FANDOM


Capitolo 113
Capitolo 113.png
Nome Capitolo 113
Postato il 24 Dicembre 2013
Titolo La Guerra Universale! Il Team Goten/Trunks vs Ener e l'Identità Svelata!!


Il Capitolo 113 intitolato La Guerra Universale! Il Team Goten/Trunks vs Ener e l'Identità Svelata!! è il Centotredicesimo e Cinquantunesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Erano le 17:48, mancavano ormai solo 12 minuti all’Eclissi Divina durante la quale Master Xehanort avrebbe potuto usare il Rito della Gloria Nera per assorbire i poteri della luce e dell’oscurità originali dentro il suo corpo e poter così capire gli Universi e le forze che li mantengono intatti e conquistarli una volta per tutte…
Come stava procedendo la guerra dato che erano ad un passo dall’inevitabile? Beh ormai l’Organizzazione XIII aveva perso parecchi elementi importanti e rimanevano solo una manciata di uomini dalla sua parte tra cui spiccavano unicamente l’anziano, Ultra Bu, Ener e Darkster che stava combattendo contro i bambini alla Stazione Spaziale; dall’altra parte la Neo Resistenza aveva subito numerose perdite dovute alla terribile potenza degli elementi del gruppo malvagio, ma ciò nonostante continuava a combattere senza timore contro i nemici nella speranza di non farli arrivare alle 18 di quella stessa giornata, momento in cui avrebbero rischiato la distruzione di tutte le dimensioni esistenti.
Parlando proprio dei pochi sopravvissuti del team dell’anziano Maestro del Keyblade, tra di loro vi era anche l’ex Dio di Skypiea che proprio in quell’istante stava combattendo contro alcuni pirati del suo stesso mondo.
“Ormai siete rimasti in pochi, tu e il Master non avete alcuna possibilità di vittoria!” disse uno degli uomini sicuro di ciò che stava dicendo.
Ma il possessore del frutto Rombo Rombo, sorridendo malignamente, controbatté dicendo “Ne siete sicuri? In fondo basterebbe un nonnulla per farvi fuori tutti, senza contare che ormai manca pochissimo all’Eclissi Divina… se c’è qualcuno che ha perso quelli siete voi!!”
“STAI ZITTO!!” immediatamente i pirati attaccarono il malvagio con le loro spade e pistole nella speranza di sconfiggerlo… ma purtroppo essendo Rogia i proiettili gli passarono attraverso e la stessa cosa si poteva dire delle lame “Cosa?!”
“MUAHAHAHAHAHAHAHAH IO SONO L’EX DIO DI SKYPIEA, COME POTETE SPERARE DI SCONFIGGERMI VOI OMUNCOLI? SANGO!!” sollevando semplicemente le braccia al cielo, il perfido nemico fece scendere dal cielo una pioggia di fulmini che arrostirono inesorabilmente i poveri combattenti della Neo Resistenza uccidendoli all’istante.
Inutile dire che mentre i loro cadaveri cadevano a terra privi di vita colui che li aveva appena fritti continuava a ridere a crepapelle con le braccia alzate al cielo “MUAHAHAHAHAHAHAH NESSUNO PUO’ SCONFIGGERMI, NESSUNO!! MUAHAHAHAHAHAH!!”
Tuttavia proprio in quell’istante l’Haki Kenbun-shoku lo avvertì di qualcosa… qualcosa che si stava avvicinando inesorabilmente a lui dalle sue spalle!! *Il Mantra è in fermento, che diavolo…* non appena si fu girato, l’ex Dio si ritrovò colpito sulla guancia sinistra da un potente cazzotto tiratogli da nientemeno che Goten!!
Mentre il malvagio sputava sangue e veniva scagliato via a parecchi metri di distanza, il Sayan continuava ad osservarlo colmo d’ira, si era da poco mutato in SSJ2 per la prima volta e la rabbia aveva il pieno controllo del ragazzo, questo lo sapeva anche lo stesso Trunks che raggiunse l’amico poco dopo pensando *E’ fuori controllo, proprio come successo a Gohan quando ha combattuto Cell…* anche lui era nella stessa mutazione del compagno e aveva sentito ciò dal padre che gli aveva raccontato tutto sul Cell Game.
In quell’istante Ener cominciò a rimettersi in piedi e, mentre si ripuliva il sangue che usciva dalla bocca con la mano destra e avendo solo il busto alzato, osservò colui che l’aveva colpito severamente e gli domandò “E tu chi saresti?”
Goten, ancora accecato dal furore, gli rispose digrignando i denti dalla rabbia “Tu, viscida serpe… COME HAI OSATO UCCIDERE MIA NONNA?!”
“Tua nonna?” inizialmente il membro dell’Organizzazione XIII non capì, ma poi si ricordò di chi aveva fatto fuori precedentemente e disse “Per caso ti stai riferendo ad Hanasia? Se è così allora tu dovresti essere Goten visto che Gohan l’ho visto e non sei di certo tu…”
“Ma che bravo, hai capito tutto… ALLORA SAPRAI ANCHE CHE SONO QUI PER SPACCARTI IL CULO E VENDICARLA!!” immediatamente il ragazzo si scaraventò contro di lui per tirargli un altro pugno intriso di Ki proprio come aveva fatto precedentemente e sempre mirando alla faccia.
Però questa volta… *Deve aver usato il Ki per colpirmi prima… ma non ci riuscirà una seconda volta!* “Mantra!” grazie alla sua abilità riuscì a prevedere la sua mossa e la evitò agilmente spostandosi verso la sua sinistra “Da quanto mi è stato detto i Sayan non danno valore ai legami familiari… come mai tu invece lo fai?”
“PERCHE’ SONO UN SAYAN CRESCIUTO SULLA TERRA, PROPRIO COME MIO PADRE!!!” dopo aver gridato questo il ragazzo tentò stavolta un calcio sempre intriso della sua energia, ma usando il tridente come leva si dette la spinta da terra ed Ener riuscì ad evitare la mossa andando verso l’alto.
Subito dopo “50.000.000 di volt!!” puntando la mano sinistra verso il viso rivale sparò una potente scarica elettrica che attraversò interamente il corpo del figlio di Goku provocandogli dei dolori lancinanti “Nello stato in cui sei non puoi vendicare proprio nessuno. Sei accecato dall’ira… e questo ti rende prevedibile agli occhi del mio Mantra!!” lo mise in guardia l’ex Dio mentre Goten, un po’ abbrustolito, si reggeva a malapena in piedi.
Trunks, che da lontano aveva assistito a tutto, digrignò i denti dalla rabbia, quel bastardo aveva ragione *Dice il vero, fino a quando Goten sarà mosso dalla rabbia non riuscirà mai a ragionare con lucidità e il suo Haki riuscirà sempre a prevedere le sue mosse… non ho scelta, devo dargli una mano!!*
Scegliendo di combattere insieme al suo amico, il ragazzo cominciò a caricare parecchia energia intorno a sé e sempre trasformato in SSJ2 puntò la mano destra verso il nemico pronto per l’attacco tipico di suo padre… tuttavia “E’ inutile, se speri di eliminarmi con quella tecnica ti sbagli di grosso!” il possessore del frutto Rombo Rombo aveva previsto cosa intendeva fare e, atterrando leggermente in piedi a pochi passi dal fratello di Gohan che era ancora stordito, lo mise in guardia sul fallimento del suo tentativo.
Ma il giovane non si sarebbe fatto dare ordini da lui “Questo lo vedremo. Big Bang Attack!!” e sparò la sua sfera gigantesca contro il membro dell’Organizzazione XIII…
Che purtroppo sapeva esattamente come reagire “Kari!” attivando la sua barriera elettrica annullò all’istante l’offensiva nemica e senza accorgersene aiutò anche il suo amico dato che quasi sicuramente l’avrebbe centrato in pieno la palla di Ki…
Però nonostante questo era stata sparata intenzionalmente perché il figlio di Vegeta sperava che avrebbe usato quella tecnica difensiva, e difatti dal polverone causato dall’impatto del Big Bang con la barriera rivale fuoriuscì lui stesso che approfittò della difesa calata del nemico per tentare un pugno intriso di Ki mirato allo stomaco.
Ancora una volta Ener riuscì a prevedere questa controffensiva e saltò per evitarlo, dopodiché cercò di colpirlo col suo tridente mirando allo stomaco, ma Trunks fu parecchio veloce e lo evitò andando alla sua destra, dopodiché caricò due Ki Blast su entrambe le mani e li sparò contro l’avversario colpendolo in faccia e provocandogli qualche lieve danno.
“Perfetto!” vedendo l’occasione propizia, il fratello di Bra iniziò a caricare un Cannone Diramato sollevando le braccia al cielo e raccogliendo parecchia energia…
Però “Non ci provare! 60.000 volt Drago Elettrico Jambure!” l’ex nemico di Luffy colpendo due tamburi con il suo tridente evocò un drago elettrico che si scagliò contro il Sayan il quale si vide costretto ad annullare l’attacco che stava caricando e a spostarsi verso l’alto per andare alle spalle del nemico e tentare l’ennesimo calcio… ma fu inutile dire che l’ex Dio riuscì a prevederlo ed a spostarsi alla velocità del suono davanti a sé in modo tale da uscire dalla sua traiettoria “Sei in gamba, ad essere onesto sei anche più forte di me… ma fino a quando avrò il mio Mantra niente e nessuno potrà colpirmi!” dichiarò subito dopo mentre la bestia evocata precedentemente tornava dentro il suo padrone.
Trunks digrignò i denti dalla rabbia, quel tipo era molto più agile di quanto si aspettasse… combatterlo da solo era fuori luogo perché il suo Haki l’avrebbe avvantaggiato sempre, proprio per questo cercò di parlare a Goten che si stava lentamente riprendendo dalla scarica e gli disse “Ascoltami bene, non posso batterlo da solo per cui ho bisogno del tuo aiuto… te la senti di combattere al mio fianco?”
L’amico, che era ancora abbrustolito ma perfettamente cosciente, gli rispose con sguardo determinato dicendo “Serve chiederlo? Non vedo l’ora di spaccargli la faccia!”
“Però metti da parte la tua sete di vendetta, so che sei incontrollabile perché è la prima volta che ti trasformi in SSJ2… ma ho bisogno della tua mente lucida per vincere!” lo avvertì però il figlio di Vegeta temendo come potesse andare a finire se fosse rimasto così.
Dopo qualche attimo di silenzio, il fratello di Gohan gli rispose semplicemente “… Ci proverò!” beh era sempre meglio di niente.
Il tutto mentre il nemico, agitando il suo tridente, sorrise malignamente e disse “Un due contro uno? Per me non ci sono problemi, grazie al mio Mantra sono in grado di battervi anche se combattete insieme!”
“Questo è tutto da vedere!” dichiarò però Trunks mettendosi in posizione da combattimento insieme al compagno… la vera sfida stava per iniziare!

Nello stesso momento si stava consumando il combattimento tra i membri della Neo Resistenza e le creature dell’Organizzazione XIII e di Maschera di Ghiaccio… e la battaglia era a dir poco accesa!!
Vegeta, trasformato in SSJ, aveva appena annientato alcuni Samurai con dei Ki Blast con una furia disumana, non poteva perdonare quei bastardi di aver trattato il suo migliore amico come un burattino per poi averlo ucciso quando non gli serviva più *Sasuke, sei uno stupido idiota… ma ciò nonostante sei un mio compagno, e non li perdonerò mai per ciò che ti hanno fatto!!*
Dopo averli distrutti, il Sayan cominciò a volare e a bombardare la zona con i suoi raggi di energia, dopodiché si spostò a qualche metro di distanza tornando a terra e dando un pugno ad un NeoShadow che era proprio lì, a pochi centimetri da lui inoltre c’era anche Temari che in compagnia di Naruto stava affrontando gli esseri che erano intorno a loro, la donna stava usando il suo ventaglio e l’uomo il chakra completo di Kurama.
Dopo qualche istante, il padre di Trunks tornò in volò e si spostò in un'altra zona di combattimento passando proprio vicino al punto dove stavano combattendo Chiara, Margaret, Suigetsu e Sai contro parecchi Heartless, Nessuno e Nesciens.
“Sono infiniti!” fece la bionda con in mano il suo serpente arco ed una freccia Hakizzata che non ce la faceva più da tanti erano i nemici.
Yutani però le rispose “Lo so, ma non possiamo arrenderci, mancano pochi minuti all’Eclissi Divina e non possiamo permetterci di fallire proprio adesso!” il tutto mentre con un taglio infuocato distruggeva un Boxer.
Hozuki, sfidando apertamente alcuni Fluttuo che erano intorno a lui, sorrise malignamente e disse “Il numero non conta… vi farò fuori tutti quanti!! Tecnica del Forte Braccio Acquatico!!” sfruttando l’acqua di cui era composto il suo corpo ingigantì i suoi muscoli per reggere meglio la spada Taglia Teste e successivamente attaccò le creature con dei fendenti distruggendoli tutti.
Il marito di Ino, con in mano il suo quaderno, usò la sua tipica tecnica per disegnare dei leoni a cui fece prendere vita e che usò per attaccare dei Simili che stavano tentando di attaccarli.
Proprio in quell’istante sopra le loro teste passò nientemeno che Yamcha che aveva un piccolo problema, alcuni Shadow erano riusciti ad aggrapparsi alle sue gambe per farsi dare un “passaggio” ed ora parevano volerlo attaccare ed uccidere “Oh no, non ci pensate nemmeno!!” lui però, preparando dei Ki Blast, fece un giro a 90 gradi sbilanciando le creature che mollarono la presa e poi tirò loro le sfere di energia distruggendoli all’istante.
Sbarazzatosi degli inquilini indesiderati, il terrestre proseguì la sua avanzata *Dobbiamo fare in fretta, non manca molto!* avanzò in cielo per parecchi metri fino a passare proprio sopra le teste di Kiba e Bibi.
I due erano circondati da una miriade di Boxer, ma non si erano lasciati intimidire e Inuzuka riusciva a distruggere gran parte di loro usando le sue mani come se fossero degli artigli “Fatevi sotto, sono qui che vi attendo!!”
Nefertari invece usava i suoi Peacock Slasher per annientare i nemici a 360 gradi in modo che non la potessero prendere alle spalle “Non vi permetterò di fare quello che volete!!”
All’improvviso la regina dette ad un Boxer un colpo talmente violento che invece di distruggersi venne sbalzato via finendo proprio sul campo di combattimento dove c’era il cerchio di fuoco creato da Auron… inutile dire che finì disintegrato appena toccò il campo infuocato.
Il diretto interessato era ancora alle prese con gli Uomini di Ghiaccio ed insieme a lui c’erano C-17, C-18 e Karin che stavano cercando di attaccare le creature per distruggerle ma esse riuscivano sempre a ricomporre le parti distrutte e sembravano indistruttibili.
“Allora è vero, quei così sono invincibili!” esclamò la rossa spaventata a morte, difatti era l’unica lì in mezzo che non stava combattendo.
Il Cyborg lo notò e le disse “Finchè non attaccherai lo saranno sempre!” beccandosi così un occhiataccia da parte della donna.
E mentre lo spadaccino continuava a tirare fendenti agli esseri senza proferire parola la moglie di Crilin aveva deciso di provare qualcos’altro “Allora vediamo cosa ne pensano di questo!” e generato un Kienzan sulla mano destra lo lanciò a tutta velocità verso di loro… peccato solo che tutti i mostri balzarono a destra o a sinistra evitando il cerchio magico.
L’attacco finì per proseguire la sua strada parecchio velocemente fino a distruggere un Samurai alle spalle che erano a parecchi metri di distanza dal luogo dove era stato lanciato “Cos’è successo?” Robin, colei che stava affrontando quel Nessuno, si domandò cosa fosse accaduto.
Kakashi, che stava combattendo al suo fianco, le disse ”Probabilmente era l’attacco di uno dei nostri alleati, meglio proseguire a combattere!” dopodiché sparò un Segugio Fulmineo contro i Simili che erano di fronte a lui distruggendoli all’istante.
Il cane di elettricità proseguì per qualche metro la sua avanzata fino ad annullarsi nel punto in cui Lea stava affrontando un esercito di Shadow e NeoShadow “Voi Heartless siete l’oscurità dei cuori delle persone del mio Universo ed una volta anch’io sono diventato come voi… ma non succederà mai più!!” dopo averlo detto sparò una serie di Blizzaga contro di loro distruggendone la maggior parte.
A poca distanza da lui vi era Aqua che nonostante ciò che gli aveva rivelato poco prima non sembrava badare a ciò che stava facendo concentrandosi sulla sua battaglia sparando delle bolle d’acqua contro uno degli Uomini di Ghiaccio… il problema era che sembrava invulnerabile e quindi la battaglia poteva estendersi più di quanto immaginasse *Maledizione, proverò in un altro modo!*
Così, sollevando il Keyblade al cielo, usò la Tempesta Firaga per sparare una miriade di Firaga in tutte le direzioni… alcune sfere di fuoco presero l’essere senza fargli niente di particolare ed altre finirono contro altri Heartless, Nessuno o Nesciens… e tra questi vi erano anche quelli che stavano affrontando Leon, Tifa, Merlino, Paperino e Pippo!
“Fatevi sotto!!” con un bel Magnetega il papero riuscì ad attirare a sé alcuni NeoShadow che erano nelle vicinanze permettendo così al cane antropomorfo di usare il suo Pippo Bash, una tecnica che consisteva nel lanciare il suo scudo, in questo modo distrusse le creature che prima l’amico aveva portato a sé.
Mentre il mago adoperava dei Blizzaga per distruggere degli Shadow, marito e moglie si davano rispettivamente le spalle per coprire quelle del compagno ed intorno a loro vi erano una marea di creature dell’Organizzazione XIII che erano pronti a saltargli addosso.
Quasi come se avesse pensato che fosse finita, Squall chiese alla donna con un sorriso “… Hai per caso qualche rimpianto?”
Lei, ricambiando il dolce sorriso anche se non aveva potuto vederlo, rispose “… No, nessuno!” dopodiché entrambi si lanciarono contro le creature per annientarle.
Nella colluttazione Lockhart dette ad un Simile un pugno talmente violento che venne sbalzato via di parecchi kilometri prima di atterrare e sbriciolarsi al suolo… proprio dove stavano combattendo Terra, Rock Lee, Sanji e Franky!!
“Fatevi sotto! Prima vi distruggo prima potrò annientare il Master!!” il Custode del Keyblade, forse per il discorso avuto in precedenza con Aqua e per la presenza di Xehanort, era su di giri e stava combattendo con una violenza immane, tanto da aver sparato un Firaga violentissimo verso un Fluttuo quando bastava un semplice colpo con la sua arma.
Il Cyborg intanto aveva usato il suo Gaon Cannon per annientare molte delle creature col suo raggio laser “Oggi sono troppo super per voi, mi sembrava di avervelo già detto!”
L’allievo di Gai, inconsapevole di cosa era accaduto al suo maestro, usò un Vento della Foglia distruggendo alcuni Samurai ed infine il cuoco, toccando con le mani il suolo, fece girare le sue gambe in modo da assestare dei calci ai mostri che li circondavano a 360 gradi…
In altre parole ognuno in quella guerra stava facendo la sua parte, soprattutto in quel momento dato che mancavano poco meno di 12 minuti all’Eclissi Divina!!

“Rolling Thunder Punch!”
Mentre tutto ciò accadeva lo scontro con Ener proseguiva senza esclusione di colpi e il giovane Goten aveva appena tentato di colpirlo allo stomaco con il suo potentissimo cazzotto.
Ma l’ex Dio, avendo previsto la mossa grazie al Mantra, si era mosso trasformandosi in fulmine per evitare la mossa ed andare verso l’alto, per poi scendere in picchiata nel tentativo di trapassarlo alla testa ed ucciderlo una volta per tutte.
Tuttavia il Sayan riuscì ad accorgersi di ciò che stava per fare e con grande agilità evitò l’attacco spostandosi con un balzo dietro di lui dopodiché a qualche metro di distanza cominciò a bombardarlo di Ki Blast che vennero tutti evitati grazie all’utilizzo dell’Haki.
Trunks, volando verso il compagno per dargli una mano durante la battaglia pensò *Anche in due riesce sempre a prevedere le sue mosse… la sua abilità supera di gran lunga ogni mia aspettativa!* dopodiché, arrivato ormai alla sinistra del rivale, tentò di tirargli un calcio allo stomaco, ma ancora una volta il possessore del frutto Rombo Rombo si scompose in elettricità per spostarsi a parecchi metri di distanza da lui.
“Eheheheheheheheh ve l’avevo detto che il numero non cambia il risultato per quanto mi riguarda, potete essere forti quanto volete ma non vincerete mai contro la mia infinita potenza!” affermò subito dopo facendo roteare il suo tridente.
Goten però, continuando a digrignare i denti dalla rabbia, gli disse “Questo lo pensi tu… vedrai che prima o poi riusciremo a sorprenderti ed allora sarà la tua fine!!” il tutto mentre il figlio di Vegeta atterrava proprio vicino a lui.
Quest’ultimo non era molto convinto delle parole del compagno, difatti pensò immediatamente *E’ una parola, il suo Haki gli permette di anticipare le nostre mosse ogni volta… dovremmo trovare un modo per scavalcarlo e colpirlo, è la nostra unica speranza…*
“Liberi di provarci, ma sappiate che non servirà a niente!!”
Incredibilmente per lui Ener controbatté come se avesse appena letto il suo pensiero, tanto che sbalordito disse “Ma… come facevi a sapere cosa stavo pensando?”
“Grazie al Mantra sono anche in grado di leggere i vostri pensieri… non c’è alcun modo in cui potete sperare di sorprendermi, quindi vi dico subito che il vostro piano è fallito in partenza!!”
“Questo lo vedremo!!” il fratello di Gohan si lanciò ancora una volta contro il membro dell’Organizzazione XIII per assestargli un pugno, stava agendo di nuovo spinto dalla sua rabbia e questo Trunks l’aveva compreso.
“Aspetta, fermati!!” gli gridò infatti, ma non servì a niente.
Appena fu abbastanza vicino l’ex Dio si spostò leggermente verso la sua destra mentre caricava parecchia elettricità sulla mano sinistra “I vostri colpi fisici sono sempre intrisi di Ki ma nonostante ciò non riuscite a colpirmi quasi mai… chiediti perché! 60.000.000 di volt!!” ed ecco che si tenne pronto a sparare un fulmine cilindrico contro di lui.
Era troppo vicino per evitarlo e Goten temette davvero il peggio, ma per sua fortuna ci pensò il suo migliore amico a spostarlo usando l’ipervelocità proprio poco prima che l’attacco potesse colpirlo *C’è mancato un pelo!*
“Questa volta sei stato fortunato… ma non ricapiterà di nuovo!!” disse Ener che non sembrava preoccupato che il suo colpo fosse stato evitato.
Non appena i due ritornarono a terra, il figlio di Goku ringraziò l’amico per ciò che aveva fatto “Grazie del tuo intervento, se non fosse stato per te mi avrebbe sicuramente colpito di nuovo!”
“E chiediti perché!” lo rimproverò allora il ragazzo coi capelli fucsia severamente “Ti ho già detto di non agire spinto dalla collera, così non farai altro che il suo gioco e non riuscirai mai e poi mai a batterlo!”
“Ti ho già detto che ci sto provando, cos’altro vuoi sentirti dire?” ribatté però Goten che non tollerava di essere sgridato da lui.
L’ex Dio, che non sopportava già quella scena, intervenne dicendo “Forza non litigate, decidete con calma chi dei due vuole andare all’altro mondo per primo… anzi no, perché scegliere? Vi faccio fuori entrambi così si fa prima! Samgo!!” ed ecco che usò di nuovo l’attacco con cui fece piovere fulmini dal cielo contro i rivali.
Entrambi riuscirono a salvarsi creando una barriera intorno a sé, dopodiché si lanciarono all’attacco del nemico che si tenne pronto ad intercettarli tenendo il suo tridente con entrambe le mani… ne seguì una serie di scambi in cui i due Sayan tiravano calci e pugni al nemico e quest’ultimo evitava col Mantra e tentava di colpirli con l’arma che però veniva schivata dai giovani.
Ciò proseguì per alcuni secondi veloci, fino a quando Ener evitò un doppio calcio di entrambi saltando e, dopo aver lanciato il suo bastone in aria, puntò entrambi gli indici sulle fronti dei due ragazzi “30.000.000 di volt!!” a seguito della dichiarazione partì un attacco elettrico che travolse entrambi i giovani folgorando i loro corpi completamente.
Dopo aver concluso l’attacco il membro dell’Organizzazione XIII si spostò a qualche metro dietro di lui trasformandosi in elettricità lasciando i due giovani quasi carbonizzati ma ancora coscienti… si vedeva che nei suoi attacchi c’era di più che semplice elettricità “S-Scommetto che sta usando i poteri oscuri per potenziare i suoi colpi!” disse difatti Trunks che cercava di reggersi in piedi.
Goten, che era nelle stesse condizioni dell’amico, ribatté dicendo “M-Mi sa che hai ragione…” dopodiché gli rivolse una domanda, aveva già ideato una possibile controffensiva, ma prima doveva sapere una cosa da lui “Ehi, tu per caso sai usare la Kamehamea?”
“Certamente, l’ho imparata durante quest’anno di allenamento… e l’ho anche insegnata a Marron!” quindi anche lui poteva usarla, molto bene…
Avendo avuto la conferma che voleva, il figlio di Goku affermò “Ottimo, allora fai come me!” e portando entrambe le mani vicino al fianco destro iniziò a caricare la sua mossa.
Al fratello di Bra non ci volle molto per fare due più due e capire che tipo di attacco intendeva usare *Effettivamente potrebbe funzionare, e se dovesse andare tutto male so già cosa fare…* così, dando fiducia all’amico, cominciò anche lui a caricare il raggio di Ki.
L’ex Dio, che grazie all’Haki Kenbun-shoku aveva visto cosa intendevano fare, sorrise malignamente e disse loro “Credete di sorprendermi dopo che vi ho già mostrato come posso parare i vostri colpi? Siete più stupidi di quello che pensavo!”
“Questo lo vedremo! Friend Kamehamea!!” dopo aver gridato il nome della tecnica entrambi spararono due Kamehamea che ben presto si unirono in un unico attacco che si diresse a tutta velocità verso il possessore del frutto Rombo Rombo.
Quest’ultimo, sapendo esattamente cosa fare, attivò il Kari generando una barriera elettrica con cui riuscì a proteggersi dalla controffensiva… proprio ciò che si aspettava Trunks, il quale avendolo già previsto sapeva cosa fare *Vediamo quanto è efficiente il suo Haki adesso!!*
In un attimo il ragazzo usò l’ipervelocità per portarsi sopra di lui, unire entrambe le mani e sparare una serie di Ki Blast contro il nemico che fece roteare il suo tridente, ripreso in mano poco dopo la scarica precedente, per deviare i colpi altrove.
Goten cercò di approfittare per avvicinarsi a lui tentando un calcio sulla schiena per riuscire a bloccarlo quel che serviva per finirlo, ma il suo Mantra unito ai poteri che possedeva potenziavano di gran lunga la sua Ambizione, per cui non gli ci volle molto per comprendere le sue intenzioni e spostarsi verso l’alto tramite un piccolo fulmine.
“Adesso vediamo come ve la cavate con questo!!” immediatamente sparò un fulmine con la mano sinistra verso il cielo e tirando giù il braccio gridò “El Thor!!” voleva usare uno dei suoi attacchi più potenti su di loro e, per fare in modo che non scappassero, usò il suo corpo per emanare abbastanza luce da accecare i due.
Il suo piano funzionò e il tuono dalla forma cilindrica colpì i due generando un cratere enorme in cui non era presente nessuno dei due!! Ener inizialmente si convinse di averli fatti fuori “Mai sfidare un Dio!! Muahahahahahah…” ma poi il suo Mantra lo avvisò di qualcosa e, volgendo lo sguardo verso la voragine, vide due figure che si stavano lentamente alzando verso l’alto *Incredibile, la loro difesa è notevole…*
Eh già, Goten e Trunks, nonostante fossero stati accecati, erano riusciti ad ergere la barriera difensiva in tempo… ma solo poco prima di finire inceneriti, difatti parte dell’attacco l’avevano subito ed erano pieni di bruciature e lividi in tutto il corpo!!
“E’ davvero potente, non ti pare?” disse il figlio di Goku al suo amico mentre l’ex Dio levitava in aria a parecchi metri di distanza da loro.
“Già, a questo punto vedo solo una possibilità per vincere… se hai capito a cosa mi riferisco!” il fratello di Bra rispose al compagno sostenendo anche che ci fosse un unico modo per trionfare…
Un modo che il ragazzo aveva compreso perfettamente, difatti i due sorrisero simultaneamente e Son terminò il momento di pausa dicendo “Purtroppo è vero, l’unico modo che abbiamo per sconfiggerlo… è di ricorrere alla Fusion!!!”

Nel frattempo David e Cell continuavano a scontrarsi con i loro micidiali attacchi, tutti avevano assistito all’impatto tra i loro colpi perché si riusciva a vedere da qualsiasi parte di Glade Glory e la potenza dei colpi era talmente violenta da creare onde d’urto che spazzavano via chiunque si trovasse nei paraggi.
Tuttavia nonostante questo nessuno dei due riusciva a prevalere sull’altro e continuavano ad immettere energia nei loro attacchi, anche se lentamente la Kamehamea Solare sembrava star prendendo la meglio sul Raggio della Luce Eterna e Hitari si sentiva sempre più spingere all’indietro, il colpo del nemico era più forte del suo.
“Muahahahahahahahah ti avevo avvertito che non avresti mai vinto, il mio attacco è troppo forte per te!! Muahahahahahahah!!!” gridò il Cyborg convinto ormai della vittoria imminente.
Il biondo stava digrignando i denti dallo sforzo, nonostante la buona volontà non riusciva a trionfare, a quanto pare la luce nel suo cuore non era così tanta come supponeva lui *No, non può finire così… devo vincere, ma come posso? Il suo colpo è più forte del mio e lentamente prenderà il sopravvento…* difatti quello che stava iniziando ad avanzare era l’attacco dell’Androide, senza contare che le sue forze stavano venendo sempre meno… che fosse davvero la fine per lui?
Oppure no? *Ma come, ti arrendi già? Avanti David, so che sei più forte di così!* una voce nella mente dell’uomo attirò la sua attenzione, qualcuno gli aveva parlato tramite la telecinesi o qualcosa del genere… ma chi poteva essere stato? Aveva riconosciuto la voce… ma non era possibile, non poteva essere lui… *Non ci credo… Fratellone?*
“E’ ORA DI METTERE LA PAROLA FINE A TUTTO CIO’!! ADDIO!!!” gridato questo Cell decise di dare l’ultima spinta alla sua Kamehamea Solare in modo che distruggesse definitivamente il colpo nemico annientando definitivamente sia Hitari che l’intero Universo di Mezzo…
Tuttavia così non accadde!! Anzi il Raggio della Luce Eterna bloccò il raggio energetico impedendogli di avanzare, l’attacco non andò avanti neanche di un centimetro!! “COSA?!” inutile dire che l’ex Generale dell’Esercito ci rimase a dir poco di stucco.
David, che era riuscito ad immettere l’energia sufficiente affinché lo bloccasse, teneva lo sguardo abbassato e non proferiva parola… almeno fino a quel momento visto che finalmente esclamò “… Lo sai Cell, sei di sicuro uno degli avversari più forti che siano mai esistiti negli interi Universi, sono quasi quindici anni che ostacoli la Resistenza e la Neo Resistenza e ciò ti rende forse il nostro maggior nemico in assoluto… ma tutto deve avere una fine ed è proprio per questo che qui, a Glade Glory, con l’aiuto di mio fratello che mi sta sostenendo dall’alto… METTERO’ FINE ALLA TUA VITA!!!”
Al grido del biondo improvvisamente una luce luminosa cominciò ad avvolgere l’uomo aumentando notevolmente la potenza del suo raggio che iniziò finalmente a prendere il sopravvento su quello nemico che cominciò ad arretrare sempre più.
L’Androide non riuscì a credere ai suoi occhi “No, non è possibile!!” cercò di immettere altro Ki nel suo attacco, ma era tutto inutile, sembrava quasi che il rivale fosse stato investito da un energia che non gli apparteneva… e tutto stava andando esattamente come con Gohan diciotto anni prima… era un incubo!! “NO!! NON PUO’ FINIRE COSI’!! NON POSSO ESSERE SCONFITTO DA UN ESSERE INSIGNIFICANTE COME TE!!!”
“QUESTO E’ DA PARTE DI MIO FRATELLO!!!” ed ecco che David, quasi spinto dallo spirito di Luke che gli dava forza e coraggio, dette la spinta finale che dette la possibilità al Raggio della Luce Eterna di distruggere letteralmente la Kamehamea Solare e colpire direttamente il Cyborg!!
“AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!” ancora nella stessa posizione in cui era mentre lanciava il suo attacco l’ex Generale dell’Esercito gridò al cielo tutto il suo dolore e la sua disperazione nell’essere stato sconfitto mentre pensava *Famiglia Hitari… CHE TU SIA MALEDETTA!!!!!!* questa fu l’ultima cosa che riuscì a pensare prima di venir disintegrato dalla mossa nucleo compreso e quindi senza possibilità di ritorno… l’attacco proseguì per qualche kilometro travolgendo chiunque fosse nel suo raggio d’azione fino ad esplodere ai confini di Glade Glory… ce l’aveva fatta, dopo undici anni di lotte ininterrotte uno dei nemici più forti e pericolosi della storia era stato annientato… Cell, ex Generale dell’Esercito e reincarnazione di Celles era finalmente morto senza possibilità di ritorno!!
Il biondo, ancora incredulo per essere riuscito là dove molti avevano fallito prima di lui, era nella stessa posizione in cui era quando aveva lanciato l’attacco ed aveva ancora il sangue che gli ricopriva il corpo a causa del combattimento ed ansimava pesantemente… ma era felice, felice di essere riuscito a distruggere l’Androide definitivamente, e prima di svenire a causa dei troppi globuli rossi persi pensò *Luke… grazie dell’aiuto!*
Il suo corpo cadde al suolo ed il biondo chiuse gli occhi col sorriso sulle labbra stremato per il duello appena terminato, in quello stato fu notato da due NeoShadow che si avvicinarono pericolosamente a lui per approfittare delle sue condizioni e finirlo una volta per tutte, ma per sua fortuna Juugo e Tashigi ne distrussero uno a testa salvandolo.
“Svelti, è qui!!” gridò subito dopo la donna rivolta alla squadra medica che era proprio dietro di loro ed alle loro spalle avevano Gaara che si stava occupando di difenderli dagli attacchi nemici. Immediatamente Sakura si chinò per vedere le sue condizioni e… “Ha perso molto sangue e l’energia del suo corpo sta lentamente svanendo, è stato sottoposto ad uno stress davvero grande, mi sembra incredibile che sia sopravvissuto finora…”
“La sua forza di volontà è notevole…” ammise colui che possedeva il Segno Maledetto.
Il Kazekage, rivolto ai medici, chiese “Siete in grado di salvarlo?”
“Certo, servirà però una trasfusione, ma per fortuna abbiamo una sacca di sangue proprio qui!” intervenne Chopper tirando fuori dalla tasca nientemeno che una capsula e tirandola facendo apparire alcuni strumenti medici ed un frigorifero con dentro delle sacche di globuli rossi per conservarli “Qual è il suo gruppo sanguinio?”
“F!” gli rispose Haruno che si ricordava quelli di tutti i membri della Neo Resistenza: durante l’anno di allenamento Law gli aveva insegnato che era importante conoscere i gruppi sanguinii di tutti i tuoi alleati e così se li era imparati a memoria.
“Lo stesso di Luffy, per cui devo prendere questo!” la renna, aperto il frigo, tirò fuori una sacca e la portò alla moglie di Naruto.
Lei lo prese e disse rivolta ai tre che li stavano proteggendo “L’operazione richiede parecchio tempo, ho bisogno che ci facciate da scudo umano!”
“Nessun problema!” Tashigi rispose a nome suo, di Juugo e di Gaara e immediatamente tutti loro accerchiarono la squadra medica e David in modo che potessero fargli la trasfusione senza problemi.
Mentre l’ex pirata e la rosa iniziavano l’operazione, Ino osservava il biondo… era ancora incredula pensando a ciò che era riuscito a fare *Ha sconfitto Cell, uno dei nemici più forti che abbiamo mai incontrato… è davvero un uomo straordinario!* dopo aver pensato a ciò, la donna sorrise dolcemente: Hitari aveva liberato gli Universi da una grave minaccia e lei e tutti gli abitanti delle dimensioni gli sarebbero stati grati per questo!!

Ma come stava procedendo in tutto questo il piano di Goten e Trunks? Purtroppo non troppo bene, stavano tentando di usare la Fusion per unirsi in un unico corpo, ma Ener continuava ad ostacolarli con i suoi fulmini e risultava difficile riuscirci.
“Maledizione!” fu ciò che dissero all’unisono i due Sayan dopo aver evitato per l’ennesima volta un raggio elettrico cilindrico del nemico.
“Non ho ben capito che razza di tecnica volete usare, ma non vi permetterò mai di adoperarla!” fece il malvagio con ancora il braccio teso ed un ghigno maligno sul volto.
Sentendo le sue parole, il figlio di Vegeta comprese una cosa *Deve aver letto le nostre menti, ma non conoscendo la Fusion non sa bene cosa intendiamo fare… forse c’è un modo in cui possiamo fregarlo…* aveva avuto un’idea, era rischiosa ma dovevano comunque provarci oppure avrebbero finito per esaurire l’energia e perdere la trasformazione in SSJ2.
Così senza perdere tempo gridò all’amico “GOTEN! TIENITI PRONTO PER L’IMMAGINE MULTIPLA!!”
“D’accordo!” fu l’unica replica del fratello di Gohan che forse aveva compreso cosa intendeva fare.
“Razza di sciocchi, avete la testa più dura del cemento armato. Ve l’ho già detto che grazie al Mantra posso vedere in anticipo i vostri piani!” affermò l’ex Dio brandendo il suo tridente.
“E ALLORA TROVACI!!!” fu il grido simultaneo dei due giovani mentre, correndo, creavano immagini di se stessi tutte intorno al nemico per disorientarlo e non fargli capire quali erano quelli veri.
Ma lui non si fece intimidire e, sollevando le braccia al cielo, gridò “I VOSTRI SPORCHI TRUCCHI NON FUNZIONANO CONTRO DI ME!! SANGO!!” ed ecco che una pioggia di fulmini scese dal cielo abbattendosi contro tutte le copie di Goten e Trunks che erano presenti intorno al possessore del frutto Rombo Rombo… soltanto che ci fu un piccolo problema, tutte quante si smaterializzarono all’istante!! Quelli veri non erano lì!!
“Ma cos… DOVE DIAMINE SONO FINITI?!” gridò il membro dell’Organizzazione XIII che non riusciva a credere di essere stato fregato in questo modo.
All’improvviso l’Haki Kenbun-shoku gli mandò un segnale e si girò all’istante alle sue spalle… solo per vedere quelli originali completare il balletto della Fusion e venire interamente avvolti da una luce dorata!! “Non posso crederci, me l’hanno fatta!” esclamò Ener coprendosi con la mano sinistra gli occhi ancora incredulo per essersi fatto fregare da due mocciosi come loro.
Fu questione di pochi secondi, la luce dorata sparì ed al suo posto apparve un unico guerriero con i pantaloni bianchi e una cintura viola, le scarpe nere, un giubbotto nero con tre linee color giallo, gli occhi verdi ed i capelli lunghi e gialli… egli non era altro che il risultato della fusione tra i due giovani, solo cresciuto rispetto ad undici anni prima a causa dell’età dei due che l’avevano creato… era stato a riposo per troppo tempo, ma ora era tornato sul campo di combattimento!!
“E tu chi sei?” terminata la luce, l’ex Dio abbassò l’arto e vedendo il nuovo arrivato gli chiese l’identità.
Lui, con un sorriso strafottente sul volto, gli rispose “Io non sono né Goten né Trunks, sono il guerriero più forte degli interi Universi giunto fin qui per prendere a calci nel culo i tipi come te, l’eroe del popolo e l’idolo di intere generazioni… Gotenks!!” mentre diceva questo si era messo nelle sue classiche pose attirandosi uno sguardo abbastanza stranito del nemico.
Che però si riprese poco dopo e disse “Sembra quasi che i due ragazzini si siano uniti in un unico corpo… beh ciò non cambia molto, perché tanto sono comunque più forte di voi!!” per poi brandire il suo tridente ed usare la sua incredibile velocità per trapassare al petto il neo arrivato…
Tuttavia quest’ultimo fu ben più rapido di lui ed attese che fosse abbastanza vicino per sparire dalla sua vista “Ma che…”
“Stai cercando me?” la Fusion riapparve a qualche metro di distanza alle sue spalle con ancora il suo sorrisetto sul volo.
Era stato talmente veloce che l’Haki l’aveva percepito proprio nel momento in cui si spostava… ma che diavolo… *Non è possibile, questo tipo è talmente rapido da mandare in confusione il Mantra… come può fare una cosa del genere? E’ impossibile!! Chi ho davanti?*
“In questa forma non durerò più di cinque minuti a causa della mia elevata potenza, quindi spero che non ti dispiaccia se intendo chiudere qui la battaglia!” detto questo Gotenks iniziò a caricare tutta la sua energia generando delle onde d’urto violentissime che spazzarono via tutto ciò che si trovava intorno a lui nel raggio di parecchi metri.
Lo stesso Ener rimase sorpreso, tanto che quando il Sayan partì all’attacco si accorse di una cosa “Il Mantra è in fermento, non riesco a prevedere le sue mosse… COSA STA SUCCEDENDO?!?!”
“Adesso ti sistemo io, vediamo quanto vali!!” arrivato al suo capezzale cominciò a tempestarlo di pugni intrisi di Ki provocandogli un dolore lancinante e concludendo il tutto con un cazzotto sul viso che gli fece sputare violentemente sangue, dopodiché, mentre era ancora in aria a causa dell’ultimo colpo, lo prese per la gamba sinistra e dopo averlo fatto girare a 360 gradi lo scagliò in aria.
Subito dopo posizionò entrambe le mani vicino al fianco destro pronto a concludere la battaglia “Ka… me… ha… me…”
Ma non tutto avrebbe filato liscio “Non è ancora finita!!” ripresosi, Ener lanciò il suo tridente verso Gotenks riuscendo a bucarlo sulla spalla destra ed interrompendo il suo attacco!! “Come vedi non sono ancora fuori gioco, pivello!!”
La Fusion doveva ammettere di star provando un forte dolore, soprattutto perché l’arma era intrisa del potere dell’elettricità e gli stava danneggiando l’intero arto… ma ciò nonostante ebbe il coraggio di prenderla con la mano sinistra, toglierla dal suo corpo e lanciarla via, anche se così il suo palmo si bruciò a causa dell’elevata energia concentrata nel tridente.
“… Non mi hai fatto niente!!” dichiarò il guerriero digrignando i denti a testimonianza che aveva detto una bugia per prendere in giro il nemico e si rimise in posizione “Ka… me… ha… me…”
“Insisti eh?” vedendo che voleva ancora usare quella mossa, pure il possessore del frutto Rombo Rombo, ancora in aria, portò indietro il gomito destro e chiuse la mano a pugno cominciando a concentrare tutta la forza elettrica di cui disponeva in quell’arto…
Alla fine, dopo qualche momento di caricamento… “… AAAAAAAAAAAA!!!!!!” “500.000.000 VOLT COLPO ELETTRICO MEXTLI!!” entrambi spararono i loro colpi sotto forma di raggio energetico/elettrico cilindrico finendo per scontrarsi proprio al centro del luogo dove si stavano scontrando generando una violenta onda d’urto.
Inizialmente sembrava che fossero alla pari, lo stesso Sayan se n’era accorto e per questo stava digrignando i denti perché il colpo precedente del rivale aveva influito non poco sul suo rendimento… ma ciò non era una giustificazione, doveva comunque vincere perché lui era il grande Gotenks, il guerriero più forte di tutti!!
Per questo, gridando al cielo con tutta la forza che aveva, incanalò ulteriore energia nella sua Kamehamea che a causa dell’enorme potenza contenuta al suo interno disintegrò letteralmente il colpo del membro dell’Organizzazione XIII “COSA?!” inutile dire che il malvagio c’era rimasto di sasso e, vedendo il colpo arrivare verso di sé, attivò il Kari nel tentativo di difendersi… ma fu tutto inutile, il raggio energetico era troppo forte!!
Il colpo di Ki distrusse la barriera elettrica e travolse in pieno l’ex Dio che ebbe solo il tempo di gridare “NO! NO! UN DIO NON PUO’ ESSERE BATTUTO DA UN RAGAZZINO!! NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!” prima di finire sbriciolato dall’immensa forza del colpo che l’aveva appena preso… un altro nemico estremamente potente era stato annientato, e tutto grazie alla Fusion tra due guerrieri di alto livello!!
Lui, come risultato del combattimento e della ferita riportata, era esausto ma comunque soddisfatto del suo operato… e fu proprio allora che la fusione si sciolse e Goten e Trunks tornarono ad essere due persone distinte e senza la trasformazione in SSJ attiva “Appena in temp… oh cavolo!!” perché il figlio di Goku aveva detto questo? Perché aveva visto che la ferita sulla spalla era stata trasferita al suo compagno mentre lui aveva solo il palmo sinistro bruciato oltre che alle ferite riportate prima della Fusione come il Sayan ed ora quest’ultimo era a terra a pancia in su e si toccava la parte ferita con delle smorfie di dolore.
“Non siamo stati attenti a dovere… dannazione!!” fu ciò che disse il giovane coi capelli fuscia digrignando i denti dalla rabbia.
Proprio allora due Shadow apparvero a pochi centimetri da lui ed altri giunti tramite varco oscuro a qualche metro da loro saltarono in alto per andare addosso al ferito e finirlo una volta per tutte “Oh no!!” il fratello di Gohan era già pronto ad intervenire in suo favore, ma…
“Non vi preoccupate, ci penso io!!” una voce femminile dichiarò che si sarebbe occupata lei delle creature… e difatti così fu visto che una Kamehamea fu sparata dall’alto verso gli esseri che erano paralleli a Trunks solo a qualche metro di distanza in alto e che furono centrati in pieno dal colpo ed esplosero simultaneamente.
I due Heartless che erano di fianco al ragazzo guardarono verso l’alto e balzarono in cielo per attaccare colei che aveva aiutato i due… che si era rivelata essere nientemeno che Marron, la quale stava scendendo in picchiata verso di loro in posizione eretta con i piedi rivolti verso terra!!
“Lei?!?!” Goten, che era in piedi a qualche metro dall’amico, e Trunks, che era ancora al suolo a pancia in su solo che a differenza di prima non si toccava più la spalla destra ferita, osservarono la terrestre abbastanza straniti mentre quest’ultima, sempre nella posizione di prima, continuava a scendere e, appena fu abbastanza vicina, colpì con un doppio braccio teso i due Shadow distruggendoli all’istante!!
“Wow, se la sa cavare!!” affermò il fratello di Gohan stupito dalla figlia di Crilin.
Mentre le due creature esplodevano, la giovane scese completamente a terra finendo proprio sopra al suo maestro… solo che invece di atterrargli con i piedi sul petto, all’ultimo distese la pancia in avanti in modo che finisse faccia a faccia con il ragazzo… in modo che, appena gli fu addosso, potesse stampargli un dolce e passionale bacio sulle labbra dopo avergli messo le braccia intorno alla testa!!
“EH?!?! O_O” inutile dire che il ragazzo coi capelli neri c’era rimasto a dir poco di sasso… e il bello era che pure lo stesso Trunks c’era rimasto di stucco mentre Marron continuava a baciarlo.
Solo dopo qualche secondo la ragazza si staccò leggermente dall’amico e, labbra contro labbra, gli sussurrò dolcemente “L’allieva che salva il maestro… non è una cosa buffa?”
“… La cosa buffa è che sia stato tanto sciocco da farmi ferire davanti a te!” rispose avendo capito che la giovane aveva assistito alla battaglia e sorridendo con dolcezza stando al suo gioco.
“Però sei comunque riuscito ad annientare colui che aveva rapito mia madre… sai che ti sarò grata per sempre per questo?”
A quel punto il figlio di Vegeta le disse con un sorriso malizioso “… Allora che ne dici di ricambiare il favore?” lei non se lo fece ripetere due volte e gli stampò un altro passionale bacio sulle labbra, solo che questa volta venne ricambiato da lui che le avvolse le braccia intorno al collo proprio come aveva fatto la sua allieva…
Peccato solo che quello non era né il luogo né il momento giusto per fare cose del genere “Ehm… scusate, mi spiace interrompere il vostro momento magico… MA QUI SIAMO IN GUERRA!!” Goten, anche se non poteva non ammettere di provare una grande invidia verso l’amico, li interruppe perché erano appena stati circondati da dei Samurai e quindi erano in una situazione di pericolo.
Marron, che era comunque consapevole del pericolo che correvano, decise di staccarsi dall’amato e, sempre col viso a pochi centimetri dal suo, gli disse “Direi di rimandare questo discorso a battaglia terminata… ti va?”
“E me lo domandi anche?” come conclusione di tutto i due si guardarono intensamente negli occhi sorridendo dolcemente l’uno all’altra… tutto sommato quella non era stata un’esperienza negativa, perché lui aveva capito i sentimenti che lei provava… ed aveva capito che erano ricambiati!!

Nello stesso momento la battaglia alla Stazione Spaziale stava proseguendo e i bambini aiutati dagli adulti stavano cercando di resistere ai micidiali attacchi di Darkster che si rivelavano sempre più letali.
“Cavolo, la sua energia sembra infinita!” affermò Cloud digrignando i denti e stringendo i pugni.
“Purtroppo è così: i suoi poteri oscuri uniti al cuore del Master gli donano energia illimitata!” spiegò Michael che, ancora ferito per il colpo precedente, era retto in piedi da Leila che aveva avvolto il braccio sinistro del bambino intorno al suo collo.
In quell’istante la creatura decise di mostrare loro qualcosa di nuovo e, ponendo la zampa destra al suolo, trasferì parte della sua energia nel terreno “Ed ora che sta facendo?” si chiese subito Bra che non comprendeva.
Zero aveva una mezza idea di quello che intendeva fare e… “PRESTO BAMBINI, VIA DI LI’!!” per fortuna lo sentirono in tempo e tutti si spostarono in tempo per evitare una colonna di energia rossa uscita fuori dalla terra proprio sotto i loro piedi.
Subito dopo Anakin approfittò del momento per sparare alla testa del mostro, ma lui creò una barriera color sangue intorno a sé e riuscì a difendersi, a quel punto ci pensò Erika a tentare un offensiva generando un cuore dalla sua bocca e prendendolo a modi arco per usare lo Slave Arrow e sparare delle frecce rosa che l’avrebbero pietrificato al contatto.
Tuttavia, ponendo avanti a sé la zampa sinistra, Darkster usò una specie di forza magnetica che bloccò all’istante le armi della piccola “Cosa?!” naturalmente lei ci rimase di sasso, mentre fu scioccata nel vedere che sempre grazie a questa forza generata dai poteri oscuri i suoi stessi oggetti si girarono e si rivoltarono contro di lei pronte a colpirla.
“PRESTO, EVITALI ERIKA!!” le gridò Tea per metterla in guardia, ma la figlia di Luffy era talmente spaventata e stupita al tempo stesso che scivolò e cadde all’indietro sul sedere.
Per sua fortuna intervenne Hitari che si frappose tra lei e gli Slave Arrow creando un mini varco oscuro estendendo il braccio destro di fronte a sé in modo che i colpi entrassero nel Regno dell’Oscurità dove si sarebbero probabilmente schiantati contro una delle tante rocce lì presenti.
Immediatamente la bambina ringraziò il suo salvatore “Grazie Seto, ti sono debitrice… ma non devi mai più creare varchi oscuri, non voglio che rischi di trasformarti in un Heartless per colpa mia!” tuttavia non poteva negare di essere preoccupata per colui che gli piaceva visto che per aiutarla aveva ricorso all’oscurità del suo cuore…
Ma lui senza problemi le disse “Non ti preoccupare, Jack mi ha insegnato a controllare le tenebre che ci sono in me. Non so ancora adoperare l’aura oscura che si trova dentro di me, ma le restati arti oscure non hanno segreti per me!” la convinzione e il sorriso con cui l’aveva detto convisero la compagna, tanto che rimase sorpresa, sembrava diverso dal bambino riservato che era un anno prima, ora era… un'altra persona. E non poteva negare che questo nuovo Seto le piaceva ancora più di quello precedente…
Mentre loro due dialogavano Kate aveva deciso di passare alla controffensiva e, puntando il suo lanciamissili contro Darkster, disse “Vediamo come te la cavi con questo!” e sparò un missile contro di lui… peccato solo che la creatura si accorse in tempo di quello che voleva fare e, all’ultimo momento, prese l’arma con la mano sinistra e se la schiantò contro la faccia facendola esplodere ed uscendone perfettamente illeso: quello era stato un modo per dirle che anche se l’avrebbe colpito non gli avrebbe fatto niente.
“Oh mamma mia…” Cid stava tremando di paura, tanto che il bastoncino che teneva di solito tra i denti gli cadde a terra.
La stessa Rebecca, che osservava tutto dalla finestra della Stazione Spaziale e aveva depositato il piccolo Boris dormiente sul trono dietro di lei, rimase senza parole “M-Ma quello… è un mostro nel vero senso della parola!!”
“I-Impossibile…” mentre Swann tremava di terrore la creatura cominciò ad avanzare lentamente verso di lei.
“Non ci provare!” Turner si posizionò subito in difesa della sua amata tirando fuori la sua frusta pronto a vedere che effetto avrebbe avuto il suo virus su di lui…
Tuttavia Pan intervenne per prima apparendo alla sinistra dell’essere e gli tirò un calcio sulla guancia spazzandolo via e lanciandolo dritto verso Cloud che si tenne pronto ad intercettarlo, ma lui si riprese in tempo e tentò di approfittare dello slancio per afferrare con i denti il Ninja… ci riuscì, ma si rivelò essere nientemeno che un pezzo di legno.
“Ti è piaciuta la Tecnica della Sostituzione?” gli disse il biondo che era a pochi passi alla sua destra con un sorriso a trentadue denti e il segno di vittoria sulla mano sinistra.
Darkster non prese bene la cosa, tanto che poco prima che Kankuro potesse immobilizzarlo con la Tecnica del Controllo dell’Ombra saltò verso l’alto arrivando a parecchi metri d’altezza.
“Ed ora cosa vuole fare?” si domandò stavolta Joey che aveva già caricato una sfera di fuoco fatuo sulla mano destra da lanciare in precedenza.
Michael, che lentamente si stava riprendendo tanto che aveva mollato la presa da Leila, sembrò capire il piano del nemico *Oh no, non vorrà mica…* i suoi sospetti si rivelarono fondati quando in cielo la creatura, unendo i palmi delle zampe davanti al petto uno sopra ed uno sotto, iniziò ad incanalare parecchia energia oscura… “SVELTI! TUTTI AL RIPARO!!”
Il grido del biondo arrivò troppo tardi, terminato il caricamento l’io originale di Xehanort sparò una serie di sfere oscure verso il suolo a velocità elevata…

Ma lì in mezzo a tutta quella confusione e a quella battaglia vi era qualcuno, qualcuno che fino a quel momento non era mai dovuto scendere in campo a combattere e che era rimasto ad osservare per tutto il tempo aspettando il momento propizio in cui il Master avrebbe perso lo Scettro della Luce… era sicuro che qualcuno della Neo Resistenza l’avrebbe attaccato e così lui ne avrebbe approfittato… naturalmente era Maschera di Ghiaccio, che reggeva con la mano destra il tesoro finale e camminava in mezzo alla confusione come se nulla fosse!!
Dopo aver visto Luffy colpire Xehanort e fargli volar via l’arma aveva usato il GPS installato sulla sua maschera per trovarlo… ed ora che era tra le sue mani poteva finalmente compiere il suo piano “Nessuno sta badando a me perché sono troppo impegnati a battersi tra di loro… la pazienza è la virtù dei forti, ed alla fine ha premiato colui che ha saputo aspettare… ossia me! Eheheheheheheheh!!”
“Tu sei Maschera di Ghiaccio giusto?” “Sappiamo quello che hai fatto e non te la faremo passare liscia!!” nello stesso momento un Ninja di Konoha ed un pirata, brandendo il primo un Kunai e il secondo una spada, si avventarono da lati opposti contro l’essere misterioso per attaccarlo… tuttavia il malvagio non badò a loro perché tempestivamente due suoi uomini si ersero in sua difesa e colpirono uno con un calcio e l’altro con un pugno scagliandoli via di parecchi metri.
Avendo le sue creazioni sistemato quel “problema” se tale poteva definirsi, all’uomo non rimaneva altro da fare che cercare una persona nello specifico “Devo trovare un Cavaliere della Speranza, uno che sia da solo e che quindi non attiri l’attenzione…” dopo aver osservato per bene tutti, si accorse che Goku, Naruto, David e C-18 erano in compagnia, Nami era assente e Luffy stava combattendo col Master e quindi era escluso e di conseguenza, considerando che Cell e Sora erano deceduti ed anche Malefica era sparita nel nulla, rimaneva una sola opzione…
“Opterò per Kaira Eheheheheheheheheheh!!” esclamò vedendo la rossa combattere da sola contro dei Boxer e distruggerli adoperando il suo Keyblade.
La donna stava combattendo con grinta e determinazione, e questo per un motivo ben specifico “Voi avete contribuito ad eliminare mio marito… ed io non vi perdonerò mai per questo!! MAI!!!” gridò difatti mentre si rimetteva in posizione da combattimento pronta a fare fuori altri Boxer che erano appena giunti ed intendevano affrontarla.
Tuttavia tutti loro furono annientati da un singolo Tune Sharp sparato dalle spalle della Custode “Ma cosa…”
“Scusa, forse volevi farli fuori tu… ma sinceramente mi disturbavano!” inutile dire che Kairi riconobbe all’istante quella voce e strabuzzò gli occhi.
“Tu…” immediatamente compì un balzo di fronte a se per distanziarsi di qualche metro per poi voltarsi ed osservare il nemico che era proprio lì vicino al punto in cui era prima che ghignava sotto la maschera e reggeva lo Scettro della Luce con la mano destra.
“Sono felice di vedere che non ti sei dimenticata di me, in fondo come avresti potuto considerando che ho distrutto il tuo villaggio Eheheheheheheheh!” di cosa stava parlando? Quale villaggio?
Beh alla donna quello non interessava, per cui rimanendo in posizione domando con uno sguardo carico d’ira “Che cosa vuoi, mostro?”
“Semplicemente il tuo aiuto, voglio che tu usi l’unico desiderio di cui disponi per soddisfare la mia richiesta!” esclamò Maschera mettendo le carte in tavola immediatamente.
Inutile dire quale fu la risposta “MAI!!” e dopo aver esclamato a gran voce il suo rifiuto la rossa si lanciò contro l’essere brandendo la sua arma.
Lui se l’aspettava una reazione del genere e per questo era già pronto “Siete troppo prevedibili… vorrà dire che ti costringerò con la forza a soddisfarmi!!” così, reggendo sempre il tesoro finale, usò il braccio sinistro per parare il fendente della rivale senza subire alcun danno “Il mio corpo è indistruttibile, e se non disponi del virus di Zero non mi batterai mai!!”
“Purtroppo non ce l’ho… ma ti sconfiggerò lo stesso!!” determinata più che mai a battere comunque il nemico, la reincarnazione di Kaira si distanziò da lui con un balzo e, puntandogli contro il Keyblade, usò lo Scoppio Firaga per sparare una sfera di fuoco che dopo pochi centimetri di cammino di divise in tre palle infuocate che si diressero velocemente verso di lui.
“Banale, guarda qualcosa di nuovo! Shape Defense!!” lanciando lo Scettro della Luce in aria e applaudendo dopo aver esteso le braccia di fronte a sé generò talmente tanto vento che deviò i colpi verso l’alto annullandoli poco dopo.
“Incredibile…” Kairi non si aspettava una reazione del genere e rimase stupita…
Tanto che abbassò la guardia quel che serviva a Maschera per approfittarne “Non togliere gli occhi di dosso dal tuo avversario… POTRESTI PENTIRTENE!!” immediatamente l’essere si scagliò contro di lei e le rifilò un cazzotto allo stomaco talmente violento che sputò sangue e si accasciò al suolo in ginocchio tenendosi la parte colpita dal dolore.
Gli aveva rifilato una botta micidiale che l’aveva colta di sorpresa *C-Che male…*
“Lo vedi? Non puoi competere contro di me…” disse lui prendendo al volo il tesoro finale che stava tornando a terra “… Perché allungare la tua agonia quando puoi chiudere tutto qui?” dopo averle esclamato ciò, il malvagio lanciò l’arma proprio vicino a lei “Esprimi il mio desiderio e i tuoi tormenti finiranno qui!”
Credeva che bastasse rassicurarla in quel modo per convincerla? Si sbagliava di grosso “… I-Io non farò m-mai niente per te!!” rispose guardandolo con occhi carichi di odio, conosceva la sua malvagità e sapeva che da un suo desiderio non poteva uscire niente di buono, per questo aveva rifiutato.
A quel punto l’essere, osservando severamente chi aveva davanti, disse “Sei più cocciuta di quello che pensavo Kaira…” fu allora che si accorse di qualcosa e dovette evitare due Blizzaga che erano stati sparati contro di lui saltando all’indietro “Che diavolo…”
“Lasciala stare, maledetto!!” in quel preciso istante una figura cominciò a correre velocemente verso l’uomo mascherato, pareva essere una ragazza dai lunghi capelli biondi raccolti in una treccia con una divisa nera e rossa ed un copri fronte col simbolo del Villaggio della Sabbia sulla fronte… doveva essere una Ninja di Suna, anche se gli abiti facevano pensare tutt’altro.
Naturalmente Kairi non sapeva chi fosse nonostante la stessa aiutando *E lei chi è?*
Invece Maschera pareva averla riconosciuta e, ghignando sotto la maschera, disse diabolicamente “Ma che incredibile coincidenza… è appena arrivato lo stimolo che mi serviva!!” di che diamine stava parlando?
Nel frattempo la neo arrivata aveva creato due Firaga su entrambe le mani e le aveva sparate contro il malvagio che le deviò verso l’alto usando ancora lo Shape Defense, a quel punto lei tentò un attacco fisico prendendo dalla tasca un Kunai e tentando di attaccarlo sul viso trapassandolo all’altezza dell’occhio destro… ma lui si dimostrò troppo veloce e, dopo aver evitato la sua mossa, la afferrò per il collo con la mano destra.
Immediatamente cominciò a stringere la presa in maniera molto forte, tanto che la ragazza iniziò a soffrire e, mollando la presa dalla sua arma, tentò di prendere l’arto rivale con entrambe le sue mani cercando di allentare la stretta, ma purtroppo non servì a niente, anzi non fece altro che spingerlo a mettere più forza.
“Aspetta! Lasciala stare! Lei non centra niente in tutto questo!!” gli gridò contro la donna nella speranza che ragionasse e la lasciasse andare…
Ma purtroppo non era una comune Ninja come lei supponeva “Tsk e perché mai dovrei lasciarla andare? In fondo ha a che fare con la situazione. Non ho ragione… mocciosa?!” dopo aver detto ciò Maschera imprimette ancora più forza nella sua presa facendo gridare dal dolore la povera ragazza che dovette annullare la magia d’illusione… rivelando che altri non era che la sorella gemella di Joey!!
“GRETA?!?!” naturalmente Kairi rimase a dir poco scioccata nel vedere la figlia in un posto come quello… che diamine ci faceva lì? Era impazzita? “COSA DIAVOLO SEI VENUTA A FARE QUI? TI AVEVO DETTO DI RIMANERE ALLA STAZIONE SPAZIALE CON GLI ALTRI BAMBINI!!” era su di giri ed arrabbiata nera con la piccola.
Lei, ancora stretta nella presa del malvagio, le rispose quasi con le lacrime agli occhi “M-Ma mamma… i-io volevo d-darti una m-mano…”
“Ma che tenerezza, se fossi un tipo sensibile adesso scoppierei a piangere… PECCATO PER VOI CHE NON LO SONO!!!” immediatamente Maschera scaraventò la giovane a terra violentemente a pancia in giù e poi le dette una forte pedata sulla testa mantenendo il piede attaccato al suo viso.
Davanti a tale gesto ed alle urla di dolore di Greta, la reincarnazione di Kaira le gridò “NO! NO! NOOOOO!!! TI PREGO, TI SUPPLICO, LASCIALA ANDARE!! E’ SOLO UNA BAMBINA!!” aveva le lacrime agli occhi, era a dir poco disperata, e il pugno datole in precedenza dal malvagio stava ancora avendo i suoi effetti su di lei delimitandole i movimenti anche quando era in ginocchio.
Tuttavia colui che aveva davanti se ne fregava altamente e si godeva appieno quello che aveva da sempre desiderato “Sì, sì, implorami, supplicami di risparmiare la vita ad un tuo caro, è questo che volevo vedere, tu e gli altri Cavalieri della Speranza che strisciate ai miei piedi e mi chiedete pietà. Questa è musica per le mie orecchie Muahahahahahahahahah!!!” dopo il momento euforico però decise di tornare a parlare di affari e… “Se vuoi davvero bene alla tua cara figliola allora prendi lo Scettro della Luce e desidera l’apertura di un varco spazio-temporale che riconduca ad undici anni fa, più precisamente un giorno prima che il Signore Oscuro si risvegliasse dal coma causatole da Namizu!!”
Che strana richiesta, perché voleva tornare proprio lì? Purtroppo non aveva il tempo di chiederglielo “E ti consiglio di sbrigarti… è meglio per te che non mi metti alla prova!!” immediatamente Maschera cominciò a spingere pesantemente il suo piede sulla testa della piccola Greta che era inerme al suolo e gridava dal dolore.
La bambina stava soffrendo come non mai, non avrebbe mai voluto che quel cattivo trionfasse… ma non voleva morire di fronte al genitore, per questo con il viso bagnato di lacrime le gridò disperata “MAMMA!! AIUTAMI!!!”
Kairi era stata messa all’angolo, se lo aiutava avrebbe contribuito a qualcosa di malvagio e se si rifiutava sua figlia sarebbe stata uccisa… per una madre non c’era niente di peggiore che assistere all’uccisione della propria bambina senza poter fare nulla, e se solo si fosse azzardata ad alzare il Keyblade lui l’avrebbe di sicuro ammazzata… non aveva scelta, per il bene della povera piccola doveva collaborare…
Digrignando i denti dalla rabbia a tal punto da farsi uscire sangue dalle gengive, raccolse il tesoro finale da terra e cominciò a sollevarlo verso l’alto “Brava, finalmente hai deciso di collaborare!” fece allora Maschera sorridendo malignamente sotto la maschera mentre la rossa esprimeva nella sua mente il desiderio di quell’essere orribile.
Senza perdere tempo una luce incredibile apparve dietro all’uomo mascherato, tanto che quest’ultimo dovette girare il busto verso le sue spalle mantenendo comunque i piedi dov’erano e il destro saldato sulla testa di Greta… ciò che apparve davanti a lui fu un portale dorato e rotondo che sicuramente l’avrebbe condotto là dove desiderava andare… inutile dire che con fare sognatore disse immediatamente “Finalmente… ormai ho dimenticato da quanto aspetto questo momento… MA ORA IL MIO PROGETTO VEDRA’ LA LUCE!! MUAHAHAHAHAHAHAHAH!!!”
“Ho fatto quello che desideravi, libera subito mia figlia!!” ordinò a quel punto la reincarnazione di Kaira con tono estremamente serio ed infuriato…
Tuttavia aveva trattato affari con la persona sbagliata… “Spiacente mia cara, ti avevo detto “Se vuoi davvero bene alla tua cara figliola”… NON “SE CI TIENI ALLA SUA VITA”!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!”
Immediatamente a Kairi venne un infarto “SEI UNO SPORCO BASTARDO!!”
“UNO SPORCO BASTARDO CHE STA PER AVERE LA SUA VENDETTA!!” immediatamente Maschera sollevò il piede pronto a calarlo sulla testa della povera Greta per spiaccicargliela ed ucciderla definitivamente… la bambina era pietrificata dal terrore e non riusciva a muoversi, e la stessa cosa valeva anche per sua madre “DI’ ADDIO ALLA TUA CARA FIGLIOLA, KAIRA!!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!”
Il piede iniziò a calare incessantemente puntando a schiacciarle il viso contro il suolo spappolandoglielo “AAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!”
“NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!” furono i rispettivi gridi della piccola e del genitore che erano disperati, speravano che fosse solo un terribile incubo, ma purtroppo era tutto vero… Greta stava per morire!!
Grazie a Dio qualcuno, muovendosi agilmente, prese la bambina con rapidità spostandola in tempo cosìcché il piede di Maschera impattasse contro il suolo senza provocare danni alla piccola che ora era in braccio al suo salvatore che a sua volta era giunto a fianco della Custode “Se bisogna spaventarli i bambini sono sempre il primo… ma non tollererò MAI che qualcuno li uccida davanti ai miei occhi!!”
La gemella di Joey, che aveva chiuso gli occhi per non vedere negli occhi la madre mentre moriva, li aprì per poter vedere in faccia il suo salvatore con il viso bagnato dalle lacrime “MAESTRO JACK!!!” immediatamente abbracciò lo scheletro scoppiando a piangere incessantemente, era stato Skeletron ad intervenire in tempo, se fosse arrivato un solo secondo più tardi…
Anche la moglie di Sora le era grata per questo “… Jack, ti devo un grossissimo favore! Grazie davvero!” esclamò difatti con gocce che scendevano sulle guance e finalmente un dolce sorriso sulle labbra.
Ovviamente Maschera di Ghiaccio non aveva preso bene quell’intervento “Non impicciarti nelle questioni che non ti riguardano, scherzo della natura!!” ma non sapeva che non era ancora finita… D’un tratto qualcuno gli passò di fianco ad una velocità incredibile, tanto che lui stesso si chiese cosa fosse accaduto… colui che aveva compiuto quel gesto era stato Brook, che ora era di fianco al Re delle Zucche e dava le spalle al nemico “Cos… un altro scheletro vivente? Ma dove diavolo siamo ad una festa di Halloween?”
“Sei stato molto cattivo… e il gelo dell’inferno ti punirà per questo!! Quinte Tierce Fantasia, Canticchiamento della tormenta nevosa!!” appena ebbe riposto la spada che aveva fuori nel fodero, un taglio verticale apparve sul corpo del malvagio che venne così colto di sorpresa da quell’attacco inatteso!!
Naturalmente il colpo non gli fece più di tanto visto che il suo corpo era fatto di plasma solidificato che ricompose all’istante la parte ferita “Muahahahahahahah che cosa pensavi di fare con quell’attacco idiota? Muahahahahahahah!!” peccato solo che non fu l’unica conseguenza della mossa… il taglio coinvolse anche la sua maschera che si divise in due e la parte a destra cadde rovinosamente a terra sfracellandosi al suolo!!! “Cos… LA MIA MASCHERA!!” mentre la parte distrutta crollava, il villains riuscì tempestivamente a coprirsi il volto con la mano destra ”Maledetto… era a questo che miravi fin dall’inizio!!”
“Nascondi la tua identità da troppo tempo… E’ ORA DI GETTARE LA MASCHERA E DI RIVELARE A TUTTI LA TUA IDENTITA’!!” gridò l’ex pirata girandosi di scatto verso il nemico mentre Jack, Kairi e Greta, ancora in braccio a Skeletron, osservavano silenziosi…
Dopo qualche attimo di silenzio, l’essere decise… di accontentarli!!! “Beh, tanto ormai il danno è fatto, ed in fondo è da parecchio tempo che mi nascondo…” così, senza perdere tempo, abbassò lentamente la mano destra e con quella sinistra prese la parte ancora attaccata al viso che non era caduta e la lanciò al suolo!!! Finalmente l’identità di Maschera di Ghiaccio stava per essere svelata!!!
E… appena lo videro si ritrovarono davanti il viso di un ragazzo dall'aspetto tenebroso e misterioso con dei capelli neri quasi a caschetto, degli occhi azzurri che facevano trasparire un sadismo incredibile e la classica espressione di colui che non aveva mai provato sentimenti in vita sua, inoltre possedeva anche un tatuaggio che andava da guancia a guancia attraversando il naso.
“Quindi è questo il suo vero volto…” esclamò il Re delle Zucche seriamente mentre la gemella di Joey dovette ammettere di provare un certo timore davanti a quello sguardo sadico.
La reincarnazione di Kaira invece… rimase pietrificata a quella vista!! Quello… quello… era la copia sputata dell’Incarnazione del Male!!! L’unica cosa che li distingueva erano il colore dei capelli e il tatuaggio, per il resto erano praticamente identici!! “N-Non è possibile… L-Luke…”
Maschera, finalmente smascherato, rispose all’insinuazione della rossa dicendo “Non mi stupisco che mi abbia scambiato per lui, difatti facciamo parte della stessa famiglia… ma lasciate che mi presenti in via ufficiale: il mio nome è Black Hitari, io, te e i tuoi amici ci siamo già incontrati undici anni fa, ma allora non mi avete riconosciuto… PERCHE’ ERO UNA DELLE CREATURE DELL’OSCURITA’!!!”

Eventi Principali Modifica

Personaggi Apparsi Modifica

Ener

Son Goten

Trunks

Vegeta

Naruto Uzumaki

Temari

Chiara Yutani

Margaret

Suigetsu Hozuki

Sai

Yamcha

Kiba Inuzuka

Nefertari Bibi

Auron

C-17

C-18

Karin

Kakashi Hatake

Nico Robin

Lea

Aqua

Squall Leonhart

Tifa Lockhart

Merlino

Paolino Paperino

Pippo

Terra

Rock Lee

Sanji

Franky

David Hitari

Cell

Sakura Haruno

Ino Yamanaka

Tony Tony Chopper

Tashigi

Gaara

Juugo

Maschera di Ghiaccio

Kairi

Greta

Brook

Jack Skeletron

Zero Turner

Kate Swann

Cid Highwind

Rebecca Hitari

Boris Hitari

Seto Hitari

Joey

Monkey D. Erika

Michael

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Hinata Uzumaki

Tea

Kankuro Nara

Pan

Bra

Anakin

Darkster

Heartless

Nessuno

Nesciens

Uomini di Ghiaccio

Gotenks

Marron

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale