FANDOM


Capitolo 114
Capitolo 114.png
Nome Capitolo 114
Postato il 21 Gennaio 2014
Titolo La Guerra Universale! Il Vero Volto di Maschera di Ghiaccio!!


Il Capitolo 114 intitolato La Guerra Universale! Il Vero Volto di Maschera di Ghiaccio!! è il Centoquattordicesimo e Cinquantaduesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Davanti a degli sconcertati combattenti per la libertà era saltata fuori un informazione tanto scioccante quanto imprevedibile… Maschera di Ghiaccio, ormai smascherato dalla combinazione Jack-Brook, aveva svelato loro di chiamarsi in realtà Black Hitari, di appartenere alla stessa famiglia di Luke… e che undici anni prima faceva parte delle Creature dell’Oscurità che avevano attaccato le dimensioni!!
“COOOOOOOOOOOOSSSSSSAAAAAAAAAAAA?!?!?!” Brook rimase a dir poco senza parole davanti a quelle rivelazioni e strabuzzò gli occhi dallo stupore… o almeno lo avrebbe fatto se li avesse avuti gli occhi.
“Le Creature dell’Oscurità… quegli esseri che hanno attaccato la Città di Halloween undici anni fa…” fece Skeletron osservando attentamente colui che aveva davanti, non sapeva perché ma aveva la sensazione di averlo già visto…
E difatti Black, con un sorriso diabolico in volto, confermò i suoi sospetti dicendogli “Tu più di tutti dovresti ricordarti di me visto che ero nel gruppo che ha attaccato la tua cara città Eheheheheheheheh!”
A quel punto lo scheletro si ricordò di lui “Ecco perché avevo la sensazione di averti già incontrato: ti ho intravisto quando sei tornato umano e prima che volassi via avvolto da quella luce azzurra!!” in altre parole l’ex Maschera era nel plotone che aveva attaccato il pianeta natio del Re delle Zucche.
Nel frattempo Greta, a causa dello sguardo psicopatico che aveva quel ragazzo, iniziava a spaventarsi sempre di più, tanto che si strinse sempre di più a Jack dato che era ancora in braccio al maestro e a pensare *Q-Quel tipo mette paura…*
Invece Kairi, digrignando i denti, cercò di capire alcune cose sulle rivelazioni che aveva fatto in precedenza “… Ma non ha senso! Tu hai detto di far parte della famiglia di Luke, ma al tempo stesso eri una delle Creature dell’Oscurità, di conseguenza non dovresti essere qui in questo momento… chi diavolo sei in verità?!”
“Mi sembrava di essere stato chiaro prima… faccio parte della famiglia Hitari di milioni di anni fa, la nostra stirpe ha avuto la fortuna di avere sempre primogeniti maschi, questo ha permesso a noi Hitari di mantenere intatta la discendenza fino ai giorni nostri… e il bello è che esistiamo fin dalla crezione dell’uomo da parte del Signore della Luce e del Signore del Male Eheheheheheheheh!”
“Però non hai ancora risposto alla mia domanda, chi sei veramente?” continuò però la reincarnazione di Kaira che voleva delucidazioni sotto quel punto di vista, quel tipo non gliela raccontava giusta e voleva saperne di più su di lui…
Ma purtroppo per lei stava dicendo la verità, difatti mantenendo lo sguardo psicopatico che l’aveva contraddistinto da quando gli era stata distrutta la maschera in precedenza affermò “… Se proprio ti interessa saperlo… SONO COLUI CHE MILIONI DI ANNI FA HA DATO INIZIO AGLI EVENTI CHE HANNO LIBERATO IL SIGNORE DEL MALE DALLA PRIGIONIA NEL REGNO DELL’OSCURITA’!!!”

Milioni di Anni prima degli Eventi Narrati:
Per comprendere meglio le parole dell’ex Maschera di Ghiaccio è meglio fare un passo indietro nel tempo e vedere meglio che cosa aveva combinato per affermare una cosa del genere…
Tornando a milioni di anni fa, al momento esatto in cui Malefone aveva letto il messaggio lasciato dagli uomini che avevano aiutato il Signore della Luce ad abbattere il Signore del Male, la ragazza aveva appena elaborato il suo piano per convincere la popolazione mondiale che i cuori dei Discendenti della Luce erano l’unica soluzione ai problemi che avevano investito la Terra da alcuni secoli fino a quel momento… ma ciò che nessuno sa era che un attimo dopo averlo pensato la “strega” aveva avuto dei ripensamenti!!
Anche se faceva tutto quello a fin di bene e soprattutto per aiutare la sua famiglia, non era convinta che fosse la strada migliore da seguire… avrebbe portato immani sofferenze sia a quelli come lei che a degli innocenti che in tutta quella storia non centravano niente… lei era ancora convinta di mandare avanti il suo piano… ma aveva bisogno dell’input giusto che le avrebbe confermato che era quella la cosa giusta da fare…
E fu allora che intervenne lui “Un piano ingegnoso, non c’è che dire!” una voce rimbombò all’interno della grotta attirando l’attenzione dell’incarnazione di Malefica che cominciò a guardarsi attorno.
“Chi c’è? Chi sei?” chiese la ragazza preoccupata in quanto qualcuno aveva udito il suo piano e avrebbe potuto così mandarlo a monte…
Però per sua fortuna non era un nemico “Non mi riconosci? Ma dai Malefone, mi sento offeso così!” fu allora che da dietro una roccia sbucò fuori proprio Black Hitari!! Aveva lo stesso aspetto che avrebbe avuto milioni di anni dopo, l’unica differenza era che non aveva il corpo fatto di plasma solidificato e aveva addosso un abito antico viola e nero.
“Tu? Cosa diamine ci fai qui?” la “strega” l’aveva riconosciuto e, quasi mettendosi in posizione da combattimento, gli chiese cosa voleva.
Lui, avvicinandosi lentamente a lei, sorrise diabolicamente e gli rispose “E’ così che si saluta un vecchio amico? In fondo sono l’unico al nostro villaggio che non ti chiama “strega” Eheheheheheheheh!” i due vivevano al Villaggio Mercury, una cittadella situata proprio su quel pianeta, e gli abitanti del luogo come già raccontato avevano soprannominato in quel modo l’incarnazione di Malefica perché sapeva già controllare perfettamente il potere dell’elettricità, quello che aveva ereditato come Discendente della Luce, e il futuro Maschera tra tutti era l’unico a non soprannominarla così… e questo per un motivo ben specifico.
“Non mi interessa, tu non devi avvicinarti a me, chiaro?” dichiarò lei difatti mantenendo la guardia alzata.
Lui però, ormai a pochi centimetri da lei, dichiarò “Fossi in te non parlerei in questo modo…” per poi prenderla violentemente con la mano sinistra dietro la testa e spingerla verso di lui in modo da poterle dare un violento bacio freddo e disinteressato sulle labbra!!
Dopo averlo fatto la staccò leggermente da lei e le sussurrò “In fondo se hai scoperto i tuoi poteri lo devi unicamente a me… sono io che ti ho rivelato la tua vera natura, ti pare?” Malefone davanti a quel gesto iniziò leggermente a tremare, purtroppo aveva detto la verità: Black le aveva svelato che aveva uno dei dieci cuori puri un tempo appartenuto al Signore della Luce e le aveva insegnato ad usare l’elettricità con maestria… in cambio aveva preteso una notte di sesso sfrenato e lei purtroppo aveva dovuto accettare avendo un grosso debito nei suoi confronti… da allora i due non si parlavano più e lei aveva mantenuto un atteggiamento aggressivo nei suoi confronti mentre lui sembrava quasi divertito dalla situazione…
Alla fine, dopo aver smesso di tremare, l’incarnazione di Malefica gli chiese “… Che cosa vuoi?” “Sono qui solo per dirti che il tuo piano mi sembra ottimo, se vuoi perseguire il tuo obiettivo questo è l’unico modo!” gli spiegò lui togliendo la mano sinistra dalla sua testa e continuando a sorridere diabolicamente.
Lei però, abbassando la testa, controbatté dicendogli “… Però così rischio di rovinare delle vite, e questo non lo voglio assolutamente…” era questo il suo problema maggiore, la paura di distruggere delle persone innocenti…
Ma Hitari le spiegò di nuovo “E allora? Sono una perdita necessaria per risolvere i problemi del mondo. Se vuoi controllare il potere del Signore del Male l’unico modo è catturare gli altri Discendenti della Luce attorniandoti di seguaci che faranno tutto ciò che vorrai tu… io sarò tra di loro e ti aiuterò in quest’impresa!” si offrì allora.
La “strega” però era molto sospetta su questo improvviso “atto di bontà” “… E perché dovresti aiutarmi? Tu cosa ci guadagni…” aveva imparato a sue spese che quel bastardo non faceva mai niente in cambio di niente…
Però stranamente lui rispose dicendo “Il benessere della Terra, naturalmente!” per poi fare un leggero inchino quasi a confermare la sua totale sottomissione a lei ed al suo progetto…
Fu allora che Malefone, spinta dalle parole del suo ex amico, decise di perseguire il suo piano… anche se volle mettere in chiaro subito una cosa “… D’accordo, mi hai convinto, ma tu sarai trattato alla strenua di tutti gli altri e non avrai nessun vantaggio solo perché mi hai spinto a portare avanti il progetto che avevo già ideato!”
“Nessun problema!” fece allora sollevando il busto con un sorrisetto sul volto, in realtà Black, avendo capito che l’incarnazione di Malefica aveva intenzione di recarsi a Glade Rite, l’aveva seguita e sentito il suo piano aveva scelto di spingerla a mandarlo avanti per poterla sfruttare ancora una volta per raggiungere il SUO di obiettivo… conquistare l’oscurità sfruttando i cuori puri dei Discendenti della Luce!!

Un Mese dopo…
Inutile dire che ci volle poco alla ragazza per arruolare un esercito al suo comando, era bastato dire che l’obiettivo era la cattura dei Discendenti della Luce per spingerli dalla sua parte… il problema era però che quei tipi avevano obiettivi diversi da Malefone: i suoi scopi erano a fin di bene e voleva solo il benessere mondiale… loro puntavano solo ad appropriarsi dei cuori puri per dominare l’Universo, idea che si erano messi in testa grazie alle parole dell’incarnazione di Malefica e del suo piano.
Tuttavia, anche se volevano conquistare tutti i mondi, molti di loro non erano sicuri di poterci riuscire davvero “Ma siamo davvero sicuri che raggiungeremo questo obiettivo? Non dimentichiamoci che i nostri avversari sono i discendenti diretti del Signore della Luce…” esclamò uno di loro rivolto agli altri.
L’intero esercito era radunato in una zona lontana da Glade Rite proprio per impedire che il loro “capo” potesse sentirli e stavano discutendo proprio sull’argomento “Non lo sappiamo, se tutti quanti sanno usare i loro poteri potremmo non farcela…” intervenne un altro rispondendo alla questione espressa da quello di prima.
Tuttavia ancora una volta il futuro Maschera di Ghiaccio ci mise il suo zampinio “E quale sarebbe il problema in quel caso?” intervenne difatti facendosi largo tra la folla attirando l’attenzione su di sé “Loro non sono altro che esseri mortali come noi solo benedetti dalla luce, anche se sapranno controllare i loro “doni” ricevuti dal Signore della Luce non sarà un problema catturarli ed usare i loro cuori per dominare l’Universo!” continuò portandosi avanti rispetto all’esercito in modo che tutti potessero guardarlo.
Uno di loro però si rivolse a Black dicendogli “E perché tu vorresti aiutarci? Tu fai parte della famiglia Hitari che è una dei massimi sostenitori del creatore del bene, non ha alcun senso!”
“Ad aiutare il Signore della Luce furono i miei antenati, e per quanto mi riguarda io non ho niente da spartire con loro a parte il cognome… ma pensateci bene, i dieci cuori puri sono l’unico modo per poter prendere il controllo del Signore del Male, l’oscurità suprema sarebbe nelle nostre mani e a quel punto tutti i mondi verranno inghiottiti nelle tenebre per sempre e gli unici che non subiranno i suoi devastanti poteri saremo noi perché avremo il controllo sul creatore dell’oscurità!” aggiunse il ragazzo sollevando le mani al cielo e con degli occhi sognatori, credeva sul serio in ciò che stava dicendo…
E con le sue parole stava anche convincendo gli altri “Ha ragione!” “Noi saremmo immuni!” “Non dobbiamo temerli!” “Li cattureremo facilmente!” il carisma del giovane aveva spinto gli altri a proseguire nel piano che avevano ideato dopo aver udito quello dell’incarnazione di Malefica, ormai il futuro Maschera li aveva in pugno…
Così, abbassando il braccio sinistro e chiudendo la mano destra a pugno mantenendo l’arto sollevato verso il cielo, il malvagio gridò “AVANTI AMICI, AIUTIAMO MALEFONE A CATTURARE I DISCENDENTI DELLA LUCE… E POI USIAMO I LORO CUORI PER CONTROLLARE IL SIGNORE DEL MALE E GOVERNARE L’UNIVERSO!!!”
“SIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!” gridarono allora in coro tutti mentre Black li osservava ghignando malignamente… fu così che si dette inizio alla campagna dell’esercito della ragazza per prendere i futuri Cavalieri della Speranza ed usarli per dominare l’oscurità suprema per sempre…

Cinque Mesi dopo…
Sei mesi erano passati dall’inizio della guerra tra lo schieramento di Gokuro e Namizu e quello di Malefone e il neo alleato Celles per il dominio dei cuori dei Discendenti della Luce… e fu inutile dire che sia Mana che Luffycle erano stati presi di mira in quanto l’esercito della ragazza aveva scoperto che avevano i cuori puri e avevano cercato più e più volte di catturarli, ma loro potendo controllare bene i loro poteri erano riusciti ad annientare tutti coloro che si erano presentati davanti a loro.
Quello che aveva dovuto combattere di più era l’incarnazione di Luffy, che in quel momento stava camminando in mezzo ad una radura fiorita e stava pensando, quella battaglia stava prosciugando l’intero pianeta e i danni causati dalle continue battaglie tra i due eserciti stavano laceranto non solo gli abitanti della Terra ma anche quelli degli altri mondi dato che ci volle poco prima che gli Tsufuru, avvisati proprio da lui, avvisassero l’intero Universo dello scontro… *Chi avrebbe mai pensato che la pace mantenuta per secoli si sarebbe rotta proprio a causa di una guerra tra i Discendenti della Luce? Se continuano così l’oscurità ritornerà nel cuore delle persone e lui potrebbe… potrebbe fare ritorno nel nostro mondo!!* la sua massima paura era che il Signore del male sfruttasse le tenebre rinate nel cuore della gente per liberarsi dalla sua prigionia e fare ritorno… cosa che purtroppo era tutto fuorchè impossibile…
Fu proprio in quel momento che qualcuno, brandendo una lancia, si lanciò contro di lui sbucando fuori da un cespuglio dopo averlo tenuto d’occhio incessantemente ed aver saltato posizionando la punta dell’arma proprio di fronte a sé per trafiggere il nemico “SEI MIO, DISCENDENTE DELLA LUCE!!” gridò l’assalitore che altri non era che lo stesso Black!!
Luffycle, girando solamente lo sguardo verso di lui, lo osservò severamente e disse “Ancora…” si stava stufando di quei continui attacchi, proprio per questo decise di mettere fine alla battaglia subito: attese che fosse abbastanza vicino per tirare un pugno con il braccio sinistro con cui spaccare in due la lancia avversaria e poi concludere il tutto con un cazzotto destro sulla guancia nemica scaraventandolo via a parecchi metri di distanza… e considerando che il suo potere era appunto la superforza si poteva solo immaginare com’era stato ridotto…
Difatti Hitari, ancora a terra a causa della violenta botta subita, fece delle smorfie di dolore mentre un livido enorme compariva sul viso sul lato sinistro dove aveva ricevuto il colpo “M-Maledizione…” l’aveva enormente sottovalutato e quello era il risultato…
Fu allora che l’incarnazione di Luffy si avvicinò a lui osservandolo dalla testa ai piedi, infierire ulteriormente su un inerme non era da lui, per questo decise di girarsi e di allontanarsi, l’aveva già sconfitto, non aveva senso dare il colpo di grazia a chi non sapeva neanche difendersi.
Tuttavia il futuro Maschera di Ghiaccio non prese bene quella batosta e, cominciando a sollevare leggermente il busto e toccandosi con la mano destra la guancia sinistra, digrignò i denti dalla rabbia e gli gridò contro con tutta la rabbia che aveva in corpo “… LUFFYCLE!! GIURO SU DIO CHE TI ODIERO’ PER SEMPRE E CHE UN GIORNO MI VENDICHERO’ DI TE!!!”
Lui udì le sue parole ma non gli dette grosso peso perché sapeva che non avrebbe rappresentato mai un pericolo… non aveva idea di quanto si sbagliasse dato che i suoi peggiori timori si sarebbero realizzati proprio a causa sua!!

Sei Mesi dopo…
Ormai la guerra tra le due fazioni proseguiva da un anno e pareva che nessuna delle due riuscisse ad avere la meglio sull’altra… proprio in quell’istante si stavano scontrando i due esercito in un luogo non molto distante da Glade Rite, le armi erano antiche essendo per lo più spade, lance e arco con frecce ma il sangue non mancava e le vittime aumentavano da entrambi i lati continuamente.
Tra i membri del gruppo che stava combattendo per Malefone c’era anche Black che riparata la sua lancia stava mietendo vittime su vittime con una furia e una rabbia che non aveva mai avuto prima… sicuramente la sconfitta subita mesi prima contro Luffycle l’aveva segnato profondamente, soprattutto perché era stato umiliato, ed ora stava sfogando la sua frustrazione contro coloro che sostenevano Gokuro e Namizu uccidendoli senza pietà…
Tuttavia la battaglia sarebbe durata ancora per poco perché qualcosa di terribile stava per accadere… il primo a risentire di quello strano cambiamento che stava avvenendo fu lo stesso Hitari, il quale in un momento di pausa per lui sentì come una fitta al cuore e, toccandosi con la mano sinistra il petto all’altezza del muscolo, cadde in ginocchio con delle smorfie di dolore… cosa stava accadendo *N-Non capisco… c-che diavolo…*
“Distraiti pure, così ne approfitto per ucciderti!!” un membro della fazione dell’incarnazione di Gokuro tentò di approfittare del momento di dolore del malvagio per puntare una freccia verso di lui all’altezza della stessa, ma uno dei compagni del ragazzo intervenne in tempo e con la spada lo trapassò al petto uccidendolo all’istante.
“Ehi Black, cos’hai non ti senti bene?” gli domandò allora l’alleato… prima di cominciare a sentire lo stesso male anche lui!! Ma quei due non erano certo gli unici, improvvisamente tutti quanti i membri della fazione di Malefone cominciarono a sentire lo stesso male…
Ad eccezione di uno, che li osservò terrorizzati domandando “R-Ragazzi, c-che sta succedendo?”
Improvvisamente il male si fece ancora più forte e Hitari, avendo mollato la sua lancia, si osservò la mano destra… notando che la pelle si stava letteralmente strappando per fare posto ad uno strato di oscurità che sembrava essere nato dentro di lui!! “M-Ma cos… AAAAAAAAAHHHHHHHHHH!!!” improvvisamente il male divenne insopportabile sia per lui che per gli altri e, sotto gli sguardi esterrefatti dell’esercito di Gokuro e dell’unico che non stava subendo il loro destino, la loro pelle si levò dal corpo per fare posto ad un nuovo strato fatto interamente di tenebre che resero i loro occhi rossi e i loro capelli lunghi e neri come la notte… erano nate, le Creature dell’Oscurità erano ufficialmente nate!!
In quel nuovo stato i mostri si rialzarono in piedi e, volgendo lo sguardo verso l’esercito dell’incarnazione di Goku, li attaccarono sbranandoli dal primo all’ultimo senza pietà!! Davanti a quello spettacolo orribile l’unico incolume ebbe il tempo di scappare e di raggiungere Glade Rite per avvisare Malefone dell’accaduto…
Ciò che avvenne dopo lo sapete tutti: gli esseri liberarono il Signore del Male e per dieci anni governarono l’Universo grazie alla Dittatura Universale istituita dal creatore dell’oscurità… Black in tutto quel tempo rimase una Creatura dell’Oscurità al soldo dell’entità e, durante questo tempo al suo servizio, distrusse insieme ad altri suoi compagni il Villaggio Plutinio nel tentativo di uccidere Kaira… tra l’altro Hitari in forma demoniaca riuscì a vedere la piccola, ma convinto che fosse morta sotto il crollo di una capanna che avvenne mentre la stava inseguendo non le dette il colpo di grazia… e così la bambina sopravvisse alla distruzione del suo luogo nativo.
Quella che seguì fu la battaglia a Glade Rite tra i Cavalieri della Speranza e il Signore del Male, il successivo intrappolamento nella Porta del Male, la liberazione grazie a Luke milioni di anni dopo, l’attacco alle dimensioni, il ritorno all’aspetto umano dopo l’Apocalipse Rite e il trasferimento nella dimensione creata dal Signore della Luce per trattenere tutto ciò che riguardava il passato in modo che nessuno ricordasse più quei giorni bui per tutti quanti…

Un Anno e Sei Mesi prima degli Eventi Narrati…
Erano passati dieci anni e sei mesi da quando erano stati sigillati dal creatore del bene all’interno di quella dimensione nera ed oscura… il Signore della Luce era sparito da quel giorno e nessuno l’aveva più visto e, oltre a loro, vi erano anche Cell e Malefica, finiti lì dentro per aver portato in salvo gli altri Nuovi Cavalieri della Speranza.
Tra tutti, a parte le due reincarnazioni che erano separati da tutti gli altri, c’era Black che si era isolato da tutto e da tutti a riflettere su ciò che era accaduto negli ultimi milioni di anni… non c’era alcun dubbio che fosse stato il Signore del Male a sfruttare l’oscurità dei loro cuori per trasformarli e spingerli a liberarlo… tuttavia lui, a differenza degli altri che erano stati mutati, si ricordava perfettamente cosa aveva fatto quando era una Creatura dell’Oscurità e nell’ultimo decennio non aveva fatto altro che chiedersi come fosse possibile…
Ma non era l’unica cosa su cui aveva riflettuto, stava anche cercando un modo per poter fuggire da quel luogo e vendicarsi dei Discendenti della Luce, li riteneva i soli ed unici responsabili di ciò che gli era accaduto ed intendeva ucciderli ad uno ad uno, il tempo passato lì non aveva fatto altro che accrescere l’odio che provava per loro e non aspettava altro che l’occasione per poterli far soffrire e fargli patire le pene dell’inferno prima di dargli il colpo di grazia *… Luridi pezzi di merda, se non foste mai esistiti tutto ciò non sarebbe mai accaduto. E’ solo colpa vostra ciò che mi è capitato… e ve la farò pagare, in un modo o nell’altro!!*
Fu solo allora che si accorse che qualcosa stava accadendo a metri di distanza dal luogo dove si trovava lui, difatti una strana luce verde aveva innondato la parte di dimensione dove si trovava lui e presumibilmente anche Cell e Malefica ed aveva attirato l’attenzione di Hitari *Ma che… che diamine sta accadendo?* incuriosito, decise di dirigersi verso il luogo dove si trovava quella luce…

“E tu chi sei?”
Effettivamente le reincarnazioni di Celles e Malefone erano proprio in quella zona della dimensione… ma non erano soli perché a pochi metri dal portale che era stato generato c’era Zero sopra il suo Segway volante e con i suoi robot intorno a sé!!
Lui però, rispondendo alla domanda dell’Androide, disse semplicemente “Non sono tenuto a rispondervi… sappiate solo che sono dieci anni che sto attendendo questo momento… ed ora la mia caccia ai Cavalieri della Speranza inizierà con voi due!!” ai tempi voleva ancora perseguire il suo obiettivo e, dopo aver completato i preparativi, si era recato in quella dimensione per catturare i primi due… e questo per un motivo ben specifico.
“Tsk, questo lo vedremo!” la strega decise subito di passare all’offensiva e puntò il suo bastone contro Turner per sparargli contro un fulmine… ma non accadde niente! Assolutamente niente! “Ehi, ma cosa…”
“Non sei l’unica, neanch’io riesco ad usare il Ki…” il Cyborg aveva provato a caricare un Ki Blast sul palmo della mano destra… ma era stato tutto inutile.
Fu allora che l’ex scienziato dell’Esercito, sorridendo malignamente, spiegò loro “In questa dimensione non funziona nessun potere… mentre i miei robot possono invece fare quello che vogliono!!” non appena ebbe detto questo, le macchine si diressero velocemente verso i due e li immobilizzarono con i loro artigli, tentarono in tutti i modi di liberarsi ma non avendo nessun potere lì dentro non poterono fare niente…
Il tutto si concluse quando Zero sparò dalla parte inferiore del suo Segway un paio di catene che si avvinghiarono all’istante attorno ai due poveri malcapitati “M-Ma che… questo materiale… perché ho come la sensazione di averlo già visto?” Cell aveva questa sensazione…
E difatti Turner confermò il tutto svelando “E’ lo stesso materiale con cui voi dell’Esercito intrappolavate i vostri nemici, anche nel mondo reale non riuscirete mai a romperli, di conseguenza siete in trappola!! Ed ora conduceteli dentro le prigioni della mia Stazione Spaziale… credo proprio che rimarrete lì per molto tempo Eheheheheheheh!”
I robot eseguirono l’ordine e oltrepassarono il portale verde con Cell e Malefica incatenati e impossibilitati a muoversi… il problema era che lui non sapeva che TUTTO era stato visto e sentito da Black a distanza di sicurezza!!
Inutile dire che inizialmente era rimasto indifferente da quello che stava accadendo… ma poi aveva udito le parole “mondo reale” e aveva compreso che quell’individuo in qualche modo era riuscito a penetrare in quella dimensione e stava per tornare nel Regno della Luce!! No, non poteva farsi scappare una simile opportunità, poteva tornare finalmente nell’Universo originale abbandonando quella dimensione spregevole… e niente glielo avrebbe impedito!!
Così, proprio mentre l’uomo stava per fare dietro front, Hitari cominciò ad applaudire per attirare la sua attenzione, e quando ci fu riuscito gli disse “I miei più sentiti complimenti, hai dato la giusta lezione a quei due buffoni… solo avrei una domanda. Come sei giunto fino a qui?”
Turner lo osservò quasi indifferente, per poi rispondere semplicemente “… Con un apparecchio che ho completato in nove anni. Ed ora se non hai altre domande me ne vad…”
“Davvero interessante… e inoltre posso dedurre da quello che hai fatto che anche tu stai dando la caccia ai Discendenti della Luce, ho detto bene?”
“… E anche se fosse?”
“Se così fosse avresti bisogno dell’aiuto di qualcuno che li conosce come le sue tasche… di qualcuno che non si farebbe scrupoli a catturarli… qualcuno che non avrebbe pietà ne verso di loro ne verso i loro parenti…”
“… Qualcuno come te?”
“Vedo che ci capiamo subito Eheheheheheheh… io sono l’uomo migliore per questo compito, prendimi con te e ti assicuro che quei bastardi saranno nostri in breve tempo!!”
“… E chi mi dice che non stai mentendo? In fondo non sei mai stato citato nel romanzo dei Cavalieri della Speranza…”
Non avendo capito a cosa si stava riferendo, Black cercò di spingere la mano nel tentativo di convincerlo “Non te lo dice nessuno, devi solo fidarti di me. In fondo se mi porti via da qui ti dovrò un favore… ed io ripago sempre i debiti che ho!!”
L’uomo non sembrava molto convinto di prendersi quel tipo come alleato… tuttavia doveva riflettere sul fatto che effettivamente un aiutante nella cattura degli altri 8 obiettivi poteva servirgli, in questo modo avrebbe velocizzato il tempo e avrebbe potuto ridare un corpo a Kate ancor prima della tabella di marcia.
Così, dopo averci pensato un momento, decise “… E va bene, se proprio insisti ti assumo come mio aiutante nella cattura dei Cavalieri della Speranza mancanti… ma che sia chiaro, fino a quando non ne avrai catturato almeno uno sarai in debito con me!”
Il malvagio sorrise malignamente, c’era riuscito “Nessun problema, anche dopo averne catturato uno ti darò una mano… purché tu non dia freno alla collera che provo verso di loro naturalmente!”
Zero non disse niente a quel punto, limitandosi a chiedergli “… Dimmi, qual è il nome del mio nuovo alleato?”
E fu allora che Black, mantenendo il suo ghigno, rispose con un semplice “… Chiamami Maschera, Maschera di Ghiaccio!!”

Sei Mesi dopo…
Dopo che Hitari si era trasferito in via definitiva sulla Stazione Spaziale di Zero come suo alleato gli aveva chiesto un modo per renderlo più forte dei Discendenti della Luce e così Turner aveva deciso di donargli un corpo fatto interamente di plasma solidificato ed al tempo stesso di creare un virus che lo contrastasse in caso di tradimento…
Fu nei sei mesi che Turner passò unicamente a progettare il corpo che il malvagio ebbe l’occasione di leggere la parte mancante della Leggenda nella sala principale dell’astronave venendo a conoscenza dello Scettro della Luce e ideando così il suo nuovo diabolico piano… prima voleva solo vendetta, ma ora aveva l’occasione di ribaltare totalmente il passato… e non se la sarebbe lasciata sfuggire!!
Proprio per questo stipulò un nuovo patto con il suo alleato: anche dopo la cattura del primo cavaliere lo avrebbe aiutato a prendere gli altri ed in cambio Zero gli avrebbe concesso di adoperare il tesoro finale per primo… ed una volta appropriatosi dell’arma l’avrebbe ucciso ed avrebbe continuato il suo progetto da solo!!
Ma prima doveva ottenere il corpo perfetto… cosa che avvenne il giorno prima degli attacchi al Villaggio Foosha ed al Palazzo di Dio!! Quella mattina Turner aveva condotto Black nel suo laboratorio e, dopo un operazione che aveva richiesto tutto il giorno, era riuscito a trasformare il suo corpo iniettandogli il plasma dentro e solidificandolo senza portarlo alla morte… ora aveva tutto ciò che gli serviva per essere definito invincibile!!
A processo terminato, il ragazzo sollevò il busto dal lettino su cui si era sdraiato e si sedette sul bordo osservandosi il corpo: era interamente viola e più grosso rispetto a prima “… E sei sicuro che questo plasma solidificato mi aiuterà?”
“Dubiti per caso della mia scienza? Se non ci credi testalo pure domani mattina, quando andrai a catturare il Cavaliere della Speranza che mi devi!” replicò allora Zero togliendosi la divisa da chirurgo ed appoggiandola ad un appendiabiti… il laboratorio era un misto tra un infermieria ed un laboratorio e vi era tutto ciò che uno scienziato poteva desiderare.
Davanti a quella specie di ordine, Hitari sogghignò malignamente e disse in tono diabolico “… E so già chi andrò a prendere Eheheheheheheheh…” naturalmente si riferiva a Luffycle, che odiava con tutto se stesso dopo l’umiliazione che gli aveva inferto ed intendeva fargliela pagare per quello.
L’uomo coi capelli bianchi nel frattempo completò il tutto facendogli un regalo “A proposito, considerando il nome che ti sei dato ho costruito questo!” e gli porse quella che poi sarebbe diventata la sua maschera “E’ dotata di GPS che ti permetterà di individuare il nemico durante la lotta ed anche il vero aspetto di una persona se questi si camufferà!” sinceramente non gli interessava il suo reale nome, ciò che contava era che portasse a termine i suoi compiti… cosa che sperava facesse.
Ma il giovane non intendeva venire meno alla sua parola… almeno non fino a quando non avrebbe ottenuto lo Scettro della Luce cambiando il corso della storia per sempre!! Fu così che, presa la maschera e indossata, pensò sorridendo diabolicamente *Da adesso Black Hitari non esiste più… c’è solo Maschera di Ghiaccio!!!*


“… Quindi sei stato tu a spingere gli uomini di Malefone a tradirla, facendo crescere l’oscurità nei loro cuori e portandoli alla follia ed alla mutazione nelle Creature dell’Oscurità!!” finalmente Kairi stava capendo qualcosa sulla vera identità di quell’individuo.
Black, mantenendo il sorriso maligno, rispose dicendo “Esattamente. Dopo aver saputo dei Discendenti della Luce avevo già ideato un modo per sfruttare i loro cuori puri per controllare l’oscurità… ma alla fine sono stato sopraffatto da essa e sono divenuto suo schiavo, ma tutto ciò non succederà più perché ora ho l’occasione di cambiare il corso della storia!!” subito dopo sollevò le braccia al cielo e continuando ad osservare i nemici con uno sguardo da pazzo esclamò “TORNERO’ INDIETRO NEL TEMPO UN GIORNO PRIMA CHE IL SIGNORE OSCURO SI RISVEGLIASSE DAL COMA E PARLERO’ CON LUKE SVELANDOGLI QUELLO CHE SUCCEDERA’ A LUI ED AL SIGNORE DEL MALE. A QUEL PUNTO CAMBIERANNO IL LORO PIANO E QUANDO LE CREATURE DELL’OSCURITA’ AVRANNO UCCISO LA RESISTENZA E L’ESERCITO ED IL SIGNORE DEL MALE DIVENTERA’ IL DOMINATORE DELL’OSCURITA’ IO SARO IL SUO SERVO PIU’ FEDELE!! HO SOTTOVALUTATO L’OSCURITA’ E NE SONO STATO SOPRAFFATTO, MA NON SUCCEDERA’ PIU’, HO CAPITO CHE LE TENEBRE SONO LA FONTE SU CUI SI REGGONO GLI UNIVERSI E LOTTERO’ PER FARLA TRIONFARE!! MASTER XEHANORT PUO’ CONTINUARE LA SUA STUPIDA GUERRA, NON VIVRA’ ABBASTANZA PER VEDERNE L’ESITO!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!”
… Uno… uno… uno psicopatico!! Quel tipo intendeva tornare indietro di undici anni per far vincere il Signore del Male!! “MA SEI PAZZO?!” gli gridò contro Jack che era contrario a tutto ciò “NON SAI COME CIO’ CAMBIERA’ IL CORSO DEGLI EVENTI, NON PUOI CORRERE UN SIMILE RISCHIO!!!”
“NON ME NE FREGA NIENTE!!” controbatté però l’ex Maschera osservando con uno sguardo a dir poco psicotico i suoi nemici “A me basta rovinare la vita dei Discendenti della Luce… se quella puttana e i suoi amici non fossero mai nati non avrei mai pensato all’idea di sfruttare i loro cuori, l’oscurità non sarebbe mai nata in me e non sarei mai diventato una Creatura dell’Oscurità!! E’ TUTTA COLPA LORO ED IO GLIELA FARO’ PAGARE!! FARO’ SOFFRIRE LA STRONZA CHE AVETE DI FIANCO E TUTTI GLI ALTRI COME NON HANNO MAI SOFFERTO IN VITA LORO!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!” il tutto l’aveva detto con un viso che avrebbe fatto invidia al miglior psicopatico… nonostante i Cavalieri della Speranza non avessero nessuna colpa lui li accusava di tutte le sue disgrazie e voleva farli fuori ad uno ad uno dopo averli fatti soffrire come non mai!!
Questo la moglie di Sora lo sapeva bene, tanto che stringendo i pugni dalla rabbia pensò *E’ talmente accecato dalla vendetta che non capisce che le sue disgrazie sono avvenute solo a causa sua e di nessun altro!!*
“E-E come speri di c-convincere Luke c-che stai d-dicendo la v-verità?” chiese con un po’ di coraggio la gemella di Joey.
Hitari, decidendo di rispondere alla piccola, disse “Il Signore del Male vede tutto e sa tutto, non gli ci vorrà molto per comprendere che ci sono due Black Hitari uno dentro ed uno fuori dalla Porta del Male… a quel punto il mio discendente si convincerà che sto dicendo la verità e farà come gli suggerirò!! Muahahahahahahahah!!!!” la sua famiglia era andata avanti anche dopo la separazione degli Universi perché Black aveva un fratello minore che era stato trasferito a Crepuscopoli dopo la divisione delle dimensioni e che aveva mandato avanti la stirpe fino ai giorni nostri…
“Tu non farai mai niente… perché noi te lo impediremo!” Brook, ripresosi finalmente dallo shock, mise mano alla sua spada iniziando a tirarla fuori lentamente, era pronto a combattere per fermare il piano di quell’essere tanto orribile quanto folle.
Skeletron, dopo aver depositato Greta vicino alla madre che la avvolse subito in un abbraccio ricambiato dalla bambina, si alzò in piedi schierandosi di fronte all’amico e dicendo “Ben detto, prima di tornare indietro dovrai vedertela con noi!!”
L’ex Maschera, con alle sue spalle il portale, accettò la sfida con molta gioia “Come volete, il varco spazio-temporale rimarrà aperto ancora per dieci minuti… un tempo sufficiente per sbarazzarmi di voi due e tornare indietro!! Lo considererò come un allenamento in vista delle sfide che mi attendono Eheheheheheheheheh!” ce l’avrebbero fatta i due scheletri a bloccare la furia omicida di quel pazzo o sarebbero periti nel tentativo di farlo?

“Gom Gom Red Hawk!”
Intanto, in un'altra zona di Glade Glory, si stava svolgendo un altro incontro acceso e combattuto, quello tra Luffy e Master Xehanort che stava proseguendo senza esclusione di colpi con l’uomo di gomma che aveva tentato il suo pugno oscurato grazie all’Haki e ricoperto dalle fiamme.
L’anziano però innalzò una barriera oscura intorno a sé riuscendo a difendersi dalla mossa anche se come effetto dell’impatto la difesa venne letteralmente distrutta, ma il suo compito l’aveva portato a termine ed era questo l’importante.
Subito dopo il vecchio puntò la sua arma contro il pirata e sparò una serie di piccole sfere oscure contro di lui, che però riuscì ad evitarle grazie all’Ambizione e, saltato in aria, tentò di usare il Gom Gom Ascia per far calare la sua gamba destra su di lui e colpirlo col tallone sulla testa…
Però ancora una volta il malvagio riuscì a difendersi di conseguenza, usò il teletrasporto per sparire dalla sua vista evitando così l’attacco e ricomparire sopra di lui testando un colpo con il Keyblade, ma Luffy con grande agilità evitò la mossa e tentò, girando di 90 gradi, un calcio con la gamba sinistra mentre faceva tornare a sé l’altro arto, ma Xehanort parò il colpo prendendoglielo con la mano destra e la lanciò alla sua destra spedendoci anche l’avversario.
Subito dopo caricò una sfera di fuoco fatuo sulla mano sinistra e la sparò contro il membro della Neo Resistenza, ma quest’ultimo, ritornando in posizione eretta durante il volo, caricò di Haki il suo pugno sinistro e lo tirò contro l’attacco nemico nel tentativo di contrastare la sua mossa riuscendoci perfettamente visto che il colpo esplose e l’Ambizione funzionò anche da armatura difensiva.
Il Master, che aveva assistito a tutto, sorrise malignamente e disse “Te la cavi bene, devo ammetterlo!”
“Anche tu nonostante sia un vecchio sei forte, ora capisco perché tutti ti temono!” rispose il pirata mentre tornava a terra per poter tornare così in equilibrio.
Pure il nemico ritornò al suolo usufruendo del teletrasporto e controbatté dicendogli “L’ultima volta che ho dovuto combattere direttamente contro qualcuno è stato 20 anni fa… non nego che i miei acciacchi uniti al corpo che ho mi abbiano indebolito… ma tutto questo sta per concludersi, perché quando il Rito della Gloria Nera sarà completo otterrò un potere talmente elevato che questi difetti saranno solo un ricordo del passato!”
“Ancora con questo Rito della Gloria Nera, tanto non riuscirai mai a portarlo a termine, io e gli altri te lo impediremo!” continuò il padre di Erika mettendosi in posizione da combattimento.
Xehanort, sogghignando malignamente, disse “Quanto sei ingenuo… tu e quei patetici idioti della Neo Resistenza non comprendete che cosa significhi completare questo rituale. Pensa che tutte le domande che potresti porti sul sistema che governa gli Universi potrebbero finalmente trovare risposta, la sete di conoscenza è ciò che ci divide dalle bestie e dei sacrifici durante il cammino certe volte sono necessari!”
“In altre parole saresti disposto ad uccidere tutta la vita nelle dimensioni solo per conoscenza e nient’altro!”
“Vedo che finalmente mi stai capendo Eheheheheheheheh!”
“… IO TE LO IMPEDIRO’!!” terminato il momento delle chiacchiere, Luffy portò indietro il suo braccio destro attorcigliandolo tutto, dopodiché lo annerì e cominciò a correre contro il rivale pronto ad assestargli un potente colpo.
“Tsk gli attacchi diretti non funzionano contro di me, dovresti averlo capito ormai!!” in un attimo il Master innalzò la sua barriera oscura pronto a parare l’attacco…
Tuttavia accadde qualcosa che non aveva per nulla predetto… “Gom Gom Hawk Rifle!” tirando finalmente il suo cazzotto, il pirata riuscì a distruggere letteralmente la difesa nemica in poco tempo e a proseguire con la sua mossa contro l’anziano che ebbe solo il tempo di stupirsi di ciò che era avvenuto prima di essere centrato in piena pancia e venire sbalzato via di parecchi metri.
Facendo tornare a sé l’arto, l’uomo se lo osservò: aveva una forza micidiale, ora era talmente potente che usando parecchio della sua potenza poteva distruggere una barriera così potente come se fosse niente… e tutto quello lo doveva unicamente ad una persona *Vecchio Kaiohshin… ancora grazie per il tuo aiuto!*
Nel frattempo Xehanort riuscì a tornare a terra in piedi e senza alcuna ferita o livido in corpo, essendo immortale in quel momento colpi come quello anche se lo centravano e lo spedivano via non potevano fargli niente “Anche se hai una forza sovrumana non riuscirai mai a sconfiggermi… ti sei per caso dimenticato che sono invincibile?”
“E allora? Mi basterà prenderti a calci in culo fino a quando non saranno le 18:30!” detto questo, indurì entrambe le braccia usando l’Haki e cominciò a tirare migliaia di pugni davanti a sé mentre si avvicinava pericolosamente al nemico “Indurimento: Gom Gom Gatling!!”
Il Leader dell’Organizzazione XIII lo attese al varco e appena fu abbastanza vicino usò il suo Keyblade per parare tutti i colpi che gli venivano lanciati contro e, nel momento in cui Luffy terminò la sua serie di cazzotti, approfittò del momento per centrarlo sulla guancia sinistra con un potente colpo della sua arma che sbalzò via l’uomo di parecchi metri facendolo finire a terra e provocandogli anche una leggera ferita sul punto in cui era stato centrato.
Mentre il pirata si rimetteva lentamente in piedi, l’anziano osservò il suo avversario da distanza con uno sguardo di sufficienza e, rimettendosi in posizione da combattimento, gli disse “Puoi tenermi impegnato quanto vuoi… ma niente e nessuno mi impedirà di completare il Rito della Gloria Nera!!”
“Questo è tutto da vedere!” replicò allora il marito di Nami rialzandosi del tutto in piedi e mettendosi in posa anche lui pronto a ricominciare…

Tornando nel frattempo alla Stazione Spaziale dove si stava svolgendo lo scontro con Darkster, si poteva notare che il precedente attacco del mostro costituito da una serie di sfere oscure lanciate a grande velocità verso il suolo avevano sortito il loro effetto: praticamente tutti i combattenti erano a terra ed erano leggermente feriti su tutto il corpo, alcuni si reggevano in piedi ed osservavano l’essere digrignando i denti, ma non si poteva negare che quel “coso” era riuscito nel suo intento anche se non aveva usato un attacco mortale intenzionalmente.
Tra quelli che erano sollevati c’era Zero che, vedendo la situazione difficile in cui erano, tentò la strategia che voleva adottare precedentemente e, usando la frusta che teneva in mano, tirò una potente frustata contro la creatura che, accortasi del colpo, riuscì a porgere in avanti la zampa destra per proteggersi.
In questo modo però l’arma gli si avvolse inesorabilmente tutta attorno al braccio e Turner sorrise per questo *Era proprio quello che volevo… vediamo che effetto ha il virus su di lui!*
Come si poteva prevedere, ebbe un effetto quasi soporifero sull’io originale del Master che cominciò a sentire una grossa pesantezza e le palpebre che si stavano lentamente chiudendo.
Michael, che era in piedi in quanto si era accorto in tempo del pericolo ed era riuscito ad evitare tutte le sfere che gli erano state sparate contro, se ne accorse ed immediatamente cercò di approfittarne *O adesso o mai più!!* puntò l’indice destro contro Darkster e gli sparò contro un raggio laser che lo trapassò da parte a parte all’altezza del cuore.
Come si poteva immaginare la ferita venne guarita all’istante dalla sua oscurità mentre la creatura cominciava a sentire dei mancamenti che si succedevano sempre più frequentemente “Ma sta sbroccando?” domandò Cid che si era ripreso in quel momento ed aveva sollevato il viso per vedere cosa stava accadendo.
Zero gli rispose “No… si sta semplicemente addormentando grazie al virus che ho inventato per contrastare Maschera di Ghiaccio. Se volete colpirlo questo è il momento giusto!!”
“Non me lo faccio ripetere due volte!” se proprio doveva combattere preferiva farlo mentre il nemico era addormentato, proprio per questo Highwind si rimise in piedi e, brancando il suo bazooka, sparò contro l’essere che venne centrato in pieno e, mollando la presa dalla frusta, cominciò a barcollare con qualche ferita sul corpo che si stava già rimarginando.
“Avete visto? Sembra quasi… che non si regga neanche in piedi!” disse Joey mentre si rimetteva in piedi insieme agli altri piccoli.
Anche Hinata notò questo “Ma che cosa gli succede?”
“Deve essere il virus di Zero… è la nostra occasione, non possiamo lasciarcela sfuggire!!” esclamò allora Seto che aveva compreso che se volevano sconfiggerlo quello era l’unico momento che avevano per farlo!
Immediatamente tutti i piccoli appresero che Hitari aveva ragione e, pronti a scatenare tutta la loro forza, si avventarono contro il mostro che stava ancora barcollando a causa dell’effetto della mossa di Turner.
Le prime ad attaccare furono Pan e Bra che tirarono un doppio calcio sul muso di Darkster che sputò della saliva dalla bocca e cominciò a cadere lentamente verso terra, tuttavia Kankuro lo bloccò all’ultimo usando la Tecnica della Cucitura d’Ombra per dividere la sua ombra in tanti filamenti che presero entrambe le braccia dell’essere bloccandogli così la rovinosa caduta.
“Ed ora rimettiamoti in piedi del tutto!!” senza perdere tempo Michael usò la velocità della luce per apparire proprio sotto all’io originale di Xehanort e tirargli un calcio a velocità impressionante sul retro del collo per dargli lo sbalzo necessario affinché si rimettesse in piedi.
Darkster, che stava lentamente riprendendo i sensi a causa dei colpi che gli erano stati rifilati, digrignò i denti dalla rabbia e cominciò a caricare due sfere oscure sulle zampe ancora bloccate da Nara per colpire tutti i bambini.
“Non ci provare!!” Cloud e la figlia di Ino tempestivamente però intervennero e si posizionarono davanti al mostro con entrambi… un Rasengan sulla mano destra?!?! “Adesso Tea!!”
“Sì!!” gridò la bionda che a quanto pare conosceva anche una tecnica offensiva e non solo le arti mediche… come risultato le due sfere collisero contro i due colpi appena caricati dal “coso” generando un violento polverone che accecò l’essere.
“Ed ora vediamo di bloccare la tua energia!!” questa volta fu il turno di Leila che, sempre col Byakugan attivo, riuscì ad individuare il nemico nonostante il polverone grazie alla sua Abilità Innata e usò la Tecnica delle 128 Chiusure su di lui per impedirgli di sfoderare ancora una volta i suoi poteri oscuri in battaglia: l’essere fu costretto a subire tutti i colpi perché ancora bloccato dai fili di Kankuro.
“Bravissima! Direi che posso anche mollare la presa!” fece il bambino mollando la presa e facendo tornare a sé la sua ombra mostrando una grinta in battaglia che mai nessuno avrebbe detto che aveva.
“Siete stati grandi tutti… ma ora è il mio turno!! Dark Punch!!” caricando il suo pugno destro con l’energia oscura, Joey si avventò contro Darkster nel tentativo di colpirlo sulla guancia sinistra con un potente cazzotto.
La creatura, che nonostante i colpi rimaneva comunque in piedi, se ne accorse e, digrignando i denti, sfoderò gli artigli della mano destra nel tentativo di colpirlo, ma Anakin lo anticiò e gli sparò contro un proiettile che gli distrusse letteralmente l’arto “Non ci provare!!”
Naturalmente essendo semi immortale il mostro si ricostruì la zampa facilmente… giusto in tempo per beccarsi il pugno del figlio di Sora e venire scagliato via a parecchi metri di distanza… lì ad attenderlo c’era già Erika che aveva preparato la sua gamba per una delle sue mosse “Perfume Femur!!” tirandogli un potente calcio contro la schiena nel momento esatto in cui l’essere era arrivato da lei ancora stordito per la botta, la piccola lo sbalzò verso l’alto dopo avergli trasformato la schiena in pietra.
Lì ad attenderlo arrivò Seto che si tenne pronto ad assestargli il colpo di grazia mentre la creatura, che non voleva ancora darsi per vinta, unì i palmi delle mani uno sopra ed uno sotto davanti al petto pronto a sparare una serie di sfere oscure contro il bambino…
Ma lui lo attaccò per primo e… “Questo è da parte di tutti noi!! Dark Sphere!!” caricando una grossa sfera fatta interamente di energia delle tenebre sull’arto destro, la sparò a grande velocità contro l’essere che non riuscì a terminare di preparare il suo colpo in quanto venne preso in pieno stomaco e spedito a grandissima velocità contro il suolo contro cui impattò generando una violenta esplosione e subito dopo un polverone ricoprì l’intero luogo dove era atterrato l’io originale di Xehanort…
Di lui non c’era più traccia, e se era davvero… “C-Ce l’hanno fatta?” chiese Kate a Zero mentre si rimetteva in piedi reggendo sempre in mano il suo lanciamissili.
Turner, osservando la situazione mentre Hitari tornava a terra di fianco ai suoi amici, rispose dicendo “… A quanto pare sì… e questo perché ognuno ha fatto la sua parte!” rimettendo a posto la sua frusta, l’uomo sorrise felicemente, non credeva che i piccoli da soli sarebbero riusciti davvero a battere un nemico che sembrava invincibile a causa della sua immortalità.
Lo stesso Cid non riusciva a crederci “Sarà stata la fortuna dei principianti!” disse difatti rimettendosi il bastoncino in bocca e mollando finalmente il suo bazooka.
Rebecca, che aveva visto la combinazione da dentro la Stazione Spaziale, sorrise felicemente e disse “Non riesco a crederci, ci sono riusciti sul serio!!” il tutto mentre Boris era sdraiato sul trono dietro alla madre e, quasi come se avesse percepito cosa era accaduto, sorrideva contento.
I bambini però preferivano aspettare prima di cantar vittoria… e quando il polverone si fu diradato e videro che là dove doveva esserci la creatura c’era solamente un ammasso di pietre saltarono immediatamente di gioia!! “Ce l’abbiamo fatta!!” gridò subito Hinata saltando felice.
“Ha avuto quello che si meritava!” fece invece Joey con la sua aria strafottente.
Cloud invece avvolse il braccio destro intorno al collo di Tea e disse con un sorriso a trentadue denti “Abbiamo lavorato bene insieme, non trovi?” inutile dire che a quel contatto così stretto col bambino per cui aveva una cotta da sempre fece arrossire di brutto la bionda.
Leila, vedendola, pensò tanto era rossa in volto *Quella tra poco esplode!*
“E’ stata dura, ma alla fine abbiamo vinto!” esclamò anche Erika sorridente. Bra si rivolse a Pan dicendole “Il doppio calcio che abbiamo tirato è stato bellissimo!”
“Già, siamo state grandi!” esclamò anche la figlia di Gohan.
L’unico che pareva non festeggiare era Seto, e questo perché continuava ad osservare il punto dove presumibilmente doveva trovarsi il nemico… non sapeva perché, ma aveva la sensazione che non fosse ancora finita…
E difatti era così, perché con un esplosione Darkster fuoriuscì dalle macerie con occhi iniettati di sangue ed un ringhio che non faceva presagire niente di buono!! “COSA?!?!” i bambini e anche gli adulti rimasero a dir poco scioccati, quello era davvero immortale.
Hitari invece digrignò i denti dalla rabbia *Come pensavo, maledizione!!*
Immediatamente la creatura preparò la sua controffensiva e, chiudendo le braccia ad X davanti a sé, cominciò ad immagazzinare parecchia energia “Ed ora cosa vuole fare?” si chiese Michael che stavolta non comprendeva le sue intenzioni.
Zero invece sembrava sospettarlo *Aspetta, non vorrà mica… MERDA!!*
Troppo tardi, l’essere sfruttò il suo colpo più potente, una terribile esplosione rilasciata dopo aver caricato energia sufficiente e attivata sollevando le braccia al cielo sotto forma di una cupola rossa potentissima… l’attacco investì tutto il campo da combattimento compresa la Stazione Spaziale, e purtroppo nessuno poté sapere cosa era accaduto a tutti coloro che si trovavano nel raggio d’azione della mossa…

“Amuleto del Fuoco!”
“Polka Remise!”
Lo scontro iniziato da Jack e Brook per impedire che Black ritorni nel passato per alterarlo in via definitiva stava proseguendo incessantemente e i due scheletri avevano appena utilizzato due dei loro attacchi: Skeletron aveva evocato una specie di cerchio che andava dalla testa ai piedi e che presentava tre facce da teschio infuocate e si era lanciato contro di lui, l’ex pirata invece uso una serie di stoccate mirate al suo petto.
I colpi presero in pieno il nemico, ma come prevedibile l’unica cosa che riuscirono a fare fu di costringerlo ad arretrare e arrecargli alcune ferite sul corpo… che si rimarginarono in poco tempo “Ve l’ho detto, il plasma solidificato rende il mio corpo invincibile, non riuscirete mai e poi mai a distruggerlo!! Muahahahahahahah!!”
“Questo lo vedremo!” Skeletron caricò due sfere di fuoco fatuo su entrambi i palmi e li sparò contro l’ex Maschera mirando alla faccia, probabilmente doveva aver compreso che era quello il suo punto debole…
Ma al perfido nemico bastò sollevare il braccio sinistro ed usarlo come scudo per parare entrambi i colpi e renderli nulli, dopodiché sparò il suo Tune Sharp contro il Re delle Zucche nel tentativo di colpirlo ma lui grazie alla sua agilità balzò in aria evitandolo.
Tuttavia il malvagio, con un agilità impressionante, apparve alle sue spalle mentre era ancora sospeso in aria con il braccio sinistro portato verso destra e la mano chiusa a pugno “Siete molto divertenti, ma non ho più tempo per giocare con voi… quindi sparite dalla mia vista!!” ed ecco che Jack non ebbe nemmeno il tempo di accorgersi cosa stava per accadere che l’uomo del passato gli tirò un cazzotto potentissimo alla testa spedendolo violentemente al suolo e facendogli perdere i sensi tanto era forte la botta subita.
“Amico!!” vedendo il compagno a terra l’ex membro della Ciurma di Cappello di Paglia rimise la spada a terra e, mentre Black tornava a terra, cominciò a correre verso di lui mantenendo la mano attaccata al manico della sua arma, probabilmente intendeva usare una delle sue tecniche.
Aspettandolo al varco, l’ex Maschera usò il plasma solidificato per trasformare entrambe le braccia in due lame color viola e poi iniziò anche lui a dirigersi verso lo scheletro dopo aver unito gli arti ad X di fronte al suo petto “Shape Blade!” alla fine, quando si scontrarono, Hitari spalancò le braccia e l’ex pirata tirò fuori la sua spada per il colpo.
Come conseguenza i due si ritrovarono a pochi metri l’uno dall’altro dandosi le spalle… sembrava che nessuno dei due attacchi andasse a segno, ma purtroppo così non era *… Mi dispiace Jack, ho perso…* in un attimo il colpo di Black si fece sentire ed una ferita diagonale spaccò le ossa del povero scheletro che cadde così a terra privo di sensi a causa della tremenda tecnica subita.
Sconfitti i suoi due avversari, il malvagio fece tornare le sue braccia normali, purtroppo era nettamente più forte dei due e gli ci era voluto poco per sconfiggermi “Siete stati bravi a smascherarmi contro la mia volontà… ma la vostra campagna contro di me finisce qui!!”
“E adesso cos’hai intenzione di fare?” gli chiese allora Kairi che, stringendo a se la piccola Greta che continuava ad osservare con paura l’ex Maschera, lo guardava con occhi carichi di odio.
Il perfido villain fu felice che gliel’avesse chiesto, proprio per questo dopo averla osservata per qualche secondo con occhi a dir poco da psicopatico puro gli disse “Mi sembra chiaro… cambierò il corso della storia!!” dopodiché saltò in aria, evocò il suo Shape Surf cominciando così a levitare in aria grazie alla sua tavola fatta di plasma solidificato e poi, dopo aver detto “Guardatevi bene intorno… perché il futuro sta per cambiare!! Muahahahahahahahahahah!!!!”, volò dritto all’interno del portale che per sua fortuna era rimasto intatto e lo varcò sparendo dalla vista di tutto e di tutti!!
La reincarnazione di Kaira osservò il tutto senza fare niente, qualunque azione sarebbe stata inutile contro il suo potere… ed ora era riuscito nel suo intento, ben presto tutto ciò che era intorno a lei sarebbe cambiato per sempre e un nuovo regno del terrore avrebbe dominato definitivamente gli Universi “… E’ finita, non siamo riusciti a fermarlo…”
“Non è ancora detta l’ultima parola!” disse però qualcuno arrivato alle sue spalle, la donna e la figlia girarono il volto per capire chi fosse… e si ritrovarono davanti il giovane Ventus e dietro di lui l’amico Terra!!
Ciò che però l’attirarono di più furono le sue parole “Che cosa intendi dire?” chiese difatti la bambina al ragazzo mentre cercava di calmarsi.
Il Custode che assomigliava a Roxas rispose volentieri alla sua domanda “In quanto Custodi del Keyblade dobbiamo imparare come funzionano questi varchi… e sappiamo che non ti conducono immediatamente al luogo destinato, devi prima attraversare un corridoio spazio-temporale e sopravvivere ai cambi del tempo che potresti subire nel frattempo…”
“Lui però è protetto dal plasma solidificato e non ha questo problema… ed anche io e Ven abbiamo le armature che possono proteggerci, quindi siamo gli unici che possiamo fermarlo…” aggiunse anche il bruno.
“Ho osservato tutto ciò che stava accadendo tra voi e Maschera dall’inizio e se non fosse stato per Jack e Brook sarei intervenuto io ad aiutare Greta… poi però ho trovato comunque il modo di rendermi utile visto che dopo aver sentito il suo piano ho capito che io e Terra siamo gli unici che possono bloccarlo prima che arrivi a destinazione, proprio per questo ho interrotto la sua battaglia chiedendogli aiuto mentre i due scheletri tenevano impegnati quel pazzo!”
“Ed io ho accettato solo per potermi sfogare su qualcuno…” a quanto pare non gradiva ancora il dialogo avuto in precedenza con Aqua.
In altre parole si erano offerti di fermare Black prima che portasse a compimento il suo terribile piano, ed effettivamente se lì dentro c’era il rischio di subire il passaggio del tempo sul proprio corpo loro due erano gli unici che potevano farlo “… Ok, allora andate… e buona fortuna!!”
“State tranquilli, ci pensiamo noi!” in un attimo i due Custodi attivarono le loro armature tramite il congegno che avevano sulla spalla destra e, evocato il proprio Keyblade e trasformatolo uno in una moto e l’altro in uno skateboard volante, partirono in quarta attraversando anche loro il portale…

Proprio al suo interno c’era l’ex Maschera stava attraversando il corridoio spazio temporale sul suo Shape Surf, sembrava trovarsi all’interno di un vortice giallo e per sua fortuna l’armatura di plasma solidificato gli permetteva di non subire il corso del tempo che passava intorno a lui.
Ancora poco e finalmente avrebbe realizzato il suo desiderio, l’ultima volta aveva sottovalutato l’oscurità ma ora che aveva imparato a sue spese la sua incredibile potenza intendeva farlo trionfare e diventare un devoto servitore del Signore del Male… dopo aver convinto Luke a seguire il suo piano avrebbero eliminato insieme l’Esercito, la Resistenza e il Team Tempesta e poi avrebbero liberato le Creature dell’Oscurità sterminando così ogni forma di vita negli Universi…
La sola idea lo mandava in estasi *Ancora poco e finalmente il mio sogno si realizzerà… Cavalieri della Speranza, ben presto pagherete per tutte le vostre colpe… ed otterrò la mia vendetta!!* in verità tutto ciò che gli era accaduto era solo colpa sua, ma era troppo accecato dall’odio per accorgersene.
All’improvviso però… “MASCHERA DI GHIACCIO!!!” qualcuno lo chiamò a gran voce alle sue spalle e lui, scioccato da ciò, voltò lo sguardo… per scoprire che Ventus, colui che aveva parlato, e Terra erano a poca distanza da lui con addosso l’armatura e a cavallo delle loro armi trasformate in mezzi volanti!!
“Cos… e voi chi cazzo siete?” si alterò il malvagio.
“Siamo coloro che rovineranno i tuoi piani, arrenditi o ti costringeremo con la forza a mollare la tua stupida idea di cambiare il corso della storia!!” esclamò il bruno ancora alterato per ciò che era accaduto precedentemente con Aqua.
Ma naturalmente Hitari non era intenzionato a mollare proprio ora che era ad un passo dal realizzare il suo ambizioso processo, proprio per questo si girò interamente verso di loro e, trasformando il braccio sinistro in plasma e caricando il Tune Sharp su quello destro, esclamò con occhi da pazzo “Non permetterò a NESSUNO di mettersi tra me e il mio progetto… PREPARATEVI A MORIRE, ROMPICOGLIONI!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!”

Eventi Principali Modifica

Personaggi Apparsi Modifica

Black Hitari

Kairi

Greta

Brook

Jack Skeletron

Malefone

Luffycle

Creature dell'Oscurità

Cell

Malefica

Monkey D. Luffy

Master Xehanort

Terra

Ventus

Zero Turner

Kate Swann

Cid Highwind

Rebecca Hitari

Boris Hitari

Seto Hitari

Joey

Monkey D. Erika

Michael

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Hinata Uzumaki

Tea

Kankuro Nara

Pan

Bra

Anakin

Darkster

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale