FANDOM


Capitolo 53
Capitolo 53.JPG
Nome Capitolo 53
Postato il 10 Gennaio 2012
Titolo Colpo di Scena! Il Tradimento di Luke!!


Il Capitolo 53 intitolato Colpo di Scena! Il Tradimento di Luke!! è il Cinquantatresimo Capitolo della prima serie della Fan Fiction.

CapitoloModifica

Nessuno aveva più osato fiatare dopo quella rivelazione di Cell… nessuno sapeva cosa dire, e neanche cosa fare… com’era possibile che il loro amico… fosse il male per eccellenza?!
“M-Ma cosa…” Goku, Naruto, Luffy e Sora non sapevano cos’altro farfugliare… erano senza parole.
“No, è impossibile…” anche Leon, colui che aveva parlato, e Aerith non volevano crederci.
Kairi, Nami e C-18 invece non avevano detto niente… perché erano ancora sbalordite ed incredule.
Ma quello più sconvolto di tutti era naturalmente David, che rispettava in una maniera incredibile il fratello maggiore e maestro… e non poteva pensare che quello che l’Androide aveva detto fosse la verità “No, non è vero… non ci credo…”
“Accettate la realtà, è così…” Crocodile, vedendo che nessuno voleva dar retta alle loro parole, decise di intervenire per confermare quello che il suo compagno aveva rivelato.
“State zitti!” Aqua però si voltò verso di loro imbufalita: anche lei non credeva alle loro parole “Credete di ingannarci con queste stupidate? Siete solo ridicoli!”
Ma, purtroppo per la Resistenza, fu Luke in persona, giratosi verso di loro con alle spalle la Porta del Male, a confermare il tutto con un sorriso diabolico “Qui gli unici ridicoli siete voi: mi avete avuto sotto il naso per tutto il tempo e non ve ne siete nemmeno accorti!”
“Allora è tutto vero…” fece infine Bardak con sguardo severo verso il ragazzo.
“Finalmente l’avete capito…” esclamò sarcasticamente Orochimaru vedendo quanto erano lenti i loro nemici a capire.
Tuttavia erano anche molto sensibili alcuni di loro, e infatti, non appena arrivò al conferma da parte dell’Hitari maggiore, tutti assunsero uno sguardo perso nel vuoto e strabiliato… non era possibile… “L’Incarnazione del Male… sei tu…” disse Sora senza parole per la scoperta incredibile.
“Ma… perché? Non ha senso… ci hai aiutati finora… perché stai facendo tutto questo?” domandò invece Goku, che voleva capire il motivo per cui l’amico stava facendo tutto quello dopo ciò che avevano passato insieme.
A quella richiesta però, Luke si fece improvvisamente serio e, voltatosi di nuovo verso la Porta del Male, disse “Anche se vi spiegassi voi non capireste…”
“Mettici alla prova!” intervenne allora Bardak, che voleva capire cosa diamine stesse tramando quel “traditore” come lo chiamava lui.
Il ragazzo non era molto sicuro di voler spiegare tutto per filo e per segno… ma decise comunque di farlo, almeno li avrebbe messi al corrente di ciò che aveva in mente “Sono 10 anni che sto progettando l’apertura della Porta del Male e la distruzione di tutti gli esseri intelligenti negli Universi... e per farlo ho dovuto raccontare a tutti voi una marea di cavolate sulla Porta affinché ottenessi la vostra fiducia e mi deste una mano ad aprirla…”
“Quindi l’Esercito non era il male… abbiamo sconfitto gli avversari sbagliati!” suppose a quel punto Luffy.
“No: l’Esercito andava comunque eliminato, perché puntava a dominare tutti gli Universi… semplicemente tra i due era il male minore… che si è rivelato un vantaggio per me, visto che ho potuto approfittare di quell’organizzazione per risvegliare 9 dei 10 Cavalieri della Speranza, indispensabili per aprire la Porta del Male…”
“Ora ho capito!” Cell, che stava ascoltando tutto come Crocodile e Orochimaru, intervenne dicendo “Tu a Baltigo mi hai lasciato in vita perché ero un Cavaliere della Speranza e ti servivo!”
“Esattamente!” detto questo, Luke si voltò verso di loro e proseguì il discorso “Dovevo farti vivere affinché tu sbloccassi il tuo Cristallo, non potevo permettere che tu morissi… per questo sono intervenuto nella battaglia tra te, Goku, Luffy, Naruto e Sora… per impedire che ti uccidessero. Ma quella non è stata di certo l’unica “coincidenza”, naturalmente…”
“Di cosa stai parlando?” domandò Naruto.
“… Avanti, non l’avete capito?... Goku, di certo molto forte, ma non come il figlio… Luffy, diventato molto più potente ma non ancora al livello dei “Big” del suo Universo… Naruto, non sapeva neanche controllare la Volpe a Nove Code ai tempi… Sora, lui neanche possedeva il Keyblade allora… non vi siete chiesti perché siete stati selezionati proprio voi 4 per aiutarci contro l’Esercito?...”
A quel punto a Leon cominciò a balenare un terribile dubbio in mente “Aspetta un secondo… non vorrai dirmi… che hai manomesso il supercomputer per far apparire proprio loro 4?!”
“Proprio così: dovevo fare in modo che a essere chiamati fossero loro 4 affinché liberassero i loro Cristalli… ero sicuro che, se loro fossero venuti, Nami e Kairi li avrebbero seguiti a ruota… il dubbio era C-18, ma per fortuna non si è rivelato un problema… mentre David beh… lui era già con noi, e tra l’altro ai tempi neanche sapevo che era mio fratello, ammetto di essermi stupito non poco quando Xehanort me l’ha det…”
“STAI ZITTO!!!” l’Hitari minore non ce la faceva più a sentirlo parlare in continuazione… era adirato e furioso, si sentiva tradito dalla persona che stimava di più al mondo… e voleva solo fargliela pagare!
Attivando velocemente l’aura oscura, David tirò fuori la sua spada e si scagliò contro il fratello con una ferocia inaudita “Fermati!” gli altri cercarono di bloccarlo… ma inutilmente.
Luke rimase fermo immobile sorridente: non si era mosso nonostante il pericolo che stesse correndo… almeno all’inizio, visto che appena fu abbastanza vicino attivò l’aura oscura, tirò fuori la sua spada e con un fendente tagliò la lama del ragazzo in 2 disarmandolo.
“Cosa?!” l’Hitari minore non ebbe nemmeno il tempo di capire cosa era accaduto che il fratello, con un calcio in faccia, lo spedì via dritto dove c’erano gli altri suoi compagni.
“Per adesso non ho intenzione di combattere… quindi rimani fermo e stai ad ascoltare!” lo avvertì Luke rimettendo a posto la sua spada.
Ma David, alzando la schiena da terra, guardo il fratello con occhi carichi di odio e disse “Non è finita…” per poi attirare a sé tramite l’aura oscura il suo Cristallo, che si avviò velocemente verso di lui dopo essersi staccato dalla fessura.
Ma… prima ancora che potesse prenderlo in mano… “Non credo proprio!” l’Hitari maggiore si tolse il guanto rivelando la mano tecnologica di Xehanort e la attivò producendo un rumore assordante “Per un ora non potrete usare i poteri dei vostri Cavalieri della Speranza… quindi non avete scelta che starmi ad ascoltare!”
“E quello da dove salta fuori?” domandò Crocodile alzando un sopracciglio: non l’aveva mai visto, ma sapeva per certo che era lo strumento che il Signore Oscuro aveva richiesto ai suoi scienziati.
Luke rispose “L’ho trovato che galleggiava vicino al rialzo di roccia mentre voi applaudivate Sora… sapevo che mi sarebbe stato utile in questo istante, per questo l’ho raccolto… e ora che l’ho usato…” subito se lo tolse dalla mano sinistra e lo distrusse stringendo la presa con la mano destra “… Non mi è più utile!”
David a quel punto cercò di trattenere la sua rabbia: il pensiero che non poteva fare niente di fronte a colui che considerava ormai un traditore lo lacerava nel corpo “SEI SOLO UN BASTARDO!!!”
“Bada a come parli… anzi, visto che sei in possesso di una mia proprietà, me la riprendo subito!” e, allungando la mano destra, Luke attirò a sé l’aura oscura del ragazzo, che si staccò dal suo corpo ed entrò in quella dell’Hitari maggiore, facendo crescere ancora di più la sua.
“Ma che… gli ha assorbito l’aura oscura!” fece notare Nami, che era senza parole per quello che aveva visto.
“In fondo gliel’avevo passata 4 anni fa… mi sembrava giusto riprendermela ora che ha raggiunto il suo obiettivo uccidendo Teach…” dopo aver detto questo, il giovane vide il fratello minore guardarlo con un misto tra lo sconvolto e l’adirato per quello che era successo “Suvvia non guardarmi così… se vuoi ti regalo la mia spada, in fondo non mi serve più, anche se mi permette di viaggiare in qualunque Universo finché saranno collegati…” e, disattivando l’aura oscura, si tolse l’arma e la lanciò al ragazzo, che la prese immediatamente al volo.
David non disse niente… ma rimase a fissare la lama che il suo ex maestro gli aveva regalato… aveva lo sguardo perso nel vuoto… in quanto non sapeva cosa fare, se tenerla oppure mandarlo a quel paese…
Il silenzio creato venne interrotto da C-18, che aveva una cosa da far notare “Aspetta un secondo… tu hai detto quella è una tua proprietà… che diamine significa? E non credo che sia per il fatto che gliel’hai donata tu 4 anni fa!”
Luke, sorridendo, rispose dicendo “Molto perspicace… in effetti l’aura oscura è sempre stata mia da 10 anni a questa parte, Xehanort me l’aveva solo rubata!”
“COME?!” tutti rimasero a bocca aperta da quella nuova rivelazione… tranne David, che continuava ad osservare la spada nera del fratello con sguardo perso nel vuoto…
“L’aura oscura non è altro che la forza del Signore del Male… o almeno quello che è rimasto dopo il suo intrappolamento. L’ho ottenuta sbloccando la Statua del Male 10 anni fa, ma poi, 9 anni fa, Xehanort me ne ha rubata una parte tramite la Macchina Assorbi Energia e l’ha spacciata per sua dicendo anche che era stato lui ad insegnarmela con la forza… io ho preferito farglielo credere per vedere come si sarebbe evoluto il tutto… e devo ammettere che quell’idiota mi ha insegnato dei trucchetti interessanti per sfruttare il mio potere; poi, dopo la sua morte per mano di Sora, mi sono ripreso ciò che mi aveva rubato!”
“Aspetta, c’è una cosa che non capisco…” Aerith era ancora sconvolta per le scoperte dell’ultimo momento, ma visto che stava spiegando tutto, gli sembrava giusto conoscere tutta la storia “Se tu sei l’Incarnazione del Male… come fai anche ad avere uno dei Cristalli? Non ha senso…”
“Intendi questo?” alla domanda della Gainsborough, Luke tolse l’oggetto di Lukade dalla fessura in cui era stato inserito… per poi sbatterlo violentemente contro la Porta del Male, spaccandolo in mille pezzettini “Era solo dello stupido vetro costruito il giorno in cui ero “sparito”!”
Altra rivelazione che lasciò a bocca aperta quasi tutti… ma non fu l’unica cosa, visto che, dai cocci di vetro del finto Cristallo, fuoriuscì l’aura oscura che vi era all’interno e tornò nel corpo di Luke “Quindi… l’hai costruito adoperando il tuo potere…” ipotizzò Kairi che era ancora sconvolta per le scoperte.
“Esatto. Purtroppo, in quanto Incarnazione del Male, avevo la possibilità di creare un unico Cristallo falso con le stesse funzioni di quelli veri, per questo ho fatto di tutto affinché voi sbloccaste le Statue dei Cavalieri quasi simultaneamente… e, per raggiungere questo scopo, non ho manipolato solamente il supercomputer…”
“Ma piantala di dire cavolate, cos’altro avresti potuto alterare oltre al pc?!” fece Orochimaru, che non credeva all’ultima frase detta dal ragazzo.
Però… Aerith capì a cosa si riferiva il giovane e, messe le mani davanti alla bocca, sussurrò “Le Statue dei Cavalieri…”
Luke, capendola, continuò dicendo “Brava, hai capito subito. Per permettervi di sbloccarle, ho alterato le posizioni di quelle sculture, in modo che fosse la sua stessa reincarnazione a trovarlo… lo ammetto che quelle di Sorate e Naruteo non le ho spostate… ma le altre si!”
“E’ impossibile!” intervenne però Nami, che aveva da ridire “Io ho trovato il mio Cristallo insieme ad Aerith quando tutti voi eravate a letto: non potevi prevedere che mi sarei svegliata così presto quel giorno!”
“E’ vero, infatti è stato un colpo di fortuna che io mi sia ritrovato in camera da solo quella sera e che mi sia svegliato in tempo per vedere te e la tua amica uscire e dirigervi a fare una passeggiata… dopo non è stato difficile precedervi, fare il cambio con quella di Luffycle e creare il campo di fiori per attirare la vostra attenzione!”
C-18, alzando un sopracciglio, disse “Quindi sei stato tu anche in quello…”
“Dovevo pur attirare la vostra attenzione in qualche modo… e quale maniera migliore se non far crescere delle piante tramite l’aura oscura in un deserto nero? Senza contare che è grazie alle parti mancanti della Leggenda che ho scoperto la vera identità delle reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza.... Beh, riassunto velocemente è stato questo il mio piano: aiutarvi nella sconfitta dell’Esercito facendovi raccogliere i Cristalli e poi usarvi per aprire la Porta del Male e portare a termine i miei progetti…”
Al termine della spiegazione… calò un silenzio tombale indescrivibile… i membri della Resistenza e dell’ex Team Tempesta avevano la testa abbassata e non avevano il coraggio di parlare… avevano appena scoperto che un loro compagno non solo era un essere malvagio… ma li aveva anche usati per tutto il tempo, e di conseguenza non li reputava per niente suoi amici…
Infatti Leon, che era quello che si sentiva più tradito di tutti insieme a David, fece sempre con lo sguardo verso il basso “… E così… tutto quello che ci hai detto erano menzogne… non ci consideri sul serio tuoi amici… erano tutte cavolate…”
“… Ti sbagli… io vi considero ancora miei amici nonostante tutto… semplicemente, per riportare l’ordine in tutti gli Universi, tutti gli esseri intelligenti devono essere eliminati ad ogni costo…”
“Piantala di mentire!” esclamò all’improvviso Sora in una botta di rabbia facendo sobbalzare quasi tutti “Se è vero ciò che hai detto, allora perché vorresti far fuori tutti, noi compresi?”
“… Perché è l’unico modo che ho per eliminare l’oscurità per sempre…”
“Si come no. Credi sul serio che basti distruggere tutti gli esseri intelligenti per debellarla? Povero illuso…” Cell era convinto che finché sarebbe esistita luce, sarebbe esistita sempre l’oscurità, qualunque cosa si facesse.
“Davvero tu credi di volerne sapere di più del Signore del Male in persona?”
“Non ti stai sopravvalutando a ritenerti un essere del genere?”
“… Guarda che non stavo mica parlando di me, ma della creatura che attualmente vive dentro di me!”
“COSA?!” altra rivelazione da lasciare a bocca aperta… finora tutti erano sempre stati convinti che l’Incarnazione del Male fosse anche quel mostro… cosa voleva dire che viveva al suo interno?
Anche David strabuzzò gli occhi, quindi la quarta aura oscura percepita alla Fortezza Oscura… era di quel demonio!
“Non mi stupiscono le vostre facce, lasciate che spieghi: milioni di anni fa, quando i Cavalieri della Speranza lo sigillarono all’interno della Porta, il Signore del Male riuscì con un briciolo di forza a separare il suo spirito e parte della sua forza dal suo corpo e a trasferirle all’interno della cosiddetta Statua del Male. Quando io l’ho sbloccata 10 anni fa, la sua forza e la sua anima sono entrate in me, di conseguenza ora lui è come un parassita che vive cibandosi del mio potere… e quando la Porta del Male sarà aperta, lui riacquisterà il suo corpo tramite me… tornando quello di un tempo!”
“MA SEI PAZZO!!!” gridò Luffy dopo aver sentito la sua spiegazione “Stai aiutando un pazzo a sterminare tutta l’umanità! Ma non capisci che così recherai danno a tutti gli Universi niente escluso? Non pensi a Chiara, a David, a tua madre, a tuo padre, a…”
“NON OSARE NOMINARE MIO PADRE!!!” quella reazione improvvisa spaventò quasi il pirata “Io lo odio, lo odio con tutto me stesso… ha cercato di uccidermi quando ha scoperto che ero l’Incarnazione del Male! Quale padre ammazzerebbe il proprio figlio?”
David, a quelle parole, si riprese dal semi coma in cui era caduto e, guardando il fratello con sguardo allibito, disse “P-Papà… ha cercato… di eliminarti?...”
“Ora capite perché voglio eliminare tutti gli esseri intelligenti? Sono solo degli sporchi esseri oscuri, pronti a farsi del male per motivi futili… quale Universo può vivere in pace finché le specie con un cervello subdolo vivranno nel loro stesso mondo? Io voglio mettere fine a tutto questo… per questo ucciderò tutti senza esclusione e senza badare alle amicizie… per far tornare i pianeti a quelli che erano milioni di anni fa… e niente e nessuno potrà fermarmi!”
“Sisi come vuoi, piuttosto avrei una domanda… tu per caso sai chi è l’ultima reincarnazione dei Cavalieri della Speranza?” domandò però Crocodile, che era curioso di conoscere quel particolare.
“Certamente: l’ho scoperto grazie alle parti mancanti della Leggenda… ma non lo dirò di certo a voi… però, se volete un indizio… è una femmina, ma non è né Aerith né Aqua. Credo che rimarrete piacevolmente sorpresi quando scoprirete chi è!”
“Si beh, come vuoi!” Bardak, stanco dei discorsi, si mise in posizione da combattimento e disse “Non mi interessano tutte le tue chiacchiere… tu sei un traditore, e io non li sopporto proprio i tipi come te e Freezer!”
“No aspetta papà, non è necessario combatterlo…” Goku cercò di bloccarlo, ma non era l’unico: anche gli altri combattenti per la libertà (a parte David che era ancora fermo immobile a fissare il fratello) non volevano battersi… era vero che Luke aveva tradito la loro fiducia… ma loro lo consideravano ancora un amico… e speravano di farlo ragionare con le parole… o almeno volevano provarci…
L’Hitari maggiore però pensò subito che si comportavano così perché non credevano che li avrebbe mai attaccati, e così, con uno sguardo quasi freddo, esclamò “Voi credete che, in nome della nostra amicizia, non vi attaccherò? Quanto vi sbagliate… anche se vi considero le persone migliori del mondo, anche voi dovete essere eliminati per debellare l’oscurità per sempre… e ora vi darò una dimostrazione che non sto scherzando…”
In un mezzo secondo, Luke sparì dalla vista di tutti: era stato talmente veloce che nessuno era riuscito a vedere il suo movimento “E ora dov’è finito?” domandò infatti Cell guardandosi intorno come gli altri.
Con una velocità sorprendente, il giovane comparì nel cielo e, scendendo in picchiata con la spada rivolta verso il basso, trapassò al cuore Aerith, la persona che si trovava sotto di lui, senza esitazione e senza pietà.
“Ma cosa…” tutti, avvertendo un rumore vicino alla Gainsborough, si voltarono verso di lei e…
“AERITH!!!!!!!!” gridarono in coro Leon, Nami, Kairi, C-18 e Aqua vedendo l’amica trapassata dalla lama al cuore.
“Non è possibile…” gli altri come Sora non potevano credere che l’avesse fatto sul serio.
“L’ha colpita… senza esitazione…” esclamò Naruto completamente scioccato dalla cosa.
Luke, tenendo la spada conficcata nella ragazza, si rivolse agli altri dicendo freddamente “Ve lo dicevo che non stavo scherzando…”
Invece Aerith, col sangue che usciva dalla ferita e dalla bocca, non si era nemmeno accorta di quello che stava accadendo… almeno finché la lama non venne impiantata nel suo cuore, lì la ragazza aveva ormai capito che era finita per lei, uccisa da quello che fino a qualche minuto fa considerava un grande amico… ma prima di morire sorrise comunque, in quanto c’era un lato positivo in tutto quello *Cloud… sto per raggiungerti…* pensate le sue ultime parole, chiuse le palpebre e quello che rimaneva nel suo petto smise di battere, segnando la morte della ragazza.
“Oh no, è morta…” Nami si mise le mani davanti alla bocca per evitare urli inutili… aveva imparato a conoscere la compagna in quelle due settimane… e non poteva credere che fosse deceduta davanti a i suoi occhi senza che potesse fare qualcosa per salvarla…
“Lurido bastardo…” Luffy strinse i pugni dalla rabbia… perché ormai aveva capito che il tempo delle chiacchiere era finito: Luke li aveva traditi… e per cui ormai era un loro nemico!
“Di cosa vi stupite? Vi avevo avvertito che non mentivo…” fece l’Hitari maggiore togliendo la spada dal corpo della Gainsborough, che a quel punto cadde a terra senza più vita.
Ma, come ebbe mollato la presa, Bardak si lanciò immediatamente contro di lui caricando l’Heat Phalanx, ossia un potente pugno caricato di Ki “I traditori li ho sempre odiati!!”
“No papà, fermo!!!” Goku cercò di bloccarlo a parole, ma fu tutto inutile.
Appena il Sayan fu abbastanza vicino, tentò di colpire il ragazzo, ma lui riuscì a schivare il colpo con un balzo all’indietro e poi, passando l’indice di fronte a sé, creò una linea di oscurità di fronte a sé… anche se non si capiva bene il motivo per cui l’aveva fatto.
“E ora cos’è quella pagliacciata?” domandò Bardak, che stava perdendo la pazienza.
Ma Luke, senza rispondere al suo quesito, si limitò a dire con una freddezza incredibile “Dark Thorns!” a quel grido, la linea di fronte a sé si scompose in tante spine oscure che si diressero velocemente contro l’uomo (l’attacco era molto simile a quello usato da Janemba in passato), perforandogli tutte insieme il cuore.
“PAPA’!!!!!” gridò Goku vedendo il padre colpito mortalmente al petto.
Bardak, trapassato al cuore, si toccò il petto sulla parte colpita e cadde in ginocchio “N-Non è possibile… u-ucciso di nuovo… d-da un t-tradito…” non terminò neanche la frase: quello che rimase del suo organo smise di battere e il suo corpo defunto cadde a terra…
Non era possibile… in poco tempo… il ragazzo aveva ucciso 2 dei suoi ex compagni di gruppo! “Adesso basta! Stai esagerando, Luke!!” gridò infatti C-18 in preda alla collera come quasi tutti lì… se prima erano spaventati e preoccupati dalle rivelazioni… ora stavano perdendo la pazienza!
“Ormai l’abbiamo capito che non sei più nostro alleato, non serve continuare ad ucciderci!” gli disse infatti Leon cercando inutilmente di farlo ragionare.
Ma il bruno non sembrava intenzionato a farlo “E perché dovrei smettere se il mio obiettivo è quello di distruggervi?”
“Non ci riuscirai mai! Io te lo impedirò!!” Aqua, stufa di tutte quelle vittime innocenti, decise di intervenire personalmente e, brandendo la sua arma, si lanciò contro il ragazzo con tutta la rabbia che aveva in corpo… e la furia che provava in quell’istante era generata soprattutto da una cosa “Per colpa tua, Ansem si è dato colpe che non aveva, in quanto sei stato indirettamente tu a spingere Xehanort a creare l’Esercito… QUESTA LA PAGHERAI MOLTO CARA!!!!”
“No Maestra, non lo faccia!” a niente valsero i tentativi di Kairi di fermarla…
Luke però, questa volta, non si mosse da dove si trovava e, sorridendo malignamente, schioccò le dita della mano destra… e all’improvviso la Maestra del Keyblade fermò la sua avanzata abbassando lo sguardo.
“Maestra… ma perché si è fermata?” l’allieva non capiva perché si era bloccata così all’improvviso.
Ma Cell, Crocodile e Orochimaru invece sembravano averlo intuito “Temo di sapere cosa è successo…” disse infatti l’Androide.
E i suoi sospetti si rivelarono del tutto fondati, visto che Aqua venne avvolta all’improvviso da una misteriosa aura nera e, alzando la faccia, mostrò i suoi occhi completamente pervasi dall’oscurità “Comanda ed eseguirò, mio signore!”
“Cosa… ma che diamine stai dicendo?!” esclamò Nami non capendo cosa era accaduto alla compagna mentre Kairi aveva lo sguardo sbalordito e scioccato rivolto verso la sua maestra… cosa le era successo? Perché si comportava così?
“Non può sentirvi, le sto controllando la mente!” intervenne allora Luke spiegando che cosa aveva fatto “Sono stato io a liberare Ansem e lei dal Regno dell’Oscurità, certo ho dovuto nascondere il volto col cappuccio per evitare che mi scoprissero, ma ne è valsa la pena… visto che, in cambio della libertà, mi sono fatto promettere i loro servigi nel momento del bisogno: erano talmente disperati che erano disposti a tutto pur di uscire… e se non ci credete ecco qua il contratto nero su bianco!” ad un altro schiocco di dita, il giovane fece comparire nella sua mano destra il pezzo di carta che testimoniava quello che aveva detto, firmato da Ansem, Aqua e… Topolino?! “Oh non stupitevi se troverete la firma del Re: anche lui era stato confinato lì dopo aver perso contro Xaldin e Xigbar circa 3 anni fa, e ho fatto con lui la stessa cosa fatta in precedenza con gli altri due. Mi spiace solo che lui e Ansem sono morti: mi sarebbero stati utili in questo momento!” detto questo, il giovane fece sparire il cosiddetto “contratto”.
“Maledetto…” Luffy, Naruto e Sora, come quasi tutti lì, stavano cominciando a perdere la pazienza… non bastava l’aver ucciso due dei loro compagni in poco tempo… ora si metteva anche a controllare le loro menti?!
“ADESSO BASTA LUKE!” Goku era uno di quello che ormai non ne poteva più “HAI GIA’ FATTO ABBASTANZA DANNI, NON PEGGIORARE LE COSE… SE NON VUOI CHE TI SPACCO IL CULO SEDUTA STANTE!!” non aveva gradito per niente l’uccisione del padre.
“Purtroppo devo concordare con lui… ci hai attaccato e hai fatto fuori i nostri compagni… da adesso non sarai più nostro amico… e faremo di tutto per fermare il tuo stupido piano!” intervenne a quel punto Leon ottenendo l’approvazione di tutti: l’Hitari maggiore doveva pagarla per quello che aveva fatto!
Cell, Crocodile e Orochimaru, vedendo che si erano decisi, sorrisero: finalmente quei due gruppi di idioti avrebbero attaccato il bruno… e loro sarebbero rimasti in disparte a gustarsi lo spettacolo.
Ma Luke non sembrava della stessa idea… anzi, si poteva dire che non voleva combattere “Forse non ci siamo capiti: come ho detto prima, non ho intenzione di battermi con voi… almeno per il momento. Ho ucciso Aerith solo per dimostrarvi che non scherzavo, gli altri mi hanno attaccato e io ho reagito di conseguenza. Adesso, invece di perdere ulteriore tempo, direi di mettere fine a questa fase… aprendo la Porta del Male completamente!”
“Non credere che te lo permetterem…”
“Come dici scusa?!” C-18 non terminò neanche la frase che l’Hitari maggiore, insieme ad Aqua che aveva la mente controllata da lui, era arrivato di fronte all’enorme portone in un battibaleno grazie al Teletrasporto.
“Oh no, il Signore del Male gli ha donato anche quel potere…” fece Goku stringendo i pugni e riconoscendo la tecnica che aveva usato.
“Tutto quello che farete è inutile… e ora, se avete smesso di attaccarmi, mi accingo ad aprire la Porta del Male… rimanete in disparte e assistete allo spettacolo!” detto questo, Luke si volto verso il portone e si inginocchiò a terra, pronto a dire la formula che avrebbe definitivamente aperto i cancelli e fatto tornare i mali per eccellenza in tutti gli Universi…
“Fermati Luke, non sai quello che stai facendo. Condannerai tutti… anche te stesso!” gli gridò contro Nami nell’ultimo e disperato tentativo di fermarlo.
Anche Cell, Crocodile e Orochimaru avrebbero voluto tanto provare a bloccarlo… ma sapevano bene che qualsiasi tentativo sarebbe stato vano “E’ inutile anche provarci: non solo è più forte di noi… ma, nel caso passassimo al dialogo, sarebbero parole al vento!” fece infatti l’ex Shicibukai.
L’Androide, stringendo i pugni, dovette ammettere che aveva ragione “Purtroppo è così…” non riusciva a credere che tutto il piano che aveva elaborato era andato a quel paese… sperava che gli scocciatori lo sistemassero prima… e invece hanno preferito il dialogo ai fatti, e quelle erano le conseguenze…
E così, senza che nessuno potesse fare qualcosa per fermarlo, l’Hitari maggiore recitò le parole che avrebbero completato l’apertura e che avrebbero portato alla distruzione degli Universi “Oh potente Creature dell’Oscurità, è l’Incarnazione del Male che vi sta chiamando, comparite in sfere di luci oscure e tornate nel nostro Universo per distruggere qualsiasi forma di vita. Comparite in questo antico mondo, il vostro nome io sto chiamando. Tornate qui, immense Creature dell’Oscurità, e completato l’opera iniziata milioni di anni fa!!!” queste ultime parole le disse alzandosi in piedi.
Al termine delle parole pronunciate dal ragazzo, i Cristalli conficcati nelle fessure si illuminarono di una strana luce gialla e, subito dopo, si staccarono dalla Porta del Male per raggiungere i rispettivi possessori, che li presero al volo.
“I nostri Cristalli… sono tornati!” fece Kairi osservando l’oggetto in mano.
Ma Leon aveva capito che la cosa significava solo una cosa “Ciò vuol dire… che la Porta del Male è aperta in maniera definitiva!”
E infatti, in quel preciso istante, i cancelli del portone si aprirono in modo violento… al suo interno non vi era niente, a parte una nebbia oscura avvolta da fulmini completamente neri… ma non era quello dentro che doveva spaventare… ma ciò che stava per uscire da lì!
Delle immense sfere oscure uscirono dalla Porta del Male e, dopo essere salite al cielo, scesero giù verso il terreno conficcandosi sotto terra… il loro numero non era definito, in quanto erano talmente tante che sarebbero state vicine al milione senza esagerare.
Subito dopo le sfere, uscì dai cancelli una strana aura oscura che senza esitare un secondo, penetrò nel corpo di Luke, aumentando notevolmente la sua potenza.
Al termine del processo, il ragazzo si voltò verso tutti e, inondando il suo braccio sinistro dell’aura oscura, annunciò “Le Creature dell’Oscurità sono tornate… e il Signore del Male ha riottenuto il suo vero potere… direi che qui ho finito!” poi, puntando il braccio carico alla sua sinistra, utilizzò l’oscurità accumulata per creare un varco oscuro “Il momento dello scontro finale è vicino, ma non adesso, ho altro da fare attualmente. A presto… Nuovi Cavalieri della Speranza!” dopo queste parole, il giovane entrò all’interno del tunnel che aveva creato, seguito a ruota da Aqua, sparendo dalla loro vista.
“Tu non andrai da nessuna parte!” Cell volò velocemente verso di lui per tentare di fermare la sua fuga… ma quando raggiunse l’obiettivo, il varco oscuro era già sparito “Maledizione!”
“E’ fuggito…” fece Sora stringendo i pugni.
“Ci è scappato… non dovevamo lasciarlo andare via così!” esclamò invece Naruto abbassando lo sguardo, conscio che tutti loro avevano lasciato in libertà un pazzo, o almeno lui lo definiva così perché li voleva uccidere nonostante li considerasse ancora suoi amici.
“Ehm non è di lui che dovremmo preoccuparci…” esclamò all’improvviso C-18 indicando dietro di loro spaventata.
Per capire il motivo per cui la Cyborg sembrava terrorizzata, tutti si voltarono dalla parte opposta alla Porta del Male… e lì videro delle braccia oscure sfondare il terreno sottostante e fuoriuscire da sottoterra.
“Oh mio Dio, e quelle braccia cosa sono?” domandò Kairi anche lei terrorizzata.
Orochimaru sembrò capire subito cosa fossero “Non saranno…”
E purtroppo i suoi dubbi si rivelarono veri: dandosi una spinta sul terreno grazie al braccio che era già fuori, degli esseri orribili uscirono da sottoterra ringhiando assetati di sangue e di carne… Sora e Naruto li riconobbero subito, perché li avevano già visti nella loro visione “Le Creature dell’Oscurità!” eh si: erano proprio gli sgherri del Signore del Male, liberati dopo milioni di anni di prigionia e pronti ad ottenere la loro vendetta su tutti gli Universi.
“Oh no, quegli esseri… sono le creature descritte dalla Leggenda!” fece Leon spaventato: non aveva mai visto prima di allora delle creature tanto orribili.
“E ora cosa facciamo? Non possiamo nemmeno usare i nostri Cristalli…” domandò invece Nami senza sapere come reagire, mentre David non si era schiodato da dov’era: era ancora a terra ad osservare la spada “regalatagli” da Luke… non si era ancora ripreso dal tradimento del fratello…
Mentre le terribili Creature dell’Oscurità uscirono completamente da terra ringhiando assatanate, Goku vide una sola soluzione “Non abbiamo scelta… dobbiamo andarcene. Attaccatevi a me, così ci teletrasporteremo tutti via!” non ci fu bisogno di ripeterlo due volte: in un battibaleno tutti i membri della Resistenza si diedero la mano per attaccarsi al Sayan, affinché potesse portare tutti via di lì.
I mostri intanto, che erano milioni e non si potevano contare, avanzavano minacciose verso di loro… si vedeva lontano un miglio che li volevano sbranare con le loro fauci… ma per fortuna il Son riuscì ad utilizzare il Teletrasporto in tempo, portando i combattenti per la libertà lontani da quel luogo oscuro e pericoloso.
Mentre le Creature dell’Oscurità si guardavano intorno per vedere che fine avessero fatto coloro che erano i loro obiettivi, Cell, Crocodile e Orochimaru, gli unici rimasti lì, li guardavano leggermente preoccupati.
“Ci hanno piantato qui… ma non c’è da stupirsene!” fece l’uomo di sabbia osservando i mostri di fronte a sé.
Oltre a loro 3, anche i cadaveri di Aerith e Bardak erano ancora lì di fronte alla Porta del Male… facciamo l’ex Porta del Male, visto che, liberati tutti i suoi prigionieri, era evaporata in particelle di luce in quanto non serviva più…

Goku riuscì a portare tutti lontano da quel luogo, più precisamente a metà del percorso che avevano intrapreso per giungere fino all’enorme portone che aveva dato praticamente inizio alla fine degli Universi.
“Qua dovremmo essere al sicuro…” esclamò il Sayan guardandosi intorno per controllare che fosse tutto a posto.
Ma… “E a che serve salvarci!!” David, ripresosi dal “coma” in cui era caduto, si era messo in ginocchio e aveva battuto violentemente i pugni al suolo dalla disperazione “Luke ci ha traditi e ha aperto la Porta del Male, ormai è finita… siamo tutti morti, non abbiamo speranza…” delle lacrime cominciarono anche a bagnargli il viso: quello che era successo negli ultimi minuti l’aveva sconvolto tantissimo, perché aveva visto la persona che più stimava al mondo tradire non solo lui, ma anche il resto degli Universi.
Ovviamente nessuno ebbe da ridire niente… perché anche loro si sentivano ingannati “Mi dispiace, so come ti senti…” fece infatti Leon abbassando la testa.
“Come ha potuto dopo tutto quello che abbiamo fatto insieme…” esclamò invece Sora chiudendo gli occhi e stringendo i denti dalla rabbia.
Luffy, abbassandosi il cappello di paglia affinché gli coprisse gli occhi, disse “Ci ha preso in giro tutto il tempo… ci ha usati per distruggere l’Esercito perché non era in grado di farlo da solo…” dopo queste parole, anche lui strinse violentemente i denti.
“E’ incredibile… tutto ciò che è avvenuto… persino il nostro incontro… era stato astutamente architettato da lui…” fece anche notare Naruto con lo sguardo abbassato.
Gli altri, ossia Goku, Nami, Kairi e C-18, non sapevano cosa dire e si limitavano a tenere lo sguardo abbassato… quello era un momento buio non solo per la Resistenza, ma anche per gli Universi interi: uno dei loro amici si era rivelato essere l’Incarnazione del Male, e per di più aveva aperto la Porta del Male facendo tornare le Creature dell’Oscurità e ridonando al Signore del Male che viveva dentro di lui tutto il suo potere, condannando alla distruzione tutti…
Mentre l’Hitari minore piangeva a dirotto, il silenzio era calato tra i combattenti per la libertà… nessuno aveva proposto di tornare al Quartier Generale, in quanto nessuno lì sapeva come dire a tutti gli altri che Luke era un traditore… soprattutto a Chiara: lei aveva da poco riottenuto al fiducia verso i maschi… se avesse saputo la verità sul suo fidanzato… gli si sarebbe spezzato il cuore e avrebbe odiato gli uomini per sempre.
Tuttavia la “pace” creatasi in quei minuti venne interrotta quando i cadaveri di Aerith e Bardak vennero letteralmente lanciati di fronte a loro. Naturalmente questo fece sobbalzare tutti, tanto che C-18 fece “Ma cosa…”
“Vi siete dimenticati i corpi dei vostri amici, idioti!” Cell (colui che aveva parlato), Crocodile e Orochimaru erano lì di fronte a loro che li scrutavano con sguardo severo… cosa erano venuti a fare da loro?
“E ora cosa volete da noi? Non avete già causato abbastanza danni?” esclamò infatti Nami, abbastanza scocciata per la loro presenza.
“E’ così che ci dite grazie? Ci avete mollato là senza troppi complimenti, dovreste venerarci per essere fuggiti da quelle bestie portandoci dietro anche i cadaveri dei vostri compagni!” intervenne a quel punto Crocodile che, nonostante il tono abbastanza alterato, era molto calmo.
“… E perché avreste voluto riportarceli? Fino a prova contraria noi siamo nemici…” disse a quel punto Goku, che stava guardando i 3 con molta riluttanza a causa del loro comportamento.
Fu Cell a parlare a nome di tutti i suoi compagni “… Questo perché il nemico del mio nemico è mio amico!”
“Aspetta… hai per caso detto… amico?!” Kairi era rimasta sorpresa dalla parola usata dall’ex Generale, e non era neanche l’unica visto che anche gli altri erano rimasti sbalorditi.
Nel frattempo l’Androide, vedendo le facce allibite dei membri della Resistenza, proseguì dicendo “Avete sentito bene, non siete impazziti. Dopo aver scoperto la verità su Luke tramite le telecamere della Fortezza Oscura, abbiamo tentato di farvi combattere contro di lui affinché lo uccideste prima che aprisse la Porta del Male… ma così non è stato, e ora tutti, nessuno escluso, rischiamo la vita… ed è per questo… che l’unica soluzione per uscire da questa situazione vivi… è di mettere da parte le nostre divergenze e formare un alleanza!”
“Eh?!” naturalmente la nuova proposta lasciò tutti ancora più scioccati di quanto non lo fossero prima.
“Noi… alleati… con voi?!” esclamò Sora quasi balbettando.
“Scordatelo, io non ti voglio in squadra con me, lurida lucertola!” intervenne però C-18, che non si era dimenticata quello che Cell gli aveva fatto in passato.
“… Però… bisogna ammettere che averli come alleati in una situazione come questa gioverebbe, e non poco!” esclamò però Goku riflettendoci un po’ su.
E non fu neanche l’unico ad approvare quell’idea “In effetti non hai tutti i torti…” esclamò infatti la navigatrice pensierosa.
“Però, prima di prendere una qualsiasi decisione, voglio mettere in chiaro una cosa…” fece all’improvviso l’Androide avvicinandosi a loro insieme a Crocodile e Orochimaru “Signori… noi vi odiamo… tutti voi…” arrivati di fronte alla Resistenza, i 3 si fermarono e l’ex Generale proseguì “… Ma gli Universi sono in pericolo, e per questo collaboreremo per sopravvivere… sempre che voi siate d’accordo, naturalmente!”
“L’idea di combattere al vostro fianco mi disgusta… ma se non c’è altra soluzione, chiuderemo un occhio per questa volta!” intervenne a quel punto Orochimaru confermando le parole dell’Androide. E anche l’ex Shicibukai mise in chiaro quel particolare “Concordo con il mio “compagno”… per questa volta collaboreremo… ma appena le Creature dell’Oscurità e Luke saranno sconfitti, torneremo nemici come prima!”
… Silenzio… nessuna risposta dalla parte dei combattenti per la libertà… e questo perché nessuno sapeva cosa fare: averli come alleati avrebbe giovato a tutti loro… ma se fosse tutto uno stratagemma organizzato da loro per ucciderli dall’interno?
“Tu che dici… dobbiamo fidarci?” domandò Naruto a Luffy confuso.
Il pirata rispose sinceramente “… Io e Crocodile siamo stati alleati in passati… quindi non credo che ci farà tiri mancini finché saremo nella stessa squadra!”
“In effetti anche Orochimaru non credo sia il tipo da venire meno a una promessa fatta…” esclamò a quel punto l’Uzumaki sempre pensieroso.
Tuttavia nessuno teneva conto di una cosa: il Leader della Resistenza era Leon, e quindi la parola finale spettava a lui… “… Non so se possiamo fidarci appieno di voi… ma in questo momento siamo in una situazione di crisi… e dobbiamo cooperare se vogliamo sperare di vincere la battaglia ed impedire la realizzazione della Leggenda…”
“Allora, affare fatto?” domandò infine Cell ponendo la mano avanti in attesa della risposta dello spadaccino.
All’inizio Squall non disse e non fece niente, ma poi, alzando lo sguardo determinato e volgendolo verso l’Androide, affermò “Affare fatto!” e strinse la mano all’ex Generale: l’alleanza era stata sancita!
“Averli come compagni di squadra fa aumentare le nostre possibilità di vittoria… ma non so se possiamo fidarci di loro…” esclamò Sora pensieroso.
Kairi, vedendo il fidanzato nel dubbio, si avvicinò a lui e disse con un sorriso raggiante e solare “Non preoccuparti, sono sicuro che andrà tutto bene!”
Il Prescelto dal Keyblade, vedendo la sua ragazza cercare di eliminargli i dubbi, ricambio il sorriso: non poteva non fidarsi delle parole di colei che amava “Si, hai ragione, tutto andrà per il meglio!”
David non aveva detto niente per tutto il tempo in cui era stata sancita l’alleanza, e questo perché era ancora abbattuto a causa del tradimento del suo mentore… anche se tutti i dubbi e le paure che aveva erano sparite proprio pochi secondi prima, in quanto aveva pensato a sua madre Julia… lei non avrebbe mai voluto che lui si buttasse giù d’animo per il tradimento del fratello… anzi, avrebbe voluto che lui reagisse cercando di trovare un modo per salvare gli Universi… *Mamma… so che lui è un mio parente… ma non posso fare altrimenti!* alzandosi in piedi, l’Hitari minore si tolse il fodero della spada ormai rotta sostituendolo con quella nera ottenuta da poco e, deciso più che mai, esclamò convinto “Sono pronto a prendere a calci in culo quel traditore di mio fratello!”
Però c’era ancora un piccolo problema che nessuno si era posto in quell’istante… o almeno quasi nessuno, visto che C-18, alzando gli occhi al cielo, esclamò “Chissà cosa diranno gli altri quando ci vedranno arrivare con loro 3…”

“LORO COSA CI FANNO QUI?!?!?!?!?!”
Erano più o meno le 14 del pomeriggio e i membri della Resistenza erano appena tornati al Quartier Generale facendo il loro ingresso nell’edificio… insieme a Cell, Crocodile e Orochimaru!
“Maledizione, non abbiamo neanche finito di battere l’Esercito, che loro si presentano subito desiderosi di vendetta!” esclamò Gohan stringendo i pugni.
Zoro invece si preparò ad estrarre le sue spade “Orochimaru… questa volta non ti lascerò vivo!”
Sakura invece era senza parole per la presenza dell’ex Shicibukai tra di loro “Crocodile? Ma… ti avevo ucciso… dovresti essere morto!”
“Morto? Ma se sono più vivo di te!” controbatté l’uomo di sabbia leggermente seccato dal “comitato di benvenuto”, anche se poi si voltò verso Sasuke e, con un sorrisetto, disse “Uchiha… spero che tu sia migliorato dall’ultima volta che ci siamo scontrati!”
Il diretto interessato, pronto a tirare fuori la sua spada, rispose anche lui con un sorrisino “Molto più di quanto tu creda… e a quanto pare è arrivato il momento che volevi: quello in cui ci affronteremo di nuovo… dopo che io sono diventato molto più forte!”
“Non c’è che dire, sono molto cordiali con noi!” esclamò invece il Sannin con un sorrisino sarcastico.
“Come avete potuto portarli qui? Adesso ci faranno fuori tutti!” disse Cid in preda al panico per essersi ritrovato i nemici a pochi passi da lui.
Vegeta invece, quasi pronto alla battaglia, disse “Se pensate che ci lasceremo uccidere facilmente vi sbagliate di grosso!”
Le reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza e Leon furono costretti a frapporsi tra gli ex membri dell’Esercito e i loro compagni “Aspettate, c’è stato un terribile equivoco!” intervenne Goku cercando di spiegare a tutti che erano dalla loro parte.
“Loro non sono nostri nemici… o almeno per ora!” aggiunse anche Kairi.
Tuttavia gli altri erano molto scettici al riguardo “Si come no, scommetto che vi stanno controllando la mente in questo istante!” esclamò infatti Axel guardandoli tutti storti.
“E’ la verità, ve l’assicuro. Lasciateci spiegare tutto e poi capirete perché sono qui!” disse a quel punto Nami cercando di calmare tutti.
“Spero che sia una spiegazione convincente!” esclamò Riku, che prima di attaccare voleva capirci qualcosa.
“Spero che spiegherete anche perché Bardak, Aerith, Aqua e Luke non sono con voi!” aggiunse Tifa notando che i 4 che aveva nominato non era presenti lì con loro.
All’affermazione della ragazza, calò un silenzio tombale nella stanza e tutti coloro che sapevano cos’era realmente accaduto abbassarono la testa… non sapevano con che parole dir loro tutta la verità…
“La fidanzata di Luke non c’è… è l’occasione ideale per dir loro la verità!” esclamò Cell cercando di spronare gli altri a rivelare loro tutto.
In effetti Chiara era assente in quanto si trovava in cucina a preparare il pranzo… era il momento perfetto per dire quello che era avvenuto mettendoli in guardia su come dirlo alla povera Yutani.
Così Leon, tirando un grosso sospiro in quanto non sapeva con che parole dirlo, si portò avanti rispetto ai suoi compagni e disse loro “Ragazzi… ciò che sto per dirvi lo considererete assurdo… ma vi posso assicurare che è la verità…” e in poco tempo raccontò tutto ciò che era avvenuto: dalla partenza fino all’arrivo davanti alla Porta del Male, dal tradimento di Luke alla morte di Bardak e Aerith, dal controllo di Aqua al ritorno delle Creature dell’Oscurità, dall’alleanza con Cell, Crocodile e Orochimaru alla sepoltura dei corpi dei loro due compagni proprio dove c’erano le altre lapidi fino a quando sono entrati nell’edificio…
Naturalmente tutti ci rimasero malissimo nell’apprendere di quelle nuove notizie… alcuni di loro non fiatarono proprio, in quanto lo shock li aveva completamente paralizzati, altri invece…
“Impossibile… ci ha ingannati per tutto questo tempo!” Kakashi non sapeva cosa dire: si sentiva un idiota ad aver dato retta a quel giovane.
A Re Kaioh invece i conti tornarono *Ecco perché mi sembrava strano ciò che aveva detto ieri…*
“Lurido stronzo, come ha osato approfittarsi di me? Io lo rovino appena lo incontro, lo distruggo con le mie mani!” gridò Vegeta che non riusciva più a controllare la sua rabbia.
Ma anche Sasuke non era da meno “Bastardo… mi ha usato per i suoi scopi… come ha osato… io lo faccio fuori con le mie mani appena mi capita davanti!!”
“E’ assurdo… e noi ci eravamo fidati di lui…” esclamò Cid abbassando la testa.
Tifa, con le mani sulla bocca, sussurrò un “Aerith…” mentre Yuffie aveva la testa abbassata e tentava di trattenere le lacrime.
Anche Axel pensava alla sua compagna *Aqua…*
Vedendo l’enorme depressione che era calata nella stanza, Squall decise di intervenire “Lo so che è un duro colpo per tutti… ma non possiamo rimanere qui con le mani in mano… dobbiamo fare qualcosa… o gli Universi verranno distrutti!”
“Questo è vero… ma come lo diremo adesso a Chiara…” Sakura non faceva altro che pensare all’amica e a come avrebbe reagito sapendo che il suo fidanzato era uno sporco traditore…
“Come mi direte che cosa?” ironia della sorte, la Yutani uscì dalla cucina proprio nell’istante in cui l’Haruno stava dicendo quelle parole.
Naturalmente tutti si voltarono verso di lei con un leggero sobbalzo, non aspettandosi il suo arrivo improvviso… subito l’angoscia nacque in loro, in quanto gli dovevano dire tutta la verità…
“Lasciate fare a me…” la Kisaragi si propose di spiegarle tutto, e nessuno ebbe da ridire niente… in poco tempo la Ninja spiegò alla ragazza quello che era avvenuto nelle ultime ore…
Come ci si poteva aspettare, Chiara strabuzzò gli occhi dallo stupore… ma questo solo all’inizio, in quanto dopo abbassò la testa sconsolata e disse “Alla fine l’ha fatto sul serio…”
Quelle parole ovviamente fecero nascere non pochi sospetti in tutti loro “Cosa intendi dire scusa?”
E infatti, a causa di quella frase, Nami capì che la giovane stava nascondendo loro qualcosa… ma soprattutto che, con quelle parole, aveva fatto capire una cosa “Tu… sapevi tutto… non è vero?...”
Chiara, sempre con la testa abbassata, si limitò a fare sì con il viso, gettando nello stupore tutti! La Yutani sapeva fin dall’inizio cosa il suo fidanzato stava architettando… e non aveva rivelato niente a nessuno?!
“Non è possibile… ma perché?!” domandò infatti Tifa allibita come tutti gli altri.
Quella che però c’era rimasta più male di tutti era la Kisaragi che, stringendo il pugno destro e digrignando i denti, mollò un forte pugno alla ragazza atterrandola.
“Ehi, ma cosa fai Yuffie?” esclamò Kairi stupita dalla reazione dell’amica.
Lei non rispose, ma prese da terra l’amica per il colletto e, sollevandola, le gridò addosso “COME HAI POTUTO INGANNARCI COSI’ ANCHE TU? TI RENDI CONTO CHE AERITH E’ MORTA SOLO PERCHE’ TU HAI TENUTO LA BOCCA CHIUSA? PERCHE’ L’HAI FATTO? PERCHE???” le lacrime bagnavano il volto della Ninja: non aveva preso bene la morte della Gainsborough… e vedeva la Yutani responsabile proprio come l’Hitari maggiore.
“Per favore calmati, non c’è bisogno di arrivare a tanto!” esclamò C-18 nel vano tentativo di tranquillizzarla.
Yuffie però non voleva calmarsi, voleva solo spiegazioni sul suo comportamento… e le ottenne quasi subito, visto che Chiara, con le lacrime agli occhi, le rispose “Non avevo scelta, mi ha fatto giurare di tenere segreta la cosa perché combatte per una buona causa e sa che voi non l’avreste capito… non potevo non prometterglielo, lui è quello che mi ha salvato la vita, glielo dovevo…”
La Kisaragi si ritrovò spiazzata da quella risposta, forse perché l’aveva detta mentre piangeva, o forse perché stava dicendo la verità e lo si capiva dagli occhi… fatto stava che decise di mollare la presa dalla ragazza “Scusa… non dovevo comportarmi così…”
“Capisco che gli dovevi la vita, ma potevi dircelo: lui mira a distruggerci tutti… e non è nostro amico!” le disse Naruto, che lodava il suo comportamento ma non la giustificava.
La Yutani, rialzatasi in piedi, si asciugò le lacrime che le bagnavano il viso e disse “Vi sbagliate… lui tiene a voi più di ogni altra cosa al mondo, vi considera suoi veri amici… ma è disposto a tutto pur di far tornare la pace negli Universi, anche ad uccidervi tutti… senza sapere che così fa solo il gioco di colui che vive dentro di lui…”
“Intendi il Signore del Male?” domandò a quel punto Goku.
La ragazza annuì con la testa “Se me lo permettete, vorrei spiegarvi le ragioni che stanno spingendo Luke a fare tutto questo, raccontandovi quella che è stata la sua vita fino a quando l’avete incontrato voi…”
“Non ci vedo nulla di male…” fece Sanji accendendosi una sigaretta.
“Magari così capiremo anche cosa intendevi dire con le parole di prima…” esclamò anche Kakashi mettendosi le mani in tasca.
Anche Cell, Crocodile e Orochimaru sembravano volerla ascoltare “Forse saperlo ci farà capire quanto è pazzo il tuo fidanzato…” esclamò infatti l’Androide.
A quel punto, vedendo tutti d’accordo, Leon si rivolse a Chiara dicendole “Hai la nostra attenzione, raccontaci tutto quello che sai…”
Fu così che la Yutani, sedendosi sul divano di destra con l’attenzione di tutti su di lei, cominciò a raccontare quella che era la storia di Luke “Adesso vi racconterò quella che è stata la vita del mio fidanzato, meglio noto come l’Incarnazione del Male…”

Eventi PrincipaliModifica

  • Luke svela che tutto ciò che è avvenuto negli ultimi 10 anni è stato ordito segretamente da lui.
  • David, tradito, tenta di attaccare Luke ma viene sconfitto.
  • Luke distrugge la Mano Tecnologica che aveva raccolto dall'acqua poco dopo la morte di Xehanort.
  • Luke uccide Aerith e Bardak e prende il controllo di Aqua grazie al patto stipulato con lei e Ansem.
  • Luke libera le Creature dell'Oscurità e fugge con Aqua mentre la Porta del Male si dissolve.
  • La Resistenza, fuggita da quel luogo, si allea con Cell, Crocodile e Orochimaru.
  • Tornati al Quartier Generale, svelano a tutti la verità e Chiara rivela di averlo sempre saputo.
  • Chiara si appresta a raccontare la storia di Luke.

Personaggi ApparsiModifica

Son Goku

Son Gohan

Vegeta

C-18

Monkey D. Luffy

Nami

Sanji

Roronoa Zoro

Naruto Uzumaki

Sasuke Uchiha

Sakura Haruno

Riku

Kairi

Squall Leonhart

Yuffie Kisaragi

Bardak

Axel

Aqua

David Hitari

Luke Hitari

Cid Highwind

Tifa Lockhart

Aerith Gainsborough

Chiara Yutani

Kakashi Hatake

Sora

Re Kaioh

Cell

Crocodile

Orochimaru

Creature dell'Oscurità

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale