare come loro solito.
Invece l’altro bambino, il piccolo Kankuro, che era molto curioso, chiese all’Hatake una cosa che non era ben chiara e che effettivamente il Ninja non aveva spiegato “Mi scusi signor Hokage… ma come ha fatto a salvarsi dalla distruzione del nostro mondo?” in effetti aveva detto di averla scampata… ma non COME ci era riuscito.
Kakashi glielo spiegò immediatamente senza problemi “In tutti questi anni sono riuscito ad allenare il mio Mangekyou Sharingan per fare in modo che riuscisse a trasportarmi in un altro luogo tramite un varco spazio-temporale… vedendo la situazione in cui era il nostro Universo, ho cercato di crearne uno verso un altro mondo per portare tutti con me, sapevo che era una missione impossibile, ma dovevo almeno provarci… alla fine ho aperto un varco verso un mondo totalmente oscuro, ma l’unico che è riuscito ad entrarci sono stato io: non ho ancora un controllo totale dei varchi…”
”E come ha fatto ad uscirne?” chiese ancora il piccolo Nara.
“Creandone un altro che mi ha portato qui… credevo che non ce l’avrei fatta considerando che le Porte degli Universi sono state sigillate per sempre 10 anni fa… ma a quanto pare mi sbagliavo… certo, dopo sono stato un giorno intero paralizzato, ma per fortuna qui sono tutti nostri amici…”
”Intende dire che i mondi sono di nuovo in collegamento?” chiese a quel punto Tea letteralmente sbalordita da quella che poteva essere la possibile risposta… difatti l’Hatake annuì per confermare ciò che aveva detto la bionda e così lei, così come gli altri bambini, rimasero senza parole.
“Incredibile… anche se me lo sarei dovuto aspettare visto che siamo stati portati qui!” fece allora Cloud guardandosi attorno, in effetti era abbastanza logico che se loro si trovavano lì significava che le Porte degli Universi erano state riaperte… però la domanda era… chi aveva rimesso in collegamento i mondi?
Era quello che intendevano scoprire, ma prima dovevano incontrarsi con coloro che erano stati invitati al Radiant Garden per risolvere il mistero dietro quelle persone che stavano cercando di rapire le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza per motivi tuttora sconosciuti… Kakashi sapeva chi stava per arrivare e sapeva che avrebbe risollevato il morale a Naruto, proprio per questo gli disse “Forza, è meglio scendere nella hall: probabilmente sono arrivati tutti e ci staranno aspettando!”
L’Uzumaki non aveva molta voglia di incontrare qualcuno, ma sapendo che darsi la colpa non avrebbe riportato in vita il suo Universo e i suoi amici decise di provare a reagire *Amici… vi vendicherò, fosse l’ultima cosa che faccio!!* e, alzandosi in piedi, si preparò a seguire il Maestro insieme ai bambini.
Uno di loro, più precisamente Tea, chiese incuriosita all’Hatake “Signor Hokage, chi sono le persone che dovrebbero essere arrivate qui?”
Lui lo sapeva perfettamente chi erano, ma volendo mantenere la sorpresa si limitò a rispondere “Tranquilli: lo scoprirete tra poco!”

Nello stesso momento infatti, nella hall del Castello posto al centro del Radiant Garden che aveva ritrovato l’antico splendore perso dopo l’avvento di Xehanort e dell’Esercito, c’era un gruppo che stava aspettando l’arrivo degli altri, e quello era proprio il primo che era partito, ossia quello di Yuffie.
“Si può sapere perché rimaniamo qui? Non abbiamo tempo da perdere noi!” esclamò però Tashigi che era impaziente e voleva parlare con il re di quel mondo immediatamente.
Smoker però, che era distanziato dagli altri e teneva le braccia conserte in attesa, intervenne dicendole “Abbi pazienza, fino a quando la Gatta Ladra sarà qui non avremo nessuna fretta, per cui stai tranquilla e attendi l’arrivo degli altri come sto facendo io!” la donna certe volte invidiava la pazienza del suo superiore, anche perché non si capacitava di come riuscisse a stare calmo quando lì a portata di mano c’erano due ex criminali…
In quel momento si trovavano davanti al cancello che dava all’esterno dell’enorme edificio e davanti a loro, a parte l’immensa hall, c’era al centro del muro in fondo un'altra porta che conduceva chissà dove e ai fianchi destro e sinistro due scale che portavano a due rispettivi piani rialzati.
Mentre i due bambini si stavano guardando intorno meravigliati dal lusso presente lì dentro, il resto degli adulti (Zoro, Sanji, Nami e Bibi) si stavano consultando con la Kisaragi “Tu sai per caso dove sono gli altri?” chiese difatti l’ex navigatrice che sembrava essere in ansia per poter rivedere i propri amici degli altri Universi.
La donna, voltando lo sguardo verso di lei, rispose sorridendo “Ormai manca poco: se non sono già qui staranno atterrando in uno dei due hangar presenti dentro il Castello in questo momento!” ma lei non sapeva che aveva detto il giusto dicendo che erano arrivati…
Infatti, proprio in quel momento, tutte e 3 le porte che si trovavano davanti a loro vennero spalancate: da quella che si trovava sopra la scala a destra del gruppo uscirono quello di Merlino con Sora e tutti gli altri (il primo ad essere giunto, ma il mago aveva preferito aspettare l’arrivo degli altri prima di farsi vedere con loro), da quella sopra la scala a sinistra del gruppo arrivarono Kakashi, Naruto e i 4 bambini e, infine, dalla porta in mezzo alle due scale e di fronte al gruppo di Yuffie arrivarono Cid, Tifa e tutti coloro che si erano portati dietro…
All’inizio stavano parlando tra di loro, ma poi, appena si incontrarono tutti quanti nella hall del Radiant Garden, ci fu un blocco totale da parte di quasi tutti quelli che erano stati convocati in quel mondo… sapevano già che avrebbero rivisto gli amici provenienti dagli altri Universi, ma tra l’immaginarselo e trovarseli davanti la cosa cambiava parecchio, infatti non era descrivibile l’emozione che stavano provando in quel momento, tanto che ad alcuni delle piccole lacrime cominciarono ad uscire dagli occhi…
La gioia e la felicità di rivedere persone che pensavano di non incontrare mai più era immensa e superava di gran lunga qualsiasi altra emozione che stavano provando in quel momento, erano quasi tutti cresciuti ma avevano saputo riconoscersi a prima vista perché il legame che li aveva tenuti uniti per quei 10 anni superava di gran lunga qualsiasi cosa…
Ci vollero solo 10 secondi prima che tutti si catapultassero al centro della sala per riabbracciare i vecchi amici con cui avevano legato tanto tempo prima “Non posso credere che stia succedendo davvero!” fu infatti quello che disse Kairi raggiungendo Nami, C-18 e Bibi che erano emozionate tanto quanto lei in quel momento.
“Amiche mie!! Non sapete per me che gioia enorme è potervi rivedere!” fu invece ciò che disse la donna dai capelli arancioni con le lacrime agli occhi.
Persino la Cyborg, appena guarita da un corto circuito che le aveva bloccato totalmente i movimenti, non stava più pensando allo smacco subito quello stesso giorno e aveva l’attenzione rivolta solo verso le vecchie amiche con cui aveva condiviso gioie e dolori 10 anni prima “Mi sembra un sogno…” per lei non era stato facile riallacciare i rapporti con gli altri dopo la sconfitta di Cell a causa della sua natura Androide, ma se c’era riuscita lo doveva soprattutto ai compagni del suo Universo e anche alle persone che aveva davanti ai suoi occhi.
La Nefertari, nonostante avesse potuto socializzare con loro soltanto la sera dei festeggiamenti dovuti alla sconfitta dell’Esercito, era rimasta molto affezionata a tutte loro, e per questo anche lei era felicissima di poterle rivedere “Finalmente siamo di nuovo insieme!” passarono pochissimi secondi prima che tutte e 4 facessero un enorme abbraccio di gruppo ricordando i bei vecchi tempi.
Nello stesso momento però “Ehi, non vorrete mica escluderci dalla rimpatriata eh?” fece Yuffie raggiungendole insieme a Tifa, in fondo anche loro due facevano parte del gruppo delle donne ed erano contentissime di rivedere tutte quante.
“Anche se all’inizio non l’ho dato a vedere a causa della mia missione, sono super felice di rincontrarvi tutte quante!” fece anche l’ex migliore amica di Cloud con un dolce sorriso stampato sul volto.
Immediatamente C-18, sorridendo, si rivolse alla Ninja dicendole “E’ un piacere rivedere anche te!” il tutto mentre scioglieva l’abbraccio dalle sue amiche.
“Anche per me lo è rivedere tutte e due!” esclamò invece Kairi rivolgendosi a tutte e due.
Nami e Bibi invece si limitarono ad andare dalla Lockhart a rivolgerle un caloroso abbraccio, era inutile negarlo: era una gioia rivedere tutte quante!
Immediatamente a Sanji, vedendo di nuovo le sue muse, vennero gli occhi a cuoricino “Mie care 18 e Tifa, quanto sono felice di rivedervi!” da buon Don Giovanni che era, non poteva non essere contento di rivedere delle così belle donne…
Zoro, che era rimasto fermo dov’era prima che arrivassero tutti quanti, notò immediatamente Kakashi guardare verso di lui e fare un cenno di saluto immediatamente ricambiato: non si erano parlati, ma quel gesto valeva più di mille frasi perché dimostrava che tutti e due erano felici di rivedersi dopo tanto tempo.
Vegeta, come era suo solito, se ne stava in disparte ad osservare tutti quanti… sembrava voler fare l’asociale, in realtà era dispiaciuto del fatto che Sasuke non fosse presente lì: avrebbe tanto voluto rivederlo dopo 10 anni dato che era l’unica persona con cui era entrato in confidenza, ma a quanto pare così non era stato…
Il Custode del Keyblade amico di Sora invece aveva appena raggiunto il primogenito di Goku per poter salutare il suo vecchio amico “Ciao Gohan, mi fa piacere rivederti!” esclamò infatti l’uomo dai capelli argentati sollevando la mano in segno di saluto.
Il Sayan, sorridendo, ricambiò il gesto dicendogli anche “E’ un onore anche per me Riku, vedo che in questi anni sei cresciuto eh?!”
”Tu invece non sei cambiato affatto… e scommetto che è per la tua costituzione aliena, giusto?”
”Hai detto bene eheheheheheheh!” dopo questo scambio di battute, entrambi scoppiarono a ridere divertiti: era davvero bellissimo poter rivedere vecchi compagni che si pensava di non incontrare mai più.
Goten e Trunks, al contrario degli altri, non avevano attaccato bottone con nessuno e stavano semplicemente osservando coloro che erano presenti in quella hall con occhi a dir poco meravigliati “Non ci credo, sono proprio loro!!” esclamò difatti il figlio di Goku con gli occhi a stella.
“Non abbiamo avuto occasione di vederne nessuno… e ora sono tutti qui davanti a noi!” infatti il loro Universo era stato il primo visitato da Luke e David e, a causa di questo, non avevano potuto vedere nessun’altra delle persone provenienti da un altro mondo… che non fosse un nemico ovviamente.
Nonostante questo, c’era comunque una persona che loro conoscevano che, avendo già incontrato da bambina molti di loro, non si stava comportando in maniera così “infantile” come loro “Non vi sembra di esagerare?” esclamò infatti Marron guardando male tutti e due.
Solo allora i due notarono la presenza dell’amica “Ah, sei venuta anche tu? Non l’avrei mai detto!” fu l’unica cosa che disse Goten vedendo la ragazza.
Trunks invece, rispondendole, le disse “Per te è normale pensarla così, li hai già visti 10 anni fa anche se eri una bambina, per noi è la prima volta!”
”Mah, se lo dite voi…” fu l’unica cosa che disse a quel punto la figlia di Crilin facendo spallucce e continuando a ritenere quel comportamento infantile.
Nello stesso momento Merlino si era avvicinato a Cid (il quale non stava badando a lui perché osservava sorridente i suoi vecchi compagni di avventura) e gli disse immediatamente “Bravo idiota, avresti dovuto portare qui Goku, non i suoi figli e quell’altro coi capelli viola!” a quanto pare non aveva preso bene il fatto che il Sayan non ci fosse… e sembrava anche essere l’unico ad averlo notato dato che gli altri erano troppo felici di rivedere i propri amici per accorgersene.
L’Highwind, sentendosi ovviamente offeso da tale accusa, gli disse irritato “Guarda che c’è un motivo se non è qui imbecille!”
”Ah sì? Sono proprio curioso di sentirlo!” e in un attimo tutti e due cominciarono a guardarsi in cagnesco, sembrava proprio che tra i due non scorresse affatto buon sangue, o almeno all’apparenza sembrava così…
Dall’altra parte, sia l’Uzumaki che il Prescelto dal Keyblade naturalmente non avevano fatto altro che fissarsi per tutto il tempo… tenendo conto di quanto avessero legato tempo prima e di come ormai loro due, Goku e Luffy si ritenessero grandissimi amici, non potevano non essere a dir poco entusiasti di rivedersi dopo tutto quel tempo “AMICO MIO!!” in un attimo, dopo aver detto entrambi questa cosa, si gettarono l’uno addosso all’altro stritolandosi in un forte abbraccio!
“Quanto sono felice di rivederti Naruto!”
”La cosa è reciproca Sora!”
”Cavolo, sei cresciuto tantissimo dall’ultima volta!”
”Anche tu sei cambiato moltissimo!” sembravano due bambini da tanto erano eccitati di rivedersi, ma in fondo bisognava capirli… anche se nessuno dei due aveva tenuto conto del fatto che due giorni prima si erano rivisti in un sogno tramite il Consiglio dei 7 Saggi…
Il tutto si stava svolgendo sotto gli occhi di Smoker e Tashigi i quali, non conoscendo quasi nessuno lì in mezzo, rimanevano a guardare senza dire niente “Beh in fondo li capisco visto che non si vedevano da tanto tempo… però qui non abbiamo tempo da perdere!!” si lamentò però la donna che, nonostante comprendesse la loro felicità, sapeva che dovevano sbrigarsi e parlare con il sovrano del Castello immediatamente.
Il Grand’Ammiraglio però, nella stessa posizione di prima, le disse “Non ti preoccupare, fino a quando saranno tutti qui i Cavalieri della Speranza non correremo alcun rischio!” la Marine lodava la sua calma, ma alcune volte non la capiva affatto…
Infine anche i pargoli, vedendo di non essere gli unici piccoli lì presenti, si erano raggruppati tutti quanti per potersi conoscere e presentare “Che bello vedere che non sono l’unica bambina venuta fin qui!! Io sono Bra, piacere di conoscervi!” esclamò la figlia di Vegeta contenta per questa cosa.
“Piacere di conoscervi tutti, io sono Tea!” fece invece la piccola figlia di Sai ed Ino andando verso la piccola dai capelli azzurri: le due si presero subito le mani cominciando a sorridersi l’un l’altra, sembravano quasi aver visto in colei che avevano davanti una col loro stesso carattere.
Gli altri intanto proseguivano “Io invece mi chiamo Kankuro Nara, felice di incontrarvi!” esclamò il piccolo figlio di Shikamaru con un atteggiamento piuttosto timido, infatti si toccava entrambi gli indici e teneva la testa abbassata, forse perché era sempre imbarazzato quando conosceva altre persone.
“E dai, non fare il timidone come tuo solito!” intervenne però il figlio di Naruto dandogli una forte pacca sulla schiena che lo fece sbilanciare; dopo averlo fatto il biondo si presentò con un grosso sorriso “Io invece sono Cloud Uzumaki, mentre l’asociale qui di fianco a me è Leila Hyuga!”
“Piacere di con… ehi aspetta un attimo!! Chi ti ha dato il permesso di presentarmi al mio posto!!” la giovane figlia di Neji perse la sua aria fredda per incavolarsi con l’amico che non riusciva proprio a sopportare.
“Io lo faccio quando e come voglio!” ahia, forse il primogenito dell’Uzumaki poteva evitare di rispondere così…
Infatti anche Tea, mentre Bra li osservava incuriositi, esclamò rassegnata “Ci risiamo…” pure Kankuro sembrava essere della sua opinione.
A quel punto i figli di Sora e Kairi, per cercare di calmare i bollenti spiriti, decisero di intervenire facendo la loro presentazione “Io invece sono Joey e lei è mia sorella Greta, siamo gemelli!” mentre il fratello diceva questo, la piccola faceva un leggero inchino per presentarsi ai suoi nuovi amici.
Ormai soltanto due piccoli dovevano ancora dire i propri nomi, e il primo a farlo fu il figlio di Sanji che, mettendosi quasi in posa, dichiarò “Salve a tutti, io mi chiamo Michael e sono molto intelligente e forte per la mia età, merito di mio padre e mia madre ovviamente!” un atteggiamento forse evitabile tenendo conto dei presenti…
Difatti il primogenito del Prescelto del Keyblade cominciò a guardarlo leggermente male pensando *Comincia già a starmi antipatico…*
Invece Leila, tornando ad avere la sua solita aria fredda e distaccata, dichiarò semplicemente “Tsk dubito che sei più intelligente di me…”
Però il biondo replicò subito dicendole “Beh se così fosse, allora il tuo genio sarebbe pari solo alla tua bellezza dolcezza!”
Inutile dire che la piccola Hyuga ci rimase a dir poco di sasso “C-Come?” non essendo molto carina nessuno gli aveva mai detto una cosa simile, anzi Cloud continuava a chiamarla cozza così tante volte che ormai aveva pensato di esserlo anche se si incavolava comunque… e non poté negare di essere rimasta imbarazzata da tale affermazione, infatti le guance le divennero immediatamente rosse.
L’Uzumaki invece, guardando stranito Michael, pensò *Per me ha le fette di salame sugli occhi!* per ritenere Leila bella ce ne voleva secondo lui…
Ma la sua attenzione cambiò immediatamente quando fu la figlia di Luffy a presentarsi “Piacere di conoscervi, il mio nome è Monkey D. Erika, ma visto che il cognome che ho non mi piace molto preferisco che mi chiamate semplicemente Erika!”
Infatti, non appena la vide e la sentì parlare, in un attimo i suoi occhi assunsero la forma di un cuoricino “Wow, che sublime visione!” e in un attimo Cloud si gettò verso di lei con fare quasi pervertito “Tesoro, il tuo cavaliere è qui!!” soltanto che non aveva tenuto conto del fatto che la bambina era figlia di Nami… e di conseguenza aveva il pugno facile!!
Difatti gli bastò aspettare che fosse abbastanza vicino per mollargli un cazzotto dritto in faccia facendolo cadere a terra con gli occhi a forma di trottola.”Giù le mani, maniaco!” esclamò subito dopo la piccola guardando molto malamente il biondo…
Un biondo che, nonostante il colpo appena ricevuto, aveva comunque detto “Mi ama!”
”Se lo dici tu…” esclamò Kankuro sentendo l’amico allibito visto che a lui sembrava esattamente il contrario.
“Mi stai già simpatica cara Erika!” intervenne invece Leila ripresasi dal precedente imbarazzo avvicinandosi alla figlia di Luffy e salutandola con molta allegra: chiunque pestasse Cloud aveva tutto il suo rispetto.
“Che personaggio buffo…” fu invece l’unica cosa che esclamò Greta guardando l’Uzumaki a terra con gli occhi a forma di trottola mentre Tea sembrava quasi aver perso il sorriso, come se ciò che aveva detto il biondo la faceva stare male…
Bra, al contrario degli altri, scoppiò a ridere visto che molti piccoli si comportavano gentilmente con lei nel suo Universo per cercare di avvicinarla… soltanto che, al contrario di Erika, non aveva mai pestato nessuno.

Alle 18:45, quando ormai tutti si erano salutati reciprocamente e avevano avuto modo di conoscere chi ancora non avevano incontrato, la porta che si trovava in mezzo alla salita delle due scale si aprì e da lì vi uscirono 3 persone: due di loro erano Paperino e Pippo!
”Ciao ragazzi, finalmente siete arrivati tutti!” fece il papero osservando coloro che erano giunti da poco in quel mondo e salutandoli anche.
La stessa cosa la fece il cane antropomorfo “Yuk, è bello rivedere tutti quanti, sembra di essere tornati ai tempi della battaglia finale contro l’Esercito!”
L’altra persona che era insieme a loro, sorridendo, si limitò invece a dire “Avete portato a termine il vostro compito… ottimo lavoro!” naturalmente si stava riferendo a Yuffie, Tifa, Cid e Merlino che li avevano portati tutti lì.
Fu la Kisaragi a rispondergli dicendo “Dubitavi per caso che ci saremmo riusciti… Squall?!” da ciò che aveva detto si poteva capire benissimo chi era colui che era appena giunto da loro…
“Leon? Cavolo non ti avevo riconosciuto, che piacere rivederti!” fu ciò che disse Sora dopo aver scoperto chi era quella persona.
L’ex Leader della Resistenza aveva mantenuto gli stessi abiti di prima e in aggiunta portava solamente un lungo mantello viola con il bordo a piume bianche con macchie nere a dimostrare che ora era lui il re dell’ex Fortezza Oscura; anche il suo aspetto non era per niente mutato, l’unica cosa che aveva di diverso rispetto a 10 anni prima era che adesso portava i capelli molto più corti rispetto ad allora.
L’uomo, sorridendo verso il Prescelto dal Keyblade e in generale a tutti quanti, disse loro “Sono contento che abbiate accettato il mio invito, non sapete quanto sia immensa la gioia in me nel rivedervi tutti quanti, sembra veramente di essere tornati ai tempi delle battaglie contro l’Esercito e il Signore del Male!”
“La cosa è reciproca amico mio!” fu quello che disse Gohan mentre si sistemava gli occhiali.
Ma Tashigi, che finalmente aveva l’occasione di parlare col re visto che aveva capito benissimo essere lui, si rivolse a lui dicendogli “Ci hanno già spiegato il motivo per cui li hai convocati qui… la domanda però che mi sto ponendo è il perché l’hai fatto!”
Grazie al suo intervento, Leon poté notare anche delle altre persone che non aveva mai conosciuto, e per questo decise di presentarsi loro in maniera ufficiale “Dei nuovi arrivati… molto bene, più siamo e meglio è. Lasciate che mi presenti: sono Squall Leonhart, nuovo sovrano del Radiant Garden nonché ex Capo della Resistenza!”
”Il nuovo re?!” Riku era rimasto sorpreso da tale notizia visto che Merlino non l’aveva avvisato della cosa, anche se naturalmente era felice per lui visto che sarebbe stato un regnante sicuramente migliore di Xehanort.
Fu Tifa a spiegare come era stato eletto “Dopo aver completato la ristrutturazione del mondo abbiamo fatto una specie di elezione tra tutti gli abitanti della città per scegliere il nuovo sovrano… inutile dire che Squall ha stravinto!”
”Però anch’io ho ricevuto un voto!” intervenne però Yuffie sottolineando come anche lei avesse ottenuto una nomina…
Peccato solamente che c’era un dettaglio che non era da trascurare “Ma se ti sei auto votata?” fece infatti Cid alzando un sopracciglio quasi a voler sottolineare alla Ninja come fosse “rubato” quel voto.
“Dettagli ù.ù!” fu l’unica cosa che seppe rispondere la Kisaragi con il finto broncio.
“Lode allora a te Leon, nuovo re del Radiant Garden!” fu ciò che disse C-18 quasi in tono scherzoso: rivedere tutti i suoi vecchi amici l’aveva messa di buon umore nonostante la sconfitta subita quella mattina stessa.
L’uomo sorrise nel vedere come nonostante la crescita le cose non fossero cambiate, ma dovette comunque correggerli su una cosa “Vi chiedo però di chiamarmi Squall da adesso in poi: avevo deciso di farmi chiamare Leon solo fino a quando il nostro mondo non sarebbe tornato quello di un tempo… cosa che ormai è avvenuta!”
”Lo terremo a mente!” esclamò allora Sanji accendendosi una sigaretta mentre sorrideva.
Nel frattempo Goten e Trunks erano rimasti estasiati davanti al nuovo re dell’ex Fortezza Oscura “Cavolo, hai visto chi c’è?”
”Quello è Leon, non ci credo!” sia in ordine il primogenito di Goku che il figlio di Vegeta erano rimasti a dir poco ammaliati davanti ad uno di quelli che consideravano uno dei propri miti dopo aver letto il romanzo di Gohan, erano rimasti infatti colpiti da come aveva saputo condurre la Resistenza alla vittoria contro tutti i nemici che aveva incontrato sul suo cammino.
Inutile dire che Marron li aveva guardanti entrambi con sguardo sconvolto mentre pensava *E questo non sarebbe esagerare?* pensò infatti ricollegandosi al discorso fatto in precedenza coi due Sayan.
Proprio in quel momento però Paperino, guardando i presentì, notò che mancava qualcuno all’appello “Ehi, non ci sono tutte le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza!”
”Yuk hai ragione, non ci sono Goku e Luffy!” aggiunse anche Pippo.
Inutile dire che coloro che sapevano, appena sentirono quelle cose, abbassarono la testa sconsolati (ad eccezione di Smoker e Tashigi), in quanto sapevano perfettamente come mai non erano presenti lì…
“E’ vero, che fine hanno fatto?” “Già, non vedo l’ora di rivedere anche loro!” inutile dire che i più eccitati all’idea di incontrarli di nuovo erano rispettivamente Naruto e Sora, che avevano la felicità alle stelle nell’attesa di riabbracciare anche loro…
Ma purtroppo arrivò loro la stangata direttamente da Smoker “Mi spiace per voi, ma Cappello di Paglia è già stato preso!”
”COSA?!” tutti coloro che non lo sapevano rimasero letteralmente scioccati dalla cosa…
Però non era certo finita lì “Eh? Dopo Kakaroth anche lui è stato preso?!” questo intervento di Vegeta bastò a lasciare tutti quanti sbalorditi ed increduli… avevano fatto tutto quello per cercare di salvare coloro che possedevano la carne dei Discendenti della Luce… ed erano appena venuti a conoscenza che due di loro erano già stati catturati?!
“M-Ma è assurdo!” “E’-E’ impossibile!” l’Uzumaki e il Prescelto dal Keyblade stavano balbettando… perché a quel punto avevano capito che il sogno che avevano fatto era vero!!!
Doveva esserlo, altrimenti come si poteva spiegare che due dei loro migliori amici erano stati rapiti da ignoti?!
“E non è tutto!” vedendo la situazione, Kakashi scelse di avvisarli dell’altro fattaccio riguardante quello che era avvenuto prima della loro riunione lì “Il nostro Universo è stato del tutto distrutto e i suoi abitanti… sono morti tutti!! Io, Naruto e quei 4 bambini siamo gli unici sopravvissuti!!”
”Ma… chi può avere la forza per fare tutto questo?” persino Tifa era incredula davanti a quella notizia… oltre ad essere stati presi due delle 10 persone che possedevano la carne di coloro che in precedenza erano il Signore della Luce, una delle 4 dimensioni esistenti era stata distrutta totalmente…
A quel punto Nami non poté rimanere in silenzio “Oh mamma, proprio stamattina una donna ha cercato di rapire anche me!”
”Anch’io ho rischiato di essere catturata stamattina!” aggiunse allora C-18.
“Io ho rischiato grosso, ma alla fine per qualche strana ragione mi sono salvato!” fece invece Naruto che ancora non capiva chi fosse stato a salvarlo dal Regno dell’Oscurità.
Sora non aveva subito tentativi di rapimento, ma comunque doveva metterli al corrente di quello che gli era successo “Sull’Isola del Destino ieri è arrivato un tizio misterioso che voleva mettermi alla prova… è probabile che volesse spianare il terreno in vista dell’arrivo di colui che doveva rapirmi!”
”A me invece nessuno mi ha considerato!” esclamò infine Kairi facendo un finto broncio: tra tutti lei era l’unica a non aver rischiato di essere catturata, e di questo doveva ritenersi soddisfatta… però la prendeva anche come una specie di offesa visto che, se era avvenuto ciò, doveva essere considerata come la “preda più facile”.
“Che diamine vorranno da voi? Non ha alcun senso!” fece allora Bibi letteralmente scioccata davanti a quelle nuove notizie mentre Zoro, nonostante avesse mantenuto la calma, aveva una brutta sensazione…
“Cerchiamo di mantenere i nervi saldi!” vedendo che gli animi si stavano scaldando, Leon cercò di calmare i bollenti spiriti rassicurandoli “Da quello che abbiamo capito hanno bisogno di tutti voi: se ne manca uno solo diventate inutili per loro, perciò fino a quando sarete tutti qua non accadrà niente di male. E visto che non c’è alcuna fretta vorrei mostrarvi come abbiamo ristrutturato il Radiant Garden, se volete ovviamente!”
Non tutti erano sicuri di ciò che stava dicendo visto che la preoccupazione che uno di quei pazzi saltasse fuori all’improvviso cercando di prendere uno di loro c’era sempre… ma avevano fiducia nelle doti da Leader di Leon e, se diceva così, un motivo doveva esserci per forza; per questo decisero di seguirlo uscendo dal cancello principale per andare a vedere come era diventata quella che un tempo era conosciuta come la Fortezza Oscura, la Base dell’Esercito.

Non appena furono tutti usciti, la prima cosa che notarono fu che il Castello si trovava sopra la città e levitava proprio come l’edificio di Xehanort 10 anni prima e, per raggiungere la terraferma e di conseguenza anche la città, c’era una scala che portava fino ai giardini reali e che era collegata direttamente al rialzo posto proprio all’uscita dove si trovavano loro.
“Pazzesco, e siete riusciti a fare tutto questo in 10 anni?” esclamò Trunks sbalordito per la magnificenza che si era mostrata davanti ai suoi occhi, ora capiva perché nel nome c’era anche l’aggettivo “radioso”.
“Merito del lavoro di squadra!” rispose Leon, per poi aprire le braccia e dichiarare “Tutti i cittadini hanno dato il loro contributo per cancellare la macchia che ricopriva questo mondo a causa del dominio di Xehanort e dell’Esercito: il loro regno del terrore aveva fatto cadere in miseria questo luogo… ma ormai loro appartengono al passato, e questo è il nostro futuro!”
”Beh, direi che avete fatto uno splendido lavoro, sul serio!” esclamò invece Bibi anche lei meravigliata, difatti da dove si trovavano loro potevano vedere che la città sotto di loro prosperava nel verde e nella bellezza delle case che erano state costruite, doveva essere stata davvero una faticaccia riuscire a costruire tutto quanto, ma alla fine il risultato si vedeva.
Nel frattempo i bambini, guardando verso il bordo del rialzo su cui si trovavano loro, notarono che si trovavano 5 sculture proprio a fianco delle scale che portavano giù ai giardini reali e, da lì, in città “Ehi, guardate lì!” esclamò infatti Tea indicandole.
“Sono delle statue!” disse invece Joey avvicinandosi alle scale insieme al resto dei piccoli per poterle vedere da vicino e anche in faccia visto che i loro volti erano alle spalle del Castello.
Vedendole, Erika dovette ammettere “Wow, quanto sono belle!”
Ma per gli altri che avevano intravisto solo le loro spalle avevano un che di familiare “Già solo da dietro mi ricordano alcuni di nostra conoscenza…” disse infatti Riku toccandosi la mandibola pensieroso.
“Non vi sfugge niente eh? In effetti esse rappresentano coloro che 10 anni fa hanno combattuto al nostro fianco e che sono caduti in battaglia… naturalmente ci sono solo gli originali del nostro mondo e le persone particolarmente vicine a Squall e agli altri!” puntualizzò Merlino spiegando il motivo per cui c’erano quelle statue.
In un attimo tutti quanti imboccarono le scale per poter scendere in città, ma prima di farlo vollero voltarsi e vedere meglio i volti di coloro che le sculture rappresentavano, anche se fu il solo Sanji a dire i loro nomi “Ci sono Ansem, Axel, Cloud, la dolce Aerith e… Luke?!” naturalmente lui, così come gli altri, erano rimasti leggermente sorpresi dalla sua presenza in mezzo a tanti eroi, soprattutto considerando ciò che aveva fatto il giorno dopo la disfatta dell’Esercito…
Ma in fondo sapevano perfettamente perché l’avevano fatto, e fu proprio Cid stesso a svelargli il motivo “Non potevano non farla: nonostante quello che ha fatto, lui ci ha dato un grande aiuto a combattere Xehanort e i suoi subalterni… e poi… alla fine si è ravveduto, ed è questa la cosa più importante!”
Nello stesso momento Cloud aveva domandato praticamente all’interno gruppo “Scusate, ma Luke non era il bastardo che ha tentato di distruggere tutti gli Universi?”
”Un po’ di contegno idiota!” fu ciò che disse Leila dandogli una forte botte in testa: lui la delicatezza non sapeva proprio che cos’era…
E neanche quella vocina che gli diceva quando era meglio stare zitti “Ma sei scema? Mi hai fatto male!” si lamentò infatti l’Uzumaki toccandosi la parte colpita.
“E’ quello che ti meriti ù.ù!” si limitò a dire la piccola Hyuga.
Al resto degli adulti, davanti a quella scena, era venuta fuori una goccia dietro la testa sia per la litigata tra i due bambini e sia per ciò che aveva detto il figlio di Naruto *Questa poteva risparmiarsela, ma in fondo è come me alla sua età…* pensò difatti il padre.
“Bastardo… io sinceramente non so cosa pensare di lui, non avendolo mai conosciuto personalmente…” fu invece l’unica cosa che seppe dire Marron.
Goten e Trunks, nonostante il dispiacere nell’aver appreso che Luke era uno sporco traditore e li aveva usati per tutto il tempo, lo consideravano ancora un mito in quanto aveva saputo mandare a quel paese il creatore dell’oscurità, anche se solamente all’ultimo momento.
Smoker, che se ne stava in disparte insieme a Tashigi sapendo che non faceva parte di quel gruppo, si limitò a dire “Per quanto mi riguarda, lui era solo un povero ragazzo accecato di vendetta… così come qualcuno di mia conoscenza…” immediatamente si mise a guardare la donna, la quale voltò subito lo sguardo dall’altra parte… chissà a che cosa si stava riferendo…
“Tutto sommato non me la sento di odiarlo… senza di lui non avremmo mai completato l’Apocalipse Rite distruggendo il Signore del Male e riportando tutto alla normalità…” fu ciò che disse Sora mentre osservava la statua dell’Hitari maggiore.
“Gli altri invece provengono da questo mondo, per cui è normale che ci siano, soprattutto Ansem…” esclamò in quel momento C-18 mentre guardava la scultura che rappresentava l’anziano ex maestro di uno dei più grandi criminali della storia Xehanort.
Tifa, seguendo le parole della Cyborg, disse “Beh lui è il sovrano che ha preceduto Squall, non potevamo non fare una statua in suo onore…”
“Ehi, aspettate un attimo!” sentendo parlare di Luke, a Gohan venne in mente che, nonostante ciò che avevano detto fino a quel momento, mancava ancora una delle reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza “Avete detto che, a parte mio padre, Luffy, Cell e Malefica ci siamo tutti… ma in realtà manca David!!” eh già, mancava proprio il fratello minore dell’Incarnazione del Male, cosa che nessuno fino a quel momento aveva ancora notato a causa della rimpatriata e delle notizie dei rapimenti.
“Ah già, manca anche lui…” fece allora Vegeta il quale, già annoiato per quello che lui riteneva un fuori programma inutile, si ricordava della vecchia rivalità avuta con l’Hitari minore e terminata prima dello scontro finale contro le Creature dell’Oscurità e il Signore del Male.
“Non vi preoccupate per lui!” intervenne Paperino spiegando come stavano le cose “Chiara è partita insieme a Yuffie e a tutti gli altri per andare a prenderlo, ma aveva già detto che lei e suo figlio sarebbero rimasti a Crepuscopoli tutto il giorno per salutare i suoi vecchi amici: torneranno domani mattina, molto probabilmente con David stesso!”
“Starà a Crepuscopoli? Ma non è stata distrutta dall’Esercito?” in effetti alla piccola Greta questo non tornava sapendo cosa gli avevano detto i genitori.
Ma fu Pippo a svelargli ciò che nessuno lì sapeva “Yuk qualche anno dopo la chiusura delle Porte degli Universi, David ha trovato un tunnel segreto sotto le rovine della città e lì ha scoperto che c’erano dei sopravvissuti rifugiatisi lì per paura dell’Esercito: grazie a loro ha ricostruito la città che è tornata al suo antico splendore!”
“Sul serio? Sono davvero felice per lui!” esclamò allora Nami sorridente: ricordandosi cosa quel povero ragazzo aveva subito in passato, era contenta che finalmente avesse trovato altre persone che, oltre a lui, erano scampate al massacro… ma naturalmente, sentendo parlare dell’ex fidanzata di Luke, una domanda gli venne fuori subito “E il figlio di Chiara come sta?”
”Benissimo, lui e la madre ora vivono qua e circa una volta al mese vanno a Crepuscopoli con la spada nera per andare a trovare David e sua moglie… eh già, forse non lo sapete, ma tra i sopravvissuti c’era anche una ragazza che ha catturato il suo cuore!” mentre diceva questo, Yuffie aveva un leggero sorriso malizioso in volto come a sottolineare che anche lui ora si era sistemato…
Cosa che stupì alquanto Zoro, visto che disse “Toh, non pensavo che anche lui alla fine si sposasse…” a Roronoa David non sembrava il tipo che si sarebbe legato ad un'altra persona, perlomeno quello accecato dalla vendetta verso Barbanera.
“A proposito… ma se tu sei amico di Squall e degli altri… perché non c’eri 10 anni fa?” la domanda di Goten era rivolta a Merlino e, in effetti, era più che lecita considerando che effettivamente il mago non c’era ai tempi delle lotte contro l’Esercito e il Signore del Male… e la cosa era alquanto strana secondo il Sayan…
Ma l’anziano spiegò il motivo per cui era assente “Questo perché ho subito lo stesso destino degli abitanti del Radiant Garden 19 anni fa: quando gli Heartless hanno invaso il mondo per ordine di Xehanort, non sono riuscito a scappare e mi hanno rubato il cuore così come hanno fatto con gli altri cittadini… soltanto dopo la chiusura delle Porte degli Universi esso è tornato!”
”Ah, ora capisco…” fece allora il secondogenito di Goku capendo come mai non c’era nella Resistenza.
Visto che ormai si erano fermati abbastanza ad osservare le statue erette in memoria dei caduti 10 anni prima, Leon esclamò “Beh direi che siamo rimasti qui a sufficienza, venite che vi faccio vedere il resto del mondo!” e, senza perdere tempo, il nuovo re dell’ex Fortezza Oscura mostrò al resto del gruppo cosa avevano costruito in quel decennio.

In poco tempo il gruppo di Squall mostrò loro prima i giardini reali la cui massima caratterizzazione era il verde che lo ricopriva, e poi, al di fuori di esso, la piazza centrale della città che era caratterizzata da una specie di ribasso circondato da fiori di tutti i colori al cui centro vi erano pitturati delle opere d’arte dei più grandi artisti del Radiant Garden.
“Quant’è bello!” esclamò la piccola Greta con occhi affascinati proprio come le altre bambine lì presenti, mentre Cloud cercava di fare di nuovo il cascamorto con Erika ricevendo l’ennesimo pugno da parte sua.
Alla fine, dopo aver passato una via del mondo dove c’era una grande fontana, Leon li portò in una zona dove si trovava l’ultimo cantiere della città “Qui abbiamo intenzione di costruire l’ultimo edificio che manca… un enorme dojo per addestrare le nuove generazioni e permettere loro di difendere gli Universi nel caso di attacco da parte di qualche altro nemico, ci penseremo io, Tifa, Merlino e Yuffie a farlo!”
“Devo ammettere che avete fatto un ottimo lavoro con questo mondo caduto in miseria dopo l’avvento dell’Esercito!” si complimentò subito Kakashi dopo aver visto cosa erano riusciti a fare. “Grazie mille, vi assicuro che non è stato affatto facile!” confermò Tifa sorridendo rivolta al gruppo.
Ora però che avevano visto tutta la città, era ora di passare alle cose serie, e proprio per questo Squall annunciò subito “Beh, direi che vi ho fatto vedere abbastanza, adesso passiamo alle parti più importanti…”
”Come ad esempio come mai avete convocato qui le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza, giusto?” intervenne allora Vegeta sperando che fosse proprio quello ciò che intendevano dire loro.
“Esattamente!” dopo aver detto questo, il nuovo sovrano del Radiant Garden si appoggiò sul bordo del rialzo coi pavimenti di vetro dove si trovavano tutti quanti e disse loro “Per prima cosa però, vorrei chiedervi chi sono coloro che vi hanno attaccato: ci interessa saperlo per conoscere chi saranno i nostri nemici!” in effetti la sua era una richiesta più che lecita da fare…
E i diretti interessati non ci pensarono due volte a svelarlo “Da quanto so Luffy è stato rapito da un certo Maschera di Ghiaccio, anche se la sua identità è ancora avvolta nel mistero…” rivelò infatti Nami.
”E poi abbiamo subito un altro attacco da parte di una donna chiamata Larxene che era in grado di evocare i Nessuno ed era lei stessa una di quelle creature… anche se un altro tipo di nome Sasori gli ha impedito di portare a termine il suo piano!” aggiunse anche Tashigi.
”Se pensate che quello fosse dalla nostra parte vi sbagliate, visto che ci ha minacciato prima di andarsene…” dichiarò infatti Zoro con le braccia conserte.
“Sasori?!” inutile dire che sia Naruto che l’Hatake rimasero senza parole davanti a quel nome… quel Ninja era stato ucciso da Sakura e Chiyo… come faceva ad essere ancora vivo?!
“Mia mamma invece ha subito un attacco da parte di un tipo che riesce ad utilizzare l’elettricità, un certo Ener…” intervenne allora Marron svelando chi era colui che aveva tentato di rapire la Cyborg.
“Lui?!” Nami, così come Zoro e Sanji, si ricordavano benissimo di colui che avevano incontrato a Skypiea…
C-18 stessa confermò quello che aveva detto la figlia “E non è tutto: sono intervenuti anche degli strani robot con due sole braccia!”
“Ehi, ma sono gli stessi che hanno rapito mio padre!!” Gohan, sentendo il racconto della bionda, riconobbe in loro quelli che erano riusciti a prendere Goku lasciando sbigottiti praticamente tutti.
Anche Sora aggiunse un nome alla lista “Quello che ha cercato di mettermi alla prova era un tizio che Aqua ha riconosciuto come Mysterious Figure, anche se la sua identità ci è sconosciuta!”
“I nostri invece erano un Ninja chiamato Kakuzu che credevamo morto, un tipo chiamato Eustass Kidd e quello che loro definivano “Master”!” concluse allora Naruto dando gli ultimi nominativi.
Tashigi rimase sorpresa nel sentire il nome del pirata coi capelli rossi “Quindi anche Kidd è coinvolto…”
”Senza contare che “Master” deve essere il nome in codice con cui quei due chiamavano il loro Capo…” proseguì anche Kakashi.
“Ed infine, da quel che ho capito, molte persone che voi credevate morte o scomparse sono misteriosamente tornate…” terminò il tutto Paperino sottolineando come nella lista fossero presenti delle persone che ufficialmente erano decedute…
Dopo aver sentito tutto quello che avevano detto, Yuffie fece un calcolo e disse loro “In totale sembrano essere 9 i nemici: Kakuzu, Eustass Kidd, Larxene, Sasori, Maschera di Ghiaccio, il tipo che controlla i robot, Mysterious Figure, Ener e il cosiddetto “Master”!”
“Sono parecchi, e ancora non sappiamo perché vogliono le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza…” rifletté allora Tifa toccandosi la mandibola pensierosa.
Nello stesso momento, la piccola Bra aveva una domanda verso coloro che li avevano convocati e la fece subito a Leon “Mi scusi signore… ma lei e tutti gli altri come fate a sapere che li vogliono rapire?”
”In effetti non avete ancora risposto a questa domanda!” sottolineò anche Bibi come a voler dire che concordava con la piccola riguardo quell’argomento.
Squall volse subito lo sguardo verso Merlino: voleva che fosse il mago a dar loro la risposta che volevano, e lui, recepito il messaggio, lo fece immediatamente “Vi sembrerà strano… ma noi abbiamo saputo questa cosa in un modo altrettanto misterioso, infatti è comparso come per magia tra le mie mani un bigliettino ieri sera… esso diceva “Fate Attenzione!! Degli esseri oscuri si sono mobilitati per catturare i Cavalieri della Speranza! Proteggeteli prima che sia troppo tardi!”!”
“La cosa ci è sembrata strana fin dall’inizio… ma per precauzione abbiamo comunque voluto convocarvi tutti qua… e a quanto pare abbiamo fatto bene!” terminò la spiegazione Cid gettando ancora più shock in mezzo al gruppo… chi aveva inviato quel foglio al mago? Un alleato? E se sì, chi era?
“La faccenda è sempre più misteriosa… mi chiedo cosa ci sia dietro…” naturalmente Trunks, così come Goten, stava cominciando a pensare che la posta in palio fosse più grande di quanto potessero immaginare viste tutte le persone coinvolte…
E anche Sora e Naruto stavano cominciando a pensarlo, visto che stavano vedendo il sogno realizzarsi proprio davanti ai loro occhi “Ma no… è assurdo…” esclamò infatti il Prescelto dal Keyblade letteralmente senza parole…
“Quindi il sogno del Consiglio dei 7 Saggi… era vero…” inutile dire che, sentendo l’Uzumaki, il bruno voltò il suo sguardo verso di lui… e ai due amici bastò una semplice occhiata per capire che stavano parlando della stessa cosa!!
Ovviamente entrambi rimasero a dir poco sconvolti… quindi era successo per davvero, non era solamente un incubo, esistevano davvero delle Divinità assolute che avevano cercato di metterli in guardia da un pericolo che rischiava di distruggere tutti gli Universi…
Soltanto che erano ben pochi lì quelli che sapevano del sogno, gli altri non sapevano di cosa stavano parlando “Ehi, cosa sarebbe questo Consiglio dei 7 Saggi?” chiese infatti la Kisaragi guardandoli stranita.
Ci pensò Nami a spiegare a lei ma in generale a tutti ciò che sapeva sull’argomento “Da quanto ho capito sono i creatori originali, coloro che hanno dato vita al Signore della Luce e al Signore del Male. Due notti fa, sono apparsi in sogno a Luffy e a suoi amici e…” e in poco tempo spiegò ciò che aveva detto il gruppo di 7 entità a 4 delle 10 reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza.
Al termine del racconto Riku, Kairi, Cloud, Joey e Greta esclamarono in coro “Confermo tutto quanto!!” in quanto anche loro ne erano venuti a conoscenza tramite Sora e Naruto e volevano dire che non stava mentendo affatto.
La cosa lasciò alquanto sbigottiti tutti, in quanto non riuscivano a credere che esistesse qualcuno più in alto di quelle due creature “Quindi questi 7 saggi sarebbero i creatori assoluti, coloro che hanno dato inizio a tutto…” persino Merlino era senza parole.
“Questo si che è davvero scioccante!” esclamò invece Marron a bocca aperta così come anche tutti i bambini.
“Delle Divinità assolute? Stento a crederci!” esclamò anche Goten.
“La faccenda è sempre più interessante…” disse invece Zoro con il sorrisino tipico di colui che sembra pronto all’azione, e lo stesso ce l’avevano anche Sanji e Vegeta.
Squall invece era diventato molto pensieroso dopo quelle nuove scoperte… escludeva che fossero stati loro ad inviargli il biglietto perché era già tanto che avessero comunicato con Goku, Luffy, Naruto e Sora… ma allora chi era stato? E cosa ci guadagnava ad avvertirli?
La faccenda si stava facendo molto complicata, e dovevano assolutamente trovare una soluzione per rintracciare colui che aveva scritto quel bigliettino, in un modo o nell’altro “Domani mattina cercheremo di analizzare il foglio per capire chi l’ha scritto… fino ad allora siete tutti invitati a rimanere al Castello: ci sono abbastanza stanze per tutti e, se rimarremo uniti, i nemici saranno costretti a stare lontani!”
“Beh, non mi sembra che abbiamo altra scelta…” concluse allora Smoker ottenendo praticamente l’approvazione di tutti: se volevano capirci qualcosa in più di quella situazione dovevano cercare questo anonimo che poteva essere colui che aveva portato in salvo Naruto e i 4 bambini, e il modo migliore sarebbe stato usare la magia per rintracciarlo… l’indomani mattina, adesso avevano solo bisogno di riposo!!

Eventi Principali Modifica

  • Gli abitanti degli Universi si rincontrano al Radiant Garden dopo tanto tempo e si salutano a vicenda felici di poter rivedere vecchi amici.
  • Leon, diventato re di quel mondo, fa fare un giro turistico per il Radiant Garden a tutti loro rivelando che Chiara e suo figlio Seto, trasferitisi entrambi in quel mondo, torneranno l'indomani mattina con David; viene inoltre rivelato che Merlino non c'era dieci anni prima perché gli Heartless gli avevano rubato il cuore durante l'invasione dell'ex Fortezza Oscura perpetrata da Xehanort.
  • Tutti vengono a sapere dei rapimenti di Goku e Luffy, dei nemici che hanno tentato di attaccare loro due e gli altri Cavalieri della Speranza e del sogno dove è apparso il Consiglio dei 7 Saggi.
  • Leon, dopo aver rivelato che lui e i suoi amici hanno appreso dei "Cacciatori di Cavalieri" grazie ad un biglietto anonimo apparso tra le mani di Merlino, invita tutti a rimanere a dormire nel suo Castello.

Personaggi Apparsi Modifica

Nami

Monkey D. Erika

Sanji

Roronoa Zoro

Nefertari Bibi

Michael

Smoker

Tashigi

Yuffie Kisaragi

Bra

Marron

Vegeta

C-18

Tifa Lockhart

Son Gohan

Son Goten

Trunks

Cid Highwind

Sora

Riku

Kairi

Joey

Greta

Merlino

Naruto Uzumaki

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Tea

Kankuro Nara

Kakashi Hatake

Squall Leonhart

Paolino Paperino

Pippo

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale