FANDOM


Capitolo 109
Capitolo 109.jpg
Nome Capitolo 109
Postato il 19 Novembre 2013
Titolo La Guerra Universale! Lo Scontro con Young Xehanort e le Rivelazioni del Cuore!!


Il Capitolo 109 intitolato La Guerra Universale! Lo Scontro con Young Xehanort e le Rivelazioni del Cuore!! è il Centonovesimo e Quarantasettesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Erano le 18:35 e mancavano ancora venticinque minuti prima che iniziasse l’orribile Eclissi Divina durante la quale si può effettuare il Rito della Gloria Nera… purtroppo però la guerra non pareva essere arrivata ad uno sbocco perché tutte le fazioni coinvolte in battaglia cercavano di dare il meglio di sé per riuscire a trionfare, molti erano già caduti sotto i colpi dei nemici ed altri stavano duellando per riuscire a vincere e a battere il proprio avversario.
Tra i malvagi ancora in grado di lottare vi era Young Xehanort, reduce di aver eliminato Xion pochi minuti prima, che si stava battendo in quell’istante dapprima contro Tenshinhan e successivamente anche con Usopp e Tenten che avevano deciso di schierarsi a fianco del terrestre per dargli una mano in quel combattimento.
Come stava andando? Beh nonostante fossero in tre contro uno non riuscivano minimamente a ferire il nemico in quanto le poche volte che riuscivano a prenderlo utilizzava il Riavvolgimento Temporale per tornare all’azione precedente e agire di conseguenza.
“E’ tutto inutile, potete fare quello che volete ma senza nessuno nel vostro gruppo che sappia usare il Blitz Tonante non potete battermi!” affermò con un ghigno maligno il perfido avversario.
“Taci e combatti!” il nasone, che ormai aveva lasciato da parte il suo lato vigliacco per il bene dei suoi amici, usò la sua lunga fionda per preparare un suo attacco “Stella Verde, Humandrake!” immediatamente lanciò uno dei suoi Pop Green contro il ragazzo, solo che a contrario delle aspettative di quest’ultimo finì sul terreno a pochi metri da lui.
“Questa sarebbe la tua grande arma? Patetico!” leggermente deluso dall’offensiva rivale, il giovane brandì entrambe le sue lame e partì a gran velocità verso l’ex pirata…
Solo che non aveva compreso che in realtà faceva tutto parte del suo piano *Perfetto!!* ci volle poco prima che il sicario dell’Organizzazione XIII calpestasse a grande velocità la pianta che crebbe all’improvviso diventando un enorme mandragora carnivora che spalancò la bocca pronta ad ingoiare la sua vittima.
Però lui sapeva esattamente come reagire, difatti gli bastò attivare la Conflagazione per distruggere col fuoco il Pop Green e continuare l’attacco di prima verso Usopp con la differenza che ora aveva le fiamme intorno a lui.
“OH MAMMA!!!” anche se non era più uno che si spaventava facilmente doveva ammettere di provare paura in quella circostanza…
Ma per sua fortuna ci pensò Tenshinhan ad intervenire in tempo ponendosi davanti all’uomo prima che il malvagio arrivasse da lui e spararando il suo Kikoho centrando in pieno le colonne di fuoco e generando una violenta esplosione.
Non essendo stato colpito lui direttamente il Riavvolgimento Temporale non si attivò e per evitare di essere coinvolto dovette compiere un balzo all’indietro atterrando a parecchi metri di distanza da loro.
Il terzo incomodo però non intendeva lasciargli fare quello che voleva per questo Tenten, a distanza di sicurezza, aprì il grosso Rotolo Ninja che teneva in mano dall’inizio della battaglia “Rotolo di Armi!!” in un lampo partirono contro Young Xehanort una serie di Kunai e Shuriken che erano mirati a centrarlo e a ferirlo anche mortalmente…
Ma lui utilizzò in tempo lo Sdoppiamento per creare tanti cloni di sé, in questo modo ad essere colpiti furono i sosia e quello reale ebbe tutto il tempo per balzare verso l’alto e sparargli contro il Colpo-X, il fendente di energia blu a forma di x.
“Ci penso io! Stella Verde, Trampolea!” per aiutare la compagna di lotta, Usopp lanciò uno dei suoi Pop Green ai suoi piedi, più precisamente quello che creava il fiore che poteva fungere da trampolino, in questo modo dette la possibilità alla donna di balzare parecchio in alto e di evitare l’attacco che prese in pieno la pianta distruggendola.
“Grazie dell’aiuto!” la moglie di Neji ringraziò subito colui che l’aveva aiutata e subito dopo tirò fuori dalla tasca un rotolo che una volta aperto libero quello che pareva essere un bastone. La madre di Leila lo prese al volo e, dopo averlo fatto roteare con le mani intorno a lei per un momento, lo divise in due tenendo comunque legate le due estremità grazie ad una catena di ferro.
“Il periodo dei giocattoli è finito ormai. Mettilo via che sei patetica!” disse ironicamente la controparte giovane del Master con molta arroganza mentre tornava a terra.
Lei però non intendeva farlo e, scendendo in picchiata verso di lui, cominciò a far roteare la parte superiore dell’arma tenendo ferma quella inferiore “Tecnica dei Bastoni: Attacco Roteante!!” in un lampo tentò di colpire con esso il rivale sulla testa, ma quest’ultimo lo parò semplicemente alzando la lama che teneva sulla mano destra sempre con l’impugnatura al contrario.
“Te l’avevo detto, i giochi come questi non possono farmi niente!” fece il nemico mentre si teneva pronto ad ammazzarla tagliandola in due con l’arma sulla mano sinistra…
Ma “E allora vediamo cosa può farti questo, Kienzan!!” prima che potesse fare qualsiasi cosa Tenshinhan intervenne in tempo lanciando il suo cerchio magico caricato a grande velocità verso di lui.
Quest’ultimo, non si capiva se per paura o per semplice arroganza, preferì non correre rischi e compì un balzo verso la sua destra schivando il colpo del terrestre… in questo modo però si rese vulnerabile ad un altro attacco da parte della moglie di Neji.
“Tecnica dei Bastoni: Attacco Roteante!!” usando lo stesso attacco di prima Tenten riuscì a colpire in pieno viso il nemico spazzandolo via di parecchi metri “Sì! Ci sono riuscita!!” naturalmente sorrise per essere riuscita a mandare a segno la mossa quasi come se avesse appena vinto la sfida…
Ma purtroppo era ben lontana dall’essere conclusa, difatti in poco tempo Young Xehanort adoperò il Riavvolgimento Temporale per tornare indietro al momento esatto in cui aveva schivato il Kienzan del tre occhi e la donna stava per colpirlo con la sua mossa “Ma che diamine…” lei non si capacitava di come mai fosse tornata indietro nel tempo all’improvviso.
“Sei sorpresa? Eppure dovresti conoscere la mia tecnica ormai!” inutile dire che sapendo esattamente cosa intendeva fare per lui non fu difficile schivare il colpo col bastone abbassandosi… e rendendosi così disponibile ad un offensiva contro di lei che a questo punto era un bersaglio molto facile “Ed ora…” tentò immediatamente un affondo con entrambe le sue lame, ma all’ultimo un altro fiore-trampolino apparve sotto la madre di Leila consentendole di evitare la mossa con un lungo salto verso l’alto.
“Ancora questa cosa…” disse il ragazzo mentre con il colpo che era destinato alla Ninja distruggeva la pianta.
“Dispongo di una moltitudine di questi Pop Green, ma se volevi vedere qualcosa di nuovo bastava chiederlo!” in un lampo Usopp si tenne pronto a lanciare un altro dei suoi attacchi contro il sicario dell’Organizzazione XIII.
Lui però sembrava già pronto ad evitarlo o a usare il Riavvolgimento Temporale “Fa pure, tanto non funzionerà su di me!”
Però anticipando le sue mosse… “Questa volta no!! Taiyoken!!!” il membro dei Black Phantom, unendo le mano di fronte al viso, emanò una luce accecante diretta al giovane che, colpito in pieno, rimase cieco per alcuni secondi.
“AAAAAAAAHHHHHHHHH COSA DIAMINE E’ SUCCESSO?!?!?!” dolorante si toccava gli occhi mentre gridava al cielo dato che era stato colto di sorpresa da quella mossa.
Capendo che era il momento giusto, l’ex pirata sparò la Stella Verde, Giavellotti Bambù grazie al quale fece spuntare una serie di piante bambù ai piedi di Young Xehanort che si ritrovò a quel punto impalato senza alcuna via di scampo “Sistemato!”
“Ottima mossa!” gli disse Tenten che si era distanziata per evitare di finire colpita anche lei.
Purtroppo però in quest’altra occasione il malvagio mostrò a tutti e tre che nessuno dei loro attacchi aveva effetto su di lui, gli ci volle poco prima di sfruttare per l’ennesima volta il Riavvolgimento Temporale e tornare nel passato un attimo prima che il tre occhi lanciasse il colpo del sole.
“Taiy…” stupito per quello che era accaduto, Tenshinhan si rese conto solo all’ultimo che non aveva sparato la sua luce accecante e che quindi la controparte giovane del Master aveva avuto tutto il tempo per uscire dalla sua traiettoria teletrasportandosi proprio alle spalle dell’ex membro della Ciurma di Cappello di Paglia.
“Bel colpo, davvero niente male… ma inutile contro di me!” in un attimo tentò di affondare la sua lama contro la schiena dell’avversario che si era come paralizzato dal terrore di rimanere ucciso da quella mossa…
Ma questa volta fu la Jonin a salvarlo grazie ad una fune che aveva tirato fuori da uno dei suoi rotoli e grazie al quale prese al lazo il polso destro dell’uomo e lo trascinò a sé un attimo prima che il nemico lo uccidesse “Per un pelo!” affermò mentre continuava a tirare.
Il padre di Anakin atterrò a pochi centimetri da lei e, tirando un grosso sospiro di sollievo, la ringraziò per il suo intervento tempestivo “C’è mancato un soffio, ti sono davvero riconoscente!”
“Figurati, ti dovevo due favori… ed ora solo uno!” replicò la donna senza togliere lo sguardo dall’avversario.
Il quale, voltando lo sguardo verso loro due, affermò con un sorrisetto “Bravi, siete riusciti a farmi divertire… ma non ho molto tempo da sprecare con voi, non manca molto all’Eclissi Divina e devo eliminarvi prima di allora!” in un attimo si rimise in posizione da combattimento pronto a ricominciare.
Fiutato il pericolo, il terrestre si affiancò ai due compagni di battaglia… anche se sapeva comunque che pure in tre sarebbe stato difficile sconfiggerlo, a causa del Riavvolgimento Temporale pareva invincibile… eppure un modo per batterlo senza il Blitz Tonante doveva esistere *Già… ma qual è?*

Tornando al combattimento tra Smoker e Deidara, quest’ultimo non aveva ancora terminato di usare una delle sue tecniche più micidiali, il C4 Garuda… e questo perché era ancora intento a generare un enorme clone d’argilla sputando letteralmente il materiale verso terra.
Il sosia del biondo era grande almeno quanto un gigante ed era stato notato da parecchi dei combattenti della guerra, anche se lì intorno a loro non c’era nessuno dei “pezzi grossi” in quanto tutti quanti sapevano che un esplosione avrebbe rischiato di coinvolgere anche loro distraendoli oppure ferendoli e dando così una chance all’avversario di finirlo.
L’unico a parte alcuni Heartles, Nesssuno, Nesciens, pirati e Ninja che era presente in quella parte del campo di battaglia era il Grand’Ammiraglio, il quale stava osservando ciò che combinava il suo avversario *Ed ora che accidenti sta tentando di fare?*
“Preparati a morire bastardo!! Chi osa insultare la mia arte non merita di vivere!!” finalmente terminò di sputare l’argilla per creare la gigantesca copia di se stesso e, mantenendo gli occhi da pazzo che aveva assunto precedentemente, unì le mani davanti a sé componendo alcuni sigilli ed ecco che la statua creata esplose all’istante… l’unico problema fu che stavolta non ci furono fuoco e fiamme, semplicemente da esso fuoriuscirono degli strani puntini che cominciarono a scendere lentamente al suolo.
Il Marine osservò il tutto senza fiatare, gli sembrava strano che avesse fatto tutto quel casino per nulla… a meno che quei cosi che stavano cadendo non fossero… *Ho una gran brutta sensazione al riguardo…*
In un attimo quelle strane bombe sparirono non appena ebbero raggiunto il suolo… ed ecco che tutti coloro che erano intorno a loro e che distavano meno di un kilometro di distanza cominciarono a sgretolarsi fino a sparire del tutto dopo aver gridato dal dolore… che diamine era successo?
Deidara si convinse subito che fosse finita e sollevando le braccia al cielo gridò con tutta la forza che aveva in corpo “HO VINTOOOOOOOOOO!!!!”… ma ne era davvero sicuro?
I suoi occhi da pazzo diventarono improvvisamente terrorizzati quando si accorse che c’era del movimento dietro di lui… e difatti voltando la testa si accorse che Smoker era proprio alle sue spalle e impugnava con la mano sinistra il suo Jitte!!! “White Spark!” grazie a quella mossa aveva trasformato le gambe in colonne di fumo riuscendo così a raggiungere l’uccello di C3 del nemico ed a coglierlo di sorpresa riuscendo tra l’altro a trapassarlo da parte a parte al petto con la sua arma!!
Entrambi si trovavano sopra l’animale e, dopo essere stato trafitto, l’ex Akatsuki stava letteralmente tremando dalla paura, anche se nonostante fosse stato colpito mortalmente non perdeva neanche il minimo sangue “C-Come sei r-riuscito a s-sopravvivere?”
“L’avevo capito quasi subito che quel sosia aveva generato delle mini bombe. Queste, una volta raggiunto il suolo, entrano nel corpo della vittima tramite le vie respiratorie ed esplodono al suo interno disintegrando l’ospite… tuttavia su di me questi trucchi non funzionano, almeno fino a quando posso usare il White Vine per trasformare il mio intero corpo in fumo ed annullare così ogni consistenza fisica in me!!” in altre parole aveva usato la sua caratteristica Rogia per evitare che quelle armi insidiose entrassero nel suo corpo.
Una volta sentita la spiegazione, il membro dell’Organizzazione XIII scoppiò misteriosamente a ridere “Sei stato furbo, lo ammetto…”
“… Ma non abbastanza!!” d’un tratto alle spalle del Grand’Ammiraglio spuntò nientemeno che Deidara stesso che fuoriuscì dalla schiena dell’uccello!! L’unica differenza con quello trafitto era che non portava la divisa che un tempo apparteneva all’Akatsuki, ma questo forse testimoniava che era quello vero, difatti quello trapassato si scompose all’istante in argilla.
“Ma cosa…” girandosi di scatto, il Marine si accorse solo dopo di essere caduto in una trappola dato che il biondo cominciò a sputare il materiale che adoperava per usare le bombe attorno a lui generando un suo sosia con all’interno lo stesso fumoso che si ritrovò così intrappolato da una copia dell’artista sulla schiena dell’animale fatto col C3.
Appena ebbe terminato, il Ninja si dette una spinta all’indietro adoperando le mani e si lanciò verticalmente alle sue spalle finendo così sospeso per aria con sempre degli occhi da psicopatico puro “Avevo previsto che potessi fare una cosa del genere dopo aver visto le tue mosse precedente, così ho fatto in modo che fosse un mio Clone d’Argilla ad agire al posto mio, in questo modo ti avrei attirato sopra la mia creazione dove ti avrei impedito qualsiasi via di fuga!! Muahahahahahah!!!”
Purtroppo aveva ragione, Smoker con ancora in mano il suo Jitte si era ritrovato intrappolato dentro una statua in miniatura del suo avversario che ben presto sarebbe esplosa liberando delle mini bombe che si sarebbero introdotte nel suo apparato respiratorio uccidendolo dall’interno… un modo per salvarsi c’era, ma avrebbe funzionato in quel misero spazio? *Beh, non che abbia altre alternative…*
“PREPARATI A DIVENTARE UNO DEI MIEI CAPOLAVORI PIU’ RINNOVATI!! C4 GARUDA!!!” ed ecco che, unendo le mani a sigillo davanti a sé, un Deidara che era ancora sospeso per aria a parecchi metri di distanza da terra attivò la sua mossa facendo autodistruggere la sua creatura…

“Sistemati! Non mi sembravano però tutto questo granché!”
Oltre ai “pezzi grossi” anche le creature normali risultavano un problema per alcuni di loro… ma non per Lea che sfruttando il suo Keyblade aveva sistemato parecchi Nessuno Samurai in breve tempo ed ora era accerchiato da quelle creature che evaporavano in particelle di oscurità “E pensare che un tempo sono stato uno di loro…”
Aqua, che aveva combattuto al suo fianco per tutto quel tempo, stava osservando l’amico senza proferire parola… all’inizio della guerra aveva pensato che forse era il caso di confessargli ciò che provava veramente per lui in quel momento dato che dopo Terra e Ventus non l’avrebbero mai lasciata andare e rischiava di ferire il primo se lo avesse detto davanti a lui… ed era ancora di quella opinione, anche se aveva comunque paura della reazione del rosso e che non ricambiasse i suoi sentimenti, ma doveva comunque provarci…
Così, dopo aver tirato un grosso sospiro per darsi la forza, si avvicinò all’ex compagno del Team Tempesta che nel frattempo aveva poggiato la sua arma sulla spalla destra e gli disse “Scusa Lea, so che forse non è il momento giusto… ma devo dirti una cosa della massima urgenza e non posso più aspettare!”
“Ehm… forse non te ne sei accorta ma non c’è tempo per parlare, siamo in mezzo ad una guerra. G-U-E-R-R-A! L’hai memorizzato?” davanti allo spelling dell’amico la donna scoppiò quasi a ridere… il che lasciò l’ex Nessuno abbastanza attonito “Non avevi mai riso quando facevo così, dicevi sempre che dovevo piantarla… hai per caso qualcosa che non va?” gli domandò con sguardo parecchio stralunato come se avesse davanti un alieno.
Ma la Maestra del Keyblade sapeva esattamente cosa stava facendo e, senza indugio, cominciò a rivelargli tutto quanto “Non sono mai stata meglio in vita mia, perché finalmente ho ascoltato il mio cuore ed ho capito cosa voglio veramente… siamo stati 7 anni compagni di Ansem nel Team Tempesta e quello, nonostante fosse un periodo nero per gli Universi interi, è stato forse il migliore della mia vita perché ho collaborato con delle persone fantastiche come voi. Quando sono stata controllata da Luke e ti ho ucciso è stato come ammazzare una parte di me perché lentamente avevo iniziato a provare qualcosa per te… e sapere che eri sopravvissuto mi ha dato una gioia indescrivibile…”
“Sì ok, ma passa direttamente al sodo che non abbiamo tutto il tempo!” l’io originale di Axel questa volta aveva ragione dato che era stato costretto ad annientare alcuni Shadow che si stavano avvicinando a loro con un paio di Firaga ben piazzati.
In questo caso il rosso aveva ragione e per questo Aqua decise di dirgli tutto all’istante “Il concetto è questo… Lea… IO TI AMO!! A-M-O, l’hai memorizzato?” per ficcarglielo meglio nella testa aveva usato lo spelling che l’amico era solito usare…
La rivelazione arrivò dritta alle orecchie del Custode che rimase a dir poco scioccato dalla cosa, un po’ l’aveva sospettato dalla reazione eccessiva della donna nel venire a sapere che era ancora vivo… ma sentirselo dire così nel mezzo di una battaglia essenziale per il destino degli Universi era ben altra cosa “C-Come?! O_O”
Non riusciva ancora a capacitarsi della cosa e la donna questo l’aveva capito, per questo abbassando la testa gli disse “Non so se tu mi ricambi o mai lo farai, però questa è la verità delle cose e non ce la facevo più a tenermi tutto dentro, dovevo dirtelo…”
“COME SAREBBE A DIRE?!” il problema era che anche qualcun altro aveva ascoltato il discorso che c’era stato tra i due e pareva non aver preso per niente bene la cosa… naturalmente si stava parlando di Terra, che indossava ancora la sua armatura attivata all’inizio della guerra e che fece svanire in quel momento solo per poter guardare l’amica e quello che aveva conosciuto giusto un paio di giorni di prima.
La maestra di Kairi ci rimase malissimo e si paralizzò completamente, il peggiore degli incubi si era realizzato, aveva sentito tutto quanto… Lea invece, che conosceva a malapena il ragazzo e le sue gesta, si toccò la testa con la mano sinistra e disse “Mi sa che qui si scatenerà un putiferio ben peggiore della guerra… e io purtroppo ci sono di mezzo!”
Purtroppo aveva ragione “Io sparisco per vent’anni e tu ti rifai trovandoti qualcun altro? Allora a cosa sono serviti i discorsi che mi hai fatto al Cimitero del Keyblade? Non avevano alcun senso… perché non erano detti col cuore!”
“MA CHE DIAMINE STAI DICENDO?” sbottò però Aqua di fronte alle parole provocanti dell’amico che aveva frainteso tutto quanto “Io ti voglio bene e sempre te lo vorrò così come con Ven… ma tu per me sei sempre stato un amico e nient’altro, le parole che ti ho detto per spingerti a tornare a combattere erano vere, io credo in te nella tua redenzione… ma in questa battaglia tu non centri niente!”
“Tu dici? Forse per te è così, ma io ho sempre provato qualcosa di speciale per te, anche se non ti ho mai detto niente per evitare di rischiare di compromettere il nostro rapporto con Ven e Master Eraqus… e da come ti comportavi pensavo che anche tu ricambiassi… e invece non è così. Uno dei motivi per cui sono caduto nell’oscurità è anche che provavo rabbia al solo pensiero che qualcuno ti facesse del male, UNA DELLE CAUSE PER CUI IL SIGNORE OSCURO E’ NATO SEI TU!!”
“MA TI SENTI QUANDO PARLI? STAI DICENDO UN MUCCHIO DI FESSERIE!!”
“Ehm scusate posso introm…”
“STAI ZITTO!!” il povero Lea venne bruscamente ammonito dai due litiganti e così il rosso, col broncio, decise di allontanarsi, non valeva la pena intervenire per simili discussioni da bambini… senza contare che indirettamente era stato lui a causarla, ma in quell’istante ciò non gliene importava niente considerando che cosa era in corso.
Ma i due si erano quasi dimenticati che ci fosse una guerra in atto e continuavano a litigare tra di loro “Fesserie? Ti sembra una fesseria ciò che provo per te? Allora mi spiace dirlo ma tu e Xehanort siete uguali… siete due tentatori che si divertono a spingermi nelle tenebre più profonde!!”
“SONO FESSERIE CIO’ CHE TU HAI APPENA DETTO!!” replicò Aqua che stava perdendo la pazienza “Prima che tu affrontassi Master Xehanort ti avevo detto che ti saresti perduto ancora perché l’oscurità non è altro che ira e furia… ed è ciò che sta accadendo adesso!! La rabbia ti sta rendendo cieco e non ti permette di vedere che l’oscurità sta tornando in possesso del tuo cuore!”
“Pensala come vuoi, a me non importa niente!” Terra non voleva più sentire ragione e, dando le spalle alla donna, cominciò ad allontanarsi con il Keyblade in mano “Per quanto mi riguarda io e te abbiamo chiuso in via definitiva. Mi dispiace molto per Ven che soffrirà della cosa, ma se tu pensi che io sia solo una marionetta dell’oscurità e che tu non centri niente in ciò che mi è capitato allora tu ed io non abbiamo più niente da dirci!”
“Come vuoi, allora non rivolgermi mai più la parola!!” dette queste parole, anche la Maestra del Keyblade girò i tacchi e si allontanò da quel punto pronta a ricominciare la battaglia… ma nonostante avesse deciso di non parlargli mai più non poté non scappargli una lacrima, si sentiva malissimo per ciò che era capitato, non voleva che l’amico sentisse la sua confessione a Lea, purtroppo questo era successo… e per la sua bambinaggine era stata costretta a chiudere ogni rapporto con lui!!

“Stella Verde, Impact Wolf!”
Mente si svolgeva tutto questo lo scontro con Young Xehanort stava proseguendo e Usopp aveva utilizzato uno dei suoi Pop Green per generare una pianta a forma di lupo e tentare di attaccare il suo avversario, ma quest’ultimo con un semplice Firaga era riuscito a sbarazzarsene e a distruggerlo in poco tempo.
“Dovrai fare di meglio se vuoi battermi!” fece allora il ragazzo con un sorriso sarcastico quasi a prendere in giro i suoi avversari.
Tenshinhan nel frattempo stava pensando *Devo riuscire a colpirlo con almeno un colpo di Ki, solo allora potrò capire se questo tipo di attacchi è in grado di ferirlo o meno!* il problema era che anche senza il Riavvolgimento Temporale il rivale era molto veloce, doveva cogliere il momento migliore ed attaccarlo di sorpresa, era l’unico modo.
Nel frattempo anche Tenten stava attaccando il giovane tirando fuori un rotolo e facendo fuoriuscire da esso dei Kunai contenenti delle carte bomba “Vediamo come te la cavi se sei completamente circondato!” la sua strategia era di accerchiarlo con le sue armi in modo che esplodessero simultaneamente senza dare al malvagio alcuna via di fuga e di conseguenza centrandolo in pieno…
Il problema era che anche lui era molto furbo e, mantenendo il suo sorriso, gli disse “Stai sottovalutando i miei poteri!” e, un attimo prima che iniziassero le esplosioni, usò il Teletrasporto per distanziarsi sufficientemente da evitare di essere colpito.
La donna non la prese molto bene *Oh no!* pensò difatti digrignando i denti.
“Adesso tocca a me. Prova a schivare le mie armi!” deciso a contrattaccare, la controparte giovane del Master unì le braccia al suo petto mantenendo comunque attive le due lame che impugnava e generò intorno a sé delle sfere blu che a loro volta spararono degli arpioni neri bordati di azzurro contro la moglie di Neji, era una delle sue tecniche preferite le Sfere di Energia.
La Ninja agilmente riuscì a schivare gran parte delle armi che gli erano state lanciate contro… ma alla fine si ritrovò infilzata alla spalla destra da uno di essi e, toccandosi dolorante la parte colpita, si inginocchiò mentre digrignava i denti dalla rabbia “Maledizione, dovevo stare più attenta!”
“Ve l’avevo detto, non siete alla mia altezza, ed ora il colpo di grazia!” in un attimo il ragazzo balzò verso l’alto e si tenne pronto ad usare la tecnica chiamata Impatto Magnetico, lanciando un arpione meno pericoloso di quelli precedenti attira il rivale a sé e poi lo finisce come meglio preferisce, e se fosse riuscito a mandare a segno la mossa per la Jonin non ci sarebbe stata alcuna via di salvezza, sarebbe morta inevitabilmente...
Ma la fortuna era dalla sua parte ancora una volta “Stella Verde, Rafflesia!” sparando uno dei suoi Pop Green, Usopp generò una pianta dall’odore nauseabondo proprio sul punto da cui era saltato il nemico, inutile dire che la puzza salì verso l’alto fino a raggiungere il rivale.
Quest’ultimo disattivò per un momento le sue lame per potersi toccare il naso e cercare di coprire l’odore schifoso che fuoriusciva da quella rafflesia “Che puzza!!”
Il momento era favorevole, dovevano approfittarne “Forza Tenshinhan, tocca a te!!” gridò difatti l’ex pirata al compagno di lotta suggerendogli di colpirlo in quell’istante.
Il tre occhi non se lo fece ripetere due volte “Subito!” e si portò rapidamente di fronte al nemico che era ancora intento a coprirsi le vie respiratorie per badare a lui che nel frattempo aveva unito le mani a triangolo “Kikoho!!” in un attimo sparò il suo micidiale attacco che centrò all’istante il sicario provocandogli ingenti danni… e il bello era che non era stato usato il Riavvolgimento Temporale!! Quindi forse… “SI!! GLI ATTACCHI DI KI POSSONO FERIRLO!!!”
“Evvai!!” il nasone stava naturalmente festeggiando mentre Tenten, ancora in ginocchio, si limitò a sorridere…
Ma la gioia durò ben poco perché ecco che con qualche secondo di ritardo rispetto al normale il membro dei Black Phantom si ritrovò qualche secondo indietro al momento in cui stava sparando l’attacco energetico “Ma che…”
“Almeno ci hai provato!” fu l’unica cosa che disse Young Xehanort prima di usare il Teletrasporto per portarsi sopra di lui e buttarlo al tappeto con un violento calcio.
“Oh no! Ha fallito anche quello!!” la Ninja, che si stava lentamente rimettendo in piedi, cercò di raggiungere il punto dove era stato scagliato il compagno di lotta, e la stessa cosa la fece anche l’ex pirata della Ciurma di Cappello di Paglia.
“Mettetevelo in testa, il Blitz Tonante è l’unica mossa che possa ferirmi senza permettermi di ricorrere al Riavvolgimento Temporale, non troverete MAI una soluzione alternativa. Quindi scegliete, o vi arrendete e vi uccido subito… oppure continuate a combattere e soffrirete le pene dell’inferno!!” li minacciò la controparte giovane del Master mentre tornava a terra.
Usopp digrignò i denti dalla rabbia “E’ invincibile, senza quella mossa non riusciremo mai a batterlo!”
“Sembra che non ci sia alcuna via di salvezza per noi…” la Jonin pareva quasi essersi rassegnata al suo destino…
Ma Tenshinhan, che nel frattempo aveva sollevato il busto, sentiva che non era ancora finita, la tecnica del nemico aveva funzionato a scoppio ritardato quando era stato colpito dal Kikoho, quindi ciò gli faceva supporre che il Ki anche se non riusciva a ferirlo lo stordiva per pochissimi secondi… per quasi tutti quello sarebbe stato un fattore irrilevante dato che comunque non sarebbero mai riusciti a batterlo… ma non per lui che aveva la tecnica giusta per lo scopo!! *Sì, se uso quella dovremmo riuscire a vincere…*
“Ascoltatemi bene!” rimettendosi in piedi, il tre occhi cominciò a dare le direttive ai suoi compagni di combattimento “Ho trovato il modo per vincere e questa volta sono sicuro che ce la faremo… però ho bisogno del vostro aiuto, siete pronti?”
“Certo, se sei sicuro di trionfare allora ti darò una mano!” il nasone dette la sua disponibilità.
E la stessa cosa la fece anche Tenten “Io sono ferita, ma cercherò di rendermi utile alla causa!”
Molto bene, entrambi erano disposti ad aiutarlo, così il terrestre, sorridendo felicemente, poté affermare senza alcun dubbio “Vedrete ragazzi, se riuscirò a lanciare la mia tecnica e a colpirlo in pieno… lo sconfiggeremo!!”
“Tsk non mi interessa quale sia questa tecnica, non riuscirete mai a colpirmi perché la mia agilità va ben oltre la vostra portata!!” Young Xehanort era deciso più che mai ad impedire che realizzassero il loro piano e, riattivando le lame blu che impugnava al contrario, si rimise in posizione da combattimento… il momento della verità era giunto, chi avrebbe trionfato alla fine?

“Seis Fleur, Clutch!”
In un'altra zona del campo di combattimento c’erano Robin e Kakashi che stavano combattendo come una squadra contro un orda di Heartless, Nessuno e Nesciens e la donna aveva appena adoperato i suoi poteri per rompere la spina dorsale ad alcuni di loro dopo aver fatto crescere delle braccia sul loro corpo che li bloccassero.
Anche Kakashi stava facendo la sua parte, difatti dopo aver scoperto il suo Mangekyou Sharingan era riuscito a distruggere alcune delle creature grazie alla pressione esercitata dalla sua Abilità Innata tramite varco spazio-temporale “Non è difficile sistemare queste creature… il problema è unicamente il numero!”
“Hai detto bene, se non fossero così tanti non sarebbe un problema batterli!” replicò Nico dando ragione al compagno, il problema fu che così si distrasse e un Neoshadow sgusciò all’istante dietro di lei pronta a colpirla.
Grazie al suo occhio Hatake riuscì a prevedere ciò che stava succedendo e, voltandosi verso di lei, disse “ATTENTA ALLE SPALLE!!” e sfruttando la stessa tecnica precedente riuscì a distruggere letteralmente l’essere.
Quest’ultimo però prima di evaporare in particelle di oscurità riuscì a colpire l’ex piratessa che si era voltata all’ultimo per controllare cosa stesse accadendo e, colta di sorpresa, venne ferita leggermente al braccio e lanciata via.
Tempestivamente, dopo aver fatto tornare l’occhio normale, intervenne in tempo e prima che potesse cadere a terra la prese reggendole con entrambe le braccia la schiena “Giusto in tempo!” esclamò subito dopo il Ninja osservando sorridente la donna…
Una donna che davanti a quel contatto fisico non poté fare a meno di arrossire leggermente, sembrava strano ma dopo un anno passato insieme a decifrare le pergamene che parlavano dello Scettro della Luce aveva finito per affezionarsi a quell’uomo, si sentiva quasi rispecchiata in lui, era abile in combattimento ma al tempo stesso non spasimava nel volersi trovare nuovi amici anche se era pronto a sacrificarsi per loro… sembrava quasi la sua copia in versione maschile…
“Ehi, ti sei accorta che sei diventata tutta rossa?” le fece notare Kakashi mentre i due rimanevano nella stessa posizione di prima: lei in procinto di cadere di schiena e lui che la reggeva con entrambe le braccia poggiate sulla sua schiena… e con entrambi che si osservavano negli occhi quasi come se si fossero dimenticati della battaglia in corso.
Ma forse era proprio ciò che aveva fatto Robin, in fondo sentiva che l’opinione che aveva di lui stava cambiando, che stava nascendo in lei qualcosa che andava ben oltre la semplice amicizia, che… che… “Senti, forse non è il momento giusto per dirtelo, ma sono innamorato di te!”… neanche il tempo di concludere il pensiero… che quello gli aveva spiattellato così su due piedi i suoi sentimenti?!
Inutile dire che l’ex membro della Ciurma di Cappello di Paglia rimase leggermente… diciamo imbarazzata per il modo in cui gli era stato detto “Ma… ma ti sembra il modo di dirmi una cosa così delicata?!” più che arrabbiata sembrava quasi… diciamo delusa dal tono che aveva usato.
“Beh considerando che non sono bravo con le confessioni mi sembrava il modo e il momento migliore!” ammise il Jonin con un innocenza che avrebbe fatto concorrenza ad un bambino.
Quantomeno non aveva fatto altro che esternare ciò che provava per lei nel modo più semplice possibile… certo non era come se lo sarebbe immaginato, ma era sempre meglio di niente, e dato che lui era stato il primo a toccare l’argomento… “Ehm, già che ci sono volevo dirti una cosa anch’io…”
“Cioè?” chiese il Ninja che dopo essersi confessato pareva essere più tranquillo.
Lei così, dopo aver riflettuto parecchio su cosa dire, decise di fare proprio come aveva fatto lui… dirglielo in maniera semplice e diretta “Sai… credo proprio di essermi innamorata pure io di te!!” certo che entrambi si facevano concorrenza quando si parlava di rivelare i propri sentimenti a qualcuno in un batter d’occhio.
Lui, stupito di essere ricambiato là dove credeva che non sarebbe mai accaduto, esclamò “Sul serio? Beh mi hai preso alla sprovvista non immaginavo che anche tu provassi le stesse cose per me…”
“Tu parli troppo!” dopo avergli detto questo in modo scherzoso e con un dolce sorriso sulle labbra non perse tempo e gli stampò le labbra sulle sue in un caldo bacio… essendoci la maschera di Kakashi in mezzo si sarebbero dovuti fermare a quello, ma ad entrambi stava bene così.
Tutti e due si erano liberati di un enorme peso dallo stomaco in modo veloce e diretto ed erano riusciti nel loro intento perché avevano scoperto che l’altro ricambiava i suoi sentimenti… e così con quel piccolo ma simbolico gesto avevano coronato ciò che volevano da un anno… confessare alla persona amata il proprio desiderio di starle accanto!

“Dodonpa!!”
Intanto lo scontro con Young Xehanort proseguiva senza esclusione di colpi e Tenshinhan aveva appena lanciato il suo raggio laser dall’indice: lui e i suoi due compagni stavano mettendo in atto la loro strategia e per portarla a termine dovevano spingere in un angolo il malvagio, era la loro unica via di salvezza.
Però era un impresa tutt’altro che facile dato che il ragazzo era molto agile e schivava i loro colpi con molta tranquillità, cosa che fece anche in quell’occasione andando verso sinistra “Tocca a me!” in un attimo rievocò le sfere blu che spararono degli arpioni contro il tre occhi, ma anche lui fu abbastanza rapido da evitarle andando verso l’alto.
“Stella Verde, Devil!” il nasone intanto attaccò il nemico lanciando la sua pianta carnivora contro di lui, ma gli bastò attivare Conflagazione per bruciarla letteralmente.
“Ancora quella mossa…” disse Tenten che nel frattempo stava riflettendo sul modo migliore per attaccarlo.
La controparte giovane del Master, sorridendo malignamente, decise che era arrivato il momento di chiudere il match una volta per tutte e di sfoderare quindi la sua tecnica micidiale “Ammetto di essermi divertito davvero molto a combattere contro di voi… ma è ora di terminare il match… e lo farò nel modo più spettacolare che conosco!! RITENETEVI FORTUNATI PERCHE’ SIETE GLI UNICI CONTRO CUI HO USATO UNA SIMILE MOSSA!!!”
In un attimo il sicario prese le due lame impugnandole correttamente e sollevò entrambe al cielo, dopodiché… niente, assolutamente niente!! “Ahahahahahah hai fatto cilecca amico!” Usopp era sicurissimo che avesse fallito nel suo intento.
Ma la donna e soprattutto il terrestre sentivano che invece non era così *Questo silenzio è troppo sospetto…* pensò il membro dei Black Phantom… improvvisamente ecco che cominciarono a sentire un rumore provenire dal cielo, così sollevarono tutti gli occhi e videro…
“No, non può essere…” la Jonin rimase a dir poco scioccata.
L’ex pirata era letteralmente terrorizzato “C-Cos’è q-quella?”
“UNA METEORA!!!” ci pensò Tenshinhan a spiegare a tutti quanti che cos’era, quel giovane aveva talmente potere da richiamare un oggetto di tali dimensioni e peso dal cielo? Ma che diavolo…
Ci pensò Mysterious Figure in persona a svelare l’arcano “Quando il Master è giunto nel passato e mi ha insegnato i segreti dei viaggi temporali non si è limitato a questo. Mi ha anche addestrato nell’arte del combattimento e a controllare ciò che sta intorno a me… ed è grazie a questo potere che sono riuscito a richiamarla dallo spazio, in fondo ne è pieno considerando che questo è solo un pezzo di terra in mezzo al nulla!! Muahahahahahahah!!!”
“CI PENSO IO RAGAZZI!! KIKOHO!!” decidendo di intervenire personalmente, il tre occhi usò la sua tecnica più famosa per distruggere la roccia e farla precipitare a terra solo sotto forma di piccole pietre infuocate che non presero nessuno di loro.
“Per un pelo!” Usopp se l’era vista davvero brutta e stava ancora tremando, anche Tenten non era messa tanto bene.
Nonostante la sua mossa fosse stata vaporizzata in quel modo il malvagio non pareva triste della cosa, anzi continuava a sorridere “Se pensate di avermi battuto solo perché avete annullato la mia tecnica vi sbagliate di grosso, posso richiamare di nuovo una meteora quando voglio, senza contare che col Riavvolgimento Temporale i vostri danni saranno annullati… in altre parole ho già vinto Eheheheheheheheheh!”
“Questo lo credi tu!!” a parlare era stata la Ninja che, mettendo mano ad alcuni rotoli che teneva legati alla cintura, parlò ai suoi due compagni, viste le ultime novità era meglio agire subito “Non aspettiamo ulteriormente, facciamolo!”
“Sono d’accordo! Se quello usa di nuovo una meteora per noi è la fine… soprattutto se ne lancia più di una!” concordò l’ex pirata più per paura che per altro.
Inutile dire che Tenshinhan non aveva nulla da obiettare e, sorridendo, disse “Perfetto, allora agiamo… e buona fortuna a tutti quanti!!” il piano per annientare Young Xehanort era appena iniziato!!
Il primo ad agire fu proprio il terrestre che iniziò a volare verso l’alto quasi a mettersi in posizione per lanciare la tecnica a cui aveva pensato precedentemente. Il ragazzo voltò lo sguardo verso di lui e per questo la Jonin capì che era il momento di agire *E’ distratto, è il momento giusto!!*
Immediatamente colse l’occasione per tirare fuori due rotoli che aveva tenuto in mano precedentemente e, aprendoli, sfruttò una delle sue mosse più famose “Draghi Gemelli!!” ed ecco che in un attimo partirono una serie di Kunai e Shuriken che andarono a conficcarsi nel terreno proprio vicino al giovane.
Quest’ultimo vide che la donna stava mirando tutto fuorché a lui e deridendola disse “La tua mira si è un po’ appannata per caso?”
Ma lei, ricambiando il sorriso, disse “E’ qui che ti sbagli, io il mio bersaglio l’ho centrato, guardati intorno… sei circondato!!!” ed effettivamente aveva ragione, intorno a lui c’erano armi di ogni tipo e non vi era un solo centimetro vuoto!!
Non che la cosa gli cambiasse molto, difatti freddamente affermò “E pensi che basterà a fermarmi?”
“Sì se lo unisco a questo!! Stella Verde, Erba dell’Esplosione Teschiata!!” anche Usopp fece la sua parte lanciando un Pop Green ai piedi del nemico che esplose generando una coltre nube viola a forma di teschio che gli coprì ogni visuale.
“Ma che diav… che cos’è questa pagliacciata?” si sentiva quasi preso in giro il malvagio mentre disattivando le mani cercava di coprirsi gli occhi e il naso per evitare di respirare quel gas che poteva essere velenoso.
Però in realtà tutto faceva parte del piano!! Prima Tenten gli aveva impedito il movimento circondandolo con i suoi Kunai e Shuriken, successivamente il nasone usando la pianta gli aveva fatto perdere l’uso della vista costringendolo a non muoversi di lì causa mancanza di visibilità… rendendolo così una facile preda per Tenshinhan!!
Quest’ultimo era ancora in aria e aveva già unito le mani a triangolo pronto a scagliare il suo attacco… il problema era che così sicuramente ci avrebbe lasciato le penne, ma non era un problema, era pronto ad affrontare la morte… se così avrebbe potuto rivedere due cari amici *Jiaozi… sono passati anni dalla tua morte a causa di una malattia grave… ma non ti preoccupare, ben presto arriverò a farti compagnia!! E tu Law… spero che sarai fiero di me… perché anch’io sto per sacrificarmi per la causa di Yen Sid!!*
E così, senza alcun ripensamento, sparò la sua micidiale tecnica “SHIN KIKOHO!!!” il colpo quadrangolare venne sparato a velocità supersonica mentre la nube viola svaniva… giusto in tempo per permettere a Young Xehanort di accorgersi dell’attacco un secondo prima di essere centrato in pieno!!
“AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHH C-Che diav…” neanche il tempo di finire la frase che un altro attacco energetico venne sparato colpendolo, e poi un altro, e un altro ancora, il terrestre stava sparando una serie di onde senza dare un attimo di tregua al nemico…
E questo per un motivo ben preciso *I colpi di Ki gli rendono impossibile usare il Riavvolgimento Temporale per pochissimi secondi… quindi se gli sparò lo Shin Kikoho in rapida successione non riuscirà a sfruttarlo e perirà a causa delle ferite gravi a cui non ha potuto porre rimedio!!*
“Bravo!! Vai così!!” Usopp intanto faceva il tifo per il membro dei Black Phantom con Tenten al suo fianco che sorrideva.
Lentamente il corpo della controparte giovane del Master cominciò ad evaporare in particelle di oscurità in quanto non potendo andare nel passato per mancanza di tempo stava sentendo tutti gli attacchi che gli venivano lanciati contro… per la prima volta nella sua vita si sentiva impotente *C-Che sia… la mia f-fine?*
Ormai mancava solo il colpo di grazia, Tenshinhan sapeva che il perfido rivale non sarebbe stato l’unico a morire… ma non gliene importava, se così avrebbe vendicato i suoi amici e dato la possibilità ai suoi compagni di trionfare nella guerra… allora così sarebbe stato!! Era stato in panchina per troppo tempo… era ora di fare la sua mossa!! *Jiaozi, Law… sto arrivando!!* “SHIN KIKOHOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!”
Il raggio energetico dalla forma quadrata venne sparato a tutta velocità verso un sicario inerme che col sangue che usciva dalla bocca e parte del corpo interamente distrutto ebbe solo il tempo di pensare *H-Ho peccato di m-megalomania… ed o-ora ne sto p-pagando le conseguenze!!* prima di venir centrato in pieno dalla mossa del terrestre: nonostante la sconfitta aveva avuto l’umiltà di ammettere il suo errore e con questo pensiero il suo corpo evaporò in particelle di oscurità mentre ciò che rimanevano delle sue pupille sparivano e i globuli rossi continuavano a scendere fino a sparizione totale del cadavere… dopo una lunga e combattuta battaglia la perfida controparte del Master era stata eliminata!!
“CE L’ABBIAMO FATTA!!!” Usopp e Tenten cominciarono a saltare di gioia per la vittoria appena ottenuta… ma l’esultazione durò ben poco perché qualcosa piombò proprio di fronte a loro con un botto talmente violento che sollevò un piccolo polverone… che quando si diradò si scoprì essere nientemeno che Tenshinhan stesso!!
“Ehi amico, va tutto bene?” il membro dei Black Phantom giaceva a terra a pancia in giù con un sorriso sulle labbra, non si muoveva e la cosa era sospetta, per questo il nasone gli aveva fatto quella domanda.
La donna si insospettì di ciò, per questo andò a controllare il battito cardiaco… prima di fare una scoperta a dir poco scioccante “N-Non respira più!!” disse letteralmente senza parole.
“COSA?! VUOI DIRE CHE E’…” l’ex pirata non sapeva cosa dire e aveva gli occhi fuori dalle orbite.
Ma davanti all’evidenza non si poteva continuare a negare, e la Jonin comprese anche che cosa era successo “La mossa che ha usato deve avergli consumato tutte le energie. Sapeva il rischio che correva, ma ha deciso comunque di utilizzare quell’attacco per darci una mano… per darci la speranza della vittoria!!”
“Davvero? Beh allora se è così è da ammirare il suo coraggio, ha dato la sua vita per il bene della causa… non dimenticherò mai ciò che ha fatto per noi oggi...” e lo pensava per davvero, il tre occhi si era sacrificato per sconfiggere il nemico riuscendoci… un atto di estremo altruismo da parte sua… ora avrebbe vissuto in paradiso insieme a Law e gli altri amici che sono caduti prima di lui…
Per omaggiarlo i due fecero un minuto di silenzio, dopodiché decisero di proseguire la battaglia prendendo due strade diverse mentre il cadavere di quell’uomo che aveva deciso di dare una scossa alla sua vita mettendo a repentaglio la sua vita per eliminare un nemico potente ed insidioso giaceva lì dove sarebbe rimasto fino a quando i compagni non gli avrebbero riservato la degna sepoltura che si meritava…

“MA COSA CAVOLO GLI E’ VENUTO IN MENTE?!”
Lasciando per un momento il campo di combattimento per tornare alla Stazione Spaziale che stava ben distante dalla zona di guerra, qui coloro che si trovavano al suo interno erano ancora agitati per la notizia che avevano appreso da poco: Greta, una dei bambini, si era in qualche modo intrufolata tra gli adulti ed era andata a combattere con loro.
“Così si farà solo ammazzare!!” fece Tea visibilmente preoccupata.
Anche Joey non era contento della scelta della sorella “Quella stupida, ma che gli è venuto in mente?”
“Non dare della stupida a tua sorella solo perché ha dimostrato di essere coraggiosa!” replicò però Bra che continuava a non sopportare quel bambino.
Lui però ribatté dicendo “Parli tu che te la sei fatta addosso quando abbiamo incontrato Majin Bu!” e il tutto terminò con uno scambio di occhiatacce, quei due non andavano per niente d’accordo.
Michael cercò di calmare i bollenti spiriti dicendo “State tranquilli per favore, non è il caso di agitarsi. Anche se è come noi ha dalla sua parte i grandi che la proteggeranno, vedrete che non le accadrà nulla di male!”
“Il vostro amico ha ragione!” fece anche Zero intervenendo nel discorso “E’ inutile piangere sul latte versato, non possiamo andare là per avvertirli, saremmo solo d’intralcio…”
“Senza contare che questa nave spaziale non passa di certo inosservata!” aggiunse anche Cid, erano tutti radunati sempre nella sala principale a discutere della faccenda.
Kate a quel punto, sbuffando, esclamò “Quella è proprio come me alla sua età, si butta a capofitto nelle situazioni senza badare ai rischi che corre…”
“Io però sono preoccupato per lei…” fece Kankuro abbassando lo sguardo triste, doveva ammettere di essersi affezionato a lei visto che gli aveva dato un grosso aiuto a superare la timidezza che lo contraddistingueva e se le fosse successo qualcosa non se lo sarebbe mai perdonato.
Seto allora cercò di parlare a tutti i suoi coetanei dicendo loro “Come ha giustamente detto Michael non serve a niente lamentarsi, lei è al sicuro visto che è circondata da dei guerrieri forti e capaci… quelli in pericolo qui siamo noi!!”
“Ehi, ma che stai dicendo?” chiese Hinata guardandolo piuttosto stranita.
A rispondere ci pensò Erika in quanto aveva compreso cosa cercava di dire il bruno “Pensateci bene, noi qui siamo solamente bambini e adulti che non sanno combattere senza la tecnologia, quindi è ovvio che per il nemico siamo facili prede, e se capitasse uno di loro qui… potrebbe tentare di attaccarci!”
“Che ci provino, io sono pronta ad affrontarli!” disse però Pan pronta alla lotta.
Cloud invece non era d’accordo con la loro opinione “Secondo me siete troppo pessimisti, figuratevi se quei maledetti hanno il tempo di venire fino a qui con l’Eclissi Divina ormai imminente!”
“Dice il vero, sono sicuro che nessuno ci troverà mai qui!” aggiunse anche Anakin… peccato solo che lì nessuno sapeva quanto si stesse sbagliando…
Rebecca, ancora seduta sul trono di Turner con in braccio il suo bambino, continuava a guardare fuori dalla finestra e pareva non aver proprio sentito la discussione che stava avvenendo… in verità aveva compreso che Greta non si trovava lì, e ciò non aveva fatto altro che procurarle ulteriore angoscia visto che su quel campo di combattimento dove Yen Sid aveva previsto che ci sarebbe stata una carneficina vi erano suo marito e una bambina innocente… l’ansia la stava uccidendo, voleva correre per andare ad aiutarli, ma sapeva che sarebbe stata solamente un peso…
Purtroppo non ebbe il tempo di pensare ad altro che improvvisamente cominciò a scorgere prima una figura e poi tante altre fuori dall’enorme finestra che si stavano lentamente avvicinando alla nave *Ehi, cosa sono quelle cose?* inizialmente non capiva cosa stesse accadendo… ma poi appena i tizi si fecero più vicini… “AAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!”
Il grido naturalmente venne sentito da tutti quanti “Cosa succede?” le domandò difatti Kate mentre gli altri voltavano lo sguardo verso di lei.
Letteralmente terrorizzata con sempre in braccio il piccolo Boris, la donna cominciò lentamente a sollevare la mano destra continuando a tremare e, quando l’ebbe drizzata del tutto di fronte a sé, allungò l’indice e disse “L-Laggiù…”
Incuriositi tutti volsero il loro sguardo verso il punto indicato… e lì videro qualcosa che avrebbe fatto raggelare la pelle a chiunque: Darkster ed un esercito di Heartless, Nessuno e Nesciens stava avanzando minacciosamente verso di loro!!
“SONO LORO!!!” gridò all’istante Rebecca quasi con le lacrime agli occhi.
“Ci hanno trovato…” Zero stava stringendo i pugni dalla rabbia e digrignando i denti, non doveva andare così, non l’avevano previsto…
Lo stesso Cid era terrorizzato e si era quasi appiccicato al muro “COME CI HANNO TROVATI? SIAMO SPACCIATI!!!”
Nonostante la grave situazione che stavano correndo c’era chi invece era tutto fuorché spaventato… e quelli erano i bambini!! Anzi, tutti i piccoli, ad eccezione di Anakin che si era avvicinato alla finestra per guardare meglio, cominciarono a scambiarsi uno sguardo d’intesa, avevano avuto tutti la stessa idea. In fondo ormai il nemico era lì, rimanere fermi a guardare era inutile, così dopo aver sorriso ed aver annuito con la testa tutti uscirono dalla sala diretti chissà dove.
Nel frattempo gli altri si stavano interrogando del motivo per cui quei “cosi” erano arrivati fin lì “Non è possibile, non possono averci trovato. Dove hanno trovato il tempo per cercarci con quello che dovevano fare?” si domandò Zero mentre continuava a domandarsi che cosa si poteva fare.
Ed anche il figlio di Usopp glielo chiese in quell’istante “Ed ora che si fa? Non possiamo scappare, quei mostri ci inseguiranno ovunque grazie ai varchi oscuri!!” purtroppo aveva ragione, non avevano vie di fuga, a quel punto non rimaneva altro da fare che combattere usando l’armamentario di cui disponeva Turner…
Ma qualcuno aveva avuto quell’idea prima di lui, difatti all’improvviso la rampa che era stata calata quando l’uomo doveva andare nella grotta dove si trovava lo Scettro della Luce venne calata lentamente, Darkster incuriosito dalla cosa fece fermare le sue truppe, ed ecco che dalla struttura vi uscirono undici piccole figure che avanzavano molto lentamente.
Swann, che guardava fuori dall’enorme finestra la scena insieme a Zero, Anakin e Rebecca sempre seduta sul trono, le riconobbe ed urlò a squarciagola “COSA DIAVOLO VOGLIONO FARE?!”
Anche l’unico bambino lì presente gridò “MA SONO PAZZI? SI FARANNO AMMAZZARE!”
“COSA HANNO IN MENTE QUEGLI PSICOPATICI?!” gridò anche Zero misto tra lo spaventato, il preoccupato e l’infuriato.
Rebecca non sapeva cosa dire e si limitava a sbiancare con le pupille che quasi scomparivano mentre Cid, incuriosito, si avvicinò anche lui al vetro e… “AAAAAAAHHHHHH SI VOGLIONO SUICIDARE!!!”
Ma perché stavano urlando così tanto, semplice: perché i figli dei loro amici erano appena scesi dalla Stazione Spaziale senza averli prima consultati e si erano già schierati in formazione di fronte ai nemici mentre l’io originale di Master Xehanort ghignava malignamente al solo pensiero di ucciderli tutti…
Però loro non avevano per niente paura, anzi dalle loro parole si capiva che erano pronti alla battaglia “E’ arrivato il momento di dimostrare quanto valiamo…” “Siamo stufi di rimanere sempre in disparte e di farci proteggere!” “E’ ora che anche noi facciamo la nostra parte!” fu ciò che dissero nell’ordine Joey, Cloud ed Erika.
Il tutto però venne concluso da Seto che era proprio al centro del gruppo e disse con un sorriso determinato sul volto identico a quello dei suoi amici “I grandi saranno costretti a vedere i nostri miglioramenti quando vedranno cosa siamo riusciti a fare… contro un nemico che non può essere sconfitto!!” il concetto era chiaro, anche se sapevano che Darkster non poteva essere sconfitto se non col Keyblade del suo padrone intendevano trovare un modo per batterlo.
E lui sembrò accettare la sfida visto che ringhiò all’istante al cielo mentre i suoi Heartless, Nessuno e Nesciens partivano all’attacco con i piccoli che si erano subito messi in posizione da combattimento… la battaglia era cominciata anche per loro!!

Eventi Principali Modifica

Personaggi Apparsi Modifica

Tenshinhan

Usopp

Tenten

Young Xehanort

Smoker

Deidara

Aqua

Lea

Terra

Nico Robin

Kakashi Hatake

Zero Turner

Kate Swann

Cid Highwind

Rebecca Hitari

Boris Hitari

Seto Hitari

Joey

Monkey D. Erika

Michael

Cloud Uzumaki

Leila Hyuga

Hinata Uzumaki

Tea

Kankuro Nara

Pan

Bra

Anakin

Darkster

Heartless

Nessuno

Nesciens

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale