FANDOM


Capitolo 12
Capitolo 12.jpg
Nome Capitolo 12
Postato il 11 Gennaio 2011
Titolo L'Arrivo al Quartier Generale! L'Universo di Mezzo!!


Il Capitolo 12 intitolato L'Arrivo al Quartier Generale! L'Universo di Mezzo!! è il Dodicesimo Capitolo della prima serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

“Scusa Luke… cosa vorresti dire?” domandò Sanji al ragazzo incuriosito dalla sua ultima frase. “Proprio quello che ho detto: il Quartier Generale della Resistenza è nell’unico Universo che è neutrale in questa guerra… in quanto non è nessuno dei 4 in cui vivete!”
Questa nuova rivelazione lasciò tutti a bocca aperta per l’ennesima volta… tranne David e Re Topolino che sapevano perfettamente della sua esistenza.
Fu Sakura la prima a prendere parola “Cioè, non bastavano 4 Universi, ora ne salta fuori pure un quinto O_O!”
“Oddio, tecnicamente non è un Universo, è quasi un pezzo di terra autonomo… come posso spiegarlo meglio….”
Topolino interruppe Luke vedendo la sua difficoltà nello spiegare il concetto “Lascia che spieghi io!” girò la testa verso il resto della Resistenza e disse “Ascoltate attentamente: milioni di anni fa esisteva un unico grande Universo che conteneva in sé l’essenza i tutti gli Universi attualmente esistenti… poi a causa di un terribile male che aveva colpito quel luogo, venne deciso di dividerlo in ben 4 Universi distinti e ognuno diverso dall’altro… tuttavia non venne separato del tutto: una piccola parte non venne divisa come le altre, creando così un quinto Universo denominato “L’Universo di Mezzo” che rappresenta l’ultima eredità di quel lontano tempo e che è collegato a tutti e 4 gli Universi!”
“In poche parole ci stai dicendo che questo Universo di Mezzo è il quinto Universo ed è l’unica zona che non fa parte di nessuno dei 4 Universi!” tentò di ipotizzare Gohan.
“Esattamente: esso è rimasto disabitato dalla divisione degli Universi a causa dei sigilli creati… ma 10 anni fa qualcosa li ha spezzati, rimettendo così in collegamento i 4 Universi, compreso quello di Mezzo!”
“Quindi stiamo per andare in un Universo in cui nessuno ci ha vissuto per milioni di anni… MA LI’ NON C’E’ NIENTE, ANDRA’ A FINIRE CHE MORIREMO DI FAME!” gridò Nami che sembrava essere preoccupata semplicemente della sua sopravvivenza piuttosto che del discorso fatto da Topolino.
A rispondere alla ragazza fu David “Non credi che io e il Maestro saremmo già morti di fame 2 anni fa se fosse come dici tu?”
“Ha ragione: da quando 2 anni fa la Resistenza ha occupato quell’Universo, costruendoci l’unica abitazione esistente, ci siamo occupati noi di tutto: cibo, comodità e, soprattutto, campi di allenamento per prepararci alle battaglie con l’Esercito!” spiegò Luke.
Vegeta, Sasuke e Zoro drizzarono le orecchie sentendo le parole “Campi di Allenamento” *Finalmente cominciamo a ragionare!* pensarono insieme i 3.
“Però… questa si che è una cosa davvero curiosa!” commentò Naruto alla fine della spiegazione.
“Ma scusate… perché quella parte di terra non si è staccato? Non ha senso!” domandò giustamente Luffy non capendo.
“Già, Luffy ha ragione. Come mai?” lo appoggiò Goku.
David, Luke e Re Topolino rimasero un attimo in un silenzio sospetto… ma poi il Re decise di parlare “Mi spiace… ma per ora la questione è Top Secret; appena sarete pronti lo sveleremo anche a voi, state tranquilli!”
C-18 trovò quel silenzio molto strano *… Chissà perché tutti questi misteri… Mah, per ora non ha importanza!* alla fine decise di non pensarci: magari c’era un buon motivo per cui tenevano tutto nascosto.
“Bene, direi che abbiamo aspettato abbastanza. Mettiamoci in cammino come sempre: chi sa volare creerà una barriera intorno agli altri e li trasporterà fino alla porta dell’Universo che, come già detto prima, si trova proprio in fondo a questa parte dell’Oceano!” intervenne Luke.
Tutti annuirono, a parte i soliti Zoro e Sasuke che trovavano abbastanza umiliante l’essere trasportati come fossero delle casse, però se ci erano costretti per diventare più forti…
Ma durante il discorso… cosa stavano facendo Sora, Kairi e Riku?
“Scusate ragazzi… ma voi ci avete capito qualcosa?” domandò Sora ai due.
La ragazza intervenne “Beh… io ho capito che c’è un quinto Universo ed è lì che si trova il Quartier Generale!”
“… Ed è lì che ci alleneremo per diventare più forti… non possiamo perdere questa occasione per migliorarci ed esplorare altri mondi!” i due ragazzi annuirono alle parole di Riku: anche se non avevano capito molto della faccenda, sapevano che il viaggio li avrebbe aiutati molto sul piano della forza e della tecnica, e poi… i due giovani volevano farlo assolutamente per proteggere l’amica, consci di aver fatto una pessima figura contro quel misero Soldatucolo.
“Bene ragazzi, in marcia!” concluse Re Topolino sollevando al cielo il suo Keyblade mentre il tramonto era ormai alle porte.

Nel frattempo, nel Castello Base dell’Esercito, la donna Generale che aveva dato gli ordini a Kabuto e Ursula entrò nella Sala Reale per fare rapporto all’artefice di tutto gli eventi che avevano attraversato tutti e 4 gli Universi.
“Signore Oscuro…” la donna fece un veloce inchino come rispetto verso il suo superiore “… le porto delle notizie… e purtroppo sono pessime…”
Il misterioso Leader era ancora avvolto dall’oscurità della Sala e purtroppo il suo aspetto era, come sempre, non identificabile “… Non dirmi che i due Comandanti Ursula e Kabuto non sono riusciti a svolgere il loro compito: sarebbe la terza missione fallita di seguito dell’Esercito... e questo non è assolutamente un bene!”
“No, stavolta la missione è andata a buon fine… l’unico problema è che… l’oggetto non era presente, e al suo posto c’era questo!” la donna tirò il misterioso cristallo con sopra inciso “Sorate” al Signore Oscuro, che lo prese al volo e lo analizzò rapidamente.
“… Non c’è alcun dubbio: è uno di QUEI cristalli!”
“Signore Oscuro… credo che lei sappia cosa voglia dire… che cosa possiamo fare? Se quegli scocciatori scoprono il segreto del cristallo per noi sarà la fine!”
Il Leader la zittì subito “Generale si calmi: il cristallo è in mano nostra, e quindi per ora il vantaggio è dalla nostra parte… tuttavia non possiamo correre rischi, quindi adesso ti darò due nuovi ordini... Primo: ordina a Zetsu di uscire allo scoperto dal Quartier Generale della Resistenza e di attaccare ed eliminare con i suoi cloni i 6 attualmente residenti prima dell’arrivo della banda di scocciatori capitanata da Luke e David… e secondo:… avvisa gli altri 3 Generali che stasera a mezzanotte in punto vi voglio tutti e 4 qui per una riunione d’emergenza… e specifica anche che è una questione di vita o di morte!”
“Come vuole lei Signore Oscuro!” fece la donna rimanendo un po’ basita: era la primissima volta che il suo Capo richiedeva una riunione con tutti e 4 i Generali… significava che aveva in mente qualcosa che avrebbe rivoluzionato completamente l’Esercito e i suoi piani segreti.
“E’ tutto, puoi andare!”
“Sissignore!” e dopo un veloce inchino la donna Generale uscì dalla stanza per avvisare gli altri 3 Generali, compreso Cell.
Il Signore Oscuro rimase da solo dentro la stanza… ma non era tranquillo… anzi, dentro di sé era un po’ agitato… perché il cristallo che aveva in mano significava solo una grande e terribile verità… almeno per lui *Loro sono tornati… e vogliono distruggere me, il mio Esercito e i miei piani segreti… ma io glielo impedirò a qualunque costo… anche se dovessi scendere in campo personalmente!*

La Resistenza intanto era riuscita ad entrare nell’Universo di Mezzo tramite una porta che li fece uscire proprio al centro di un deserto… ma non un deserto qualsiasi: esso era nero come la notte, gli alberi erano tutti essiccati e senza vita… e non c’era traccia di un fiume per miglia.
“Ma… questo posto è morto!” affermò Sakura notando la situazione del luogo.
Fu Luke a rispondere alla ragazza “Non dovete stupirvi: qua non ci vive nessuno da milioni di anni, è normale che sia tutto morto… anche se in realtà l’Universo di Mezzo è messo così a causa della guerra avvenuta milioni di anni fa!”
“Quale guerra scusa?” quella parola nominata di nuovo da Vegeta era suonata strana a quasi tutti i membri della Resistenza presenti, tranne che a Topolino e David.
“Anche a me questa parte è sfuggita!” Kakashi sapeva della separazione dei 4 Universi… ma non era a conoscenza del motivo preciso di tale gesto… e sapere che era stato a causa di una guerra non lo faceva sicuramente star tranquillo.
“Oh non preoccupatevi ragazzi: quando sarà il momento giusto vi spiegheremo tutto, da cima a fondo… Piuttosto Riku, prendi questo!” Re Topolino lanciò in mano al ragazzo una strana spada rossa-blu che il giovane osservò molto attentamente “Quello è un Animofago: impara ad usarlo, perché ti sarà molto utile in battaglia!”
“Wow Riku, davvero una bella spada!” esclamò Kairi osservando l’arma.
Sora invece sembrava essere invidioso “Uffa, sei il solito fortunato Riku: tu combatterai con una spada e io con una stupida chiave; sono sicuro che con sto affare morirò T_T!”
Goku diede una pacca sulla spalla del ragazzo “Ma dai non preoccuparti, nel caso dovessi morire ti riporteremo in vita noi con le Sfere del Drago!”
“Impossibile!” David intervenne immediatamente per correggere quell’illusione che si era fatto il Sayan “L’anima del morto rimane nell’Universo in cui è stato ucciso, quindi le Sfere del Drago non potranno riportare in vita qualcuno che non si trova in quello stesso Universo!”
“No problem: a guerra finita porteremo le Sfere del Drago in questo Universo e riporteremo in vita tutti i defunti… dopotutto questo è il punto di ritrovo di tutti gli Universi da quel che ho capito!” rispose Goku tentando di trovare una soluzione alternativa.
Luke si fece serio e si rivolse all’uomo “Purtroppo è impossibile anche questo…il motivo è come sempre Top Secret e lo saprete quando sarete pronti!”
Tutti quei discorsi vennero interrotti da una voce “Ragazzi, grazie a Dio siete tornati!” a parlare era stata una ragazza dai capelli a caschetto neri e vestita come un Ninja che stava correndo verso di loro con il fiatone.
Il giovane bruno membro originario della Resistenza la riconobbe subito “Yuffie, cosa succede? Perché stai correndo così?”
La ragazza chiamata Yuffie raggiunse il gruppo e, dopo aver ripreso fiato, disse “L’Esercito ha attaccato il Quartier Generale, ci stavano spiando, anzi ci hanno spiato da sempre, ecco come sapevano sempre i vostri movimenti!”
La nuova notizia lasciò a bocca aperta tutti, compresi Re Topolino e David che certamente non si aspettavano una cosa del genere “Come mai ci sei solo tu qui? Non mi dirai che…”
“No tranquillo: Squall e Cloud stanno affrontando adesso l’unico membro presente e mi hanno chiesto di correre fin qui per avvertirvi del pericolo, cosicché potevate raggiungerci e darci una mano!”
“Beh meno male che sapevate che saremmo sbucati dal nostro Universo, così sapevi dove trovarci!” esclamò David pronto a partire per raggiungere il Quartier Generale sotto attacco insieme agli altri, ma tutti vennero preceduti da C-18 che partì molto velocemente nella direzione opposta da cui proveniva Yuffie.
“E ora che vuole fare quella?” domandò Naruto vedendo la partenza della donna.
“Tranquilli: io ho energia eterna, quindi posso tenere a bada quello dell’Esercito fino al vostro arrivo. State tranquilli: andando dalla direzione opposta da cui è venuta la ragazza troverò sicuramente il Quartier Generale!” dette queste parole la bionda sparì dalla vista del gruppo.
“Ma… è normale che anche altri oltre a Luke e David sappiano volare? O_O” Yuffie ci rimase di sasso nel vedere la scena.
“Si vede che le mancava l’azione!” commentò infine Gohan sorridendo.

Proprio come aveva detto Yuffie, davanti alla porta del Quartier Generale si stava svolgendo una battaglia accesa e impegnativa.
“E’ inutile stupidi ragazzini: non riuscirete mai a colpirmi, rassegnatevi e lasciatevi uccidere senza fare troppe storie!”
A dire questo era stato uno strano uomo metà nero e metà bianco con, ad entrambi i lati, la foglia di una pianta carnivora: sembrava quasi un Uomo-Pianta in tutto e per tutto. Contro di lui stavano combattendo due ragazzi: uno aveva i capelli lunghi e bruni, era vestito di nero e in mano aveva una spada dalla lunga lama blu, l’altro ragazzo invece indossava una sciarpa rossa, aveva i capelli biondi, gli occhi azzurri, teneva in mano una lunga spada avvolta in alcune fasce e intorno a sé aveva dell’elettricità. Fu proprio lui a parlare rivolto all’altro ragazzo “… E ora cosa facciamo? Come combattiamo qualcuno che si nasconde sotto terra?”
“Beh in questi casi l’unica soluzione è stare tranquilli e ascoltare attentamente i movimenti dell’avversario sotto terra, Cloud!”
“Se lo dici tu Leon…”
Il misterioso Uomo-Pianta, come avevano detto i due giovani, sparì sotto terra ridendo divertito sicuro di avere la vittoria in pugno e i due ragazzi chiamati Cloud e Leon chiusero gli occhi per concentrarsi e ascoltare i movimenti del nemico: era l’unica soluzione per sperare di riuscire a colpire uno come lui. Intanto quest’ultimo pensava sotto terra *Sarà meglio dar loro il colpo di grazia prima che gli altri scocciatori ci raggiungano!*
“Adesso!” i due ragazzi, sentendo uno strano rumore, corsero alla loro sinistra proprio quando il misterioso nemico stava uscendo dal terreno e Leon riuscì a colpirlo in piena pancia con un fendente della spada costringendo l’avversario a uscire completamente dalla terra e permettendo a Cloud di colpire a grande velocità l’Uomo-Pianta con un fendente che tagliò nettamente la sua testa; in questo modo il corpo apparentemente senza vita dell’essere cadde a terra.
“Non è stato difficile: bastava individuare tramite i rumori il punto esatto in cui sarebbe riapparso!” esclamò Leon facendo tornare la sua spada a dimensioni normali.
“Tutta sta fatica… quando bastava una cavolata del genere per vincere?... Abbiamo fatto proprio una bella figura!” esclamò invece Cloud facendo terminare i fulmini che gli ricoprivano il corpo.
L’Uomo-Pianta però non era ancora morto… infatti rideva a squarciagola dopo aver sentito le parole dei due ragazzi.
“E ora cos’hai da ridere Zetsu?” domandò Leon notando la sua risata.
Zetsu, nonostante avesse ancora la testa mozzata, disse “Rido perché credete di aver già vinto… in realtà io ero soltanto il primo; sotto di noi ci sono tanti altri come me che sono pronti a sbranarvi all’istante Muahahahahahah!” subito dopo l’Uomo-Pianta spirò sotto gli occhi dei due ragazzi.
Ma ecco comparire davanti a loro una marea di altri Zetsu spuntati da sotto terra: ce n’erano talmente tanti che sembrava essere un esercito… e tutti avevano voglia di cibarsi della carne dei due ragazzi.
“Oh no, ce ne sono tantissimi adesso… e tutti pronti a sbranarci!” esclamò Leon analizzando la situazione.
“Mi è bastato il morso che mi ha dato alla gamba quel maledetto, non ho alcuna intenzione di far si che la cosa si ripeta!” Cloud aveva, infatti, un livido sulla gamba destra, e non voleva che qualcuno di quei “cloni” lo mordesse come aveva fatto l’originale.
Per loro fortuna, quando i tanti Zetsu stavano per attaccare, scese a terra C-18 che sparò un Raggio contro i 3 Uomini-Pianta che si erano lanciati contro i due disintegrandoli all’istante “Vedo che qui avete un problema di affollamento… ora ci penso io a fare un po’ di piazza pulita!”e così la donna sparò l’Apocalipse Attack contro la squadra di Zetsu disintegrandoli tutti in poco tempo (grazie soprattutto alla sua energia eterna che le diede il permesso di continuare ad attaccare senza pause).
L’ultimo ebbe solamente il tempo di pensare *Non è possibil…” prima di venire disintegrato anche lui.
C-18 fece il segno dell’ok ai due dietro di lei “Un gioco da ragazzi!”
“… E quella chi è?” domandò Cloud a Leon, visto che il compagno sapeva sempre tutto.
Il ragazzo rispose al biondo “Secondo il nostro database dovrebbe provenire dall’Universo di Son Goku, ma… che ci fa qui?”
“Tranquilli: lei è con noi!” a parlare fu Luke, che raggiunse i 3 insieme al resto della Resistenza che aveva viaggiato negli Universi.
“Yuffie… vedo che sei riuscita a trovarli in tempo!” disse Leon all’amica.
“Beh che ti aspettavi Squall? Sapevo esattamente dove andare!”
“… Te l’avrò detto mille volte: chiamami Leon, almeno finché non saremo tornati nel nostro mondo!” Leon poi si rivolse a Luke e David “Vedo che avete recuperato i 4, ottimo lavoro… anche se vedo che vi siete portati dietro anche qualcun altro oltre al Re!”
”Già, avevano chiesto di poter venire con noi, e ho accettato in quanto più siamo e meglio è!” “Hai fatto bene Luke!”
Intanto, mentre Cloud e David si salutarono con un semplice cenno, gli altri osservarono il Quartier Generale dall’esterno.
“Ma… è una catapecchia O_O!” esclamò Nami sbarrando gli occhi.
“Oddio, in effetti O_O!” concordò Sakura.
”… Che strano Quartier Generale!” osservò C-18, che prima non aveva notato la struttura.
Vegeta, Zoro e Sasuke pensarono tutti e 3 la stessa cosa *L’edificio in sé non m’importa… basta che abbiano l’attrezzatura per gli allenamenti!*
“Beh… è originale almeno!” disse Naruto cercando di trovare l’aspetto positivo.
“Ma… cade a pezzi questo edificio!” fece notare Luffy.
“Mai giudicare dall’apparenza ragazzi!” disse Gohan per cercare di far capire agli altri che di sicuro c’era una spiegazione se il Quartier Generale era… quello.
“Concordo con te figliolo!” il padre dette ragione al figlio.
“… Tu che dici Kakashi?” domandò Sanji al Ninja.
“… Che in questo caso sono sicuro che l’apparenza inganna!” il cuoco annuì alle parole di Kakashi.
Intanto Sora, Riku e Kairi commentavano tra di loro l’aspetto dell’edificio “Ragazzi… non vorrete dirmi che dovremo vivere in una catapecchia del genere vero? O_O” esclamò il ragazzo bruno.
“Eddai Sora, non giudicare solo dall’aspetto!” cercò di tranquillizzarlo Kairi.
“Kairi ha ragione… e poi conta che l’aspetto ha un significato limitato: l’importante è solo il modo in cui ci faranno diventare più forti… e anche come ci insegneranno a usare le nostre armi!” Riku guardò di nuovo l’arma che gli era stata data da Topolino poco fa e ripensò al Keyblade dell’amico: avrebbero dovuto trovare un modo per sfruttare appieno la loro potenza… se non volevano finire uccisi in pochi secondi.
Leon intervenne per far capire agli altri come stavano le cose “Come dicono alcuni di voi, non vi conviene giudicare solo dall’aspetto… in fondo cosa potevamo costruire con solamente il materiale che ci siamo portati dietro?” infatti il Quartier Generale, almeno all’esterno, sembrava una di quelle osterie vecchie a due piani: era per questo motivo che gli altri esprimevano giudizi abbastanza negativi sul suo aspetto.
“Il bello è dentro, quindi aspettate e vedrete, villani ù.ù!” Yuffie non sembrava aver preso molto bene le parole dei nuovi compagni appena giunti.
“Ora basta parlare qui fuori, venite dentro: abbiamo molte cose da dirvi… nuovi membri della Resistenza!” e, a quelle parole di Leon, tutti entrarono in silenzio: forse era arrivato il momento di scoprire cosa stava succedendo nei 4 Universi e magari… chi era il Capo di quel dannatissimo Esercito che li attaccava ogni qualvolta avevano un momento libero.

Eventi Principali Modifica

Debutti Modifica

Zetsu

Yuffie Kisaragi

Squall Leonhart

Cloud Strife

Personaggi Apparsi Modifica

Son Goku

Son Gohan

Vegeta

C-18

Luke

David

Roronoa Zoro

Nami

Sanji

Monkey D. Luffy

Sakura Haruno

Kakashi Hatake

Naruto Uzumaki

Sasuke Uchiha

Sora

Riku

Kairi

Signore Oscuro

Zetsu

Yuffie Kisaragi

Squall Leonhart

Cloud Strife

Generale Donna

Re Topolino

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale