FANDOM


Capitolo 30
Capitolo 30.png
Nome Capitolo 30
Postato il 7 Giugno 2011
Titolo Le Battaglie Simultanee! Attacco all'Universo di Naruto!!


Il Capitolo 30 intitolato Le Battaglie Simultanee! Attacco all'Universo di Naruto!! è il Trentesimo Capitolo della prima serie della Fan Fiction.

CapitoloModifica

Mentre alla Fortezza Oscura la Resistenza combatteva contro l’Esercito per salvare i due idioti meglio conosciuti come Vegeta e Sasuke, nell’Universo dove vivono Naruto e i suoi amici si stava avviando una specie di battaglia simultanea.
Erano le 9 del mattino e a Konoha, i cui abitanti se la passavano già male a causa della distruzione del villaggio da parte di Cell, era appena giunto l’Esercito: mentre i due capi del plotone erano sparsi per il villaggio, i Soldati avevano radunato tutti gli abitanti vicino a quello che un tempo era il palazzo dell’Hokage e li tenevano prigionieri.
“Mamma ho paura!” una bambina, terrorizzata da ciò che poteva accadere, si era stretta a sua madre, scatenando le ire di alcuni Soldati.
“Stai zitta mocciosa!” “Sta calmo idiota, devono rimanere vivi, ricordi?” “Si scusa… ma mi ha fatto imbestialire quella bambina lì!” mentre avveniva questa discussione, uno dei Soldati si rivolgeva a tutti gli abitanti catturati “Ora ascoltatemi bene: non appena i nostri due Comandanti avranno sistemato i Ninja che si sono opposti a noi, verrete portati tutti alla Fortezza Oscura, quindi vedete di stare zitti se non volete che la metà di voi giunga fino a l… che diamine sono questi insetti!”
Aveva detto bene: 1/3 dei Soldati li presenti erano stati circondati da quei piccoli esserini… che erano stati mandati da una vecchia conoscenza “Vi consiglio di non provocare i Ninja di Konoha. Tecnica degli Insetti Devastatori!” era Shino, che ordinò immediatamente ai suoi insetti di avvolgere i Soldati che avevano circondati e di chiuderli in una presa mortale, e così fecero i piccoli animaletti.
Il resto dei Soldati era rimasto spaventato da quella scena, ma non aveva alcuna intenzione di mollare “Ora la pagherai!” uno di loro tirò fuori la spada pronto a dirigersi verso l’Aburame, ma…. “Zanne Perforanti!” Kiba, insieme al suo cane Akamaru, intervenne con la sua mossa e uccise metà dei Soldati rimasti.
“Nido Avvolgente!” l’altra metà venne fatta fuori da un ANBU di Konoha chiamato Yamato che li avvolse tutti in una presa mortale di uno dei suoi alberi.
“E’ stata una passeggiata!” esclamò l’Inuzuka soddisfatto del risultato.
“Già… ma i due Comandanti del plotone sono ancora nel Villaggio, e i nostri compagni li stanno affrontando…” lo interruppe Shino preoccupato.
Ma Yamato intervenne per rassicurarlo “Non ti preoccupare, sono sicuro che riusciranno a sconfiggerli se uniranno le loro forze… l’unico problema adesso è capire che fine hanno fatto Suigetsu, Karin e Juugo!”
“Vero, sono 2 giorni che nessuno li ha più visti. Beh… per quanto mi riguarda possono anche essere morti. E’ di Hinata che sono preoccupato: è da quando Naruto e gli altri sono partiti che nessuno l’ha più vista, non vorrei che… li avesse seguiti!” esclamò Kiba.
“Non ti do tutti i torti su quei tre… in fondo sono nostri nemici… e mentre erano qui ci hanno rotto abbastanza. Riguardo Hinata non preoccuparti: sa badare a se stessa!” gli disse Shino.
“Beh ce ne occuperemo dopo della fine che hanno fatto quei 3 e Hinata, adesso l’unica cosa importante è liberare Konoha da questo fottuto Esercito di cui mi avete parlato… e l’unica cosa che possiamo fare è stare qui ed aspettare che i nostri compagni li sconfiggano!” concluse Yamato sedendosi a terra seguito a ruota da Kiba, Shino e il resto degli abitanti del villaggio che non combatteva.
Nessuno di loro però immaginava che, dietro a una delle poche case già ricostruite, qualcuno li stava osservando “Questo Esercito non mi sembra potente…” era Danzou, che da poco era stato nominato Sesto Hokage in sostituzione di Tsunade; e con lui c’erano anche Suigetsu, Karin e Juugo. “Le assicuro invece che sono potentissimi. E’ stato uno di loro, un uomo lucertola, a distruggere Konoha!” lo corresse Karin.
“Uhm… quindi voi dite che un alleanza con questa organizzazione gioverebbe a me e al resto del Villaggio?”
”Sicuramente… e poi in questo modo avrà occasione di sbarazzarsi una volta per tutte di Sasuke: quel bastardo deve pagarla per averci mollato qua come sacchi della spazzatura!” esclamò Suigetsu leggermente adirato.
Danzou ci rifletté un po’ su e alla fine disse “Mi avete convinto. Appena potrò mi metterò in contatto con l’Esercito, ne diventerò un membro e ucciderò Sasuke eliminando per sempre la feccia costituita dal Clan Uchiha. Io torno dai miei ANBU, voi rimanete qui nascosti ad osservare l’andazzo delle battaglie!”
“Certo!” risposero i 3 in coro. Ma, non appena l’uomo se ne fu andato, i 3 rivelarono immediatamente il loro vero piano “In questo modo Sasuke e Danzou si incontreranno e il nostro Capo potrà farlo fuori!” esclamò Suigetsu ridendo.
”Già, il mio amore farà fuori quel vecchiaccio in poco tempo ù.ù!” disse invece Karin beccandosi un occhiataccia dall’allievo di Zabuza.
“Ora sarà meglio fare ciò che ci ha detto Danzou. In fondo siamo ancora suoi “alleati”!” interruppe Juugo con aria quasi indifferente.
“Giusto, ma tu cerca di non incappare in una delle tue incazzature: l’ultima volta mi hai quasi ucciso!” lo raccomandò infine Suigetsu.

In un’altra zona di Konoha, c’era il Team di Shikamaru al completo, insieme ad un ragazzo dai capelli neri a caschetto, che era di fronte a un ragazzo dai capelli biondi con tanto di ciuffo e un soprabito nero.
Fu proprio lui a parlare “State dimostrando una buona resistenza, complimenti!”
”Grazie, anche tu sei davvero forte. Posso sapere il nome del nostro avversario?” domandò Shikamaru al nemico.
“Io mi chiamo Demyx e sono un Nessuno. Sono qui per conquistare questo Universo e ci riuscirò grazie al mio Sitar!” rispose l’uomo mostrando a tutti una specie di chitarra azzurra.
“Ma vuole fare un sonetto?” domandò il ragazzo coi capelli a caschetto.
“Non è il momento Sai, dobbiamo sconfiggere quel tipo: fa parte dell’Esercito!” lo rimproverò Ino.
“Voi sconfiggere me? Beh, potete sempre provarci!” dopo aver detto questo, il Nessuno chiamato Demyx cominciò a suonare il suo Sitar facendo spuntare delle colonne d’acqua sotto ai piedi dei 4 Ninja: per fortuna nessuno dei 4 rimase gravemente ferito, ma l’attacco li aveva presi alla sprovvista e qualche graffietto era stato provocato.
“E quello cos’era?” domandò Choji toccandosi la guancia ferita.
“Era una mia colonna d’acqua: sono un padrone di questo elemento e lo userò per schiacciare voi e gli altri abitanti di questo Universo!” rispose Demyx col suo tono spavaldo: finalmente aveva trovato degli avversari alla sua portata… nel senso cattivo purtroppo.
Intanto però un’ombra si avvicinava sempre di più al Nessuno: era quella di Shikamaru! *Tecnica del Controllo dell’Ombra!*
Purtroppo Demyx si accorse dell’ombra che si avvicinava minacciosa e reagì di conseguenza “Colonna Gigante!” e, suonando il Sitar, creò un enorme colonna d’acqua sotto i suoi piedi che lo sollevò in aria “Hai toppato: conosco le tue tecniche Shikamaru Nara, per questo ho inventato qualcosa che non puoi superare nemmeno tu. Questa colonna che ho creato sotto i miei piedi copre completamente la mia ombra con la sua, e non puoi neanche usarla per far arrampicare la tua perché è un liquido. Ti ho fregato amico!”
”Dannazione!” il Nara dovette ammettere che aveva ragione quel maledetto.
“E ora una tecnica che ho inventato da poco: Water Ball!” suonando ancora la sua chitarra, Demyx fece sparare da esso delle palle d’acqua dirette verso Shikamaru… ma per fortuna vennero tutte prontamente distrutte da alcuni animali disegnati che si frapposero facendo da scudo al Chunin.
“Tutto a posto?” era stato Sai a crearli tramite l’Ultra Illustrazione Animale; Shikamaru annuì sorridendo verso il ragazzo.
“Uff che scocciatore che sei. Ora ti sis… m-ma che… n-non riesco a m-muovermi…” all’improvviso il Nessuno si ritrovò completamente immobilizzato: non riusciva a muovere nemmeno un muscolo.
“Bravo, rimani fermo su quella colonna, così mi dai l’opportunità di bloccarti i movimenti!” stavolta ad agire era stata Ino: aveva approfittato del fatto che Demyx rimanesse sopra la colonna per fermarlo con la Tecnica dello Sconvolgimento Spirituale “Attaccatelo adesso!”
”Con piacere. Tecnica del Gigantismo!” Choji approfittò della situazione per ingigantire il suo braccio destro, lanciarsi verso il Nessuno e colpirlo con esso.
“B-Brutta baldracca!” Demyx non riuscì a evitare il colpo: era ancora paralizzato. L’attacco andò a segno e il Comandante dell’Esercito venne scagliato a terra, questo fece dissolvere l’enorme colonna d’acqua creata in precedenza.
“Bravo, l’hai colpito!” esultò Ino.
“Però… non è ancora il momento di cantar vittoria!” le parole di Shikamaru erano vere: Demyx si rialzò quasi subito in piedi con giusto qualche graffietto sulla faccia e del sangue che gli usciva dalla bocca.
“Se non altro gli ha fatto qualcosa!” commentò Sai.
“Niente male, davvero niente male. Mi costringete a chiamare la cavalleria!” dopo essersi asciugato il sangue, il Nessuno diede un senso alle sue parole: suonando il Sitar, creò circa 20 uomini d’acqua a fianco a sé per usarli nella battaglia.
“E quelli cosa sono?” domandò Ino spaventata.
“Sembrano uomini d’acqua!” rispose Choji allibito.
Shikamaru, proprio come quasi tutti in quel momento, era visibilmente preoccupato *Questo non preannuncia niente di buono!”
Così Demyx, sorridendo, terminò l’attimo di tregua dicendo “Diamo inizio al secondo round!”

Sempre in un altra zona di Konoha, 4 Ninja che componevano insieme il Team Gai stavano affrontando l’altro membro dell’Esercito: era un uomo biondo con i baffi e lo stesso soprabito nero di Demyx.
“Vento della Foglia!” un ragazzo vestito di verde e con grandi sopracciglia tentò di dare un calcio rotante al nemico, il tutto mentre il suo compagno vestito di bianco, con i capelli lunghi e neri e con attivato il Byakugan tentava il Pugno Gentile alle spalle.
L’uomo non si preoccupò della cosa e, semplicemente schioccando le dita, una carta gli comparì sotto e lui venne come risucchiato al suo interno. In questo modo evitò l’attacco… e spinse i due a colpirsi a vicenda “Attento Rock Lee!” “Attento Neji!” esclamarono rispettivamente il possessore del Byakugan e il sopracciglione.
Per fortuna intervenne il loro maestro, un uomo identico a Rock Lee solo più grande, che bloccò entrambi gli attacchi prima che andassero a segno “Grazie Maestro Gai!” esclamò il sopracciglione facendo l’ok col dito.
“Non è ancora ora di festeggiare: quel tizio è sparito nel nulla e potrebbe spuntare fuori in qualsiasi momento!” rispose Gai cominciando a guardarsi attorno.
“Stavate parlando di me?” il membro dell’Esercito uscì dalla carta a qualche distanza da loro… una distanza più che sufficiente per usare il suo attacco “E ora vediamo come ve la cavate con un Colore!” l’uomo, dette queste parole, tirò fuori dalla manica una marea di carte, tutte di colore nero, e le lanciò stile Shuriken contro i 3.
“Ci penso io. Tecnica dei Draghi Gemelli!” l’unica ragazza del gruppo intervenne e, tirando fuori due enormi rotoli, lanciò una marea di armi ninja che si scontrarono con le carte del nemico: i due attacchi si annullarono a vicenda.
“Oh, avete tirato fuori un bell’asso dalla manica!” commentò il membro dell’Esercito sorridendo. “Ma come parla quel tipo?” domandò Rock Lee stranito.
“Non lasciarti distrarre dalla sua parlantina, quello è estremamente potente!” lo sgridò Gai mettendosi in posizione da combattimento.
“Oh oh, adesso cercate di contrastarmi tirando fuori un Full di Jack? Come volete!” il commento bizzarro del nemico era riferito al fatto che Neji era balzato alla sua sinistra e stava tentando la Tecnica delle 64 Chiusure.
Purtroppo l’uomo tirò fuori dalla manica due carte, le fece ingrandire alla velocità della luce e le usò come spade contro il ragazzo: per fortuna riuscì ad evitare il colpo, ma parte del vestito venne tagliato *Cavolo, sono affilate come rasoi!*
“Tocca a noi Rock Lee. Entrata Dinamica!”
“Subito Maestro Gai!” i due si lanciarono a piede scoperto per tentare un doppio calcio contro l’avversario, ma… il nemico utilizzò una delle due carte che aveva in mano per lanciarla contro i due, in questo modo colpirono solamente l’oggetto mandandolo in mille pezzi e il membro dell’Esercito poté approfittarne per saltare e colpire entrambi con la carta che aveva ancora in mano: i due non si procurarono enormi lacerazioni, ma soltanto una ferita sul petto *E’ abile!* commentò mentalmente Rock Lee.
“E’ inutile che tentate di utilizzare altri assi: potete fregarmi una volta, ma non due volte!” commentò l’uomo prendendo le distanze da tutti.
“Posso chiederti due cose?” intervenne la ragazza che di nome fa Tenten “Perché parli in questo modo? E… qual è il tuo nome?”
Il nemico ci pensò un po’ su, ma alla fine decise di rispondere “Io mi chiamo Luxord, sono un Nessuno Comandante dell’Esercito e parlo così perché per me le battaglie non sono altro che un gioco ohohohohoh!”
”Ma è una cosa da pazzi!” commentò Neji sentendo la risposta dell’uomo, per poi pensare *L’Esercito… l’organizzazione che ha attaccato Konoha mentre noi eravamo in missione…*
“Ma è tutto vero: non solo le battaglie, la vita intera è un gioco… un gioco di cui io sono l’assoluto protagonista, e che è meglio vivacizzare un po’!” esclamò l’uomo meglio noto come Luxord.
“Che intendi dire?” domandò Gai non capendo le sue parole.
“Beh il vostro villaggio è distrutto a causa del Generale Cell, l’unica cosa che vi rimane è la vostra montagna… non è meglio giocare ad armi pari ed eliminare gli strumenti inutili?” dette queste parole, il Nessuno si girò e puntò entrambe le mani verso la Montagna degli Hokage.
“Non avrà in mente di… NON FARLO BASTARDO!” gridò il Maestro con tutta la sua forza.
Fu solo fiato sprecato: Luxord sparò dalla sua mano una marea di carte che a poco a poco divennero enormi e che tranciarono letteralmente in due la montagna; la parte superiore (di cui facevano parte le 5 facce degli ex Hokage) crollò all’indietro distruggendosi all’impatto col suolo.
I 4 rimasero a bocca aperta: la Montagna degli Hokage era uno dei simboli di Konoha e vi erano scolpiti i visi di coloro che avevano guidato il villaggio in passato… e ora… era stato distrutto “MALEDETTO STRONZO!” gridò Neji sull’orlo di una crisi di nervi.
“QUESTO NON AVRESTI DOVUTO FARLO!” anche Rock Lee non era da meno.
”CE LA PAGHERAI CARA!” gridò invece Tenten mentre Gai strinse i pugni per trattenere la rabbia che aveva nel suo corpo.
Luxord, vedendo quelle reazioni, sorrise malignamente ed esclamò “Ora giocherete a carte scoperte… e per me sarà più facile aggiudicarmi la vittoria!”

Anche coloro che stavano combattendo contro Demyx rimasero a bocca aperta nel vedere la Montagna degli Hokage sfracellarsi al suolo.
“Oh no… uno dei simboli di Konoha…” Shikamaru aveva quasi lo sguardo perso.
“E’ stato distrutto… da delle carte giganti?!” Ino invece era incredula dagli oggetti usati per l’azione.
Il Nessuno intervenne per rispondere alla sua affermazione “Quelle sono le armi del mio collega Luxord, è stato lui a distruggere il vostro ammasso di sassi!”
”Questa… CE LA PAGHERETE!” gridò Choji arrabbiato nero.
“Mi spiace, ma prima di giungere a me dovrete sconfiggere i miei uomini d’acqua. All’attacco!” suonando il Sitar, Demyx mandò all’attacco i cloni creati.
“Attenzione ragazzi. Tecnica della Cucitura d’Ombra!” il Nara scompose la sua ombra in tanti filamenti che trapassarono 5 uomini distruggendoli completamente.
“Proiettile Umano Travolgente!” altri 5 vennero fatti fuori dalla tecnica dell’Akimichi.
La Yamanaka invece si trovava spiazzata, non avendo tecniche efficaci contro di loro “E adesso che faccio?” per fortuna Sai usò l’Ultra Illustrazione Animale per creare una serie di animali che fecero fuori i 10 rimasti “Grazie Sai!” esclamò la ragazza rivolta al giovane.
“Non abbassare la guardia: non è ancora finita!” purtroppo Sai aveva ragione: Demyx suonò di nuovo il suo Sitar creando stavolta 50 uomini d’acqua, tutti pronti a saltare addosso ai nemici.
“Oddio, ma quanti sono?” Shikamaru vide una situazione critica: non sarebbe stato facile far fuori così tanti cloni.
“All’attacco miei uomini!” al grido del Nessuno, tutti gli uomini si scagliarono sui 4 ragazzi.
“Maledizione, sono tantissimi. Come li contrasteremo?” domandò Choji ai compagni.
“Non lo so… ma la vedo molto grigia!” rispose Sai stringendo i pugni mentre Ino si avvicinava a lui terrorizzata dalla situazione.
Intanto Shikamaru pensava a cosa fare, e alla fine arrivò a un'unica soluzione “Dobbiamo combatterli tutti, non abbiamo scel…”
“Lame di Vento!” all’improvviso una potente folata di vento si abbatté sul campo di battaglia distruggendo tutti i 50 uomini d’acqua in un colpo solo.
“Ehi, ma chi è stato?” domandò Demyx scocciato dalla cosa.
“Ma quella tecnica…” Shikamaru riconobbe subito l’attacco, infatti girandosi a sinistra vide chi si aspettava di trovare: una ragazza vestita di nero con i capelli biondi e un ventaglio in mano.
“Ma è mai possibile che devo sempre toglierti dai guai, Nara?”
Anche Ino la riconobbe subito “Temari, meno male che sei arrivata!”
”Tempismo perfetto!” disse anche Choji.
Sai era l’unico in quel momento a essere dubbioso sulla sua apparizione *Ma quella è un Ninja proveniente dal Villaggio della Sabbia… cosa ci fa qui?*
Demyx, sempre più scocciato, si rivolse alla nuova arrivata “Ehi tu, questa era la nostra battaglia, chi ti dà il diritto di interferire?”
”Il fatto che l’Esercito è nemico anche di Suna!” rispose semplicemente Temari sguainando il suo ventaglio.
A quel punto il Nessuno, con una vena che gli pulsava in testa, rispose “Come vuoi, allora ucciderò anche te!”

Dall’altra parte, il Team Gai tentava di contrastare il potente Nessuno Luxord, purtroppo però riusciva sempre a schivare i loro attacchi, soprattutto grazie alla sua abilità nell’usare le carte.
“Mannaggia, non riusciamo neanche a colpirlo!” esclamò Tenten scocciata.
“Riesce sempre a schivare le nostre tecniche!” disse anche Neji.
Rock Lee, invece di parlare, tentò un’altra offensiva “Ma stavolta lo colpirò. Vento della Foglia!”
Luxord però schioccò le dita e 4 carte grosse passarono davanti a lui: il Nessuno scomparve all’interno di una di quelle “Ohohohoh ho tirato fuori un bel Tris d’Assi vero? Vediamo se riuscirete a capire dove mi trovo!” le 4 carte cominciarono a girare intorno a tutto il Team: il nemico era nascosto dietro una di quelle… ma quale?
“Ragazzi, colpitene una ciascuno: in questo modo saremo sicuri di non mancare il bersaglio!” consigliò Gai.
I suoi allievi annuirono e tutti insieme partirono all’attacco: le carte di Neji, Tenten e Gai si rivelarono vuote, invece da quella di Rock Lee spuntò fuori Luxord che colpì in faccia il ragazzo con un pugno spazzandolo via.
“Rock Lee!” Neji tentò il Pugno Gentile sul Nessuno, ma fu tutto inutile, perché l’avversario schivò il colpo e reagì con un calcio in pancia lanciandolo lontano.
“A quanto pare stavolta è uscito un Poker di Re. Non c’è che dire: la fortuna sta girando dalla mia parte!”
”Ancora per poco!” Gai riuscì a sorprendere Luxord con un calcio dal basso verso l’alto e immediatamente tentò il Loto Frontale… inutilmente, perché poco prima che lo prendesse, il Nessuno tirò fuori dalla manica una carta e la usò per ferire l’uomo al braccio sinistro “Maledetto!” dopo aver detto questo, il nemico diede una gomitata dietro di sé colpendo in piena pancia Gai e mandandolo a terra.
“Maestro Gai! Neji! Rock Lee!” ormai Tenten era rimasta da sola.
“E ora… vediamo di eliminare un avversario dal gioco!” tirando fuori delle altre carte dalle maniche, Luxord le lanciò a modi Shuriken con l’intento di uccidere.
La ragazza non vedeva via di scampo *E’ finita!* ma, per sua fortuna, una marionetta che sembrava un ragazzo coi capelli rossi si frappose tra i due e si beccò tutte le carte del Nessuno, salvando così Tenten “Ma chi…”
”Sta più attenta la prossima volta!” a parlare era stato un ragazzo con addosso uno strano abito nero e con la faccia dipinta: era colui che stava manovrando la marionetta.
Gli altri 3, che si erano rialzati in quel momento, riconobbero subito il nuovo arrivato “Ehi, ma quello è Kankuro!” esclamò Rock Lee.
“Ottimo, un aiuto in più non fa mai male!”
Però, proprio come Shikamaru prima, anche Neji trovava alquanto strana la sua presenza *E lui che ci fa qui?*
Luxord sembrò indifferente dall’arrivo del Ninja di Suna “Oh, a quanto pare un altro giocatore si è inserito a partita iniziata, molto interessante!”
”Ehi sentimi bene tu: se sono qui è solo per un motivo… e di certo non sei tu. Quindi fatti da parte se non vuoi essere eliminato, e se scegli la seconda sappi che non avrò pietà… visto che sei un membro dell’Esercito!” esclamò Kankuro mettendo in posizione la sua marionetta, che altri non era che il corpo dell’ormai deceduto Sasori.
“Mi spiace, ma dovrò scegliere la seconda alternativa: sono qui per conquistare questo Universo su ordine del Signore Oscuro… e non mi farò certo mettere i piedi in testa da te. Ricominciamo il gioco!” concluse Luxord rimettendosi in posizione da combattimento.

“Water Ball!”
Demyx sparò 5 bolle d’acqua contro tutti e 5 gli avversari, ma Choji utilizzò la Tecnica dell’Espansione Parziale per ingigantire il suo braccio destro e parare tutti i colpi del Nessuno… senza però uscirne illeso, infatti la mano e tutto il braccio rimasero danneggiati dall’attacco “Maledizione, mi brucia in una maniera assurda!”
”Tranquillo Choji, hai fatto quello che potevi, ora lascia fare a noi!” gli intimò l’amico Shikamaru convincendolo a farsi da parte per lasciar proseguire gli altri 4.
“Sentite, vediamo di concludere con questo pagliaccio il prima possibile: non ho voglia di sporcarmi troppo!” esclamò Temari quasi scocciata dalla battaglia.
“Ehi, come ti permetti strega? Ti sistemerò in men che non si dica!” e, suonando il Sitar, Demyx fece comparire delle colonne d’acqua sotto i piedi della Ninja… però la Jonin fu abbastanza veloce da schivarle tutte tranquillamente.
“E’ inutile: sono troppo veloce per te!”
”Brutta baldracca!” il Nessuno proseguì a suonare il suo strumento, senza sapere che stava solo facendo il loro gioco…
“Adesso. Tecnica dello Sconvolgimento Spirituale!” Ino riuscì ad usare la tecnica grazie al fatto che, dall’arrivo di Temari, Demyx non si era mai schiodato dal punto in cui era “Ora sei immobilizzato!”
”Tocca a me!” utilizzando di nuovo la sua tecnica, Sai creò dei serpenti che avvolsero in una presa il Nessuno: la mossa era andata a segno soprattutto grazie al fatto che era già immobilizzato dall’attacco della Yamanaka.
”E ora per siglare la cosa…” Shikamaru terminò il tutto con la Tecnica del Controllo dell’Ombra… che stavolta andò a segno bloccando definitivamente Demyx: ora non riusciva più a muovere nemmeno un muscolo, in questo modo Ino e Sai poterono mollare la loro presa.
“Brutti bastardi, mi avete fregato!” Demyx tentò di divincolarsi, ma non muoveva nemmeno un dito: era completamente paralizzato.
“Ora il colpo finale. Tecnica del Richiamo: Kamatari!” Temari decise di chiudere la questione definitivamente evocando il suo potentissimo furetto che scatenò un turbine tagliente che prese in pieno il povero Nessuno tagliuzzandolo a poco a poco.
“MALEDIZIONE!” questo fu l’unico grido che riuscì a lanciare Demyx prima di svanire in frammenti di oscurità a causa del suo decesso.
“E’ fatta!” esclamò Shikamaru col sorriso sulle labbra mentre Ino, Sai e Choji tirarono un sospiro di sollievo e Temari rimise a posto il suo ventaglio.

“Oh oh oh, dovrete impegnarvi di più se volete battermi!” Luxord, nonostante l’arrivo di Kankuro, aveva ancora la situazione in pugno, infatti aveva appena schivato dei dardi che il marionettista gli aveva lanciato usando la marionetta di Sasori.
“E’ davvero veloce!” commentò Kankuro.
“Dovremmo spingerlo in un angolo e poi finirlo, non vedo altre soluzioni!” intervenì Neji avvicinandosi al Ninja di Suna.
“Potremmo anche farlo… ma servirà l’aiuto di tutti!” rispose il marionettista.
“Non ti preoccupare, ci pensiamo noi!” Neji, dopo aver detto questo, sorrise seguito immediatamente dai suoi compagni, come se tutti avessero già ideato un piano per sconfiggere il nemico; Kankuro recepì il messaggio ed annuì, pronto ad intervenire appena sarebbe stata l’occasione.
Luxord non era riuscito a sentire niente del loro discorso, ma non sembrava comunque spaventato “Volete tentare una giocata a sorpresa? Fate come volete, io sono il miglior giocatore di tutti gli Universi… e non mi farò certo sorprendere da dei novellini come voi!”
“Questo lo vedremo… ORA TENTEN!” al grido dello Hyuga, la ragazza annuì e, tirando fuori un enorme rotolo, lo aprì e vi uscirono una moltitudine di armi Ninja che si avviarono velocemente contro il Nessuno; era la Tecnica del Rotolo: Catastrofe di Ferro.
“Tsk banale!” Luxord tirò fuori una moltitudine di carte dalla manica e le lanciò a modi Kunai contro le armi di Tenten: i due attacchi si annullarono a vicenda.
“Ora è il mio turno!” Neji, approfittando della distrazione del nemico, si avvicinò velocemente a lui e utilizzò la Tecnica delle 128 Chiusure: l’attacco andò a segno e il Comandante dell’Esercito perse tutte le carte che aveva nascosto sotto la manica… inutile dire che erano tantissime.
“M-Maledetto!” il Nessuno si toccò la pancia in segno di dolore.
“Adesso Kankuro!” il Ninja di Suna annuì alle parole di Neji e utilizzò la marionetta di Sasori per usare la Tecnica Rossa Segreta - Triangolo Meccanico e sparare gli stessi dardi di prima che circondarono completamente Luxord chiudendolo in un angolo “Ora non puoi più muoverti!”
”Rock Lee, chiudiamo la battaglia!”
”Subito Maestro Gai!”
I due Ninja, vedendo l’avversario in difficoltà, attivarono il Loto Posteriore aprendo le porte del chakra (Gai ne aprì 7 mentre Rock Lee 6) e si scagliarono contro il Nessuno portando indietro il pugno destro “La partita si conclude con una Scala Reale!” gridarono i due in coro.
Luxord però non era ancora sconfitto: anche se non aveva più carte nella manica, poteva ancora evocarle; infatti, sollevando entrambe le braccia, da sotto terra spuntarono 6 grosse carte che si posizionarono intorno al Nessuno a modi scudo.
Purtroppo per lui non servì a niente: Gai e Rock Lee mandarono a segno il loro colpo e, utilizzando il pugno potenziato dal Loto Posteriore, tagliarono letteralmente la barriera in due mettendo in ginocchio Luxord, ormai prossimo alla morte a causa dell’attacco subito.
“Stupidi sopracciglioni!” queste furono le ultime parole del Nessuno, che sparì subito dopo in particelle di oscurità proprio come il suo compagno Demyx.
“E’ fatta!” gridò Neji sorridendo mentre Gai e Rock Lee, tornati normali senza ripercussioni gravi sul fisico, alzavano il pugno al cielo e Kankuro e Tenten rimettevano a posto le loro armi.

“Quindi tu e Kankuro siete venuti qui per parlare con l’Hokage?”
Dopo aver sconfitto Demyx, Shikamaru e il resto del gruppo stavano discutendo con Temari per il motivo che l’aveva spinta a venire a Konoha “Esatto, dobbiamo parlargli e dirgli che il Summit organizzato dal Raikage è stato annullato!”
”Annullato? E perché?” domandò Ino.
“Dillo a me: ci penserò io a riferire tutto a Danzou!” intervenne Sai.
“Perché Gaara è come sparito nel nulla e nessuno sa che fine ha fatto!”
”Come è sparito nel nulla?” domandò Choji alzando un sopracciglio.
“Ora vi spiego: qualche giorno dopo la partenza di Naruto e gli altri appena dopo la morte della vecchia Chiyo, è giunto al Villaggio della Sabbia un anziano vestito di bianco. Egli disse a nostro fratello dell’esistenza di una potente organizzazione chiamata Esercito e che aveva bisogno del suo aiuto per sconfiggerla. Gaara decise di seguirlo per aiutarlo… e da allora non sappiamo più nulla di lui!” spiegò Temari abbassando lo sguardo.
“Ma… sapete chi era quel vecchio?” domandò Ino. “Ha detto di chiamarsi Garp, ma non conosciamo niente di lui!” rispose la Ninja di Suna.
“Uno come Gaara che sparisce nel nulla… non è un buon segno. Speriamo che non gli sia successo niente!” esclamò Shikamaru riflettendo sul motivo che aveva spinto il Kazekage a seguire un tizio che neanche conosceva.
“Ragazzi è terribile!” all’improvviso Yamato raggiunse il gruppo di corsa e con la faccia terrorizzata: sembrava quasi che fosse successo qualcosa di molto grave mentre loro combattevano.
“Ehi Yamato, cosa ti prende?” domandò Shikamaru all’ANBU.
“Naruto… ha sfoderato 9 code!” la rivelazione di Yamato lasciò a bocca aperta tutti i presenti; com’era possibile che fossero state usate ben 9 code, voleva soltanto dire che…
“Non vorrete dirmi… che la Volpe a Nove Code ha preso il sopravvento su Naruto?” ipotizzò Ino terrorizzata alla sola idea.
“Impossibile!” una voce attirò l’attenzione di tutti: era Fukusaku, appena spuntato alle loro spalle “Ho percepito che è appena sparita una delle due copie che Naruto ha lasciato qui per poter usare la Modalità Eremitica, ciò significa solo una cosa… che il ragazzo è ancora vivo!”
”E questo rospo chi sarebbe?” domandò Temari.
“Io sono il Maestro Fukusaku, un potente rospo insegnante sia di Jiraya che di Naruto… e attualmente vivo qui a Konoha in attesa del ritorno del giovane Uzumaki!”
”Però potevi anche aiutarci a combattere il plotone dell’Esercito, no?” intervenne Sai senza peli sulla lingua.
“E cosa ho fatto finora? Ho dovuto far fuori dei Soldati che stavano attaccando un’altra area del Villaggio in cui nessuno di voi c’era… comunque, lasciando perdere questo discorso, la cosa è alquanto strana: Naruto prima sfodera 9 code della Volpe a Nove Code… e poi utilizza la Modalità Eremitica come se non fosse successo nulla… fuori da questo Universo sta succedendo qualcosa di molto grave. Non dobbiamo abbassare la guardia neanche per un istante!”
”Concordo con te!” intervenì Shikamaru “Se Naruto sta usando tutti questi poteri senza ripercussioni significano solo due cose: che qualcuno è intervenuto a fermarlo prima che la Volpe a Nove uscisse completamente e… che l’Esercito è molto più forte di quanto potessimo immaginare. Sarà meglio tenere gli occhi aperti… potrebbero attaccare di nuovo quando meno ce l’aspettiamo… e non so se in quel momento saremo in grado di contrastarli!”

Eventi PrincipaliModifica

Debutti Modifica

Yamato

Danzou Shimura

Sai

Demyx

Maito Gai

Neji Hyuga

Rock Lee

Tenten

Luxord

Kankuro

Temari

Personaggi Apparsi Modifica

Kiba Inuzuka

Shino Aburame

Yamato

Suigetsu Hozuki

Karin

Juugo

Danzou Shimura

Shikamaru Nara

Ino Yamanaka

Choji Akimichi

Sai

Demyx

Maito Gai

Neji Hyuga

Rock Lee

Tenten

Luxord

Kankuro

Temari

Fukusaku

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale