FANDOM


Capitolo 26
Capitolo 26.jpg
Nome Capitolo 26
Postato il 3 Maggio 2011
Titolo Il Più Forte dell'Esercito! Resistenza e Team Tempesta vs Signore Oscuro!!


Il Capitolo 26 intitolato Il Più Forte dell'Esercito! Resistenza e Team Tempesta vs Signore Oscuro!! è il Ventiseiesimo Capitolo della prima serie della Fan Fiction.

CapitoloModifica

Il momento tanto atteso era arrivato: entrambi i gruppi erano faccia a faccia con il temibile Capo dell’Esercito: il Signore Oscuro. In questa battaglia sarebbe stato deciso il destino di tutti gli Universi… i combattenti per la pace sarebbero stati all’altezza del compito?
“Non dubito che ci stessi aspettando “Signore Oscuro”!” esclamò Ansem con uno sguardo freddissimo verso il nemico.
Il Leader dell’organizzazione l’aveva notato “Eddai non guardarmi così: mi fai sembrare un criminale!”
”Perché, cosa saresti tu?” domandò stavolta Aqua, sapendo chi aveva davanti.
“Diciamo che sono una specie di messia, che punta a uccidere la gente che è d’intralcio alla stabilità di tutti gli Universi!”
”Senti da che pulpito arrivano le prediche!” esclamò Axel con un sorrisino.
Intanto i membri della Resistenza si erano già messi in posizione da combattimento: quella battaglia era troppo importante e non potevano permettersi assolutamente di perdere… gli sguardi erano tutti concentrati sul terribile Signore Oscuro… anche se una domanda aleggiava nella mente di tutti… ma che solo a Goku venne fuori “Scusi Ansem… direi che è ora di rivelarci chi è l’uomo che abbiamo davanti!”
Il Signore Oscuro sentì le parole del Sayan e sorridendo esclamò “Ma come? Non gli hai detto niente? Beh se volete posso dirvelo io… ma sapete com’è: la mia identità è appena stata ripresa dal mio antico Maestro…”
”Aspetta, intendi forse dire che Ansem… era il Maestro del Signore Oscuro?!”
Questa nuova notizia lasciò tutti senza parole: il loro nuovo compagno… aveva allenato il loro peggior nemico “Ansem… come ha potuto…” esclamò Leon, all’oscuro di tutto come gli altri, rivolto all’anziano.
Il Saggio, abbassando lo sguardo, esclamò “So benissimo l’errore che ho commesso addestrandolo… ma vi giuro che rimetterò a posto tutte le cose: non mi sono mai perdonato il fatto di essere stato una delle cause che hanno scombussolato tutti gli Universi… e voglio rimediare a qualunque costo…”
”Che animo nobile Maestro, se vuoi ti ricedo volentieri la tua identità, tanto a me non serve più: da adesso in poi tornerò ad usare il mio nome originale…”
”… Xehanort!” l’anziano concluse le parole del Signore Oscuro.
Tutti drizzarono le orecchie: finalmente ora sapevano il vero nome del nemico *E così il suo nome è Xehanort…* pensò immediatamente Sakura.
Però tra il gruppo c’era qualcuno che era rimasto letteralmente scioccato dalla nuova notizia… “C-Come? X-Xe… ha… nort?” Luke strabuzzò gli occhi: non credeva alle sue orecchie.
“Maestro, cosa le succede?” domandò David al Fuudo.
Luke non rispose, ma cadde a terra in ginocchio con gli occhi ancora stralunati “Non è possibile… M-Master X-Xehanort…”
“Master Xehanort?” Sora non capiva le parole dell’amico.
“Cos’è? Sei impazzito pure tu?” esclamò invece Zoro.
Invece il Signore Oscuro, che si è scoperto chiamarsi Xehanort, aveva capito cosa intendeva il ragazzo “So perché fai così… e si, io discendo proprio da QUEL Master Xehanort… e… si, sono a conoscenza del passato che condividi con quell’uomo… vecchio amico mio!”
”Ehm… qualcuno potrebbe gentilmente spiegarci cosa succede qui?” intervenne Gohan che ci stava capendo poco o niente della situazione.
“Veramente questo particolare di Master Xehanort non lo sappiamo nemmeno noi del Team Tempesta!” rispose sinceramente Axel.
“Io invece si!” tutti si voltarono verso Aqua, colei che aveva parlato “Io sono forse l’unica qui che conosce appieno la storia del “Signore Oscuro”, quindi lasciate che ve la racconti… 10 anni fa esisteva un vecchio Maestro del Keyblade chiamato Master Xehanort, egli puntava a conquistare tutti i mondi servendosi di Kingdom Hearts e voleva anche all’immortalità, proprio per questo ha trasferito il suo cuore nel corpo di Terra, un mio vecchio amico… in quel momento è nato Xehanort, colui che abbiamo davanti e che rappresenta l’essere perfetto e l’unione tra due Custodi del Keyblade quali Master Xehanort e Terra!”
“E’ proprio così!” confermò Xehanort, che aveva deciso di lasciarla parlare per vedere le loro reazioni.
“Ecco, mi mancava Cell 2 la vendetta!” esclamò scocciato Vegeta.
“Quindi… il Signore Oscuro è un essere perfetto, senza punti deboli!” Kakashi arrivò a questa conclusione.
“Purtroppo… è così… ma sono sicura che se uniremo le nostre forze riusciremo a conquistare la vittoria finale!” esclamò Aqua unendo entrambe le mani all’altezza del cuore.
“Voi battere me? Questa si che è proprio una bella battuta…. Un calcio con la gamba sinistra!” non si sa come, ma Xehanort riuscì a prevedere in anticipo il Gom Gom Frusta lanciatogli velocemente da Luffy e lo schivò spostando semplicemente la testa verso sinistra.
“Ma che…” il ragazzo dal Cappello di Paglia era senza parole.
“E’ riuscito a prevedere il suo attacco!” anche Sanji era rimasto stupito da quell’azione compiuta dal nemico.
Però a Luffy venne una strana sensazione… sembrava quasi che il Signore Oscuro avesse usato… *Quello… era l’Haki Kenbun-shoku!* “Non è ancora finita, Gom Gom Pistol!” stavolta il ragazzo dal Cappello di Paglia non ebbe neanche il tempo di lanciare l’attacco che Xehanort era davanti a lui che gli puntava il suo Keyblade contro.
“Che velocità, non l’ho neanche visto arrivare!” Cloud dovette ammettere che il Leader dell’Esercito sapeva muoversi più velocemente di lui.
Xehanort, senza fare troppi complimenti, sparò dal suo Keyblade una piccola sfera nera che colpì in pieno Luffy e lo scagliò dall’altra parte della stanza contro il muro: il ragazzo ne uscì talmente malridotto da rimanere svenuto dopo l’impatto.
“Ha sconfitto Luffy con un solo attacco!” gridò Nami allibita.
“Ma quella… era una Sfera Letale di Freezer in versione ridotta!” appuntò Goku.
”Mentre quello con cui ha schivato l’attacco era l’Haki Kenbun-shoku, che permettere di leggere lo spirito dell’avversario e di prevedere in anticipo le sue mosse!” esclamò invece Sanji.
“E quello che stringe in mano è un Keyblade, la stessa arma di Sora e Re Topolino!” intervenne Riku.
C-18 strinse i pugni: sembrava quasi che… *A quanto pare il Signore Oscuro è in grado di usare tutti gli attacchi esistenti nei 4 Universi!*
Xehanort, dopo aver sistemato lo scocciatore, abbassò l’arma e disse “Ora continuiamo il discorso di prima… come dicevo sono il risultato della Fusione tra Terra e Master Xehanort e ho ereditato il mio nome proprio da quest’ultimo… purtroppo essi non sono completamente eclissati, in quanto stanno ancora lottando all’interno del mio corpo per la supremazia su di me… ma non sanno che presto loro si spegneranno per sempre e io e solo io sarò padrone di me!”
”Poi mi spieghi come hai fatto a non cedere all’oscurità, visto che il tuo cuore ne è colmo!” lo interruppe Axel sorridendo di nuovo.
“Semplice: perché io sono stato più furbo di quegli sciocchi che si chiamavano “gli allievi di Ansem”: mentre io sono stato tanto forte da resistere alla tentazione di cedere all’oscurità del mio cuore, gli altri 5 non lo sono stati e sono diventati Heartless e hanno generato i rispettivi Nessuno… di cui solo 2 sono attualmente vivi…”
”Cos… COS’HAI FATTO AI MIEI ALLIEVI!” gridò Ansem colmo di rabbia.
“Io assolutamente niente… sono stati loro talmente ingenui da cedere all’oscurità facilmente…”
”Se hai così tanto controllo sull’oscurità, perché hai creato un’organizzazione criminale?” domandò Leon.
Xehanort sorrise: se l’aspettava benissimo una domanda del genere “Io ho creato qualcosa di molto più grande di una semplice organizzazione criminale… io ho creato un regime… io ho creato un’associazione militare… io ho creato… un Esercito… che presto instaurerà una Dittatura Militare Universale attraverso il “Regno Hearts”, di cui io e soltanto io ne sarò il Capo indiscusso!”
“TU SEI PAZZO!” il Saggio, dopo queste parole, compose velocemente il suo cannone: il tempo delle chiacchiere era finito.
“Finalmente si comincia!” Naruto non vedeva l’ora di poter spaccare la faccia a quel maledetto Xehanort… e di vendicare il suo amico Luffy così dannatamente umiliato.
Luke, invece, era ancora in ginocchio: non riusciva a credere che il suo peggiore incubo, Master Xehanort, si fosse incarnato nel Signore Oscuro… era stato un idiota a non averlo capito subito… ”Maestro, tutto bene?” David era preoccupato per il comportamento del suo compagno.
Il Fuudo, come colto da una nuova energia, si alzò velocemente in piedi e disse “Si, tutto bene… anche se…” con un sorrisino, il bruno tirò fuori come un lampo la spada nera puntandola nel punto dove si trovava il Signore Oscuro “… questa ora… è diventata una faccenda personale!”
Lo scontro stava per avere inizio, anche se C-18… *Prima è meglio che curo Luffy usando uno dei due Senzu rimasti!* tirando fuori dalla tasca i due fagioli rimasti, la Cyborg corse incontro all’amico per dargliene uno e curarlo, ma… una magia Firaga partì veloce e colpì in pieno la mano della bionda: non si fece molti danni, ma… i Senzu vennero entrambi bruciati!
”Preferisco evitare queste scorrettezze, in fondo siamo 23 vs 1!” esclamò Xehanort sorridendo mentre dal suo Keyblade usciva il fumo dell’attacco appena lanciato.
“Oh no, i Senzu!” Gohan era preoccupato: l’unica cosa che li poteva curare era appena stata bruciata.
C-18 non prese bene l’azione appena compiuta dal Signore Oscuro, infatti, stringendo i pugni, gridò “Bastardo… QUESTA ME LA PAGHI! APOCALIPSE ATTACK!” la donna sparò la sua serie di raggi energetici verso Xehanort… senza curarsi che in mezzo c’erano gli altri.
Per fortuna tutti riuscirono ad evitare gli attacchi in tempo “Sta più attenta la prossima volta, cavolo!” sbottò Sasuke.
Purtroppo gli attacchi non servirono a niente: l’essere malvagio creò una specie di barriera che riuscì a difenderlo dagli attacchi nemici.
“Oh no, adesso anche la Barriera Protettiva di Cell e C-17!” esclamò Goku allibito.
“Non fallirò una seconda volta!” C-18 risparò di nuovo l’Apocalipse Attack, ma…
“Scusa dove stai mirando?” il Signore Oscuro stava levitando proprio sopra di lei “Ora tocca a me!” puntò il Keyblade contro la bionda e sparò delle specie di Shuriken d’energia.
“Sa anche volare e usare gli attacchi dei Ninja!” gridò Kakashi non credendo ai suoi occhi.
“Non mi liquiderai facilmente, Kienzan!” C-18 dovette usare l’attacco creato da suo marito per parare tutti gli Shuriken d’energia lanciati da Xehanort… ma non servì a niente, visto che il malvagio comparve all’improvviso davanti a lei e la colpì con il Keyblade in pieno collo spedendola contro il muro e mandando anche lei al tappeto.
“Fuori due!” analizzò Xehanort poggiandosi l’arma sulla spalla.
La Resistenza e il Team Tempesta strinsero i pugni: un altro membro della loro squadra era stato sconfitto… e non avevano potuto fare niente per aiutarla.
“Dobbiamo attaccarlo tutti insieme, o non avremo nessuna speranza contro di lui!” propose Sora capendo la situazione.
“Ma prima… ho una domanda per te “Signore Oscuro”… perché indossi l’abito di Master Xehanort?” chiese Aqua non capendo il motivo di tale scelta.
“E’ semplice!” Xehanort, senza dare tempo agli altri di accorgersene, si era teletrasportato nello stesso punto in cui era prima di essere attaccato da Luffy.
Goku riconobbe la sua tecnica *Il Teletrasporto… pure quello ora?!*
Intanto il Leader dell’Esercito proseguì “Porto questo abito per sottolineare come io sia in tutto e per tutto l’erede del più grande Maestro del Keyblade mai esistito… basti pensare che sono riuscito persino a controllare quello che era il suo Keyblade, che è anche in grado di prelevare i cuori altrui… cosa che ho già fatto su qualcuno di vostra conoscenza…”
Sora e Riku capirono subito a chi si stava riferendo quell’essere malvagio, infatti il bruno gridò immediatamente “COS’HAI FATTO A KAIRI?”
Xehanort, sorridendo malignamente come sempre, schioccò le dita ed ecco comparire a terra vicino ai suoi piedi Kairi… solo che… la ragazza era svenuta, e non sembrava neanche che stesse respirando.
“Ma quella… è Kairi!” Sakura aveva le mani sulla bocca dalla paura: cosa le aveva fatto quel mostro?
“KAIRI!” Sora corse incontro alla ragazza e le prese la testa con la mano destra, non curandosi che il Signore Oscuro era proprio di fronte a lui “KAIRI! KAIRI! APRI GLI OCCHI!”
”Non si sveglierà… almeno finché non le sarà restituito il cuore!”
Riku sentì la rabbia ribollirgli all’interno del suo corpo, quell’essere aveva davvero… “Hai… rubato il suo cuore?”
”Esatto… e non solo il suo: ho prelevato anche quelli delle 6 ragazze contenute nei tubi al vostro fianco!”
Solo allora alcuni di loro si accorsero che vicino c’erano veramente dei tubi con all’interno 6 ragazze… nessuno di loro le conosceva, ma se gli era stato prelevato il cuore… significava che erano nemici dell’Esercito, proprio come loro.
Sora nel frattempo era scoppiato a piangere: non riusciva a credere che la sua migliore amica (e forse non solo) aveva perduto il cuore, e tutto a causa di una sua distrazione durante l’ultima battaglia… era disposto a tutto pur di riaverla, anche… sacrificare la sua stessa vita “Dimmi… cosa vuoi che faccia? Farò qualsiasi cosa… ma ti prego… restituiscile il cuore!”
Xehanort non aspettava altro: sapeva che il ragazzo era attaccato fortemente a Kairi, per questo aveva chiesto a Cell di rapirla mentre il gruppo combatteva contro gli Heartless e i Nessuno… per poterla usare per eliminare Sora una volta per tutte e, al tempo stesso, aprire la Serratura di quel mondo.
“Vedi ragazzo mio… in questo momento i cuori delle 7 Principesse del Cuore riposano qui dentro!” il Signore Oscuro allungò la mano sinistra e comparì tra le sue mani un altro Keyblade: questo era interamente blu, a parte il manico rosso “Questo è un Keyblade molto speciale: è in grado di aprire i cuori delle persone, e distruggerlo è l’unico modo per liberare i cuori contenuti al suo interno… per spezzarlo deve entrare in contatto col cuore del Prescelto del Keyblade… TE Sora!” dopo aver detto ciò, Xehanort lanciò l’arma a Sora, che la prese al volo… ovviamente il Leader dell’Esercito aveva raccontato una bugia: entrare in contatto col cuore di Sora non era l’unico modo per distruggere il Keyblade, ma lui aveva bisogno che il ragazzo si togliesse di mezzo… e quale modo migliore se non portarlo all’autodistruzione?
Sora guardò intensamente l’arma che aveva tra le mani… quel Keyblade… era davvero in grado di aprire i cuori delle persone?
“Non dargli retta Sora!” gridò all’improvviso Naruto.
“Già, ci penseremo noi a salvarla non appena avremo distrutto il Signore Oscuro!” esclamò invece Goku.
“Non cascarci: vuole solo che tu muoia!” gridò stavolta Leon.
Il Prescelto del Keyblade però non sembrò dare retta alle parole dei suoi amici… in quel momento l’unica cosa che contava era salvare Kairi… a tutti i costi…
Alzatosi in piedi, Sora dette un’ultima occhiata ai suoi amici e, con gli occhi tristi, sorrise forzatamente “… Mi dispiace… addio…” e lo fece: si trapassò con il Keyblade contenente i cuori delle 7 Principesse del Cuore.
“SORAAAAAAAAAAAA!” l’urlo disumano di Goku, Gohan, Nami, Sanji, Sakura, Naruto, Kakashi, Leon, Aqua, Ansem e Riku riecheggiò in tutta la stanza: erano allo stesso tempo increduli e disperati.
All’improvviso, quasi come per magia, il Keyblade si ruppe e 7 palle di luce vi uscirono per andare a posarsi sui 7 corpi senza cuore presenti in quella stanza… Kairi fu l’unica a svegliarsi in quel momento… in tempo per vedere Sora cadere lentamente avvolto da una luce dorata.
“SORA NOOOOOOOOOO!” Goku e Naruto corsero incontro all’amico, per cercare di fare qualcosa prima che fosse troppo tardi.
La rossa invece era abbastanza vicino e tentò subito di prendere l’amico… ma era troppo tardi: il corpo di Sora sparì in particelle di luce proprio tra le sue mani “Sora… NOOOOOOOOOOOOO!” Kairi mostrò la sua disperazione gridando al soffitto tutto il suo dolore.
“SORAAAAAAA!”
”TORNA INDIETRO, SORAAAAAAAAAAA!”
Anche Goku e Naruto mostrarono disperazione per la fine di colui che ormai considerava un amico prezioso.
L’unico che sembrava divertito dalla situazione era Xehanort “Alla fine il cuore di Kairi è libero… ma si è autodistrutto proprio come immaginavo. Fuori tre!”
I membri della Resistenza e del Team Tempesta erano rimasti indignati dal comportamento da vero stronzo mostrato dal Signore Oscuro “Che essere spregevole!” sibillò Ansem stringendo i pugni.
“Ha dato la sua vita per salvare colei che chiaramente ama… ha fatto un gesto davvero eroico!” intervenne Zoro che, nonostante non fosse disperato, provava rispetto per quel ragazzo.
”Concordo con te spadaccino!” esclamò Cloud.
Vegeta e Sasuke invece sembravano indifferenti come sempre.
“Ma che idiota… come si fa a sprecare la propria vita così?”
”Concordo con te Sasuke: aveva l’opportunità di far fuori il Signore Oscuro tanto era vicino… e si è fatto fuori da solo come un vero fesso!”
Kairi aveva smesso di gridare, ma continuava a guardare il soffitto dove erano sparite le particelle di luce in cui si era diviso Sora “Quindi lui è… no, non è possibile… non lo permetterò… NON LO LASCERO’ ANDARE VIA!”
“Rassegnati, lui è morto… e tu hai svolto il tuo compito, quindi…” Xehanort colpì in guancia la ragazza con un attacco col Keyblade mandandola contro il muro e facendole perdere i sensi “Fuori quattro!”
“KAIRI!” Riku gridò il nome dell’amica: quell’essere spregevole non solo aveva ucciso Sora… ma aveva anche fatto del male a Kairi!
Hinata invece aveva le lacrime agli occhi: aveva assistito a tutto ed era rimasta commossa dal gesto eroico del Prescelto del Keyblade… ma anche spaventata da ciò che Xehanort l’aveva costretto a fare “Quell’essere… non ha cuore!”
Purtroppo nessuno si era accorto delle conseguenze che avevano portato il gesto di Sora… oltre a ridare il cuore a Kairi ovviamente *Bene, la Serratura è finalmente aperta… otterrò il potere necessario per raggiungere i miei scopi ora!* le parole del Signore Oscuro erano fondate: dalla misteriosa porta multicolore a forma di cuore (che tra l’altro portava alla dimensione dove si svolgevano i test d’ingresso nell’Esercito) cominciò ad uscire l’oscurità… che cominciò a entrare piano piano dentro Xehanort.
“Ma… cosa succede adesso?” domandò Nami non capendo.
“Voi patetici idioti… il gesto di Sora ha ridato il cuore alle 7 Principesse del Cuore, che a loro volta hanno aperto la Serratura di questo mondo, che è intrisa di oscurità fino all’orlo… e ora sto assorbendo tutta l’energia contenuta al suo interno. Non appena ci sarò riuscito il mio piano andrà finalmente in por… cosa succede?” Xehanort si accorse che all’improvviso l’oscurità aveva smesso di fluire all’interno del suo corpo… e non seppe spiegarsi il motivo.
“Il tuo piano è fallito, Signore Oscuro!” Aqua, grazie alla sua agilità, era riuscita a correre velocemente verso la porta a forma di cuore e, puntandovi contro la sua arma, era riuscita a chiudere la Serratura “Ti eri forse dimenticato che anch’io so usare il Keyblade? Ora che ho chiuso la tua risorsa d’oscurità, il tuo piano è fallito!”
“Ottimo lavoro Aqua!” Sakura trovava già simpatica quella ragazza per il gesto che aveva fatto. Nonostante la Serratura fosse stata chiusa, Xehanort non era preoccupato… siccome uno dei suoi 3 obiettivi era appena stato raggiunto “Non importa… anche se non ho assorbito abbastanza energia per chiudere i miei piani, ho comunque soppresso per sempre i cuori di Terra e Master Xehanort… ora sono un uomo libero!”
La ragazza dai capelli azzurri, al sentire quella notizia, si mise una mano in bocca… ciò voleva dire che… “T-Tu… hai ucciso Terra?!”
”Esattamente… mi spiace per il tuo amico, ma era d’intralcio alla mia esistenza!”
Aqua strinse il pugno con cui non reggeva la sua arma… non solo 10 anni fa aveva perso Ventus ed Eraqus… ora aveva perso per sempre anche Terra… adesso si che era sola… gli unici su cui poteva contare erano Ansem, Axel e Kairi… e avrebbe fatto di tutto per non perdere anche loro “In nome di tutti i popoli che tu hai portato alla rovina… e in nome di tutti i miei amici che hai ucciso… io… TI DISTRUGGERO’!”
”Questo è parlare Aqua. Pagherà per tutte le vite che ha rovinato… e subirà la pena anche per quello stronzo di Master Xehanort, da cui lui discende!” Luke concordò appieno con le parole della Maestra di Keyblade.
“Bene, che i giochi abbiano inizio!” Xehanort, sempre con in mano il Keyblade, attivò l’aura oscura di cui erano dotato il Fuudo e David… tutto come era stato già detto da Cid, Chiara, Yuffie e Aerith al Quartier Generale della Resistenza.
“Perfetto, ci mancava che aveva l’aura oscura di Luke e David!” esclamò ironicamente Gohan.
“Purtroppo ci eravamo dimenticati di avvisarvi anche di questo, ci spiace ragazzi!” si scusò Leon.
“Non ti preoccupare: in questo momento l’unica cosa che conta è distruggerlo!” affermò Kakashi per tranquillizzare l’amico.
Il Signore Oscuro ora aveva sfoderato tutte le sue armi: il Keyblade e l’aura oscura… era pronto a combattere seriamente “FATEVI SOTTO PERDENTI!”
I primi ad attaccare furono Zoro e Cloud: entrambi si lanciarono a spade sguainate contro Xehanort.
“Taglio dell’Orco!” gridò il pirata.
“Sei finito Signore Oscuro!” gridò invece il biondo.
“2 spade non basteranno a battermi!” utilizzando solamente il suo Keyblade, il Leader dell’Esercito riuscì a parare entrambi i colpi “Niente da fare!”
Zoro però sorrise… se l’aspettavano tutti una reazione del genere “Come previsto!”
”… Kamehamea alle mie spalle!” purtroppo Xehanort ebbe ragione: gli attacchi frontali dei due spadaccini erano serviti solo a distrarlo dall’attacco di Gohan… che era stato predetto dall’essere oscuro e che, ovviamente, schivò tranquillamente… anche Zoro e Cloud evitarono l’attacco per poco.
“Dannazione, la combinazione non è servita a niente!” esclamò il Sayan irritato nel vedere la loro strategia andare in fumo.
“Riprovate, sarete più fortunati!” Kakashi tentò di approfittare della distrazione di Xehanort per scoprire lo Sharingan e usare il Taglio del Fulmine… ma ancora una volta il Signore Oscuro schivò l’attacco grazie all’Haki Kenbun-shoku “Kakashi Hatake, Ninja di Konoha… non sei abbastanza veloce per potermi sorprendere!” l’essere malvagio puntò il suo Keyblade alla nuca del Jonin e usò la Sfera Letale di prima per colpirlo (ancora una volta lo Sharingan si era rivelato inefficace contro la terribile velocità del nemico) talmente forte da sbattere anche lui contro il muro e farlo svenire sulla botta “Fuori cinque!”
“Oh no, un altro compagno ha ceduto alla sua potenza… dobbiamo farlo fuori prima che sia lui a uccidere noi!!” Gohan cominciò a scatenare tutto il suo Ki facendo tremare tutto il Castello.
“Gohan sta usando tutta la sua potenza, stavolta il Signore Oscuro è spacciato!” esultò Goku.
Una volta carico, il giovane Sayan si scagliò contro il nemico per tentare di colpirlo con il Ki Punch, lo stesso pugno con cui aveva ucciso Kizaru… ma ancora una volta Xehanort usò la Barriera Protettiva per difendersi: quella difesa era tanto potente che annullò immediatamente il colpo di Gohan “Impossibile!” gridò il ragazzo incredulo.
“Hai un’offensiva potente Son Gohan… ma la mia lo è ancora di più!” stavolta il Signore Oscuro sparò uno dei suoi Shuriken Energetici… col quale tranciò nettamente il braccio destro al Sayan.
Mentre Gohan gridava dal dolore, Xehanort usò il suo Keyblade per colpirlo in piena pancia con un colpo tanto potente che fece perdere i sensi al Sayan “Fuori sei!”
Cloud, vedendo la scena, venne circondato dai suoi fulmini e partì velocemente per tentare il Cross Slash, il tutto mentre Zoro caricava i Tremila Mondi “Voi due sarete i prossimi!” il Leader dell’Esercito parò l’attacco del biondo con la sua arma e approfittò della vicinanza per farsi circondare da dell’acqua nata dalla sua aura oscura.
Xehanort usò la Tecnica del Drago Acquatico, lo stesso attacco che usavano di solito Zabuza Momochi e Kisame Hoshigaki per colpire in piena pancia lo Strife e buttarlo addosso a Zoro: il contatto tra elettricità e acqua causò un esplosione non appena i due spadaccini entrarono in contatto… dalla quale nessuno dei due uscì illeso, infatti entrambi erano svenuti “Fuori otto!”
“Ci sta facendo fuori uno ad uno… ed ora?” domandò Leon preoccupato per la situazione.
Invece Ansem e Luke, nonostante entrambi avessero un conto in sospeso con quel mostro, non intervenivano ancora: sapevano benissimo che Xehanort possedeva un potere elevatissimo… e per questo volevano prima elaborare una strategia che li portasse tutti alla vittoria… e soprattutto che risparmiasse più vite possibili, visto che bene o male quelli a terra erano ancora tutti vivi… a parte Sora... purtroppo.
Sakura avrebbe tanto voluto intervenire per curare i feriti… ma sapeva benissimo che il Signore Oscuro gliel’avrebbe impedito quasi sicuramente, quindi non aveva altra scelta se non guarirli non appena avrebbero fatto fuori quell’essere malvagio.
Mentre succedeva tutto questo, Riku stringeva i pugni e digrignava i denti: non era riuscito a fare niente per aiutare i suoi due amici… e in più… quell’essere orribile aveva avuto il coraggio di metterli KO o addirittura di portarli al suicidio… non ce la faceva più: doveva pagare per tutto il male che aveva fatto, ma al tempo stesso sapeva di non avere la forza di riuscirci… così non vide altra scelta *Basta, deve pagarla… vendicherò Sora e Kairi… anche se… sarò costretto a cedere all’oscurità!* all’improvviso una strana aura nera circondò il ragazzo, ma non era la stessa che usavano Luke, David e Xehanort per combattere… era l’oscurità contenuta nel suo cuore.
“Ma… cosa sta facendo Riku?” domandò Nami.
“NON FARLO RIKU, COSI’ DISTRUGGERAI SOLO TE STESSO!” Ansem aveva capito perfettamente cosa stava facendo il ragazzo.
“HA RAGIONE, NON FARLO RIKU!” Aqua si ricordava la prima volta che l’aveva conosciuto: era sull’Isola del Destino e la ragazza aveva capito perfettamente che era l’erede di Terra in tutto e per tutto… e infatti, proprio come il suo amico… anche lui stava per cedere all’oscurità.
Riku, sentendo quelle incitazioni a fermarsi, si limitò a dire “… Mi spiace… ma non ho altra scelta!” per poi partire alla carica verso Xehanort brandendo il suo Animofago.
Il malvagio, di conseguenza, parò l’attacco e sorrise: non aspettava altro “Bravo ragazzo… cedi… cedi all’oscurità presente nel tuo cuore… e diventa un mio sottoposto!”
”MAI!” Riku creò un varco oscuro alla sua destra e vi saltò dentro… per poi riaprirlo sulla testa del Signore Oscuro e tentare un altro affondo… anche questo attacco venne schivato a causa dell’Haki Kenbun-shoku.
“E’ inutile: puoi potenziarti quanto vuoi, ma io sarò sempre troppo forte per te. Rendimi le cose più facili e diventa un Heartless immediatamente!” commentò Xehanort.
“STA ZITTO!” Riku sembrava determinato a non divenire un Heartless… ma al tempo stesso usava tutta l’oscurità presente nel suo cuore per tentare di uccidere il malvagio davanti a sé.
Gli altri ancora in piedi si era accorti del rischio che correva il ragazzo dai capelli argentati, e cercavano di trovare una soluzione per evitare che facesse la stessa fine di Sora “Dobbiamo fermarlo o diverrà anche lui un Heartless!” spiegò Ansem.
“Già… ma cosa possiamo fare?” domandò stavolta Goku.
Riku intanto continuava il contrattacco lanciando una specie di palla di fuoco blu sparata dalle mani… ma anche stavolta Xehanort parò l’attacco con la Barriera Protettiva *Ancora poco e diverrà un Heartless sotto il mio completo controllo!*
Il ragazzo dai capelli argentati sentiva una dura fitta al cuore, sentiva che qualcosa in lui stava mutando, ma non badò a questi dettagli, perché l’unica cosa che contava in quel momento era vendicare i suoi amici “NON MI AVRAI MAI LURIDO BASTAR…”
Un colpo secco al collo lo mandò al tappeto svenuto: Axel era intervenuto per evitare che la mutazione avvenisse per davvero “Quando il gioco si fa duro… i duri iniziano a giocare!”
“Ottimo lavoro Axel!” esultò Naruto, visto che il Nessuno aveva evitato il peggio.
Aqua invece era rimasta basita dal metodo… diciamo brutale adottato da Axel *Non era proprio questo che intendevamo come intervento… ma almeno abbiamo risolto il problema!*
Xehanort invece era rimasto leggermente deluso dall’intervento del Nessuno “Uff avrei preferito avere l’Heartless e il Nessuno di Riku al mio servizio… ma ormai devo rinunciare all’idea. Grazie tante Axel!”
“E’ sempre un piacere rovinare i tuoi piani Signore Oscuro!” commentò sarcasticamente Axel.
Intanto… “Che dici Vegeta… abbiamo visto abbastanza?”
“Direi di si, interveniamo Sasuke!”
I due ribelli della Resistenza decisero che avevano visto abbastanza e attaccarono simultaneamente Xehanort: Vegeta trasformato in SSJ2 e Sasuke con lo Sharingan e il Chidori attivo.
Ovviamente al Signore Oscuro bastò attivare la Barriera Protettiva per parare i due colpi “Niente da fare ragazzi!”
”Credi che non eravamo pronti? Amaterasu!” Sasuke reagì immediatamente lanciando le fiamme nere, ma non servirono a niente visto che la barriera proteggeva il malvagio anche da quell’attacco “Cosa?!”
“Il tuo Amaterasu non serve a niente contro di me!” Xehanort disattivò la barriera facendo svanire le fiamme nere e sparò una Sfera Letale piccola contro l’Uchiha che finì al tappeto immediatamente “Fuori dieci… anzi no… tra poco se ne aggiungerà un’altro!”
Mentre Sasuke finiva al tappeto, Vegeta aveva scagliato il suo potente Final Flash con l’intento di distruggerlo in mille pezzi, ma ancora una volta il Leader dell’Esercito percepì l’attacco e lo schivò teletrasportandosi dietro a Vegeta.
“Non mi avrai ma…” il Sayan non terminò neanche questa frase che Xehanort lo colpì con il Keyblade in pieno collo facendolo tornare normale e mandando anche lui al tappeto svenuto “Fuori undici!”
”Anche loro due sono finiti KO!” esclamò Hinata provando sempre più paura.
“Beh… sinceramente penso che se lo sono meritato!” rispose Nami tranquillamente.
A Goku però balenava un dubbio in quel momento “Cosa diavolo sta facendo quell’essere?”
”Che intendi?” domandò Naruto.
“Finora ci ha colpiti con un sacco di tecniche potentissime, ma con danni limitati… sembra quasi che voglia tenerci in vita!”
”Tu dici?” l’Uzumaki non aveva notato questo particolare… e non sapeva se l’amico aveva ragione oppure torto, fatto stava che quello li stava letteralmente massacrando in quel momento e dovevano trovare una soluzione per evitare di finire sconfitti anche loro.
“La risposta è molto semplice!” Xehanort era comparso all’improvviso dietro a Goku e Naruto spaventando i due, ma non sembrava intenzionato ad attaccare “Mi sto limitando a sconfiggervi perché la vostra energia potrebbe essermi utile, proprio come lo è stata l’energia delle altre vittime che ho fatto rapire dai 4 Universi. All’inizio avevo intenzione di uccidervi tutti, ma dopo aver saputo della forza che avete scatenato contro i miei uomini nel mio territorio, ho cambiato idea!”
“Che cosa intendi dire?” domandò Leon non capendo cosa stava dicendo.
“Mi spiace, ma questa cosa è Top Secret e nell’Esercito solo io e i Generali sappiamo a cosa è impiegata… nemmeno i traditori qui presenti lo sanno!” continuò il Signore Oscuro spostandosi e portandosi a fianco degli svenuti Cloud e Zoro.
“Purtroppo ha ragione: non sappiamo di preciso per cosa utilizza le vittime che l’organizzazione rapisce!” confermò Ansem.
“Non siamo mai riusciti a scoprirlo in 7 anni di infiltrazione!” continuò Axel.
“Ehi guardate che non mi riferivo solo a voi 2 e alla Hyuga!” intervenne Xehanort attirando l’attenzione di tutti “Tra di voi c’è qualcun altro che è stato molto vicino a me in passato… non ho ragione… Luke?”
Tutti voltarono immediatamente il loro sguardo verso l’amico: cosa intendeva quel mostro con le ultime parole?
“STA ZITTO BASTARDO!” quel grido improvviso di Luke lasciò tutti spiazzati.
Xehanort sorrise per l’ennesima volta “Immaginavo che non vi avesse detto niente… lasciate che vi spieghi!” il Leader dell’Esercito si scoprì il braccio sinistro, mostrando un’enorme E gialla bordata di grigio e con delle fiamme intorno “Vedete questo? E’ il simbolo dell’Esercito: tutti i membri lo portano sul braccio sinistro!”
“In effetti… ora che ci penso, anche gli altri membri dell’organizzazione lo portavano!” esclamò Goku: fino a quel momento non aveva dato troppo valore a quel simbolo, e la stessa cosa avevano fatto gli altri… ma mai si sarebbero aspettati che aveva un significato così grosso.
“Anche il Capo e Axel hanno quel simbolo: nonostante siano traditori ed erano sotto copertura, anche loro hanno fatto parte dell’Esercito; scommetto che anche Hinata, nonostante sia stata membro per un solo giorno, ce l’ha!” intervenne Aqua ottenendo la conferma della Hyuga.
“Peccato che qui anche qualcun altro porti questo simbolo… qualcuno che finora ha sempre cercato di tenerlo nascosto… vero Luke?”
Questo nuovo intervento dell’essere malvagio fece per l’ennesima volta girare tutti quelli ancora in piedi verso il Fuudo, che cominciò a stringere i pugni dalla rabbia: quello aveva sul serio intenzione di rivelare il suo segreto a tutti “Tieni chiusa quella boccaccia… lurida serpe!”
”Immaginavo avresti detto così… forse è il caso che metta a nudo io il tuo braccio sinistro!” e con velocità sorprendente Xehanort sparò una Magia Firaga contro il braccio sinistro di Luke, bruciandogli completamente la manica e mettendogli a nudo quella parte.
Purtroppo… le parole del Signore Oscuro si rivelarono vere: il loro amico aveva SUL SERIO il simbolo dell’Esercito disegnato sul braccio sinistro *Oh no… l’hanno visto!* Luke se lo coprì tempestivamente con la mano destra… ma ormai era troppo tardi.
“Ma… quello è il simbolo dell’Esercito!” gridò Sakura allibita.
“Cosa…” Sanji non credette ai suoi occhi.
”Maestro…” David era quello più scosso di tutti in quel momento.
“Diglielo ai tuoi amici, digli chi sei veramente!” lo esortò Xehanort.
Luke cadde in ginocchio mentre continuava a coprire il simbolo dell’Esercito col braccio destro: ormai era con le spalle al muro… non aveva scelta… doveva rivelare ai suoi amici… la relazione che aveva con il Signore Oscuro e l’organizzazione.

Eventi Principali Modifica

  • La Resistenza e il Team Tempesta scoprono che il Signore Oscuro è Xehanort, l'ex allievo di Ansem.
  • Si scopre che Kairi è stata rapita da Cell e Sora si sacrifica per ridarle il cuore.
  • Riku scatena l'oscurità del suo cuore per sconfiggere Xehanort, ma prima che si trasformi in un Heartless Axel lo fa svenire.
  • Molti della Resistenza vengono sconfitti da Xehanort.
  • Xehanort spinge Luke a rivelare il suo segreto.

Personaggi Apparsi Modifica

Sora

Kairi

Aqua

Axel

C-18

Hinata Hyuga

Cloud Strife

Naruto Uzumaki

Sakura Haruno

Roronoa Zoro

Riku

Nami

Vegeta

Son Gohan

Xehanort

Squall Leonhart

Luke Fuudo

Kakashi Hatake

Monkey D. Luffy

Sanji

Sasuke Uchiha

Son Goku

Ansem

David Tokiwa

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale