FANDOM


Capitolo 6
Capitolo 6.jpg
Nome Capitolo 6
Postato il 15 Novembre 2010
Titolo L'Avventura ha Inizio! L'Universo di One Piece!!


Il Capitolo 6 intitolato L'Avventura ha Inizio! L'Universo di One Piece!! è il Sesto Capitolo della prima serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

E’ passata ormai una settimana da quando Goku, Gohan, Vegeta e C-18 sono partiti alla volta di una nuova avventura accompagnati dai misteriosi guerrieri chiamati Luke e David, e ormai stanno per giungere alla porta che li trasporterà in un altro Universo… anche se bisogna dire che i problemi non sono certo mancati durante la traversata.
“Uffa, ma quando si arriva? Io qua mi sto annoiando!” Goku era ormai stanco: avevano camminato per una settimana intera, con pause solo la sera per dormire oppure per un velocissimo pasto freddo.
A rispondere fu Luke “Ormai manca poco!”
“E’ una settimana che manca poco, non è che ci stai prendendo per il culo?” Vegeta era sull’orlo di arrabbiarsi seriamente.
“Osi mettere in dubbio la parola del Maestro?” David guardò con sguardo minaccioso Vegeta.
“Si, hai qualche problema?” ormai era chiaro che tra Vegeta e David era scattato un odio puro che non sembrava volersi placare.
“Smettetela ragazzi, vi sembra il momento di mettersi a litigare tra noi?” l’intervento provvidenziale di Gohan riuscì a calmare i bollenti spiriti, infatti, se prima David e Vegeta si erano fermati pronti a combattere tra di loro, ora avevano ripreso a camminare senza più degnarsi di uno sguardo.
C-18 era ormai stufa dei comportamenti infantili di quei due *Ormai è una settimana che devo sorbirmi i loro litigi… sto cominciando a pensare di aver fatto male a venire con loro!*
“A proposito Luke… ma perché stiamo andando a piedi? Non era meglio un aereo o quelle robe lì della Capsule Corporation!” chiese Goku per cambiare argomento.
“Purtroppo non si può: l’Esercito è in grado di localizzare ogni movimento di oggetti tecnologici. L’unico modo per non far sentire la nostra presenza… è appunto camminare!” rispose Luke senza girare la testa.
“ Uff… ma almeno potresti dirci cosa andiamo a fare nel prossimo Universo?” domandò Goku per non pensare ai chilometri che si era fatto camminando… quando avrebbe potuto volare o usare un aereo della Capsule Corporation.
“Vero, non ve l’ho ancora detto: stiamo andando a cercare una persona!” Luke non girò ancora la testa.
“E chi sarebbe?” domandò questa volta Gohan.
Stavolta il bruno la girò e affermò semplicemente “Il suo nome è… Monkey D. Luffy!”

Intanto, mentre i 6 guerrieri si spostano abbastanza velocemente nonostante andassero a piedi, in un altro Universo completamente diverso da quello da cui provengono Goku e i suoi amici si discute molto riguardo l’apparizione in una certa isola denominata “Arcipelago Sabaody” di una certa “Ciurma di Cappello di Paglia”.
“Ehi avete sentito Signore? Sembra che la Ciurma di Cappello di Paglia, considerata morta da quasi due anni, sia ricomparsa qui all’Arcipelago Sabaody… e sta cercando della gente che si unisca alla sua ciurma!” un soldato Marine stava facendo rapporto al suo superiore: un certo uomo dalla corporatura molto robusta simile a quella dei lottatori di Sumo, una grossa canottiera rossa, una vistosa cicatrice alla guancia sinistra e un enorme ascia in mano.
“Come? Sono riapparsi?... Sapevo che prima o poi questo giorno sarebbe arrivato. Beh a quanto pare mi tocca concludere il lavoro che ho iniziato 2 anni fa, e porterò con me anche i PX5 e PX7. Tu invece ordina agli altri Marines di non intervenire: questa è una faccenda personale!” esclamò il misterioso uomo.
“Agli ordini Capitano Sentomaru!” esclamò il Marine sull’attenti, per poi andarsene mentre il misterioso uomo prendeva in mano l’enorme ascia: era pronto ad affrontare la Ciurma di Cappello di Paglia e a sconfiggerla una volta per tutte.
“A noi due… Monkey D. Luffy!”
L’Arcipelago Sabaody, in quell’Universo, era un isola posta alla fine della prima parte della Rotta Maggiore, ed era qui dove si radunavano tutte le ciurme dirette verso il Nuovo Mondo; era anche composta per lo più da Mangrovie.
Invece la Ciurma di Cappello di Paglia era una gang di pirati, di cui il Capitano era proprio Monkey D. Luffy, che si credeva morta da quasi 2 anni, mentre in realtà… in questo periodo non hanno fatto altro che allenarsi in attesa del loro ricongiungimento… che era ormai prossimo.

“Oh vedo che sei arrivato anche tu Sanji. Ormai ne mancano solamente due all’appello!” a parlare era stato un uomo anziano seduto su una sedia mentre leggeva il giornale.
“Rayleigh che piacere rivederti... Potrei sapere chi deve ancora arrivare sull’isola?” domandò un uomo dai capelli biondi, vestito di nero e con un pizzetto.
“In tutto mancano solamente Robin e Luffy. Zoro, Franky, Chopper, Nami, Brook e Usopp sono già sull’isola e molto probabilmente staranno facendo un gir…”
“SANJI!!! CHE BELLO RIVEDERTI AMICO!” le parole di Rayleigh vennero interrotte da un uomo dal lungo naso che si buttò su Sanji abbracciandolo con le lacrime agli occhi.
“Ehi Usopp, come stai? Vedo che ti sei gonfiato i muscoli eh… NAMI!!!!” mentre parlava Sanji fu attirato dall’arrivo nel bar di una ragazza dai lunghi capelli arancioni (questi personaggi erano riuniti all’interno di un bar chiamato Rip-Off Bar) e, con gli occhi a cuoricino, andò verso di lei cominciando a ruotarle attorno per la felicità.
“Ciao Sanji, è un piacere rivederti dopo tanto tempo!” esclamò Nami, la ragazza appena entrata.
Usopp non aveva preso molto bene il comportamento dell’amico, anche se ormai ci era abituato *E’ incredibile come la sua attenzione sia passata in un secondo da me a Nami, e io che l’ho pure salutato -_-‘!*
“Ihihih vedo che Sanji è uguale identico a due anni fa!” intervenne una donna dai capelli neri chiamata Shakuyaku che stava assistendo a tutta la scena.
“Comunque io e Usopp eravamo venuti per chiedere una cosa a te Rayleigh: sai per caso se oltre a Zoro, Brook e Franky sono arrivati altri membri dell’equipaggio sull’isola… a parte Sanji naturalmente?” chiese Nami all’uomo.
“Certo, è arrivato qui anche Chopper, e credo che ormai Robin e Luffy stiano per arrivare!” rispose l’uomo anziano.
“Bene, suggerisco di andarli a cercare, così non rimarremo con le mani in mano, che ne dite?” chiese la ragazza ai suoi due amici.
“Si sono d’accordo!” rispose Usopp sorridendo.
“Ti seguirò ovunque andrai cara Nami!” rispose invece Sanji con i soliti cuoricini al posto degli occhi.
“-_-‘ Bene allora andiamo!” alle parole di Nami tutti e 3 uscirono dal bar alla ricerca dei loro compagni mentre Rayleigh, Shakuyaku e un uomo pieno di ferite chiamato Duval li osservavano sorridendo: quei ragazzi erano davvero uniti da un profondo legame che non si sarebbe mai spezzato… per nessuna ragione al mondo.

Intanto anche alla Thousand Sunny, la nave della Ciurma di Cappello di Paglia, si incontrarono in quel momento due vecchi amici dopo due anni.
“EHI ROBIIIIIIIN, COME VA?!” a gridare era stato un uomo che sembrava chiaramente un cyborg, infatti aveva le braccia a forma di quadrato e il corpo robusto con attaccate varie parti meccaniche.
“Guarda chi si rivede, ciao Franky!” lo salutò Robin, una donna dai lunghi capelli neri, un giubbotto blu con disegnato su una rosa e una lunga gonna rosa e verde con uno spacco sul lato destro.
“Allora come hai passato questi due anni!” domandò il Cyborg.
“Li ho passati con i Rivoluzionari, e tu?” chiese la donna.
Franky sorridendo rispose “Li ho passati modificando il mio corpo e le mie armi in base agli appunti del Dr. Vegapunk, e questo è il risultato. Ma dimmi: hai già incontrato qualcun altro dell’equipaggio?”
“Per ora no, ma so che Brook sta per fare un concerto qui vicino, andiamo a vederlo?” domandò Robin all’amico.
“Certo perché no? In questo modo sapremo se ha intenzione di continuare i suoi concerti o tornerà con noi. Riguardo la Sunny non preoccuparti: ho installato dei dispositivi di sicurezza per evitare che ce la rubino!” e subito dopo entrambi si incamminarono per raggiungere il luogo dove si sarebbe tenuto il concerto del loro amico e compagno Brook, con lo scopo di domandargli se aveva intenzione di continuare il viaggio con loro o di rimanere una rockstar.

Mentre succedeva tutto questo, anche gli altri membri della Ciurma erano in giro per l’Arcipelago: Chopper, la renna umana, stava correndo verso la casa d’aste per salvare la Finta Robin rapita per essere venduta come schiava, Brook stava tenendo il suo cosiddetto “ultimo concerto”, Zoro si era appena addormentato ai piedi del Grove 1 e Luffy… beh… dopo che aveva steso il Falso Luffy e la sua ciurma… era come sparito nel nulla.

Nell’altro Universo intanto il gruppo era finalmente giunto alla porta che dava a un altro Universo: si trattava di un enorme cancello senza porte in quanto era completamente attaccato a un enorme montagna.
“Signori, eccoci finalmente alla porta che conduce a un altro Universo!” esclamò Luke appena arrivati di fronte alla porta.
“Questa? Ma non c’è neanche un cancello!” esclamò Vegeta che cominciava ad adirarsi in quanto pensava sempre più di essere stato preso in giro.
“Aspettate e osservate!” Luke tese la mano per toccare la parte rocciosa che era avvolta dalla porta, ma, invece di toccarla, la attraverso solamente “Come vedete questo è un passaggio che non ha bisogno di cancelli. Se non l’avete mai visto non mi stupisco: esso compare solamente quando gli Universi sono in collegamento e, soprattutto ce n’è uno per OGNI Universo esistente. In poche parole per giungere in uno degli altri 2 Universi dovrete trovare la corrispondente porta in questo di Universo. E non stupitevi se sappiamo così tante cose su questo argomento: prima di partire alla vostra ricerca noi abbiamo studiato TUTTO ciò che potesse tornarci utile!”
“Urca questa è la porta che conduce a un altro Universo, che meraviglia!” esclamò Goku estasiato.
“Racconto davvero interessante il tuo Luke. Non vedo l’ora di vedere come sarà quest’altro Universo!” esclamò invece Gohan.
“Bene, allora direi di muoverci!” e in poco tempo tutti e 6 varcarono la porta venendo trasportati in un altro Universo.
Tutti e 6 uscirono dalla porta dell’altro Universo, posta alla base di un enorme duna in mezzo a un enorme deserto, e Luke esordì subito dicendo “Signori, benvenuti in un altro Universo!”
“Wow!” dissero in coro C-18, Goku e Gohan guardandosi attorno.
“Beh che c’è da stupirsi? E’ solo uno stupido deserto e nient’altro!” disse Vegeta non rimasto per niente stupito dalla visione, mentre David rimaneva zitto come suo solito.
“Questa è solo una delle tante isole di questo Universo, più precisamente si chiama Alabasta. Ma ora sarà meglio incamminarci immediatamente!” dopo aver detto ciò Luke tirò fuori dalla tasca una specie di GPS e, schiacciando qualche tasto qua e là, affermò “Colui che stiamo cercando si trova molto lontano da qui, e visto che qua il 90% del mondo è composto da acqua dovremo per forza muoverci volando. E non preoccupatevi di me e David: utilizzeremo la nostra aura oscura per volare!”
Goku, Gohan, C-18 e David annuirono semplicemente mentre Vegeta si limito ad un “Tsk!” e così tutti e 6 volarono via in direzione dell’Arcipelago Sabaody, ovviamente dopo che Luke e David ebbero attivato l’aura oscura.

“EHI CHOPPER, SIAMO QUI!”
Mentre camminava con Usopp e Sanji, Nami aveva gridato verso una piccola renna umana che correva a perdifiato diretta al Grove 1; ovviamente lo strano animale si girò immediatamente sentendosi chiamata “Ehi ciao Nami e Usopp… Sanji vedo che sei tornato alla tua vecchia capigliatura, mi fa piacere!”
“Ma di che stai parlando?” domandò Sanji confuso.
“Adesso non è importante, piuttosto Chopper, mi puoi dire perché correvi?” domandò Usopp.
“Robin è stata rapita e portata al Grove 1, verrà venduta come schiava!” gridò Chopper in preda al panico.
“Cosa? La mia Robin è in pericolo? Io gli spezzo il collo a chiunque osi torcerle un capello!” gridò Sanji correndo immediatamente verso la casa d’aste.
“Presto andiamo, prima che succeda il peggio!” alle parole di Nami anche Chopper e Usopp cominciarono a correre verso il Grove 1.
Nel frattempo però qualcuno coperto da un cappuccio li osservò e decise di seguirli per chissà quale motivo.

Nel frattempo i 6 guerrieri stavano sorvolando l’Oceano in direzione dell’Arcipelago Sabaody, quando una nave trainata da due enormi serpenti attirò la loro attenzione.
“Maestro, perché non chiediamo a loro? Se non sbaglio provengono proprio da dove dobbiamo andare e forse sanno dove si trova Luffy in questo momento… e poi il tuo GPS è in grado di localizzare il luogo dove si trovano, ma non la posizione precisa!” disse David rivolgendosi a Luke.
Il giovane annuì e si rivolse agli altri “Dobbiamo atterrare un secondo su quella nave!” i 4 non fecero discussioni e scesero tutti insieme, per poi atterrare sulla nave.
“Scusate l’interruzione, però volevamo sapere se…”
“Ma quelli… sono uomini!”
“Presto tutti in posizione di combattimento!” gli ordini di due donne (una dai capelli lunghi e verdi e una lingua uguale a quella di un serpente, mentre l’altra molto robusta con dei capelli lunghi e arancioni) allertò le altre guerriere che prepararono subito arco e frecce puntati verso di loro: la ciurma di quella nave era composta solamente da donne.
“Tsk scocciatrici. Ci penso io!” Vegeta stava per attaccare quando Goku gli mise una mano davanti.
“Aspetta un secondo Vegeta, magari se ci mostriamo pacifici non serviranno spargimenti di sangue!” poi si rivolse amichevolmente alle donne “Scusate per l’arrivo improvviso, ma volevamo sapere se conoscete un certo Monkey D. Luffy!”
A sentire quel nome uscì immediatamente da una stanza della nave una bellissima donna con lunghi capelli neri, una maglietta scollata rossa e una lunga gonna con spacco sul fianco sinistro rossa “Fermatevi immediatamente Sandersonia e Marigold!”
Le due donne si girarono immediatamente verso la sorella e dissero in coro “Come vuoi Hancock!” e si fecero da parte per far passare la sorella.
“Voi come fate a conoscere il mio amato Luffy?” chiese Hancock avvicinandosi al gruppo.
Luke, Gohan e Goku pensarono nello stesso momento *Il suo amato Luffy?*.
Hancock intanto continuò a parlare “Qualunque sia la vostra risposta non ho alcuna intenzione di dirvi dove si trova in questo momento. Non mi fido di voi uomini… a parte Luffy ovviamente!”
Fu a quel punto che C-18 si fece avanti dicendo “Beh se non ti fidi degli uomini penso che puoi fidarti di me, che sono una donna proprio come te. Ascolta: in questo momento Luffy è uno di quelli che può darci una mano a combattere l’Esercito che punta ad attaccare i 4 Universi!”
“I 4 Universi? State forse parlando della Storia dei 4 Universi?” dal gruppo di donne si fece avanti un anziana donna bassa che si reggeva su un bastone.
“Esattamente, vedo che anche lei la conosce!” esclamò stavolta Gohan.
“Ovvio che la conosco: tanto tempo fa trovai su un isola nei dintorni di Alabasta un antica pietra che parlava della Leggenda dei 4 Universi, ma mai avrei immaginato che fosse vera… deduco quindi che voi provenite da un altro Universo giusto?” continuò l’anziana.
“Proprio così, e ora che lo sapete vedete di muovervi e diteci dove si trova questo Luffy!” intervenne Vegeta che cominciava a perdere la pazienza.
“Ehi vecchia Nyon, chi ti ha detto di intrometterti nel mio discorso?” Hancock non aveva preso bene l’intervento dell’anziana donna.
Nyon però la guardò seria, per niente intimorita dalle parole dell’Imperatrice “Hancock, digli dov’è Luffy!”
“E perché dovrei vecchia megera?”
“Perché… è in gioco il destino non solo del nostro mondo… ma anche quello di tutti gli Universi esistenti!”
Hancock rimase alquanto perplessa dalle parole di Nyon, eppure… nei suoi occhi poteva vedere che stava dicendo la verità… in fondo non c’era ragione di mentire su un simile argomento… e anche quel gruppo di misteriosi guerrieri sembrava essere sincero… “… Luffy… si trova all’Arcipelago Sabaody, molto probabilmente raggiungerà il Grove 16, visto che è lì che si trova il Rip-Off Bar gestito da Shakky e Rayleigh!”
“Vi ringraziamo infinitamente. E promettiamo di difendere tutti gli Universi anche da parte vostra!” dopo queste parole di Luke tutti e 6 ripartirono alla volta di Sabaody volando mentre Hancock, Nyon e le altre guerriere li osservavano da lontane.
“Spero che tu abbia detto il vero Nyon, perché se dovessi venire a conoscenza che Luffy è finito in grave pericolo… giuro su Dio che te la farò pagare!” la minacciò Hancock.
Nyon, che ancora una volta non rimase intimorita dalle parole della Shicibukai, disse “Luffy non è l’unico che è in grave pericolo… lo siamo tutti in questo momento!”

“Dai su, ormai siamo vicini al Grove 1!” esclamò Sanji ancora incavolato mentre correvano per il Grove 2 in direzione della casa d’aste… quand’ecco che comparve davanti a loro qualcuna di nostra conoscenza.
“Robin?!” Chopper, Nami e Usopp rimasero senza parole nel vedere Nico Robin sana e salva, e per di più insieme a Franky e Brook, lo scheletro vivente.
“Yohohohohoh ma guarda chi si rivede, ciao ragazzi!” esclamò Brook felice di rivedere i suoi amici mentre impugnava la sua nuova chitarra.
“ROBIIIIIIIIN, che bello rivederti sana e salva!” Sanji, con gli occhi a cuoricino come suo solito, cominciò a saltellare a destra e a sinistra per la felicità di vedere la sua “adorata” ancora integra e, soprattutto, non venduta.
“Sana e salva?... Ah ho capito, intendente quella rapita e portata alla casa d’aste. Era soltanto la falsa Robin, non preoccupatevi!”
Tutti tirarono un sospiro di sollievo a quelle parole mentre anche Franky li salutava, e nel frattempo qualcun’altro di nostra conoscenza si avvicinava al gruppo sbadigliando come suo solito.
“Zoro?!” esclamò tutta la ciurma eccetto Robin.
Eh si: era proprio lo spadaccino, che nel frattempo aprì l’occhio destro e notò i suoi compagni “Ma guarda un po’. Come va ragazzi?”
“Bene, a quanto pare ci siamo tutti, manca solamente il nostro Capitano Luffy!” affermò Franky mettendosi nella sua classica posa con le braccia unite sopra la testa.
“Già, però molto probabilmente ci aspetterà alla Sunny, che dite… lo raggiungiamo?” chiese Nami ai compagni.
“Yohohohohoh, certamente, così partiremo immediatamente!” rispose Brook.
Sanji sorrise e disse “Concordo con Brook, sarà bello rivederlo dopo tanto tempo!”
“Voi non andrete da nessuna parte!” d’un tratto, con un incredibile balzo, atterrò di fronte alla Ciurma Sentomaru in compagnia di due cyborg identici allo Shicibukai Kuma, meglio conosciuti come PX5 e PX7.
“Oh no, sono gli stessi di 2 anni fa!” esclamò Usopp stringendo i pugni.
Sentomaru, brandendo l’enorme ascia, disse “Immaginavo che tutti voi eravate ancora vivi dopo la nostra battaglia di 2 anni fa, nonostante ciò mi vedo costretto a catturarvi tutti seduta stante, e dopo toccherà al vostro Capitano ovviamente!”
Tutta la Ciurma di Cappello di Paglia si mise in posizione di combattimento immediatamente, mentre Zoro ridendo divertito disse “Finalmente un po’ di azione in queste giornate monotone!” stavano per affrontare proprio coloro che 2 anni fa li costrinse a separarsi per un lungo periodo, ma stavolta sarebbe stato diverso, stavolta… erano molto più forti.

Eventi Principali Modifica

  • Il gruppo giunge nell'Universo di One Piece.
  • Quasi tutta la Ciurma di Cappello di Paglia si riunisce all'Arcipelago Sabaody e si prepara ad affrontare Sentomaru, PX5 e PX7.

Debutti Modifica

Roronoa Zoro

Nami

Sanji

Usopp

Tony Tony Chopper

Nico Robin

Franky

Brook

Silvers Rayleigh

Shakuyaku

Duval

Sentomaru

PX5 e PX7

Boa Hancock

Boa Sandersonia

Boa Marigold

Nyon

Personaggi Apparsi Modifica

Son Goku

Son Gohan

Vegeta

C-18

Luke

David

Roronoa Zoro

Nami

Sanji

Usopp

Tony Tony Chopper

Nico Robin

Franky

Brook

Silvers Rayleigh

Shakuyaku

Duval

Sentomaru

PX5 e PX7

Boa Hancock

Boa Sandersonia

Boa Marigold

Nyon

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale