FANDOM


Capitolo 120
Capitolo 120.png
Nome Capitolo 120
Postato il 11 Marzo 2014
Titolo I Confini degli Universi! L'Ultima Avventura ha Inizio!!


Il Capitolo 120 intitolato I Confini degli Universi! L'Ultima Avventura ha Inizio!! è il Centoventesimo e Cinquantottesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Era fatta, ormai il destino degli Universi era stato deciso, o almeno era ciò che pensava Yen Sid e che aveva deciso di non svelare a nessuno nonostante fosse stato molto vago con i quattro protagonisti dell’ultima avventura per la salvezza delle dimensioni… già, perché solamente in quattro erano stati scelti per recarsi nel luogo dove la vita ha avuto inizio, il luogo dove luce ed oscurità nascevano e dove il tempo si fermava per lasciare spazio ai dubbi e alle domande della vita… i Confini degli Universi!!
In questo luogo mistico si trovavano i Nuclei degli Universi, la fonte su cui si reggono tutti i vari mondi uniti da un unico nucleo ben più grosso rispetto agli altri che rappresentava l’Universo di Mezzo o ciò che ne restava e che, dopo la distruzione delle dimensioni, era l’unico a reggersi ancora in piedi… ma purtroppo sarebbe stato instabile e il minimo attacco potente avrebbe rischiato di distruggerlo compromettendo l’esistenza di tutto ciò che era materiale ed immateriale… ed era proprio per questo che Master Xehanort si era recato in quel luogo, per ripicca verso la Neo Resistenza per aver rovinato il suo piano intendeva distruggere tutto quanto e condannare l’esistenza al nulla assoluto!!
Per fermarlo Goku, Luffy, Naruto e Sora erano stati scelti dal Consiglio dei 7 Saggi in persona per recarsi in quel luogo, trovare l’anziano e sconfiggerlo prima che potesse annientare tutto quanto, solo loro potevano in quest’impresa per motivi che le Divinità assolute hanno voluto tenere all’oscuro di tutti, tuttavia quel luogo doveva essere percorso interamente e per questo gli esseri mistici li avevano teletrasportati proprio all’inizio di quella dimensione…
Ed ecco che quattro raggi di luce apparvero sopra ad una roccia e da esse, una volta svanite, fuoriuscirono proprio i quattro eroi in carne ed ossa, i guerrieri avevano finalmente raggiunto la meta designata per la loro ultima avventura…
“Wow, eccoci finalmente arrivati!!!” esultò inizialmente l’ex pirata sollevando i pugni al cielo e facendo un sorriso a trentadue denti.
Tuttavia il Prescelto dal Keyblade lo fece tornare con i piedi per terra dicendogli “Stai calmo amico, abbiamo un importante missione da portare a termine e non possiamo assolutamente fal…”
“Fantastico!!” le parole del bruno però vennero interrotte dal biondo che, estasiato, stava osservando il paesaggio circostante: si trovavano sulla roccia più grande di quelle presente in tutta l’area, sembravano sospesi nel vuoto e le grosse pietre parevano gli unici appigli su cui potevano camminare.
“Ma non è che se proviamo a mettere il piede fuori rischiamo di cadere?” chiese Luffy anche se per lui non era un problema e nel caso poteva allungarsi.
Per verificarlo Goku si chinò e provò a toccare il vuoto color violaceo che c’era sotto di loro… e incredibilmente riuscì a poggiarla su qualcosa, a quanto pare c’era un pavimento invisibile che consentiva loro di proseguire il cammino “Non ci sono problemi. Possiamo muoverci nonostante tutto!”
“Ne sei sicuro?” gli fece però notare Sora che, provando a toccare in un'altra direzione, si accorse che c’era una specie di muro invisibile che gli permetteva anche solo di uscire dalla roccia, pareva che l’unico tratto percorribile fosse quello che aveva toccato il Sayan.
“E’ probabile che essendo in mezzo al nulla l’unica strada che possiamo percorrere è quella che conduce a quella luce?” l’intuizione di Naruto pareva giusta dato che il Ninja aveva indicato il fondo di quella zona per mostrare una specie di illuminazione che partiva dal fondo e si allargava quasi come se fosse un passaggio che conduceva ad un'altra zona di quel mondo.
Goku, dopo averli ascoltati, rispose loro dicendo “Credo proprio che sia questa l’intenzione, il Consiglio dei 7 Saggi ci sta indicando il percorso da seguire, e noi dobbiamo andare di là…”
“Sì, ma prima di andare… qualcuno mi spiega che cosa rappresenterebbe questa zona? Se questo mondo dovrebbe essere la culla della vita… come mai esiste questo posto?” cavolo, Luffy non aveva assolutamente torto, effettivamente a che scopo creare uno spazio dove il nulla sovrasta tutto ad eccezione di alcune rocce sparse un po’ sul “pavimento invisibile” che era intorno a loro?
A meno che… “E se questo luogo… rappresentasse ciò che resta degli Universi distrutti da Xehanort?”
L’uscita di Sora era alquanto inquietante… ma purtroppo pareva l’unica possibile, perché altrimenti non ci sarebbero state spiegazioni sul motivo per cui esisteva quel tratto tanto affascinante quanto misterioso “Temo che hai ragione…” fu l’unica cosa che disse Goku.
Naruto allora pose un problema “Ma allora, se questo mondo rappresenta le dimensioni distrutte… che cosa succederà quando avremo completato la missione?”
Già, una bella domanda… “Se sconfiggiamo Master Xehanort e stabilizziamo l’unico Nucleo degli Universi rimasto essi dovrebbero ritornare normali… e questo mondo sparirebbe!!” la spiegazione dell’ex pirata non faceva acqua da nessuna parte.
Però c’era un problema… se davvero dopo la morte dell’anziano e il ripristino dei mondi quella zona sarebbe scomparsa… allora c’era il rischio che anche i Confini degli Universi facessero la fine di Glade Rite per impedire che qualcuno potesse tentare un impresa simile a quella del Master!!
Sembrava che tutti avessero avuto la stessa intuizione, anche se il rischio più grosso era soprattutto uno “Allora significa che noi… noi spariremo insieme alla dimensione…”
Una terribile notizia che lasciò di stucco quasi tutti i presenti, però questo avrebbe spiegato come mai il Consiglio dei 7 Saggi aveva scelto di mandare solo loro, non voleva far correre pericolo a tutti gli altri che erano scampati alla caccia ai cuori perpetrata da Xehanort… quel pazzo aveva compiuto più danni di quanto potesse immaginare, perché ora per fermarlo… loro dovevano sparire per sempre!!
“Di che cosa ci preoccupiamo?” intervenne però Goku attirando l’attenzione su di sé “Noi potremmo anche svanire, ma i nostri cuori sopravviveranno. Finché i nostri amici non ci dimenticheranno, noi continueremo a vivere dentro di loro!”
Cavolo, erano parole profonde quelle del Sayan, che però bastarono per ridare la carica ai suoi tre compagni, aveva ragione, loro potevano anche fare una brutta fine al termine di quella storia, ma fino a quando la gente si sarebbe ricordata di loro non sarebbero mai deceduti per davvero… era come aveva detto Hillk tanto tempo fa: una persona muore davvero solo quando viene dimenticata!!!
“Beh che cosa ci facciamo ancora qui? Diamoci una mossa!!” fu Luffy a dare l’ultima carica per iniziare quello che nella storia sarebbe stato ricordato come “la loro ultima avventura”…
L’unico problema fu che appena iniziarono ad avanzare neanche ebbero il tempo di toccare il pavimento invisibile che davanti a loro apparvero un infinita di Shadow e di Simili!!
“Ma cos… anche qui?!” la cosa non fu per niente gradita da Naruto.
“Com’è possibile che ci siano?” si chiese Sora mettendosi in posizione di combattimento.
Inizialmente neanche il Sayan comprese il motivo della loro presenza… ma poi si ricordò delle parole di Master Xehanort e tutto si fece chiaro “Giusto!! L’aveva detto che disponeva ancora di parecchi Heartless e Nessuno… devono essere qui per fare la guardia mentre il loro capo sistema il nucleo…”
“Ma non ci fermeranno!!” esclamò allora l’ex pirata attivando il Gear Second sul braccio destro “Non mi importa se siete i cuori dei nostri amici… i nostri veri compagni sono dispersi nel nulla e quindi voi non siete loro!!”
“Ben detto!!” confermò Uzumaki attivando il chakra di Kurama.
“Diamoci da fare!!” anche il Prescelto evocò il suo Keyblade mentre Goku si trasformò in SSJ.
Appena furono tutti pronti i quattro guerrieri partirono alla carica degli Shadow e dei Simili che nel frattempo si erano già mobilitati per attaccarli…

“Sono tanto in pensiero… spero che stiano bene!”
Ormai erano le 13:30, i quattro combattenti per la libertà e la salvezza dei mondi erano partiti da solo mezz’ora e Kairi nella dimensione originale si stava domandando se fosse tutto a posto.
Suigetsu, che era seduto a terra con le braccia incrociate e gli occhi chiusi, replicò dicendogli “Sono partiti da trenta minuti, a malapena avranno percorso il primo tratto!”
“E qui bisogna dire che ha ragione!” fece Kaiohshin il Sommo che pareva essersi finalmente calmato “Considerando che quel posto pullulerà di Heartless e di Nessuno a causa di quel vecchio pazzo non è da escludere che li stiano tenendo impegnati in questo momento!”
“Tsk quelle creature gli fanno un baffo, mio padre e gli altri li faranno fuori in breve tempo!!” esclamò Goten sicuro di ciò che stava dicendo.
“Loro sono il problema minore!” fece Kibitoshin preoccupato soprattutto per qualcun altro che si trovava laggiù “Non scordatevi che là c’è anche Chernabog!”
“Io sinceramente non ho ancora capito che cos’è…” affermò Pan sincera e abbastanza confusa.
Ci pensò Seto a rispondergli dicendo “Una volta ho letto un libro che li citava, si dice che sia un Dio della cultura slava su cui si è molto ipotizzato ma di cui si sa davvero molto poco: viene descritto come un Dio oscuro e maledetto, ma la reale importanza che rivestiva per quella civiltà ancora ora è sconosciuta, proprio per questo si suppone che non fosse neanche importante in quella cultura…”
“Complimenti, sei molto informato a quanto vedo!” esclamò Luke sorridendo al figlio felice di vedere che era come lui, un tipo a cui piaceva informarsi sul mondo in generale.
Avendo ricevuto un complimento dal padre, cosa che probabilmente non sarebbe mai più successa, il bruno arrossì leggermente, si sentiva felice per questo.
“E non ha sbagliato del tutto!” intervenne il Consiglio dei 7 Saggi spiegando loro chi era per davvero il demone “E’ effettivamente un Dio oscuro e maledetto, ma il suo ruolo è quello di proteggere i Nuclei degli Universi per evitare che qualcuno con malvage intenzioni vi potesse accedere… purtroppo come detto prima temiamo che Xehanort l’abbia reso suo schiavo, quindi dovranno fare attenzione ai suoi poteri…”
“Io non mi preoccuperei se fossi in voi!” fece però Yen Sid attirando l’attenzione su di sé “Quei quattro combattenti nonostante tutto sono dei Prescelti, nessuno di loro si farà sconfiggere da Xehanort, ne tantomeno da Chernabog!”
“Prescelti? Che cosa intende dire?” chiese immediatamente Nami allo stregone.
Lui però fu molto vago e si limitò a rispondergli dicendo “Quando sarà il momento giusto ve lo spiegheremo, non preoccupatevi…”
“Però direi che è meglio togliere loro immediatamente un dubbio, non dovete badare alle parole che Master Xehanort disse a suo tempo, nonostante le apparenze Sora è il VERO Prescelto dal Keyblade!” fece però Re Kaioh svelando loro la realtà dietro il Custode.
Il problema però era che lì lui era uno dei pochi a conoscere cosa era successo quando il bruno aveva deciso di sacrificarsi per farsi uccidere dall’anziano e di conseguenza molti lì in mezzo non capivano di cosa stesse parlando “A che cosa si sta riferendo? Questo lo sapevamo già!” gli disse difatti Lea abbastanza stranito.
“Loro non sanno, è normale che dicano così!” affermò Yen Sid spiegando ai Kaiohshin come mai quella domanda e iniziando a dire loro che cosa la Divinità stava cercando di dire loro “Dovete sapere che quando Sora è andato sulla catena montuosa che circonda l’ormai ex Glade Rite, Xehanort lo ha provocato dicendogli che in verità lui non era il Prescelto del Keyblade, che era e sarebbe sempre stato la seconda opzione. Secondo le sue parole il Prescelto originale doveva essere Riku, ma è stato scartato a causa della troppa oscurità presente allora nel suo cuore, per questo alla fine ha optato per l’allora giovane Sora…”
Inutile dire che il diretto interessato, l’uomo con i capelli argentati, rimase abbastanza sorpreso di apprendere ciò “… E quindi quella si è rivelata unicamente una farsa?”
“No, Xehanort era davvero sicuro di ciò che stava dicendo, ma non poteva sapere che il cuore di Ventus si trovava all’interno del corpo di Sora a quei tempi, è stato proprio questo fattore unito ai tanti cuori che sono legati alla sua persona e che riescono a rimanere uniti solo dal suo animo puro e nobile che il Keyblade ha scelto lui come suo possessore prescelto… e questo è un dato di fatto, non una teoria!” concluse il mentore di Re Topolino.
Aqua ascoltò il racconto affascinata, forse perché scoprire qualcosa di più sul Keyblade gli interessava sempre “Wow che cosa… incredibile!” fu l’unica cosa che seppe dire sapendo che dal cuore di Sora dipendevano così tanti legami…
“Tutto ciò è molto interessante… ma potreste ora dirci dove si trovano in quest’istante?” chiese però Zoro che pareva disinteressato a quell’argomentazione.
Fu il Consiglio dei 7 Saggi ad aggiornarli “Sono ormai alla fine dello Spazio Infinito, la prima parte dei Confini degli Universi. Dopo dovranno attraversare il Crepaccio e le Prigioni degli Universi… un cammino non facile, ma che dovranno superare con le loro sole forze…”
“Allora l’unica cosa che possiamo fare in questo momento è pregare per loro… e sperare che vada tutto bene!” fu la conclusione di Gohan approvata da tutti…
Il tutto mentre un Vegeta distanziato dagli altri ripeteva mentalmente *Luridi bastardi schifosi!! Dovevo andare con loro!!*

Le Divinità assolute avevano detto bene, difatti proprio in quell’istante Goku, sempre trasformato in SSJ, aveva appena annientato gli ultimi tre Heartless che gli sbarravano la strada ed ora, insieme ai suoi compagni, era sul fondo della zona infinita, ad un passo dalla luce che si trovava sul fondo.
Insieme a lui come già detto vi erano anche Luffy, che aveva disattivato il Gear Second, Naruto, che aveva disattivato il chakra della Volpe a Nove Code, e Sora, che aveva fatto sparire il suo Keyblade, e fu proprio quest’ultimo a parlare per primo dicendo loro “Mamma mia, erano un infinità!”
“Già, saremmo stati sì e no mezz’ora a combatterli tutti!” esclamò Uzumaki azzeccando senza volerlo il tempo che ci avevano messo a farli fuori.
“Beh se non altro adesso non ci daranno più fastidio!” affermò l’ex pirata posizionando entrambe le braccia dietro la testa.
Ma il Sayan replicò dicendo “Non ne sarei così sicuro!” il tutto mentre tornava normale “Per quanto ne sappiamo Master Xehanort potrebbe avere dalla sua un intera schiera di Heartless e Nessuno che ci ritroveremo ad ogni zona che dovremo superare… potrebbe addirittura essere una strategia del nemico volta ad indebolirci!!”
“Questo non è un pericolo, guardate qui!” affermò però Sora tirando fuori dalla tasca chiusa del giubbotto che aveva indosso nientemeno che quattro fagioli magici di Karin!!
“Dei Senzu?! Ma… come diavolo hai fatto ad ottenerli?!” chiese allora il biondo allibito per ciò che aveva l’amico.
Lui, col sorriso, rispose dicendo “Me li ha dati Xion dopo che è passata dalla nostra parte. A quanto pare dal laboratorio di Gelo ne aveva presi quattro perché era sicura che se doveva affrontare me ne avrebbe avuto sicuramente bisogno… e a quanto pare ha fatto bene. Li ho conservati finora, ma non pensavo che mi sarebbero serviti per una situazione del genere!”
“Cavolo, questa sì che è una coincidenza fortuita!” affermò Luffy confermando quella che era una vera fortuna per loro.
Lo stesso Goku lo confermò esclamando “Dici bene, quella donna ci ha aiutati anche dopo la sua morte… era davvero speciale, su questo non ci sono dubbi…” già, la sosia si vedeva lontano un miglio che non era sicura di stare dalla parte sbagliata fin dall’inizio, altrimenti non li avrebbe mai presi di nascosto allo scienziato quando faceva ancora parte del gruppo.
Improvvisamente calò uno strano silenzio nell’area, come se tutti e quattro volessero riservare qualche momento di silenzio come tributo alla loro amica caduta in battaglia che aveva donato loro i fagioli magici aiutandoli indirettamente a preservare le energie per la resa dei conti finale…
Dopo ciò, Sora rimise a posto i Senzu e i quattro, dopo aver annuito decisi agli altri, varcarono la soglia della luce… per ritrovarsi tramite sfera di luce come già preannunciato dal Consiglio dei 7 Saggi nel Crepaccio, che altri non era che appunto un crepaccio formato da rocce a punta che sbucavano dalle pareti e con sul fondo del buco un'altra luce identica a quella che vi era nello Spazio Infinito.
“Wow, questo posto è sempre più strano!” a Naruto scappò quella frase dopo aver visto com’era il luogo dove erano appena giunti.
“Già, questa zona è… totalmente diversa da quella di prima!” affermò Sora che era insieme ai suoi compagni sopra la rocca a punta posta più in alto sul Crepaccio.
Goku confermò il tutto annuendo e poi disse sia a lui che a tutti gli altri “Teniamo gli occhi aperti… gli Heartless e i Nessuno al servizio di Master Xehanort potrebbero essere ovunque!!” e purtroppo aveva ragione.
Difatti da quel momento in poi la loro avventura fu caratterizzata soprattutto dalla ricerca della luce che li avrebbe condotti alla zona successiva e dalle battaglie contro le creature dell’anziano che continuavano ad attaccarli ogni volta che cambiavano zona… ed erano sempre tantissimi!!
Sapevano che erano i loro amici o quantomeno la loro oscurità che aveva preso il sopravvento dopo che erano stati coinvolti nella distruzione delle loro dimensioni, ma purtroppo non avevano scelta…
Dopo aver superato la luce posta in fondo al Crepaccio i quattro eroi si ritrovarono come preannunciato dalle Divinità assolute alla Prigione degli Universi, esso non era altro che una serie di piattaforme lunghe circa 500 metri quadri ciascuna che avevano su due dei quattro lati delle luci che conducevano a quelle successive… per loro fortuna erano capitati in quella iniziale e di conseguenza vi era un'unica luce, gli bastava prendere sempre quella che si trovava nella stessa direzione dell’iniziale per raggiungere il fondo della zona…
Il problema fu che ogni qualvolta cambiavano piattaforma venivano attaccati da altri Heartless e Nessuno, sembravano davvero infiniti, e questo quasi sicuramente era dovuto al fatto che si trovavano nel luogo dove luce ed oscurità venivano generati e dove i cuori di tutte le forme di vita venivano creati prima di andare nel corpo del loro legittimo proprietario… a causa di ciò le tenebre che avevano annidato il muscolo degli esseri del perfido Maestro del Keyblade era raddoppiato o forse triplicato consentendo loro di generare altri loro simili… tuttavia essi non erano un problema per le quattro reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza che si sbarazzarono di tutti i mostri che apparivano davanti a loro quasi senza nessun problema.
Alla fine giunsero sull’ultima piattaforma e qui, al posto della piccola sfera di luce sul bordo che li avrebbe condotti alla successiva, trovarono una fossa al centro di essa che conduceva chissà dove… “Mi chiedo dove ci porterà…” si chese subito Naruto.
“Abbiamo un solo modo per scoprirlo!” esclamò Sora pronto ad attraversalo.
Anche gli altri lo erano e, in un attimo, uno alla volta saltarono al suo interno… immediatamente si ritrovarono sospesi in un cielo oscuro privo di nuvole e di stelle con sotto di loro il vuoto, non riuscivano a vedere il fondo nonostante davanti a loro vi fosse una montagna, dovevano essere davvero molto in alto…
Ma ciò che sorprese di più loro fu altro “Ehi, ma come facciamo a volare?” Luffy aveva detto bene, difatti sia lui che Uzumaki e il bruno erano avvolti da delle stelline e stavano fluttuando nell’aria grazie ad una strana magia.
Goku provò a dare una spiegazione a ciò che stava avvenendo “Probabilmente è stato il Consiglio dei 7 Saggi che sapendo la difficoltà che avreste avuto in questo punto vi ha fornito un piccolo “aiuto”!”
“Molto probabile!” fu l’unica risposta del biondo che sembrava quasi eccitato all’idea di poter volare da solo senza l’aiuto di nessuno…
Ma l’eccitazione dovette durare ben poco, perché all’improvviso la punta della montagna cominciò stranamente a muoversi, stava succedendo qualcosa di molto strano… “Ehi, ho le allucinazioni oppure il monte si sta muovendo?” chiese Sora pensando di star sognando.
Purtroppo per loro però non era un illusione, difatti la punta della montagna si rivelò essere nientemeno che un paio di ali che coprivano qualcuno che era incastonato sulla cima della montagna quasi a fare la guardia a qualcosa… era un enorme demone blu con un paio di corna sulla testa e gli occhi totalmente gialli e senza pupille. Lentamente la creatura, che sembrava essersi appena svegliata, si sollevò dopo essere stata in posizione supina chiuso nelle ali per tutto quel tempo ed iniziò ad alzare lentamente il busto e la testa…
“Ma cos’è?!?!” domandò Sora quasi scioccato da ciò che stava vedendo.
Luffy provò ad ipotizzare “Sembra quasi un demone!”
Fu però allora che Goku ebbe l’illuminazione *Un demone?!* “E’ Chernabog!!”
Aveva ragione, era proprio il guardiano che proprio in quell’istante allargò le braccia e ringhiò al cielo scatenando una potente folata di vento prima di incrociare le braccia ed osservare con aria fredda i quattro che stavano fluttuando a diversi metri da lui quasi come se volesse invitarli ad attaccarlo.
Inutile dire che non si fecero scappare quell’”invito” “Sembra quasi che voglia che lo attacchiamo…” fece il biondo notando quel particolare.
“Noi dobbiamo raggiungere Master Xehanort… quindi non possiamo permettere a questo mostro di bloccarci la strada!! Siete pronti?”
“Pronti!!” esclamarono in coro i tre amici rispondendo al richiamo del Sayan.
“ANDIAMO!!!” al gridò di Goku i quattro si scagliarono letteralmente contro il guardiano pronti ad abbatterlo per poter così raggiungere il loro vero nemico… l’anziano Maestro del Keyblade!!

“Non ne posso più!!”
Tornando nella dimensione originale qui gli animi si stavano surriscaldando anche troppo, difatti Sakura sembrava essersi stufata di attendere lì mentre suo marito rischiava la vita per riportare ordine e serenità negli Universi e per questo aveva preso una decisione.
Difatti avvicinandosi abbastanza minacciosa alle sette Divinità assolute disse loro “Conducetemi ai Confini degli Universi!! Voglio dare una mano a Naruto e agli altri!!”
“COSA?!” molti lì tra cui Aqua e Lea rimasero scioccati davanti a tale uscita della rosa dopo che le entità avevano spiegato il motivo per cui solo quei quattro potevano andare là.
“MA SEI USCITA DI SENNO?!?!” lo stesso Kaiohshin il Sommo pareva alterato da quella dichiarazione della Ninja… ma al tempo stesso approfittò del momento per fare la mano morta con Nami che era al suo fianco e toccargli così il fondoschiena…
Inutile dire la fine che fece, la donna incavolata nera gli assestò un pugno in testa talmente potente da fargli crescere un bernoccolo in testa e farlo svenire con gli occhi a forma di trottola “Oh mamma, sta bene?” chiese Kibitoshin avvicinandosi all’anziano che non dava segni di ripresa.
Suigetsu, che aveva assistito a tutto, sorrise e dichiarò “Proprio quello che meritava quel rompipalle!”
“Per prima cosa non ti azzardare mai più a toccarmi il sedere in quel modo, depravato!!” dopo quest’urlo l’ex navigatrice tornò seria dato che doveva dire una cosa importante e non solo concordò con l’amica, ma… “E come seconda cosa volevo dire… che voglio andare insieme a lei!!”
“Eh?!” Zoro rimase alquanto stupefatto dalle sue parole.
Persino Robin lo era visto che le chiese “Ma sei sicura di questo?”
“Certo, il mio Luffy è laggiù che sta per combattere contro il peggior criminale mai esistito… e io non posso rimanere qui senza fare niente!!”
“Hanno ragione!!” anche Kairi le appoggiava e sembrava convinta di volerle seguire “Sono morta dentro quando mio marito ha deciso di sacrificarsi prima della guerra universale… ed ora che è tornato da me non lo lascerò da solo, gli darò una mano in un modo o nell’altro!!”
“… Cercate di ragionare, il viaggio non solo è colmo di pericoli ma pullula anche di Heartless e Nessuno. Solo quando gli Universi saranno ristabiliti essi torneranno alle loro sembianze normali, ma fino ad allora rimarrano dei servi dell’oscurità che cercheranno di mettervi i bastoni tra le ruote. Ne sono rimasti ancora tantissimi anche nel tratto già percorso da Sora e gli altri, e voi fareste più fatica di loro ad annientarli tutti quanti!” cercò di avvertirle Yen Sid.
“Non mi interessa!!” intervenne però Nami più decisa che mai “Io non mi tirerò indietro in una situazione del genere. E se volete fermarmi… allora dovrete uccidermi!!”
“Ben detto!!” non solo Sakura e Kairi, ma anche Chichi incredibilmente scelse di darle ragione!! “Io sono rimasta in panchina per troppo tempo, ho atteso per anni che mio marito tornasse da me… ed ora non ho alcuna intenzione di perderlo. Intendo recarmi là e gonfiare di botte il Master con le mie stesse mani!!”
“Oh no, anche la nonna…” disse Pan toccandosi la fronte con la mano sinistra.
Mentre il Consiglio dei 7 Saggi fino a quel momento si limitava ad ascoltare in silenzio, Luke intervenne dicendo “Perché non le lasciamo andare? In fondo chi siamo noi per impedirle di raggiungere i loro compagni di vita?”
“Il sentiero è pieno di minacce che potrebbero non essere in grado di affrontare, non so se ce la farebbero…” Gohan però era titubante, soprattutto per la presenza della madre nel gruppo che voleva andare…
Eppure alla fine le entità, con grande sorpresa di tutte, presero la loro decisione ed uno di loro la comunicò subito “… Come volete!”
“Sul serio?! Le lasciate andare?!” Goten era esterrefatto da ciò che aveva sentito.
Kakashi si limitò invece a pensare *Speriamo che sappiano ciò che stanno facendo…*
“… Però è nostro dovere avvertirvi di una cosa: laggiù dovrete affrontare molti Heartless e Nessuno e il cammino per voi sarà più arduo di quello degli altri perché siete più deboli di loro fisicamente e mentalmente… solo rimanendo unite e sfruttando le vostre magie di guarigione potrete sperare di arrivare da loro sane e salve…” con l’ultima frase si stava riferendo soprattutto a Kairi.
Quest’ultima, insieme alle altre tre, disse subito “Lo faremo!!”
A quel punto, visto che sarebbe stato inutile tenerle lì e farle soffrire più di quanto non farebbero ai Confini degli Universi al fianco dei loro mariti, le Divinità assolute dissero loro “Molto bene, allora andare… e buona fortuna!!” ed ecco che quattro fasci di luce investirono le quattro donne consentendo loro di andare allo Spazio Infinito per seguire tutto il percorso fatto dai loro mariti, raggiungerli e dar loro una mano a combattere Master Xehanort.
Incredibilmente però quello che pareva più triste di tutti era Yen Sid… difatti questi, chiudendo gli occhi e abbassando la testa, pensò *Ho provato ad impedir loro di andare, ma purtroppo il futuro è ormai certo… spero solo che non soffriranno più di tanto…* a che cosa si stava riferendo?

“Tempesta Firaga!!”
Ai Confini degli Universi lo scontro dei quattro eroi contro Chernabog stava proseguendo e il bruno aveva appena adoperato la sua magia di fuoco… solo per scoprire che non aveva effetto sul demone dato che impattò contro la sua faccia senza fargli niente “E’ stato inutile?!”
“A quanto pare i colpi infuocati non gli fanno niente…” esclamò Goku in forma SSJ2 di fianco all’uomo.
A quel punto Luffy decise di intervenire scendendo in picchiata dall’alto verso la testa del demone che aveva spiegato le braccia e aveva volso il suo sguardo verso il cielo nero “Gom Gom Thor Elephant Gun!!” ingigantendo il suo braccio e rivestendolo di Ambizione, l’ex pirata cercò di colpirlo con questa mossa sul viso…
E ci riuscì!! L’unico problema fu che il colpo non fece quasi niente al mostro “Non gli ha fatto nulla, com’è possibile?” si chiese l’uomo facendo tornare a sé l’arto mentre la creatura cominciò ad aprire la bocca e a caricare qualcosa.
“Che sta facendo?” si chiese immediatamente Sora.
Il Sayan sembrò capirlo e disse “Vuole usare una specie di lanciafiamme!!”
“Ci penso io!!” Naruto, che aveva attivo il chakra di Kurama, decise di sfruttare il momento per mostrare loro una tecnica che aveva imparato durante l’anno di allenamento sul Pianeta Zork “Vortice Rasengan!!” la mossa consisteva in un Rasengan di grosse dimensioni lanciato letteralmente contro l’avversario.
Il colpo impattò contro il mento nemico, ma non gli fece niente generando solamente un po’ di polvere e null’altro “Incredibile…” fu l’unica cosa che disse Uzumaki notando la notevole resistenza del nemico.
Quest’ultimo sparò le sue fiamme contro il Re dei Pirati che era ancora in aria, ma quest’ultimo riuscì ad evitarle andando verso destra “Cavolo per un pelo!” ma avendo capito l’errore Chernabog parve voler controbattere in un'altra maniera, difatti unì le braccia ad X davanti a sé e, quando le riaprì, partì un enorme colonna di fuoco che rivestì tutta la punta della montagna e andò verso l’alto centrando in pieno l’uomo che non ebbe il tempo di evitarlo.
“LUFFY!!!” gridarono in coro il Ninja e il Prescelto dal Keyblade.
“E va bene… vediamo se ti piace la luce!!” nel momento stesso in cui interruppe l’attacco, il demone si ritrovò a pochi centimetri Goku che, unendo le mani al viso, utilizzò una delle tecniche di Tenshinhan “Taiyoken!!” immediatamente la luce solare rivestì il demone… che essendo abituato ad uno scenario unicamente oscuro subì in pieno gli effetti della mossa!!
“Bel colpo!!” fu ciò che disse il Custode.
Anche il marito di Nami, ritornato al fianco dei compagni dopo aver subito unicamente qualche graffio e nulla di più dalla mossa precedente, dichiarò “E’ quello che si merita!!”
Il colpo ebbe più effetto di quanto loro potessero anche solo immaginare… perché? Perché a causa dei suoi occhi che per miliardi di anni si erano abituati all’oscurità rimase del tutto cieco!! A causa dell’enorme impatto della luce solare sulle pupille il demone perse l’uso della vista e il padre di Gohan lo comprese quando notò che gli occhi da gialli erano diventati improvvisamente bianchi.
“Ma che… che gli succede?” Naruto l’aveva chiesto a Goku, che nel frattempo si era allontanato per tornare al loro fianco, in quanto aveva notato che la creatura si stava agitando e, con le mani ricoperte di fuoco, stava tirando colpi a casaccio quasi a voler cercare i suoi nemici.
Inizialmente Sora non comprese… ma poi gli venne il lampo di genio!! “Ma certo!! Avendo lui guardato unicamente l’oscurità per miliardi di anni un impatto così vicino con la luce solare gli ha letteralmente distrutto gli occhi!!”
“Questa sì che è una fortunata coincidenza!!” esultò Luffy vedendo adesso la possibilità di vittoria. Lo confermò anche il Sayan, che sorridendo dichiarò “Anche se in attacco non può ferirci più di tanto la sua difesa è una delle migliori che abbia mai incontrato… ma ora che la sua guardia è abbassata a causa della perdita della vista è la nostra occasione per chiudere l’incontro!! Muoviamoci e facciamolo fuori!!”
“SIIII!!” fu il grido dei tre compagni che si avventarono immediatamente contro Chernabog che continuava a tirare artigliate infuocate a casaccio… la fine della battaglia era ormai vicina!!
Il primo ad attaccare fu l’ex pirata per prendersi la sua piccola rivincita “Questo è per l’attacco di prima!! Gom Gom Twin Jet Pistol!!” dopo aver attivato velocemente il Gear Second attaccò con un doppio pugno il nemico colpendolo al naso… avendo la difesa abbassata a causa della cecità il demone subì in pieno il colpo ed iniziò a toccarsi dolorante la faccia sollevando leggermente la faccia…
E mettendo in bella mostra lo stomaco “Mai abbassare la guardia, impara questa lezione all’altro mondo!!!” caricando un Rasengan Titanico il Ninja lo colpì al petto provocandogli un bel buco sulla parte superiore del corpo e piegandolo in due dal dolore.
Al tempo stesso però pareva essere riuscito a far incavolare Chernabog che pareva pronto ad adoperare il suo attacco più potente, ossia la colonna di fuoco che rivestiva tutta la punta della montagna meglio nota come Monte Calvo e andava verso il cielo… il problema era che stavolta pareva star immettendo tutte le sue energie in quella mossa dato che aveva unito le braccia ad X di fronte a se e ci stava mettendo parecchio a caricare… di conseguenza il raggio d’azione rischiava di quadruplicarsi e di conseguenza di centrarli tutti ferendoli stavolta gravemente.
“Se ci colpisce non so se ne usciremo sani!!” fu difatti la dichiarazione del padre di Erika che si stava già allontanando insieme a Uzumaki.
Ma… “Non lo lancerà mai!!” proprio quando il guardiano stava per aprire le braccia ed usare la sua tecnica, Sora lo anticipò e gli assestò un fendente di Keyblade finendo addirittura alle spalle del demone e provocandogli una ferita diagonale sul petto bloccando così la sua azione!! “Niente da fare amico!!”
Tuttavia il mostro non si dava per vinto, e proprio per questo, seppur ferito, agitò le mani generando delle specie di sfere spirituali di fronte a sé che partirono in quarta in tutte le direzioni per essere sicuro di colpirli “Ma cosa diamine sono?!” fu ciò che si chiese Naruto prima di tentare di colpire uno di loro con un pugno… solo per scoprire che essendo spirituali non potevano essere colpiti!!
A quel punto Uzumaki, ancora sorpreso, fu colpito da alcune delle sfere e lanciato via, la stessa sorte toccò anche a Luffy e Sora che avevano fatto la stessa triste scoperta dell’amico… il solo Goku, dopo aver evitato tutte le sfere spirituali che gli stavano venendo addosso, raggiunse tramite ipervelocità il mostro e, una volta sopra di lui, iniziò a caricare la Kamehamea sul fianco destro.
Chernabog sollevò il viso perché aveva sentito del movimento sopra di lui… e fece male, perché il Sayan, dopo aver sorriso soddisfatto, gli disse “Non abbiamo tempo per divertirci con te, per cui… KAMEHAMEA!!!” e sparò in pieno il suo attacco contro la creatura!!
Il guardiano fu centrato in pieno e a causa di tutte le ferite riportate nel duello non riuscì a sopravvivere finendo così disintegrato in particelle di oscurità lasciando libero il passaggio che si trovava proprio all’interno della montagna che altri non era che un vulcano, difatti era proprio il demone ad ostruire il passaggio che avrebbero dovuto prendere loro!!
Come conseguenza del decesso della creatura le sfere spirituali sparirono e i suoi tre compagni tirarono un sospiro di sollievo “Meno male che l’abbiamo sistemato, aveva una resistenza formidabile!” affermò Sora tirando un sospiro di sollievo.
“Già, se non avessimo avuto la fortuna di scoprire che il Taiyoken lo poteva accecare… non so come sarebbe andata a finire…” tutti concordavano con Naruto, Chernabog era stato un avversario tosto e dovevano rendergli onore per questo…
Ma il tempo delle chiacchiere era finito e dovevano proseguire “Meglio continuare l’avanzata, quel bastardo di Master Xehanort ci starà aspettando!” tutti concordarono con Luffy e in un batter d’occhio scesero per imboccare la via che gli si era aperta dopo che il mostro era stato disintegrato.
Immediatamente si aprirono davanti a loro una serie di discese che partivano dalla cima del vulcano fino al punto più basso della montagna, qui si ritrovarono su quello che pareva il fondo dell’interno del Monte Calvo, una zona composta da una vasta area fosforescente con sul fondo proprio di fronte a loro un apertura a forma di stemma degli Heartless e che conduceva in un'altra parte di quel mondo.
“Fa strano pensare che dentro una montagna ci sia tutto questo…” esclamò Luffy abbastanza stranito.
“E’ normale, questo è il luogo più adatto dove nascondere i Nuclei degli Universi dato che l’entrata fino a poco tempo fa era sigillata da Chernabog…” fu ciò che rispose Goku tranquillamente.
In quell’istante per l’ennesima volta vennero accerchiati dagli Heartless e i Nessuno “Ancora loro? Non ne posso più!!” fu l’uscita più che normale di Sora che stava cominciando a stufarsi di quelle creature.
Tuttavia questa volta era diverso e l’ex pirata se n’era accorto “Ma… sbaglio o sono molti di più rispetto a prima?” difatti, anche se erano tutti Shadow o Simili, ricoprivano quasi tutta l’area che era intorno a loro…
E questo per il Sayan significava solo una cosa “Ciò vuol dire che siamo molto vicini a Master Xehanort!!”
“Bene, allora facciamoli fuori!!” quasi come se avessero sentito Uzumaki i primi ad attaccare furono gli sgherri dell’anziano…
Ci vollero parecchi minuti per far fuori tutti quei mostri, ma alla fine riuscirono nell’intento di distruggerli tutti quanti e, dopo aver ripreso fiato a causa dell’enorme quantità di energia che avevano usato da quando erano lì, si fecero forza e varcarono il sigillo posto sul fondo della sala…
E a quel punto si ritrovarono nell’Ultimo Respiro… che cos’era? Una semplice grotta con quattro sorgenti poste due su ogni lato da cui usciva dell’acqua che si depositava all’interno di rocce bucate facendole somigliare a dei lavandini e sul fondo un enorme portone… ciò che era più misterioso era che sul cancello vi erano sigillate queste parole:

Attento. Questo è l'ultimo rifugio. Non troverai altri rifugi dopo questa porta. Dopo questa porta, non ci sarà più alcuna luce a proteggerti. Ma non temere. Il tuo cuore è l'arma più potente di tutte.

“Che parole misteriose…” fu l’unica cosa che disse Sora.
Luffy, dopo averci riflettuto, suppose che potesse significare solo una cosa “E… se oltre questa porta troveremo i Nuclei degli Universi e di conseguenza Master Xehanort?”
“Temo tu abbia ragione…” fece Naruto con aria estremamente seria.
Goku allora decise che era il momento di guarirsi tutte le ferite che si erano procurate nelle battaglie per arrivare fin lì “Allora direi che è il momento di usare i Senzu. Dobbiamo essere in perfetta forma… se vogliamo sperare di sconfiggere quel maledetto!!”
Detto fatto, il Custode tirò fuori i quattro fagioli magici e i diretti interessati ne mandarono giù uno a testa ritornando così in ottima salute “Ora mi sento meglio!” esclamò il Re dei Pirati sgranchendosi un po’ le gambe…
Tuttavia c’era un problema che non andava sottovalutato e di cui Sora preferì metterli al corrente immediatamente “Però sappiate che non ne ho altri, di conseguenza se falliremo adesso… sarà la fine per tutti quanti!!”
Un bel problema, non c’era alcun dubbio… ma ciò nonostante loro erano ottimisti, erano sicuri che insieme nessuno li avrebbe fermati e che avrebbero sconfitto qualsiasi avversario si sarebbe messo sul loro cammino, fossero stati gli Heartless o i Nessuno o ancora un avversario di gran lunga superiore… già, Master Xehanort.
Quell’uomo aveva assorbito i cuori dei loro amici sfruttando la loro oscurità per potenziarsi, aveva fatto soffrire milioni di persone in tutti gli Universi… doveva pagare per ciò che aveva fatto, e sarebbero stati loro in persona a dargli la lezione che si meritava!!
Proprio per questo, dopo essersi guardati determinati scambiandosi uno sguardo d’intesa e aver annuito convinti, si avvicinarono alla porta e Goku la spalancò… fu allora che una luce bianca li investì totalmente, facendo perdere loro la vista di ciò che stava intorno per un breve attimo…

Tornando nella dimensione originale, qui la tensione pareva essere diminuita dopo la partenza delle quattro donne, difatti alcuni degli attuali “residenti” si stava rilassando parlando tra di loro sull’esito della battaglia “Secondo voi riusciranno a batterlo da soli?” chiese difatti Zoro.
“Ma è ovvio che ci riusciranno!!” gli rispose Goten “Loro sono in quattro e il Master è da solo, non ha alcuna via di scampo contro di loro!!”
“Questo è vero, però non dobbiamo dimenticarci che Master Xehanort ha assorbito i cuori dei nostri amici ed ora usa la loro oscurità per potenziarsi…” lo corresse però Shikamaru.
“Già, è questo il vero problema… anche se non potevamo ristabilizzare i nuclei avremmo potuto dare una mano nella battaglia, non capisco proprio perché il Consiglio dei 7 Saggi ha insistito per lasciarci qui…” l’interrogativo di Riku se lo stavano facendo in molti in quell’istante…
Però Kakashi, nonostante prima fosse il primo a sospettare delle Divinità assolute, questa volta le difese dicendo loro “Secondo me non dobbiamo preoccuparci, se non ci hanno fatto andare con loro credo che un motivo ci sia!”
“Spero che tu abbia ragione, lo spero davvero…” fu l’unica cosa che disse Gohan volgendo il suo sguardo verso le entità.
Mentre Kibitoshin e Re Kaioh erano ancora al capezzale di Kaiohshin il Sommo che non si era ripreso dal pugno datogli in precedenza da Nami, i creatori originali si allarmarono all’improvviso, tanto che alcuni di loro notarono il cambiamento della loro postura “C’è qualche problema?” gli chiese difatti Lea.
Uno del Consiglio dei 7 Saggi, dopo qualche attimo di silenzio, rispose loro dicendo “… Ci siamo, sono arrivati…” ciò voleva dire solo una cosa… i quattro combattenti per la libertà avevano finalmente raggiunto il luogo dove Master Xehanort li stava aspettando per chiudere i conti una volta per tutte!!

… Ma era davvero così? Perché i fatti dicevano che non erano ancora arrivati nel luogo prestabilito.
Difatti i quattro erano stati investiti da una luce accecante dopo aver aperto il cancello che si trovava sul fondo dell’interno del Monte Calvo ed erano stati costretti a coprirsi gli occhi per evitare di rimanere accecati come era successo a Chernabog… quando finalmente la luce cominciò a diradarsi poterono finalmente aprire le palpebre e togliere le mani da davanti il visto… solo per vedere un luogo che MAI avrebbero pensato di trovare lì!!
“COSA?!?!” ormai la luce era sparita del tutto e la zona in cui erano era ben visibile… solo che lasciò scioccati praticamente tutti e quattro.
Solo Sora aprì bocca in quell’istante per dire “Questa… è la mia isola?!?!” eh già, erano finiti in quella che pareva essere nientemeno che l’Isola del Destino!!
Era lei, non le mancava assolutamente niente… beh non proprio, difatti i due passaggi che conducevano alla zona che si trovava al lato opposto dell’isola erano chiusi e il piccolo ponte di legno che collegava l’isolotto dove si trovava l’albero di Paopu era sparito… ma a parte ciò la spiaggia, la baracca, la casa sull’albero e il piccolo tunnel che conduce al luogo segreto erano perfettamente identici!!
“Ma… questo è impossibile!! L’Isola del Destino è stata distrutta dal Leviathan insieme al suo Universo!!” Luffy se lo ricordava, per questo l’aveva detto.
“Già, me l’avevano detto che era successo…” fu l’unica cosa che disse il Prescelto con tono estremamente serio.
“Tutto ciò è molto strano… che ci fa qui l’Isola del Destino? Non ha senso…” Goku iniziò a riflettere sul possibile motivo per cui si trovava lì…
Ma poté farlo solo per poco perché improvvisamente si scatenò un piccolo terremoto sull’intera isola “Adesso ci mancava anche il terremoto!!” fu l’uscita di Naruto che pareva non aver gradito per niente la cosa.
Ma per loro fortuna esso si placò dopo pochi attimi e, subito dopo, la luce accecante che li aveva avvolti prima apparve sul limite della spiaggia creando quello che pareva essere un ponte di pietra che partiva proprio dalla zona sabbiosa davanti a loro e andava fino al fondo dell’oceano, tanto che non si vedeva nemmeno la fine tanto era lungo…
“Ehm… qualcuno mi spiega che sta accadendo?” chiese il Re dei Pirati grattandosi la testa confuso.
In verità lì in mezzo erano tutti quanti confusi… ma il solo Goku sembrava aver parzialmente appreso cosa stava succedendo “Sembra quasi… che l’Isola del Destino ci stia spingendo ad andare avanti… e ad annientare Master Xehanort una volta per tutte!!”

Eventi Principali Modifica

Debutti Modifica

Chernabog

Personaggi Apparsi Modifica

Son Goku

Monkey D. Luffy

Kairi

Aqua

Riku

Sakura Haruno

Shikamaru Nara

Suigetsu Hozuki

Roronoa Zoro

Lea

Nico Robin

Kakashi Hatake

Son Goten

Vegeta

Son Gohan

Naruto Uzumaki

Boris Hitari

Seto Hitari

Pan

Sora

Nami

Chichi

Kaiohshin il Sommo

Kibitoshin

Re Kaioh

Yen Sid

Luke Hitari

Consiglio dei 7 Saggi

Heartless

Nessuno

Chernabog

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale