FANDOM


Capitolo 115
Capitolo 115.png
Nome Capitolo 115
Postato il 28 Gennaio 2014
Titolo La Guerra Universale! Scontro nel Varco Spazio-Temporale e l'Eclissi Divina!!


Il Capitolo 115 intitolato La Guerra Universale! Scontro nel Varco Spazio-Temporale e l'Eclissi Divina!! è il Centoquindicesimo e Cinquantatresimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Terra e Ventus erano riusciti a raggiungere Black all’interno del varco spazio-temporale utilizzando i loro Keyblade trasformati in macchine volanti e l’armatura per proteggersi dal tempo che lì passava più velocemente che mai… il loro obiettivo era semplice, impedire che Maschera di Ghiaccio tornasse indietro nel tempo al giorno prima in cui il Signore Oscuro si sarebbe ripreso dal coma per avvertire Luke dell’effettivo fallimento del suo piano e di agire di conseguenza!!
Lui però non era intenzionato a permetterglielo, e proprio per questo aveva trasformato il braccio sinistro in plasma e aveva caricato il Tune Sharp su quello destro “MORITE!! SHAPE SHARP!!” sparando la sua sfera di fendenti d’aria, il malvagio sparò delle gocce della sostanza che componeva il suo corpo contro la mossa incrementandola di forza e del liquido viola che piano piano avvolse interamente la mossa.
“Attento Ven!!” disse Terra schivando agilmente la mossa insieme al suo amico.
“Non ha perso tempo, ha passato all’offensiva senza tanti giri di parole!” fece notare il giovane mentre cavalcava ancora il suo skateboard volante.
“E allora lo faremo anche noi!!” immediatamente il bruno decise di contrattaccare e, aprendo una specie di buco sulla punta della sua moto volante, utilizzò una delle sue magie in versione modificata “Quake!!” originariamente era la tecnica con cui sollevando il Keyblade al cielo evocava delle rocce da terra che travolgevano il nemico, ma in questo caso si limitarono a sparare delle masse rocciose incandescenti contro il perfido nemico.
Lui però lo evitò sollevando il suo Shape Surf verso l’alto e, digrignando i denti, dichiarò “Mi state scocciando proprio come i due scheletri di prima. Ho già detto che NESSUNO deve interferire con i miei piani… CHIARO?!?!?!” in collera a causa di tutte quelle continue intromissioni che gli impedivano di raggiungere l’altra parte del varco spazio-temporale, creò due Shape Lance su entrambe le mani e le lanciò ognuna contro i suoi due nemici.
Naturalmente colpi del genere non poteva impensierire i due Custodi, che difatti non ebbero problemi ad evitarli facilmente e a tentare un'altra offensiva, anche se questa volta fu Ventus a tentare di attaccarlo “Vediamo come te la cavi con questo… Tornado Strike!!” per prima cosa aumentò la velocità del suo skateboard volante in modo da arrivare il più vicino possibile al villain, dopodiché evocò intorno a sé un tornado tagliente nella speranza che riuscisse a ferire anche mortalmente l’avversario.
Tuttavia quest’ultimo, senza spostarsi, si limitò a posizionare entrambe le sue mani a modi scudo per la faccia e a subire tutti i fendenti che gli si avventarono contro *Non capisco, perché ha deciso di rimanere fermo?... Ah già, me l’ero dimenticato…* anche il giovane pareva aver capito il motivo di tale decisione.
Difatti, non appena l’attacco si fu placato, Maschera poté togliere gli arti da davanti il viso ed usare il plasma solidificato di cui era composto il suo corpo per ricomporsi tutte le ferite che gli erano state provocate in quell’impatto “Niente male come mossa… ma del tutto inutile contro di me!!”
“Già, me n’ero accor…” neanche il tempo che il ragazzo concludesse di parlare che Black gli fu addosso ad una velocità esorbitante grazie anche allo Shape Surf e gli rifilò un pugno in faccia talmente potente che gli fece volare via il casco dell’armatura che precipitò verso il fondo del varco spazio-temporale e staccò il Custode dalla guida della sua vettura facendolo volare via.
“VEN!!” gridò Terra preoccupato per l’amico.
“Dovresti temere di più per la tua vita, idiota!” esclamò però Hitari volgendosi verso di lui e cominciando a caricare dei Tune Sharp su entrambe le mani.
“Questo lo vedremo!!” il bruno però non rimase a guardare e, sempre col buco della punta del veicolo aperto, caricò al suo interno quello che pareva essere un Firaga, quando il Keyblade era trasformato quello sembrava essere il modo migliore per usare le magie.
In altre parole era alle porte un imminente collisione “Double Tune Sharp!!” “Firaga!!” i colpi vennero sparati all’istante, il familiare di Luke unì le sue due sfere di vento tagliente creandone una più grande e più forte mentre il bruno sparò una palla infuocata… solo che a differenza delle altre era intrisa di oscurità, e di conseguenza era un Dark Firaga!!
La cosa fu notata da Black, che sollevando un sopracciglio pensò *Ma che…*
I due attacchi si scontrarono al centro generando una piccola esplosione che fu domata in poco tempo da un piccolo polverone che appena fu diradato permise a Hitari di porgere una domanda al suo avversario “La mossa che hai usato era intrisa del potere dell’oscurità… da quando voi patetici membri della Neo Resistenza ricorrete al suo immenso potere!”
“MA NON SPARARE STRONZATE! IO HO RINUNCIATO ALL’OSCURITA’ PARECCHIO TEMPO FA!!” purtroppo non era così, come gli aveva detto Aqua in precedenza la discussione avuta con la donna ha riacceso in lui la fiamma delle tenebre che si era sopita dopo la morte del Signore Oscuro… ciò significava che Terra man mano che proseguiva la battaglia rischiava sempre di più di trasformarsi in un Heartless!!
Al ragazzo però questa cosa non importava per niente, difatti dopo aver detto “Tsk pensala come vuoi, sinceramente non me ne frega niente di tutto ciò… l’unica cosa che conta è la tua morte!!” sfruttò lo Shape Arm per allungare il braccio destro verso di lui e trasformare le dita della mano in artigli affilati per tagliuzzare il giovane.
Lui però sfruttò un Reflexga per proteggersi e fare in modo che l’arto rimbalzasse contro la sua barriera, dopodiché fece ritrasformare la sua moto volante in un Keyblade, lo impugnò con la mano destra e con un fendente molto potente tranciò in due quello del nemico!!
“Ora farai meno lo sbruffone!!” dichiarò allora il bruno mantenendo la sua arma in mano e fluttuando nel varco spazio-temporale grazie alle forze che attraversavano quel tunnel, per sua fortuna era protetto dall’armatura e l’unica cosa che poteva rimanere a contatto estremo con l’ambiente circostante era la faccia, in caso contrario avrebbe rischiato di subire i cambiamenti temporali tutti in una volta sola tornando ad essere o un bebé o diventando un anziano che non sa reggersi nemmeno in piedi.
Tornando invece alla battaglia Black non si dimostrò affatto preoccupato per quello che aveva fatto, difatti, mentre il suo braccio fatto di plasma solidificato precipitava verso il fondo del varco anche se in teoria non esisteva, sorrise diabolicamente e disse “Tu dici?” dopodiché la sostanza di cui era fatto il suo corpo gli permise di costruirsene uno nuovo somigliante a quello precedente.
Terra non prese bene la cosa, soprattutto perché si era scordato che lo avevano avvisato di questa cosa *E’ vero, lui può ricomporsi quando e come vuole, l’unica cosa che può annientare il suo corpo è il virus di Zero, peccato solo che non disponiamo di tale arma…*
“E’ inutile che tenti di tagliarmi gli arti del corpo, sono indistruttibili grazie al genio di Zero che io ho usato per i miei loschi scopi Eheheheheheheheheh!”
“E il bello è che sei stato il primo a lamentarti del tradimento quando tu intendevi fare la stessa identica cosa…”
“E’ una cosa del tutto relativa, ma non intendo starne a discutere con te, sto già perdendo fin troppo tempo a combattere con voi nullità!” dichiarò allora Black che sempre a cavallo del suo Shape Surf sembrava pronto al contrattacco verso il bruno… ma in tutto quel casino che fine aveva fatto Ventus dopo il pugno ricevuto?
Fu presto detto visto che all’improvviso il suo skateboard volante, che fino a quel momento vagava per il tunnel temporale alle spalle di Hitari, si mosse velocemente verso il fondo attirando l’attenzione di entrambi e, quando risalì pochi secondi dopo, vi era sopra di esso nientemeno che Ventus senza il casco ed incavolato nero, aveva usato la capacità dei Custodi di richiamare la propria arma in qualsiasi momento per salvarsi dall’oblio.
“Guarda chi fa ritorno!” esclamò il malvagio più divertito che indispettito dalla cosa.
“E non sai quanto ti pentirai di ciò che mi hai fatto!” il ragazzo non aveva preso per niente bene l’attacco nemico ed ora intendeva prendersi la sua rivincita, difatti mentre si avvicinava a lui grazie al suo veicolo sembrava pronto ad usare una nuova mossa.
“Vieni qui che ti sto aspettando!” dichiarò Maschera senza paura.
Terra invece pareva non aver capito cosa avesse intenzione di fare *Ed ora cosa vuole combinare?*
Fu presto detto visto che, arrivati ad un certo punto del percorso, Ven saltò in aria lasciando proseguire la sua arma dritta contro il nemico!! “Ma che diavolo…”
“Wind Raid!!” esclamò il giovane rivelando il nome della tecnica, in origine doveva lanciare il Keyblade, ma visto che era trasformato in un veicolo volante decise di modificarlo lanciandogli quello.
Black si ritrovò spiazzato da tale offensiva e venne centrato in pieno dallo skateboard spaziale che lo spedì via staccandolo dal suo Shape Surf che si dissolse proprio in quel momento. Terra, vedendo cosa aveva fatto l’amico, pensò *Davvero ingegnoso, gli ha fatto credere di volersi limitare a raggiungerlo e poi gli ha scagliato contro il suo mezzo… devo approfittare di questo momento subito!!*
“Meteor!!” immediatamente volse la punta della sua moto verso l’alto ed un enorme meteorite infuocato cadde dal cielo schiantandosi contro Hitari e generando una violenta esplosione che travolse in pieno il giovane.
Mentre il fuoco divampava, Ventus tornò a cavallo del suo mezzo e raggiunse il suo amico “Tu che dici, l’abbiamo sistemato?”
Ma lui, onestamente, gli rispose “Sarebbe troppo bello se fosse così…”
Difatti alla fine le loro paure si rivelarono vere perché dalle fiamme createsi a causa dell’enorme impatto scaturito tra il meteorite e il malvagio fuoriuscì nientemeno che Maschera sopra un nuovo Shape Surf e con solo qualche bruciatura sul corpo e sul viso che si ristabilirono subito grazie al corpo di plasma solidificato… o almeno ciò successe con tutto tranne la faccia visto che era l’unica parte ancora umana.
“Come immaginavo…” fu l’unica cosa che disse il bruno vedendolo ancora integro…
Ed incavolato nero!! Difatti con uno sguardo a dir poco furente Black esclamò “Questo non lo dovevate fare… VI FARO’ PATIRE LE PENE DELL’INFERNO E VI PENTIRETE AMARAMENTE DI ESSERVI MESSI CONTRO DI ME!!!” era davvero fuori di se ed intendeva ucciderli tutti e due prima di raggiungere il portale che si trovava dall’altra parte rispetto a dove erano partiti.
Terra e Ven si misero subito in posizione a cavallo dei loro mezzi pronti a combattere… il problema però era che mancavano ancora 7 minuti prima che le due porte create grazie al desiderio di Kairi si chiudessero definitivamente, quindi dovevano terminare il match il prima possibile… per non rimanere intrappolati lì per l’eternità!!

Tornando invece a Glade Glory, luogo dove ormai la guerra universale si stava lentamente avviando alle battute finali, alcuni pezzi grossi dell’Organizzazione XIII erano ancora in piedi e stavano affrontando i membri della Neo Resistenza… o almeno i soli ancora in vita erano Ultra Bu e Master Xehanort che stavano combattendo i rispettivi avversari mentre le loro creature tenevano a bada gli altri membri del gruppo di combattenti per la libertà.
Il Majin in quel momento si stava scontrando con Goku e Gohan e nonostante fosse in minoranza riusciva a tenere loro testa soprattutto grazie a coloro che aveva assorbito dopo essere ritornato alla vita grazie al suo nuovo “Capo”.
“Maledizione, anche in due non riusciamo a batterlo!” esclamò il Sayan stringendo i pugni dalla rabbia, come faceva ad essere così forte anche se ad aiutarlo c’era suo figlio?
Quest’ultimo, avvicinandosi al padre, esclamò “Purtroppo le sue capacità rigenerative gli forniscono un grosso aiuto in battaglia… ed usare di nuovo la Genkidama va escluso: ci vuole troppo tempo e non riusciresti mai a completarla con tutti i mostri che sono in giro!”
Purtroppo aveva ragione e questo Son lo sapeva molto bene “Già… ma allora cosa possiamo fare?”
Ultra Bu, vedendoli distratti, decise di approfittarne “Mai togliere lo sguardo dal nemico, mi sembrava di avertelo detto Goku!” difatti sparò subito un paio di raggi di energia verso di loro che però li evitarono agilmente.
“E va bene, allora prendi questo! Masenko!!” non avendo altre idee Gohan utilizzò una delle sue tecniche più famose contro il demone che innalzò una barriera difensiva all’ultimo riuscendo così a proteggersi dalla sua offensiva.
Goku nel frattempo, che ormai aveva perso la trasformazione in SSJ3 ed era tornato allo stadio di SSJ2, iniziò a volare velocemente verso di lui *In questa forma non posso usare il Ryuuken… tenterò la mossa con cui Gohan ha sconfitto quel Kizaru!* immediatamente iniziò a concentrare parecchio Ki sull’intero braccio destro e… “Ki Punch!!” tentò di colpirlo al centro dello stomaco per vedere cosa sarebbe successo.
Tuttavia il Majin si scompose in una specie di gomma rosa e andò verso l’alto evitando la mossa e ricomponendosi proprio a due centimetri da lui con la gamba già pronta per assestare un calcio… cosa che avvenne due secondi dopo, in questo modo il Sayan fu scaraventato al suolo cadendo rovinosamente e sollevando un leggero polverone.
“Papà!!” vedendo il genitore scagliato via, Son decise di passare alle maniere forti e di sfruttare la stessa tecnica usata in precedenza solo in formato doppio “Double Masenko!!” ed ecco che sparò la stessa tecnica che in precedenza aveva usato contro Kakuzu.
Questa volta Ultra Bu preferì non correre rischi e caricò rapidamente una Kamehamea sparandola a velocità elevata distruggendo uno dei raggi energetici dell’avversario… l’altro si limitò ad evitarlo sapendo di non correre più alcun rischio “Eheheheheheheheh a quanto pare si sta ripresentando la stessa scena di undici anni fa, ti pare Gohan?”
Davanti alle parole del Majin rimase calmo e replicò dicendo “Già… ma questa volta non mi farò assorbire da te!!” egli si stava riferendo a quando aveva assorbito Gotenks e Piccolo e aveva iniziato a massacrarlo di botte, per questo aveva detto che vedeva un nesso tra le due cose.
Però il demone, con un sorriso diabolico in volto, replicò con una frase che lasciò di stucco il membro della Neo Resistenza “Non ti preoccupare, oggi assorbirò qualcuno… ma non sarete ne tu ne tuo padre!!”
Cosa stava cercando di dirgli? Non capiva… “Cosa intendi dire?”
“E perché dovrei spiegartelo? Preferisco lasciarti nel dubbio e mostrarti una delle tecniche del tuo maestro!” decidendo di usare un'altra delle tecniche del Namecciano, Ultra Bu sparò delle sfere energetiche tutte intorno al Sayan circondandolo letteralmente.
Lui riconobbe all’istante la mossa che stava usando “Oh no! Il Makuhoidan!!”
“Esattamente!” dopo averlo confermato il Majin unì entrambe le mani e tutte le palle si lanciarono contro Son che per proteggersi dovette innalzare una barriera difensiva. Impattando contro la difesa i colpi esplosero generando un piccolo polverone… e fu durante quell’istante che Gohan perse di vista il Ki del suo nemico *Ma che… è sparito nel nulla!!*
Purtroppo a causa della polvere non poteva vederlo con gli occhi, quindi cercò di spostarsi volando al di fuori della nuvola… ma appena vi fu uscito si ritrovò a due centimetri il demone che stava caricando una Kamehamea!! “Sorpresa!!” aveva azzerato la sua presenza dopo aver usato il Teletrasporto per sorprenderlo… e difatti ora stava per subire in pieno un attacco ravvicinato!
Il padre di Pan non sapeva cosa fare perché era consapevole che a quella distanza poteva rimanere ucciso e non c’era il tempo per levarsi visto che stava già per spararla *Oh no!!* per sua grande fortuna un'altra Kamehamea fu sparata dal basso e centrò in pieno il Bu disintegrandolo all’istante!!!
Fu inutile dire chi fosse stato visto che egli volò in aria subito raggiungendo il figlio “Non distrarti più la prossima volta o rischierai grosso!” gli disse difatti Goku con un sorrisino sul volto.
Il Sayan, felice di vederlo visto che l’aveva appena salvato da morte certa, ricambiò il sorriso e disse “Ok, me lo ricorderò la prossima volta!” si poteva dire che gli aveva ricambiato il favore visto che in precedenza era stato lui a salvarlo.
Nel frattempo il Majin si era ricomposto del tutto a qualche metro di distanza da loro e sorrideva compiaciuto, come se l’essere appena stato disintegrato non gliene importava niente “Davvero niente male, anche nello stadio di SSJ2 sai essere forte… inizialmente ero arrabbiato all’idea che anche Gohan combattesse contro di me, ma ora ammetto di starmi divertendo molto… ma il gioco è bello quando dura poco, l’Eclissi Divina è vicina e devo annientarvi prima di allora, per cui preparatevi a morire!!”
Non sapevano cosa avesse intenzione di fare durante l’Eclissi Divina visto che Goku sapeva che avrebbe tratto vantaggio anche lui dal Rito della Gloria Nera… ma una cosa era sicura, doveva essere fermato, per questo il Sayan si mise in posizione pronto a ricominciare e disse al figlio “Non te lo permetteremo, sei pronto a ricominciare?”
“Certamente!” fu l’unica cosa che disse il marito di Videl pronto a continuare la battaglia…

Nel frattempo l’altro Big dell’Organizzazione XIII rimasto in vita, nientemeno che il suo Leader Master Xehanort, stava continuando la sua battaglia contro Luffy che non si sapeva bene come definire, se da un lato grazie alla sua immortalità il malvagio riusciva a tenere a bada il pirata quest’ultimo possedeva una forza spropositata grazie all’aiuto di Kaiohshin il Sommo e di conseguenza riusciva a tenergli testa tranquillamente.
“Eheheheheheheh ragazzo mi sto divertendo a battermi con te! La mia età non è più quella di una volta ed è da parecchio tempo che non combatto più seriamente… non ricordavo che fosse così eccitante!”
“Sarai anche arrugginito, ma possiedi una forza notevole!” ammise però l’ex capitano che, per non dar tregua al suo nemico, ingigantì il suo pugno destro annerendolo e lo caricò di Haki pronto ad usare il Gom Gom Elephant Gun.
Tuttavia l’anziano usò il Teletrasporto per spostarsi proprio a destra del suo avversario “Questo perché nel corso degli anni ho sviluppato capacità e resistenza al di fuori dei limiti umani… per conoscere il segreto degli Universi ho spinto il mio corpo al limite… e tra poco finalmente otterrò il riconoscimento che ho tanto meritato!!” subito dopo tentò di colpirlo con un fendente usando il suo Keyblade.
Luffy però attivò il Gear Second sulle gambe e lo evitò andando all’indietro, dopodiché si mise in posizione per sparare il Jet Pistol “Tu lo chiami un riconoscimento provocare la distruzione delle dimensioni? Allora sei più pazzo di quello che pensavo!!”
Dopo aver detto questo utilizzò il suo velocissimo pugno, ma il Master lo parò adoperando la sua arma con la sola mano destra mentre con la sinistra caricò una sfera di fuoco fatuo e la sparò contro l’uomo che la evitò ancora una volta grazie all’agilità donatagli dalla sua tecnica.
A quel punto tentò un Jet Bazooka mirando al suo stomaco, ma ancora una volta il malvagio riuscì ad evitare la sua mossa balzando verso l’alto da dove sparò le sue sfere oscure dalla punta dell’arma mirando a tutto il corpo dell’uomo che, per fortuna, riuscì a sfruttare ancora una volta il suo potenziamento per spostarsi rapidamente verso terra.
In quell’istante però fu l’anziano a vedere un opportunità di attacco e, teletrasportatosi alla sua sinistra, tentò un affondo, ma grazie all’Haki Kenbun-shoku il marito di Nami riuscì a prevedere le sue intenzioni e usò il piede sinistro per deviare la sua traiettoria e quello destro in rapida successione per colpirlo sul viso con un Gom Gom Jet Frusta… riuscendo a centrarlo sulla guancia e a scaraventarlo via di qualche metro costringendolo anche a mollare la presa dal suo Keyblade!!
“Beccato!” esultò l’ex pirata felicemente rimettendosi in posizione da combattimento…
Tuttavia l’esultazione durò poco perché improvvisamente Xehanort, ancora a terra per il colpo subito, sparì in particelle di oscurità quasi come se fosse morto!! Ma… non gli sembrava di averlo colpito mortalmente, cosa era successo?
Fu presto detto visto che la sua Ambizione gli mandò un segnale… anche se purtroppo tardi dato che improvvisamente venne centrato da dei piccoli filamenti oscuri che erano stati sparati alla sua sinistra da nientemeno che il Master stesso e si provocò alcune ferite sulle guance e sulle braccia.
“Povero ingenuo, è proprio vero che voi ragazzi d’oggi siete superficiali!” esclamò l’anziano ghignando malignamente.
“Ehi, guarda che non sono più un ragazzo da molto tempo… e comunque cosa diavolo è successo prima?”
“Niente di ché, era semplicemente una mia copia oscura che ho creato usando le tenebre di cui sono signore e padrone… da quando il Signore del Male è morto sono diventato io il suo nuovo dominatore, per cui non puoi sperare di sconfiggermi!”
“Me ne strafrego, anche se sei invincibile ed immortale ti prenderò a calci nel culo comunque per quello che hai fatto a mio padre!” esclamò però Luffy rimettendosi in posizione da combattimento anche con quelle lievi ferite pronto alla lotta.
Il Master, mantenendo il ghigno maligno sul volto, gli disse “Sei tenace lo ammetto… ma il tuo coraggio è pari solo alla tua stupidità. Puoi resistermi e combattermi quanto vuoi, ma dopo che avrò completato il Rito della Gloria Nera tu e i tuoi amici capirete cos’è la vera paura!!”

Mentre tutto ciò stava accadendo, alla Stazione Spaziale purtroppo la situazione era diventata tragica per i bambini e gli adulti che erano rimasti con loro, Darkster aveva usato la sua mossa migliore, una terribile esplosione rossa di oscurità che aveva coinvolto tutta la zona circostante Stazione Spaziale compresa… e le conseguenze erano a dir poco terribili!
Tutto il luogo era stato raso al suolo, difatti rocce e spaccature nel terreno erano presenti ovunque e la nave di Zero era stata ridotta ad un cumulo di macerie… per non parlare di coloro che erano stati coinvolti nell’attacco che erano a terra svenuti e con delle ferite su tutto il corpo, per fortuna non gravi ma comunque abbastanza da far perdere loro i sensi… nessuno si era salvato dall’attacco purtroppo e tutti avevano ricevuto danni da quella micidiale mossa.
Il mostro ora era lì al centro del raggio d’azione della sua mossa che osservava divertito ciò che aveva compiuto, si era finalmente sbarazzato di coloro che avevano osato tenergli testa ed ora non doveva fare altro che scegliere la prima vittima da mangiare, le altre sarebbero venute subito dopo, difatti si stava già leccando le labbra pregustando il momento in cui li avrebbe divorati tutti…
Tuttavia in quell’istante qualcosa attirò la sua attenzione, un pianto disperato di un bambino proveniente dai resti dell’astronave, chi poteva essere? Facendosi questa domanda l’essere cominciò a camminare in direzione del rumore passando vicino ai corpi svenuti dei piccoli e degli adulti che erano stati colpiti dall’esplosione, fino ad arrivare nei pressi della povera Rebecca che era piena di sangue e ferite su tutto il corpo ed era a pancia in giù… il pianto pareva provenire proprio da sotto di lei.
Immediatamente con la zampa sinistra prese la moglie di David portandola lateralmente e, con una leggera sfera d’oscurità, la spazzò via continuando ad osservare il punto da cui provenivano le grida… era il piccolo Boris che era sopravvissuto alla sua opera di distruzione perché la madre, percepito il pericolo, aveva usato il suo corpo come scudo proteggendo suo figlio e subendo lei le conseguenze del colpo…
Ora la donna era a parecchi metri di distanza da loro ridotta peggio di prima causa attacco ricevuto poco prima e il piccolo era lì, alla mercé del mostro che aveva deciso di iniziare il suo spuntino da lui essendo piccolo e quindi un buon “antipasto”. Immediatamente iniziò ad allungare la zampa destra per poter prendere il biondo che piangeva ininterrottamente inconsapevole che tra non molto sarebbe diventato cibo…
Ma per sua fortuna qualcosa intervenne in sua difesa! “Dark Blade!!” Seto, miracolosamente sopravvissuto all’esplosione riscontrando solo qualche leggera ferita, intervenne ad aiutare il cugino trasformando l’oscurità caricata sul braccio destro in una lama e colpendo il nemico con un taglio diagonale sul petto “Non ci provare neanche!”
Inizialmente Darkster parve sentire un leggero dolore… ma purtroppo si rivelò solo una falsità visto che le tenebre gli guarirono la ferita in poco tempo e lui si voltò verso il bruno incavolato nero. Il piccolo però non intendeva rinunciare alla lotta e con coraggio si rivolse al mostro dicendogli “Fatti sotto orrenda creatura. Anche se sono rimasto da solo non intendo arrendermi!”

Nel frattempo Uzumaki era a terra svenuto a causa delle ferite ricevute durante lo scontro… ma per sua fortuna quella condizione durò poco dato che Tea, che era riuscita a rimanere incolume dalla mossa essendosi Hyuga sacrificata per lei facendole da scudo, lo stava curando usando il Palmo Mistico: avrebbe voluto aiutare prima l’amica che l’aveva difesa, ma il suo cuore le diceva che era meglio aiutare prima lui.
Il biondo, guarito del tutto, si riprese poco dopo e aprendo gli occhi di scatto sollevò il busto velocemente e disse “Cos’è successo? Ricordo che quel mostro aveva usato una specie di esplosione… e poi niente!”
“Meno male che stai bene Cloud. Comunque quell’essere ha usato un attacco che ha distrutto tutta l’area circostante e vi ha ferito gravemente, io mi sono salvata grazie a Leila ed ho potuto curarti!” la figlia di Neji sapeva che almeno un medico doveva uscire incolume altrimenti erano spacciati, per questo aveva fatto tutto quello per aiutarla.
Il piccolo osservò l’amica e le disse “Allora grazie mille per il tuo aiuto… ma dov’è Seto? Non lo vedo qui in mezzo…” difatti tra i suoi amici svenuti non vedeva il bruno…
E questo per un motivo semplice “Sta combattendo Darkster proprio adesso!!”
“COSA?! Ma è impazzito, non ce la farà mai da solo. Devo aiutarlo!” immediatamente il biondo si mise in piedi pronto a raggiungere il compagno e aiutarlo.
Ma la bambina lo bloccò “Lascia perdere, non ce la faresti nemmeno tu… non voglio che ti succeda qualcosa, aspetta che guarisca gli altri e poi andremo tutti insieme a combatterlo!”
“Oh ma insomma si può sapere perché sei sempre così protettiva con me? Ogni volta che mi succede qualcosa o voglio fare qualche pazzia mi fermi sempre!” ahia, gli aveva fatto la fatidica domanda… o gli svelava in quel momento ciò che provava per lui oppure non avrebbe avuto altre occasioni…
E lei decise di farlo, fin da quando l’aveva conosciuto provava una certa attrazione per lui e non poteva trattenere dentro di sé quei sentimenti per troppo tempo… era vero che temeva che avrebbe potuto non rivolgergli più la parola, ma era un rischio che era disposta a correre “… Ecco, vedi… tu…” così, chiudendo gli occhi e abbassando di scattò la testa, gridò ciò che provava “… TU MI PIACI MOLTO!!”
Inutile dire che Cloud, che stava dando le spalle alla piccola, rimase scioccato dalla cosa… lei era attratta da lui? La migliore amica di Leila, una dei suoi rivali, aveva una cotta per il ragazzino più combina guai di Konoha? La cosa l’aveva spiazzato, quello era sicuro “… Guarisci gli altri, abbiamo bisogno del loro aiuto!” fu ciò che disse con lo sguardo abbassato e i capelli che gli coprivano gli occhi.
Non sapeva bene cosa voleva significare quella frase, ma Tea sapeva che era meglio seguire il suo consiglio e dopo aver annuito iniziò a curare prima Hyuga e poi tutti gli altri.

Intanto Seto stava combattendo Darkster anche dopo qualche minuto da quella discussione e sembrava aver puntato verso lo scontro fisico visto che stava attaccando il mostro con calci e pugni tutti parati preventivamente dall’essere che sorrideva mentre lo faceva.
“Non sfottermi!!” fu ciò che disse il figlio di Luke compiendo un balzo all’indietro, unendo le braccia ad X ponendo i palmi delle mani verso l’avversario e caricando due sfere di fuoco fatuo su di esse *O ora o mai più!* dopo averlo fatto iniziò a correre velocemente verso l’io originale di Xehanort che lo attendeva al varco.
Il mostro tentò di spiegare gli artigli delle zampe allungandole coi poteri oscuri per usarli contro il bruno, ma all’ultimo lui balzò verso l’alto evitando la mossa e gli sparò contro le due palle infuocate appena create riuscendo a centrarlo in piena faccia generando un leggero polverone.
Tuttavia non si capiva se era riuscito a ferirlo o meno e lui, ancora in aria come conseguenza del salto di prima, si stava chiedendo se ce l’aveva fatta… però la risposta arrivò subito perché Darkster, senza un graffio, si spostò velocemente proprio sotto di lui puntando entrambi i palmi delle mani verso di lui e gli sparò contro a velocità supersonica un raggio oscuro che travolse in pieno il povero Hitari che gridò disperato mentre l’attacco lo spediva prima verso l’alto e poi in picchiata verso il basso schiantandolo contro il suolo violentemente.
L’essere osservò compiaciuto il suo operato, il ragazzino era a parecchi metri di distanza svenuto e con ferite su tutto il corpo… quell’attacco improvviso l’aveva conciato davvero molto male.
“Sei soddisfatto ora di ciò che hai fatto?” disse improvvisamente Cloud attirando l’attenzione della creatura… che voltatosi a guardare vide tutti i bambini e anche gli adulti schierati quasi in formazione per contrastarlo, tra di loro vi era anche Rebecca che aveva ripreso il suo piccolo che continuava a piangere incessantemente.
Nel frattempo il biondo continuò a parlare “Seto un anno fa non mi stava molto simpatico… ma ora lo considero oltre che un rivale anche un amico e non permetto a nessuno di fargli del male. E credo che qui siamo tutti d’accordo sul fatto che ti meriti una bella lezione!”
“Adesso hai superato il limite!” aggiunse anche Joey.
“Avevamo promesso di proteggerlo dai membri dell’Organizzazione XIII… ed intendiamo mantenere il giuramento!!” esclamò allora Michael ottenendo l’approvazione di tutti.
“E noi gli daremo una mano, questi bambini sono stati affidati a noi e se dovesse succedere loro qualcosa non potrei più guardarli in faccia!!” fece Zero con grande determinazione seguito da Kate ed incredibilmente anche da Cid, a quanto pare anche lui ne aveva le scatole piene adesso.
Darkster accettò la sfida e sorridendo diabolicamente si voltò verso di loro leccandosi le labbra pronto a ricominciare una battaglia che sembrava infinita e non trovare mai il suo epilogo…

Tornando al varco spazio-temporale, al suo interno Terra e Ventus stavano continuando al loro battaglia contro Black che nonostante stesse combattendo da solo riusciva a tenere loro testa tranquillamente, difatti in quel momento aveva schivato un doppio Blizzaga sparato da entrambi volando verso l’alto e aveva sparato un doppio Tune Sharp contro i due che erano riusciti ad evitarli spostandosi lateralmente.
“Non ci sconfiggerai mai!!” il bruno partì in quarta con la sua moto volante diretto verso il malvagio che lo stava attendendo al varco.
Nello stesso momento però anche l’amico cominciò a dirigersi verso di lui solo dall’alto e puntando dritto verso il basso. Inizialmente Hitari non capiva cosa stessero cercando di fare, ma poi tutto gli fu chiaro quando Ven sparò un Firaga dritto verso la sua testa e il compagno, sollevando il braccio al cielo, usò un Thundaga: intendevano far esplodere la sfera di fuoco con l’elettricità a pochi centimetri da lui in modo da creare un effetto a catena che gli anniebbasse la vista il tempo necessario per colpirlo…
Ma lui non ci cascò “E’ tutto inutile! Tune Storm!!” usando la stessa mossa utilizzata contro Zero, caricò su entrambe le mani un forte vento e le unì sopra di sé dopo aver spiegato le braccia generando una violenta ventata d’aria che spedì la palla infuocata verso colui che l’aveva sparata.
“Oh no!” purtroppo il Custode faceva bene a preoccuparsi, perché il fulmine colpì in quel momento la sua magia autodistruggendola e generando un violento polverone proprio intorno a lui… che permise a Maschera di dirigersi velocemente verso di lui e, dopo aver trasformato tutte le dita in lame, colpirlo al petto e scaraventarlo via con qualche ferita allo stomaco.
Per fortuna Terra riuscì a prenderlo in tempo e a frenare la sua caduta “Tutto bene?” gli domandò mentre lo reggeva con una mano e l’altra era salda sul manubrio.
Ventus non si era fatto malissimo per cui non perse i sensi e rispose “Sì è tutto a posto tranquillo…” poi però volse il suo sguardo verso il nemico e disse “… Però quel tipo è troppo forte, non riusciamo a contrastarlo!”
“Purtroppo hai ragione…” dovette confermare il bruno amaramente.
Nel frattempo però Black aveva deciso di porre fine alla battaglia e ghignando malignamente disse ai suoi due rivali “Adesso non ho tempo, mancano solo 4 minuti prima che il varco si chiuda, quindi devo chiudere qui la battaglia!” dopodiché allargò le braccia e il plasma solidificato del suo corpo cominciò a muoversi in modo sospetto.
“Cosa sta facendo?” si chiese colui che un tempo era il corpo del Signore Oscuro.
Improvvisamente delle strane molecole cominciarono ad uscire dal suo corpo per andare a trasferirsi alle spalle dei due Custodi unendosi sempre di più in una specie di sfera “Dovreste sentirvi onorati, in tutto questo tempo non ero mai stato costretto ad usare il mio colpo migliore… dovete sapere che Zero ha preso il plasma per costruire il mio corpo all’interno di una nebulosa, ciò significa che tutta la sostanza che mi ricopre è ancora intrisa dell’elevata potenza cosmica che possiede… e che mi basta rilasciare un po’ di essa per provocare una distruzione tale da distruggere un intero pianeta se solo lo volessi!!”
“COSA?!?!” gridarono i due in coro sentendo quale elevata potenza possedeva la tecnica migliore di quello psicopatico.
“IO NON SUBIRO’ I DANNI DEL MIO COLPO PERCHE’ IL MIO CORPO E’ FATTO DELLO STESSO MATERIALE CHE STA PER INNONDARE QUESTO TUNNEL TEMPORALE… VOI INVECE FARETE UNA BRUTTA FINE!! MUAHAHAHAHAHAHAH!!!” fu ciò che gridò Hitari euforico e fuori di sé per l’essere vicino dall’annientare quei maledetti.
“PRESTO SCAPPIAMO!!” al grido di Ventus Terra mise il turbo alla sua moto volante per fuggire il più lontano possibile… ma era troppo tardi. Le molecole di plasma si condensarono tutte in un'unica sfera viola che esplose in quell’istante in una specie di nebulosa violacea che ricoprì interamente il varco spazio-temporale senza risparmiare nessuno…

All’esterno del varco, a Glade Glory proprio di fronte alla porta, vi erano Kairi, Greta e Jack in piedi e Brook a terra causa colpo precedente di Hitari che stavano osservando il portale nella speranza di vedere tornare i loro amici… ed invece si manifestò davanti a loro una strana esplosione color viola che stava quasi per uscire e colpire l’Universo di Mezzo ma per fortuna si fermò in tempo.
“TERRA!! VEN!!” gridò la moglie di Sora preoccupata per i due amici.
“E’ uno spettacolo orribile!” affermò l’ex pirata che si stava lentamente riprendendo.
Il Re delle Zucche invece preoccupato disse “Speriamo che stiano bene…” il tutto mentre anche la bambina osservava ansiosa la porta.

All’interno del varco spazio-temporale, al termine dell’Esplosione Cosmica compiuta da Black, tutto sembrava essere rimasto come sempre… ma purtroppo non era così perché, a seguito del tremendo colpo, i due Custodi erano semi svenuti e fluttuavano al centro del tunnel con l’armatura semi distrutta e i Keyblade tornati alle loro forme originali… non sembravano più in grado di combattere, di conseguenza il verdetto pareva chiaro…
“Così la prossima volta imparate… ah già è vero, non ci sarà una prossima volta!! Muahahahahahahah!!!” esclamò Hitari compiaciuto di vedere i due nemici ridotti così semi morenti prima di fare dietro front e proseguire il suo cammino per arrivare dall’altra parte.
I due effettivamente non riuscivano più a muoversi, quell’attacco li aveva danneggiati molto internamente ed ora riuscivano a malapena a muovere le dita… ormai era finita, sarebbero rimasti intrappolati nel varco spazio-temporale per sempre dato che ancora 3 minuti e si sarebbe chiuso del tutto “N-Non ce l’abbiamo f-fatta… abbiamo f-fallito…” fu quello che disse Terra digrignando i denti dalla rabbia.
Invece Ventus, nonostante le condizioni in cui versava, non aveva fatto altro che pensare per tutto il tempo… e gli era venuta un idea, un idea che forse l’avrebbe aiutato a vincere… ma ad un prezzo enorme, avrebbe dovuto pagare… con la vita!! *N-Non ho s-scelta… per il b-bene dei miei a-amici e degli U-Universi… devo f-farlo…* ormai era deciso, anche se sapeva che non ne sarebbe uscito vivo voleva portare avanti il suo piano fino alla fine… perché senza il virus di Zero era l’unico modo per vincere.
Immediatamente il giovane, chiamando a sé il Keyblade sulla mano destra, iniziò ad usare la forza della luce del suo cuore per concentrare tutta la potenza di cui disponeva proprio all’interno del suo muscolo “V-Ven… ma c-che…” neanche il tempo di chiedergli cosa stesse facendo che in un lampo l’aura che l’aveva circondato gli dette l’opportunità di usare una mossa che non utilizzava da parecchio tempo… Glide!!
Grazie ad essa il ragazzo riuscì a volare a velocità supersonica verso il suo nemico che era ormai a parecchia distanza dal luogo dove erano prima e… “MASCHERA!!!” cercò di attirare la sua attenzione mentre si trovava proprio sopra di lui.
Ci riuscì e Hitari, scioccato per aver sentito proprio quella voce, si girò di scatto vedendo il rivale “TU?! Ma che diavolo…” immediatamente, senza perdere tempo, Ventus brandì la sua arma e scese in picchiata ad una velocità tale che il villain non riuscì a vederlo e venne trafitto da parte a parte proprio all’altezza dello stomaco!!
Purtroppo quell’attacco non poteva fargli niente e questo lui lo sapeva bene “Il tuo è solo uno stupido tentativo per sconfiggermi, non ci riuscirai mai perché il mio corpo è invinc… MA COSA?!?!” improvvisamente però sentì che c’era qualcosa che non andava: il Custode, dopo aver compiuto quell’azione, non si era schiodato ed era ancora a pochi centimetri da lui reggendo il manico della sua arma e sempre circondato dall’aura gialla che rappresentava la luce del suo cuore… ma non era tutto perché sentiva che le molecole che componevano il suo corpo si stavano lentamente sgretolando!!
“Te ne sei accorto eh?” gli disse il giovane con aria di sfida “Ho sperato fino all’ultimo che la luce presente nei nostri cuori potesse ferire il tuo corpo… e ora che ho scoperto che è vero intendo usare fino all’ultimo grammo della mia forza per sconfiggerti definitivamente!”
Tuttavia c’era un particolare che non aveva considerato mentre invece Hitari sapeva eccome “E allora? Uno solo di voi non può farmi nulla perché serve la luce di minimo 10 persone per distruggere il mio corpo… QUINDI DA SOLO NON PUOI FARE NULLA, IDIOTA!!!” tutto ciò l’aveva detto con la sua solita aria da psicopatico puro…
Ma purtroppo per lui quell’espressione dovette sparire quando sentì una strana voce “… Non se saremo noi a donare il nostro potere a lui!!”
Ven, sapendo che non apparteneva a Terra, cominciò a guardarsi attorno mantenendo il Keyblade incastrato nello stomaco nemico per capire chi era… invece Maschera aveva compreso perfettamente chi era e per questo era rimasto a dir poco scioccato “C-Cosa… G-Gokuro?!?!”
“E non è solo!” intervenne questa volta la voce di Namizu… oddio, ma erano due Discendenti della Luce… non era che forse…
“Ci siamo tutti, dal primo all’ultimo!” questa volta a parlare fu Kaira, oh mamma per il malvagio erano guai seri… i suoi peggiori nemici stavano intervenendo nella battaglia proprio in quel momento!!
Però non era preoccupato… anzi era incazzato nero “… Voi… CAVALIERI DELLA SPERANZA, FATEVI VEDERE SE NE AVETE IL CORAGGIO!!!”
Davanti a quella frase il giovane rimase scioccato “I-I Cavalieri… della Speranza?” non poteva credere di star sentendo proprio le voci originali di coloro che salvarono l’Universo milioni di anni fa, sembrava un sogno che si realizzava.
Nel frattempo Celles intervenne parlando al nemico “Black… fin da quando ti ho visto nel gruppo di Malefone avevo capito che eri una testa calda, ma non pensavo che saresti arrivato a questo punto!”
“Hai sottovalutato l’oscurità e ne hai pagato il prezzo diventando una Creatura dell’Oscurità!” fece questa volta Naruteo.
“Una fine sciocca per un povero sciocco!” esclamò invece Davilide mentre non c’era l’ombra di nessuno dei dieci Discendenti della Luce, probabilmente stavano parlando con loro da un'altra dimensione.
Le loro parole però fecero arrabbiare ancora di più Hitari che continuò a gridare “LURIDI FIGLI DI PUTTANA NON OSATE INSULTARMI!! E’ COLPA DELLA VOSTRA ESISTENZA SE IO MI SONO RIDOTTO COSI’, A FARE UN VIAGGIO NEL TEMPO PER CAMBIARE IL FUTURO!! SE VOI NON CI FOSTE MAI STATI TUTTO CIO’ NON SAREBBE MAI ACCADUTO!!”
“… E qui ti sbagli!” intervenne però Malefone “La tua brama di potere ti avrebbe condotto comunque a trovare un modo per liberare il Signore del Male… l’oscurità è sempre stata forte in te e di questo ne so qualcosa!”
“Anche il tuo piano attuale è sintomo che sei marcio dentro, una volta che hai intrapreso il cammino del male esso rimarrà sempre in te… che ti piaccia o no!” disse Luffycle.
“Ed ora farai la fine che meriti… per mano di coloro che consideri tuoi nemici da milioni di anni!!” “Ventus, Custode del Keyblade, prendi la luce dei nostri cuori… ed annienta uno dei più grandi nemici degli Universi che ha complottato contro le dimensioni da ancor prima che voi nasceste!!” con queste parole Sorate e Mana conclusero il discorso che i Cavalieri della Speranza volevano fare a Black prima della sua imminente sconfitta…
E difatti una strana luce ancora più potente di quella di prima cominciò ad innondare il ragazzo, quei guerrieri leggendari stavano davvero donando la loro forza al giovane e ne era una prova il fatto che l’aura che lo circondava stava aumentando sempre di più.
“NON OSATE ANDARVENE!! NON ABBIAMO ANCORA FINITO DI PARLARE!!” gridò però Hitari colmo di rabbia.
Tuttavia se n’erano già andati e Ven questo lo sapeva bene, per questo prese con la mano sinistra la spalla destra del perfido rivale e gli disse “Ormai è troppo tardi, i Discendenti della Luce hanno voluto omaggiarti di un ultimo saluto prima della tua disfatta. Sanno perfettamente che rappresenti una minaccia per tutti e per questo mi hanno donato la loro forza… PERCHE’ SAPEVANO CHE SENZA DI ESSA NON SAREI MAI RIUSCITO AD UCCIDERTI!!”
“NON PRENDERMI PER IL CULO! ANCHE CON TUTTA LA TUA FORZA NON RIUSCIRAI MAI E POI MAI AD AMMAZZ… COSA?!?!” purtroppo Maschera dovette ricredersi quando vide che la sua mano destra si stava sgretolando e non riusciva a ricomporre le parti distrutte.
“Non puoi contrastare questa mossa, è una tecnica conosciuta unicamente dai Custodi del Keyblade e che deve essere usata unicamente come ultima risorsa… io, Terra ed Aqua conosciamo questa mossa grazie ad Eraqus e ci siamo ripromessi di non usarla mai in battaglia… ma ora non ho scelta, l’Esplosione di Luce è l’unica mossa che può annientarti, ed anche se il prezzo per usarla è la mia stessa vita… SONO DISPOSTO A PAGARLO PUR DI UCCIDERTI!!”
“NO!! NON PUO’ FINIRE COSI’!!! NOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!” purtroppo per lui fu troppo tardi, mentre il corpo fatto di plasma solidificato cominciava a disintegrarsi sempre di più, Ventus ricorse alla sua arma segreta e, mentre l’aura gialla iniziava ad espandersi sempre di più, il suo corpo iniziò a caricarsi di luce fino ad esplodere del tutto investendo Maschera che ebbe il tempo di esalare un ultimo grido prima di venir travolto dalla mossa rivale…

L’attacco circondò interamente il varco spazio-temporale proprio come prima aveva fatto l’Esplosione Cosmica e il bruno, che non sapeva cosa era accaduto da quando l’amico se n’era andato e non riusciva ancora a muoversi, si limitò ad osservare terrorizzato l’attacco che gli stava venendo addosso prima di venir scaraventato proprio da quest’ultima fuori dal tunnel proprio a Glade Glory finendo dietro ai quattro che erano lì di fronte al portale.
“Ehi, ma è Terra!” esclamò Greta riconoscendolo.
Vedendo le sue condizioni, Kairi non perse tempo ed usò Energiga per guarirlo, dopodiché si avvicinò a lui e gli disse “Tutto bene? Cos’è successo là dentro?” il tutto mentre anche gli altri tre si avviavano là dove si trovava lui.
Il Custode però non parlò, si limitò a rimanere con la testa abbassata verso il suolo essendo caduto di pancia e a singhiozzare, quasi come se stesse piangendo “L-L’ho riconosciuta… q-quella era… l’Esplosione d-di Luce…”
“L’Esplosione di Luce? Mi sembra che me ne ha parlato Aqua undici anni fa, mi ha detto che è l’ultima risorsa dei Custodi del Keyblade e che chi la usa perde la vita… ma allora vuole dire che…” la sua stessa idea l’ebbero anche gli altri, difatti si voltarono subito a guardare il portale che, essendo scaduto il tempo, si chiuse di fronte ai loro occhi impedendo a chiunque di poterci accedere ancora una volta… ma anche a chi era al suo interno di uscirne!
“Oh no… Ven…” a Jack non ci volle molto per comprendere cos’era successo, ed anche Brook e la bambina abbassarono la testa sconsolati.
Terra naturalmente scoppiò a piangere sonoramente, non poteva comprendere che un suo grande amico non ci fosse più a causa della sua incapacità di sconfiggere il nemico “Ven… non dovevi farlo… avremmo potuto fermarlo in un altro modo…”
“… Ven ha dato la sua vita per ciò in cui credeva!” intervenne però Kairi nel tentativo di rincuorare il povero ragazzo “Il suo sacrificio deve essere da monito per noi e deve spingerci a dare il meglio di noi in questa battaglia, così come quella di tutti gli altri che hanno perso la loro vita in questa guerra sanguinosa!” sapeva benissimo che in tanti erano morti perché aveva visto parecchi cadaveri anche se ancora nessuno dei suoi amici.
“Ha ragione!” fece anche Brook cercando di trovare un lato positivo in tutto questo “Con la sua morte ha impedito ad un grande nemico di cambiare il futuro… noi tutti dobbiamo essergli riconoscenti!”
Sentendo tutte le loro parole il bruno pensò che effettivamente non avevano tutti i torti, il suo amico non aveva fatto altro che cercare di salvare gli Universi usando il potere della luce come aveva capito vedendolo circondato da quell’aura… lui invece in tutta quella battaglia non aveva fatto altro che arrabbiarsi con Master Xehanort e Aqua… non poteva continuare così o non avrebbe concluso nulla, doveva prendere esempio dal suo amico che ormai non c’era più ed andare avanti… doveva farlo per lui!
“… Avete ragione!” esclamò difatti asciugandosi velocemente le lacrime ed alzandosi in piedi con sguardo determinato “Piangersi addosso non serve a niente, dobbiamo continuare a lottare e vincere… per i nostri amici caduti in battaglia!!”
“Giusto!” esclamarono la donna e i due scheletri in coro mentre Greta sorrideva, purtroppo si era rivelata inutile fino a quel momento, ma avrebbe cercato in tutti i modi di combattere le creature che gli si sarebbero parate davanti per dimostrare che anche lei è forte se lo vuole.
Immediatamente si separarono in tre gruppi con madre e figlia che andarono verso destra, i due amici verso sinistra e il Custode in avanti più carico che mai pronto a proseguire la battaglia… e anche a chiedere scusa ad Aqua per quell’accesa discussione avendo capito di aver sbagliato lui!!... Naturalmente quando la guerra sarebbe finita.

Come conseguenza della morte di Black Hitari gli Uomini di Ghiaccio, controllati dal plasma solidificato creato da Zero per il malvagio, prima persero conoscenza cadendo rovinosamente a terra e successivamente svanirono in particelle della sostanza di cui erano composti.
Coloro che assistettero alla scena naturalmente rimasero spiazzati “Cosa diavolo è successo?” chiese Karin ai suoi compagni di lotta Auron, C-17 e C-18.
La Cyborg si fece la stessa medesima domanda “Non capisco, sembra quasi… che siano deceduti tutto d’un tratto!”
“Mi sembra ovvio, colui che li controllava è morto e come conseguenza anche loro sono spariti!” rispose allora lo spadaccino col suo classico tono semi freddo.
Il gemello della moglie di Crilin, sorridendo, esclamò “Che inaspettata svolta degli eventi!”
“Con il decesso di Maschera di Ghiaccio abbiamo compiuto un passo avanti verso la vittoria in questa guerra!” intervenne Minato avvicinandosi al gruppo con aria seria.
“Perché dici una cos… aspetta, ma tu non sei il Quarto Hokage?!” naturalmente la rossa era scioccata della sua presenza visto che non se l’aspettava per niente un suo ritorno in quel luogo.
“Sì, sono io in carne ed ossa, quando tutto sarà finito vi spiegherò perché sono qui. Nel frattempo guardatevi intorno e capirete che cosa sto dicendo!” i quattro lo fecero senza dire niente… e si accorsero ben presto che, con un ultima azione, la Neo Resistenza era riuscita a distruggere definitivamente tutte le creature dell’Organizzazione XIII!!
“Finalmente, non ne potevo più!” fece Bibi sbuffando per la fatica, era un ora che combatteva quegli esseri.
“Almeno adesso rimangono solo i pezzi grossi!” disse invece Kiba che era al suo fianco e si stava guardando attorno.
Anche se… “In verità rimangono solamente il Master e Bu!” intervenne Yamcha atterrando vicino ai due ed attirando la loro attenzione “Osservate bene!” alle parole del terrestre i due poterono notare che effettivamente gli unici nemici rimasti erano proprio quei due che stavano combattendo rispettivamente contro Luffy e i Sayan Goku e Gohan.
“Ormai siamo vicini alla vittoria, non dobbiamo fare altro che eliminare quei due e tutto finirà!” Goten, insieme a Trunks e Marron, si avvicinò al gruppo dicendo la sua sulla situazione attuale…
Ma purtroppo la verità era ben più terribile di quanto potessero immaginare “Io non ne sarei così sicuro…” disse difatti Lea avviandosi a sua volta verso di loro, per poi alzare lo sguardo al cielo e… “Perché non guardate in alto?”
Loro fecero come gli era stato suggerito… e purtroppo notarono qualcosa di davvero orribile per il destino degli Universi!! “Oh no!! Questa non ci voleva!!” l’imprecazione del figlio di Vegeta era più che giustificata… visto che il cielo aveva iniziato ad oscurarsi in quanto la Luna di quella dimensione aveva già coperto per tre quarti il Sole e stava per farlo scomparire del tutto…
Non era difficile comprendere che evento fosse “Oh no… l-l’Eclissi Divina!!!” fu Marron a dirlo con le ginocchia che le stavano letteralmente tremando.
“SVELTI! DOBBIAMO FERMARE IL MASTER PRIMA CHE POSSA TENTARE IL RITO!!” gridò allora C-18 iniziando a correre seguita a ruota da tutti verso il luogo dove il malvagio stava affrontando il pirata…

L’unico problema era che lo stesso Xehanort si era accorto che finalmente quel fenomeno naturale aveva avuto inizio dandogli così l’opportunità di ultimare una volta per tutto il suo piano “Sì, finalmente…” era arrivato con qualche minuto di ritardo visto che erano le 18:05, ma l’importante era che fosse giunto!!
L’uomo, vedendo il villains guardare verso il cielo con uno sguardo quasi ipnotizzato da quella visione, lo guardò stranito e gli chiese “Che diamine stai combinando?!”
“Purtroppo per te il gioco si conclude qui… il destino mi attende!!” dopo aver detto questo il Master sparì improvvisamente dalla vista del marito di Nami grazie al suo Teletrasporto e fu talmente veloce che il possessore del frutto Gom Gom non si accorse nemmeno di cosa era accaduto.
Nel frattempo Kairi e Greta stavano continuando a correre da quando si erano divisi da Jack, Brook e Terra per poter aiutare gli altri nella battaglia… ma purtroppo per loro il vecchio comparve alle loro spalle e con un semplice colpo di Keyblade provocò un taglio diagonale sulla schiena della donna!!
“AAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHH!!!!!” il colpo fu improvviso e fece gridare di dolore la donna che cadde immediatamente al suolo mollando di conseguenza il tesoro finale… che venne immediatamente preso dall’ex amico di Yen Sid con una rapidità disarmante!
“MAMMA!!” gridò la bambina vedendo il genitore crollare a terra proprio di fronte a lei.
Il tutto mentre Xehanort continuava a contemplare l’oggetto che aveva in mano con occhi sognatori, il grande momento era finalmente giunto, doveva sbrigarsi se non voleva perdere tempo… l’immortalità eterna e la conoscenza illimitata erano ad un passo “Scusa piccola, ma ho un rito da completare!”
Immediatamente si teletrasportò via ancora una volta per giungere a distanza di sicurezza a parecchi kilometri dai membri della Neo Resistenza e i suoi alleati in modo che non potessero intralciarlo nella sua operazione, aveva lo strumento del creatore del bene in mano ed era pronto ad iniziare…
Ma Shanks grazie al suo Haki Kenbun-shoku sviluppatissimo riuscì a capire subito dov’era “E’ dall’altra parte della colonna di roccia!!” intendeva quella creata proprio dal Master prima dell’inizio della guerra.
Solo che il suo grido fu sentito non solo dagli alleati… ma anche da Ultra Bu che, accortosi pure lui dell’Eclissi Divina ormai completa al 100% e sapendo che il suo Capo stava per compiere il rituale, si rivolse ai suoi due avversari con un sorrisino dicendo loro “Scusate ragazzi, ma la vendetta dovrà attendere… prima il dovere e poi il piacere!” per poi sparire dalla loro vista in un lampo.
“Ma dov’è andato?” si chiese subito Goku cercando di localizzare il suo Ki.
A Gohan non fu difficile capire cosa volesse fare considerando che erano rimasti solo lui e il Master e quest’ultimo stava per compiere il Rito della Gloria Nera “Probabilmente sta andando a supportare Xehanort… non possiamo permetterglielo! Dobbiamo fermarlo!!” ed immediatamente cominciò a volare a grande velocità in direzione della grande colonna rocciosa.
In un secondo riuscì a distruggere la parte superiore con i soli pugni tesi e cominciò ad andare rapidamente verso l’anziano che era ancora immobile com’era quando era apparso lì, il suo obiettivo era sicuramente colpirlo e tenerlo impegnato per la successiva mezz’ora… ma purtroppo il Majin fu più veloce e lo centrò con un violentissimo calcio in faccia spazzandolo via e spedendolo contro la parte inferiore del rialzo disintegrando anche quello e mandandolo a terra.
Son non si era fatto niente e risollevò il busto asciugandosi il lieve sangue che gli usciva dalla bocca *Maledizione!*
“Fino a quando io sarò qui nessuno interromperà il rituale!!” dichiarò Ultra Bu riferendosi sia al Sayan che a tutti gli altri che stavano già correndo verso il vecchio, dopodiché si rivolse proprio a quest’ultimo dicendogli “Presto Master, completi il Rito della Gloria Nera subito!!”
“Con piacere. Ed ottimo lavoro, sapevo di poter contare su di te!” esclamò il Leader dell’Organizzazione XIII con un sorriso diabolico in volto.
“Maledizione!!” gridarono Vegeta, Zoro, Riku e Minato quasi in coro: avrebbero voluto fermare quel maledetto rito, ma non potevano perché Bu si era frapposto tra loro e il malvagio e di conseguenza non ce l’avrebbero fatta… non distruggendo prima il demone, cosa impossibile in così breve tempo… avevano le mani legate praticamente!!
“E ora cosa facciamo?!” si chiese invece Sakura che era l’unica insieme ad Ino e Chopper a non essere corsa dato che stavano ancora finendo la trasfusione di sangue su David.
“Non possiamo fare niente… è finita…” esclamò la renna digrignando i denti dalla rabbia mentre la bionda seguiva il suo esempio… che fosse davvero la fine?
Sembrava davvero così dato che con la protezione del perfido mostro rosa Master Xehanort poté finalmente iniziare il tanto famigerato Rito della Gloria Nera!! Per prima cosa si mise in posizione eretta ponendo entrambe le mani di fronte e reggendo lo Scettro della Luce con entrambi gli arti, dopodiché rivolse il viso al cielo ed iniziò a recitare una specie di formula “Oh grandi entità soprannaturali che governate le dimensioni al di fuori degli Universi, tutti i cimeli sono stati raccolti e radunati nello stesso luogo. L’Eclissi Divina è cominciata e mi trovo a Glade Glory, luogo che voi avete scelto come meta per eseguire questo grande rituale…” immediatamente piantò a terra il tesoro finale “Lo Scettro della Luce, simbolo del potere del Signore della Luce…” dopodiché tirò fuori alla destra della sua cintura l’ampolla contenente l’aura oscura e la versò sopra l’oggetto facendogli assumere un colorito nero “L’aura oscura, simbolo del potere del Signore del Male…” infine tirò fuori alla sinistra della sua cintura la provetta contenente il sangue di Sasuke versandolo sopra all’arma unendo il nero del male e il giallo del bene al rosso del sacrificio “E il sangue di una vittima sacrificale…” dopo aver compiuto ciò, sollevò le braccia al cielo e concluse il Rito della Gloria Nera gridando le seguenti parole “IN NOME DEI CREATORI CHE ALLA NOTTE DEI TEMPI DIEDERO INIZIO ALLA VITA NELL’UNIVERSO IO VI CHIEDO DI DONARMI I LORO POTERI! IL SANGUE DI UN PECCATORE E’ STATO VERSATO ED HO RADUNATO ENTRAMBI I POTERI NELLO STESSO LUOGO, LO MERITO!! DONATEMI LA LORO FORZA… E CONCEDETEMI LA CONOSCENZA ETERNA!!!”
Come conseguenza del rito una strana luce dorata partì dal Sole oscurato dalla Luna e colpì in pieno il tesoro finale coperto dall’aura oscura e dal sangue di Uchiha che a quel punto vennero coperti da una strana luce, si compressero in una piccola sfera color oro/nero e penetrarono all’interno del petto del Master…
Non appena ciò fu accaduto una strana forza sia gialla dorata che nera tenebra avvolse il malvagio che scoppiò a ridere rivolto al cielo in maniera incessante “MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!” erano queste le risate di gioia che gridava in alto mentre anche dei fulmini iniziarono ad avvolgerlo ed un aura blu talmente accesa da impedire di vedere il Maestro del Keyblade nella sue interezza iniziava a ricoprire il suo corpo…
Tutti quanti osservarono impauriti quell’evento, le loro peggiori paure si erano avverate, il Rito della Gloria Nera era stato ultimato… e Master Xehanort stava per ottenere un potere che andava ben oltre l’umana comprensione!!
“E’… E’ un incubo…” fece Shikamaru letteralmente terrorizzato.
“Questo non doveva accadere!!” disse invece Gaara stringendo i pugni dalla rabbia.
Luffy e Naruto rimanevano in silenzio a maledirsi mentalmente per non essere riusciti ad impedire tutto ciò, invece Kairi, che era stata guarita da un Energiga della piccola Greta, osservò con occhi spaventati la scena del vecchio avvolto da quella potenza che stava ultimando una specie di “trasformazione” e disse “… Come ho potuto permettere che accadesse…” si riteneva responsabile perché si era distratta e gli aveva permesso di impossessarsi dello Scettro della Luce.
Suigetsu, quasi divertito dalla cosa, mise mani alla spada e disse “Ora inizia il divertimento!”
“Non sparare stronzate!” lo corresse però Tifa mentre Squall non parlava e rimaneva fermo ad osservare con un misto tra il rassegnato e l’impaurito il tutto.
“C’è riuscito… che disastro!!” disse infine Crilin cadendo in ginocchio a terra mentre gli altri si limitavano ad osservare impotenti…
L’unico che pareva divertito dalla cosa era nientemeno che Ultra Bu… e questo perché col completamento del Rito della Gloria Nera il suo VERO piano poteva finalmente iniziare *E’ il momento!!* pensò sorridendo malignamente osservando il Master mentre le parti del corpo che gli erano state staccate durante le battaglie della guerra cominciavano lentamente ad unirsi in un'unica specie di blob alle spalle di tutti quanti…
Tutti tranne Goku, che aveva sentito qualcosa che non andava e, voltato lo sguardo, aveva visto quello che stava accadendo… e sembrava aver compreso il piano di quel pazzo!! *Oh no!! Intende assorbire Xehanort per ricevere LUI il potenziamento del rituale e diventare così l’essere più potente di tutti gli Universi!! Devo impedirglielo prima che sia troppo tardi, ma com… aspetta, ora che ci penso questa cosa può tornare utile anche a me!!*
Ed era così, difatti il Sayan aveva già escogitato un piano per ritorcere contro il demone il suo stesso progetto ed attese che il blob partisse in quarta diretto verso l’anziano che stava continuando il processo di trasformazione per mettersi in mezzo alla sua traiettoria… ed attivare la barriera protettiva!!
“MERDA!!!” Ultra Bu si accorse di quello che Son stava facendo e non riuscì a fermare la sua parte del corpo che così avvolse l’uomo comprimendolo e portandolo all’interno del corpo del Majin che osservò lo stomaco dove era appena penetrato il rivale quasi terrorizzato “No… no… NOOOOO!!!” aveva ricordi di cosa era accaduto l’ultima volta che era stata usata la barriera per difendersi dal suo assorbimento… e sapeva cosa significava!!
“Ma che cazzo ha fatto Goku?!” Naruto e gli altri avevano assistito a tutto e non comprendevano cosa diamie avesse combinato…
Fino a quando, proprio qualche secondo dopo, il membro dell’Organizzazione XIII cominciò a stare improvvisamente male ed iniziò a gridare al cielo e toccarsi la testa “AAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!” sembrava che stesse accadendo qualcosa all’interno della sua testa…
E Gohan sapeva cosa *Ma certo! Papà è un genio!!*
“Che diavolo ha? Sembra star soffrendo?” esclamò Luffy guardando storto il demone.
Questione di pochi secondi ed ecco che un puntino fuoriuscì da uno dei fori sulla testa del Majin e si ingrossò mostrando che era nientemeno che il Sayan in formato SSJ2 con sul braccio destro Ub svenuto, su quello sinistro Piccolo e Majin Bu ciccione che reggeva con i piedi!!! Aveva sfruttato il piano del malvagio per poter liberare coloro che erano intrappolati dentro di lui!! “Per fortuna la strada la conoscevo già e mi è bastato trasformarmi in SSJ2 e volare dritto nella mente distruggendo tutto ciò che mi capitava a tiro!”
Il dolore del perfido demone inventato da Bibidy durò poco tempo… dato che subito dopo iniziò il processo di trasformazione!! Essendo stati rimossi tutti coloro che aveva assorbito dentro di sé stava per tornare nella sua forma originale… Kid Bu!!
“Sembra quasi… che stia subendo una metamorfosi!” fece Robin notando ciò che stava accadendo.
A quel punto Kakashi, che era di fianco a lei, disse molto seriamente le parole che sarebbero entrate nella storia come quelle che introdussero la battaglia contro le due “bestie infernali” “Purtroppo è così, da una parte avremo un demone istintivo e dall’altra il potere delle due entità… in qualsiasi modo andrà a finire la battaglia contro queste due entità, gli Universi cambieranno la loro faccia… per sempre!!”

Eventi Principali Modifica

Personaggi Apparsi Modifica

Black Hitari

Master Xehanort

Ultra Bu

Gokuro

Namizu

Luffycle

Sorate

Naruteo

Mana

Kaira

Davilide

Celles

Malefone

C-18

Son Goku

Monkey D. Luffy

Kairi

Terra

Aqua

Ventus

Riku

Sakura Haruno

Shikamaru Nara

Ino Yamanaka

Sai

Temari

Kiba Inuzuka

Neji Hyuga

Rock Lee

Tenten

Suigetsu Hozuki

Karin

Juugo

Yamato

Roronoa Zoro

Lea

Nico Robin

Kakashi Hatake

Squall Leonhart

Tifa Lockhart

Gaara

Margaret

Son Goten

Trunks

Marron

Merlino

Chiara Yutani

Tashigi

Brook

Sanji

Nefertari Bibi

Vegeta

Son Gohan

Jack Skeletron

Crilin

Yamcha

David Hitari

Naruto Uzumaki

C-17

Usopp

Franky

Tony Tony Chopper

Shanks

Drakule Mihawk

Minato Namikaze

Auron

Paolino Paperino

Pippo

Piccolo

Ub

Majin Bu

Greta

Zero Turner

Kate Swann

Cid Highwind

Rebecca Hitari

Boris Hitari

Seto Hitari

Joey

Monkey D. Erika

Michael

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Hinata Uzumaki

Tea

Kankuro Nara

Pan

Bra

Anakin

Darkster

Heartless

Nessuno

Nesciens

Uomini di Ghiaccio

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale