FANDOM


Capitolo 103
Capitolo 103.jpeg
Nome Capitolo 103
Postato il 1 Ottobre 2013
Titolo Il Grande Evento! La Guerra Universale ha Inizio!!


Il Capitolo 103 intitolato Il Grande Evento! La Guerra Universale ha Inizio!! è il Centotresimo e Quarantunesimo Capitolo della seconda serie della Fan Fiction.

Capitolo Modifica

Ormai erano le 16:00, il tempo delle chiacchiere era finito, avevano avuto la possibilità di allenarsi e di prepararsi sia fisicamente che psicologicamente per il grande evento che si sarebbe manifestato di lì a poco… e ora il countdown era terminato, dovevano muoversi se volevano intercettare l’Organizzazione XIII prima che compisse il Rito della Gloria Nera qualunque cosa essa fosse e per farlo dovevano partire proprio in quell’istante.
“Direi che è ormai giunta l’ora…” affermò difatti Riku semplicemente osservando il sole, non disponeva di un orologio ma grazie alla posizione della stella riusciva a comprendere bene o male quale momento della giornata fosse.
Leon confermò il tutto dicendo “Già, è arrivato il momento…”
Nessuno lì dopo quell’affermazione osò parlare per qualche secondo, tutti erano a conoscenza dell’importanza del raggiungimento di quella missione e sapevano che se avessero fallito gli Universi interi sarebbero stati spacciati, non solo le forme di vita esistenti ma anche le dimensioni stesse, segno che la posta in palio era ancora più grande rispetto a quella di 11 anni prima… già, 11 anni prima, quella volta riuscirono a salvare i mondi sconfiggendo prima l’Esercito e poi il Signore del Male… ce l’avrebbero fatta anche in questa occasione?
Prima però c’era da sistemare un particolare molto importante “Allora come da accordi prendo in custodia i bambini, staranno con me e Kate fino a quando non avrete terminato la battaglia, noi rimarremo qui ad aspettarvi!” esclamò difatti Zero rivolgendosi a tutti quanti e confermando quello che Jack e Brook avevano detto pochi momenti prima ai piccoli.
Trunks però era ancora titubante e non sembrava volersi fidare ciecamente di lui… ma per questa volta avrebbe fatto un eccezione perché effettivamente la nuova generazione sarebbe stata più al sicuro con “quello lì” piuttosto che con loro in battaglia… ma il Sayan non era l’unico a pensarla così, molti altri nel gruppo faticavano a fidarsi di Turner, però avevano fatto lo stesso ragionamento del figlio di Vegeta e quindi avevano accettato quella decisione.
“Con noi saranno al sicuro, potete stare tranquilli!” affermò Swann con un dolce sorriso per rassicurare chi ancora dubitava di loro che sarebbe andato tutto bene.
“Uff, io preferirei andare a combattere…” affermò però Cloud con entrambe le braccia dietro alla testa ancora scocciato per quella decisione.
Ma Seto gli disse “Credimi, anche a me non piace, però effettivamente non siamo ancora pronti per affrontare i membri dell’Organizzazione XIII, purtroppo per noi è la scelta più logica!”
Anche Rebecca insieme al piccolo Boris che continuava a stringere tra le braccia sarebbe rimasta con loro come deciso insieme al marito, e questo perché non sapeva combattere e Hitari voleva evitare che sia lei che il neonato corressero dei rischi “Mi raccomando, stai attenta!” disse David rivolgendosi un ultima volta alla moglie prima di andare in battaglia.
“Non ti preoccupare, con Zero e Kate saremo al sicuro… TU piuttosto cerca di non farti ammazzare, non voglio che nostro figlio rimanga già senza un padre…” lei abbassò la testa sconsolata dopo aver detto questa frase dato che non era ancora tranquilla…
Ma lui, prendendole gentilmente il mento con la mano destra, gli risollevò il viso e guardandola negli occhi gli disse “Non mi succederà niente, è una promessa…” il tutto si chiuse con un grosso abbraccio tra i due anche se Rebecca dovette utilizzare una sola mano dato che con l’altra reggeva il figlio, entrambi speravano che quello non fosse l’ultimo contatto fisico che avevano col compagno, soprattutto per il piccolo Boris.
“Anch’io rimarrò qui!” intervenne all’improvviso Cid attirando l’attenzione di alcuni del gruppo “Come molti di voi sanno non sono un combattente, per cui sarei solo d’intralcio alla battaglia!”
“Forse è meglio così…” rispose Tifa concordando con lui.
Ma Merlino, che non perdeva occasione per attaccare briga col rivale, replicò dicendogli “Tsk è soltanto una scusa, non vuoi ammettere che te la stai facendo addosso dalla paura e che temi di lasciarci le penne durante il combattimento!”
“… MA IO TI AMMAZZO!!!” Highwind non sopportava il mago quando faceva così e tento di scagliarsi contro di lui per gonfiarlo di botte, ma per fortuna intervennero sia Chiara che Tashigi a bloccarlo in tempo.
“Lascia perdere, non è il momento di pensare a queste cose!” affermò Yutani.
“Dobbiamo scendere in battaglia, se ci mettiamo a litigare tra di noi non faremo altro che agevolare i nemici!” esclamò invece la Marine.
Questi interventi riuscirono a calmare l’ingegnere, anche se… “E va bene, ma terminata la battaglia faremo i conti!” non intendeva demordere, voleva fargliela pagare allo stregone qualsiasi cosa fosse successa.
Ma… “Ehi aspettate un attimo ragazzi!!” intervenne Rock Lee attirando l’attenzione su di se di tutti quanti questa volta “Non possiamo ancora partire!”
“Ha ragione!” confermò il tutto Crilin, e questo per un motivo ben specifico “Prima dobbiamo attendere che Luffy termini il suo allenamento!”
E qui il terrestre aveva ragione… ma tecnicamente parlando doveva essersi concluso mezz’ora prima, o almeno questo supponevano considerando che doveva durare 24 ore ed era iniziato alle 15:30 del giorno prima… ma allora come mai non si era ancora concluso?
Per trovare risposta a questa domanda tutti volsero il loro sguardo verso i diretti interessati e… “Ma… ma… QUEI DUE STANNO DORMENDO?!?!” gridò all’improvviso Usopp con uno sguardo a dir poco inviperito.
Ed effettivamente aveva ragione, quei due idioti erano addormentati nella stessa posa in cui erano precedentemente con lo sguardo rivolto verso l’alto con una bolla che usciva dal naso… e con un russo non troppo sonoro!
“VOLETE DIRMI CHE IL POTENZIAMENTO E’ TERMINATO MEZZ’ORA FA MA QUEI DUE STAVANO RIPOSANDO E NON SE NE SONO ACCORTI?!” sbottò anche Sanji incacchiato per aver trovato uno scemo quanto il suo ex Capitano.
“Più o meno pare così…” rispose Gohan con una goccia dietro la testa ed una strana sensazione di deja vu.
“Ora quindi ci tocca svegliarli?” domandò allora Bibi che era al tempo stesso divertita nel vedere che il suo amico non era cambiato di una virgola che indispettita dal tempo che stavano perdendo a causa loro.
Ed ecco che Nami intervenne con uno stranissimo sorriso sulle labbra dicendo “Oh non vi preoccupate, ci penso io…” serve chiedere come intendeva far riprendere loro i sensi? Semplice: un bel pugno in testa ad entrambi e il gioco era fatto!!
“Sono sveglio! Sono pronto!” fece il Re dei Pirati alzandosi in piedi e sollevando le braccia al cielo… mentre aveva un bernoccolo sulla testa.
“Hai detto bene ragazzo, il tuo addestramento è ormai terminato, sei pronto per combattere utilizzando tutte le tue forze al massimo!” fece allora Kaiohshin il Sommo anche lui con un livido sulla testa ma parlando come se fosse tutto normale…
A Luffy però non sembrava di essere cambiato minimamente, difatti si stava osservando le mani con la sensazione di essere uguale a prima “Però a me non sembra di essere diventato più forte…”
“Questo perché apparentemente sei uguale a prima… ma in verità già adesso sei molto più potente di prima e quando combatterai te ne accorgerai da solo!” replicò allora la Divinità dandogli la conferma che tutto era andato come previsto.
A confermare il tutto arrivò Gohan, che avendo già subito quel potenziamento in passato sapeva per esperienza che era tutto vero “Ha ragione Luffy, aspetta di scendere in campo e lo vedrai con i tuoi occhi!”
“… Ok, allora non aspetto altro che menare le mani!” si era fatto convincere molto facilmente, ma in fondo si fidava dell’amico Sayan e sapeva che non aveva ragione di mentirgli.
“Bene, a questo punto direi che il nostro compito qui è finito, possiamo anche andarcene!” affermò allora Re Kaioh felice nel vedere che tutti erano determinati a combattere e che ormai il suo superiore aveva terminato il potenziamento.
Kibitoshin confermò il tutto dicendo “Perfetto, allora pos…”
“Aspettate un attimo!” ma prima che potessero anche solo fare una semplice mossa vennero bloccati da Tenshinhan che parlò a nome suo e degli altri chiedendo loro “Prima che ve ne andiate credo che dovreste informarci quantomeno su cos’è l’Eclissi Divina, credo che voi sappiate cos’è e se volete che interveniamo in tempo dovete dirci ogni cosa!”
“Effettivamente il tre occhi ha ragione!” concordò con lui Shino.
Beh effettivamente tutte e tre sapevano cos’era… ma era il caso di dirglielo? In fondo alla fin fine non gli costava niente rivelarglielo, di conseguenza potevano anche parlare “… Ok, se proprio insistete ve lo dirò… ma solo se in cambio le gentil donzelle presenti nel gruppo mi mostreranno le loro nud…”
Inutile dire che Kaiohshin il Sommo non terminò neanche la frase che Nami, Sakura, Kairi e C-18 l’ebbero gonfiato letteralmente di botte lasciandolo a terra esamine “Non cambierà mai quell’idiota!” affermò Vegeta sbuffando annoiato, se dovevano spiegare loro qualcosa di importante almeno che si sbrigassero.
Ed infatti Kibitoshin, dopo che ebbe tirato un sospiro davanti al comportamento del suo superiore, vuotò il sacco spiegando loro cos’era quel fenomeno di cui avevano solo sentito parlare fino a quel momento “Dovete sapere… che l’Eclissi Divina è una normale eclissi che avviene nell’Universo di Mezzo una volta ogni dieci anni e che dura solamente mezz’ora!”
“Ogni dieci anni? Credevo fosse ogni 100 anni o 1000 anni, sapete le classiche distanze che ci sono tra eventi del genere!” Kiba parlava soprattutto perché di solito cose così importanti avevano una distanza tra l’una e l’altra che erano secoli o anche più.
“Evidentemente questo è un evento normalissimo da queste parti…” disse allora Smoker rispondendo all’Inuzuka.
E su questo aveva ragione… però nascondeva un terribile segreto che se fosse caduto nelle mani sbagliate avrebbe significato la distruzione delle intere dimensioni!!! Quale segreto? Beh non è difficile capirlo…
“E’ vero… però è durante quei trenta minuti e solo in quell’arco di tempo che può essere compiuto in una zona precisa di questo mondo il Rito della Gloria Nera, un rituale che se portato a termine provocherebbe la distruzione di tutto quello che noi conosciamo!” intervenne difatti Re Kaioh spiegando il lato amaro della faccenda.
“Ancora questa cosa…” Shanks era sempre più incuriosito da ciò, chissà che cos’era…
“Aspettate un attimo, c’è qualcosa che non quadra!!” Shikamaru aveva fatto due conti e si era reso conto che non andava un dettaglio per niente trascurabile “Se ciò che dici è vero perché il Master ha atteso così tanto? Poteva sfruttare l’Eclissi Divina di 10 anni fa e avrebbe potuto ultimare il piano prima del tempo!” effettivamente il ragionamento non faceva una piega…
Ma c’era una spiegazione del perché non l’aveva fatto “Non aveva tempo per ultimare tutti i preparativi in un solo anno, il suo piano richiedeva molto più tempo e, essendo lui un tipo paziente, ha deciso di attendere ancora una decina di anni prima di poter vedere il suo scopo finalmente realizzato!”
“Una cosa è sicura: se anche non riuscissimo a rubargli il Keyblade ci basterebbe tenerlo impegnato dalle 18:00 alle 18:30 per mandare a monte tutto il suo progetto!” fece allora Ventus che aveva trovato una scappatoia nel caso non fossero riusciti ad eliminare Darkster in tempo.
“Giusto, ma quella tattica va adottata come ultima risorsa, procederemo col piano prestabilito: tutti quanti terranno occupati i membri dell’Organizzazione XIII e Maschera di Ghiaccio mentre i più veloci del nostro gruppo come Luffy, Rock Lee, Gai, Sanji, Gohan e Goku cercheranno di costringere Xehanort ad adoperare la sua arma e al momento propizio gliela soffieranno da sotto il naso passandola ad un Custode che sistemerà quel mostro una volta per tutte: a quel punto il Master tornerà mortale e potremo finirlo definitivamente!” Kakashi aveva appena illustrato il piano nei minimi dettagli ed effettivamente era geniale, mandare i più rapidi avanti mentre gli altri tenevano occupati gli esponenti del gruppo malvagio e il tizio mascherato.
“Contate pure su di me!!” Maito si mise subito nella sua classica prova urlando a squarciagola quelle parole e attirandosi così gli sguardi piuttosto sconcertati degli altri.
Ormai quello che dovevano dire l’avevano riferito, le Divinità non avevano altro motivo per rimanere ulteriormente lì, così Kibitoshin trascinò Kaiohshin il Sommo ancora svenuto per le botte subite mentre Re Kaioh si avvicinò pronto per aggrapparsi a lui ed essere teletrasportato prima vicino alla Porta dell’Universo per andare nella loro dimensione e successivamente nell’aldilà.
Ma prima di partire l’essere superiore giovane volle dare loro un ultimo messaggio “A proposito, prima che venissimo da voi il Consiglio dei 7 Saggi ci ha chiesto di portarvi questo messaggio “Amici, alleati, siamo stati noi a generare il Signore della Luce e il Signore del Male e ad affidare al creatore del bene lo Scettro della Luce, adesso ci stiamo pentendo di aver creato un oggetto di tale potenza e portatore di sventure se cadesse nelle mani sbagliate, l’unica cosa che possiamo fare è di affidare le nostre speranze a voi! Il Rito della Gloria Nera non deve essere compiuto, disfate ciò che abbiamo fatto!!!”!”
“Lo faremo, avete la nostra parola!” Naruto rispose all’istante al messaggio delle Divinità assolute e a quel punto Kibitoshin, sorridendo, annuì sicuro che avrebbero portato a termine l’ultimo compito che i creatori di tutto avevano affidato loro, lo si vedeva dai loro sguardi.
Così Goku, portandosi avanti rispetto al resto del gruppo, osservò serio la direzione che dava proprio alla sinistra della Stazione Spaziale e disse mentre tutti affilavano le loro armi e si preparavano all’imminente guerra “Muoviamoci, andiamo… a Glade Glory!!!”

Ma mentre loro si stavano dirigendo verso il luogo dove probabilmente doveva essere compiuto il Rito della Gloria Nera cosa stavano facendo i membri dell’Organizzazione XIII e Maschera di Ghiaccio? Semplice… alle 17:00 erano ancora all’interno della grotta che era la loro base temporanea!!
Ormai mancava un ora all’Eclissi Divina, perché erano ancora lì? Come mai non si davano una mossa? “Ehi Master, non ti pare che sia l’ora?” domandò difatti Deidara mentre gli altri rimanevano in silenzio.
Anche se non tutti dato che Moria aggiunse anche “Kishishishishi è vero, aveva detto che alle 17 precise dovevamo recarci a Glade Glory, dovremmo essere già là a quest’ora!” quindi alla fine si erano accordati di andare lì un ora prima del grande evento.
Una mossa del genere si doveva aspettare da un tipo come Xehanort che era solito calcolare tutte le possibilità ed agire di conseguenza… però il quesito che arrivò subito dopo dal Grande Mago Piccolo non era del tutto sbagliato “Non capisco perché dovremmo andare là così presto, possiamo recarci lì direttamente alle 18 o anche alle 18:15, non ha senso!”
Effettivamente il Namecciano non aveva tutti i torti sotto quel punto di vista… però l’anziano, dandogli le spalle, gli rispose dicendo “… Lo capirai quando saremo là, ora sarà meglio sbrigarsi!”
“Se intendete recarvi là con i varchi oscuri devo chiedervi un passaggio, in fondo non li so utilizzare e abbiamo ancora un patto in ballo!” intervenne Maschera di Ghiaccio sottolineando ancora come avessero stipulato un alleanza e di conseguenza erano costretti a portarselo dietro.
Nonostante molti lì in mezzo non potessero sopportarlo, il Master era un uomo di parola e gli disse “Ci mancherebbe, in fondo… un accordo è pur sempre un accordo!” e subito dopo fece un ghigno davvero malefico che non prometteva nulla di buono…
Ma nessuno ebbe il tempo di indagare sulla faccenda dato che pochissimi secondi dopo dei varchi oscuri avvolsero tutti i malvagi presenti in quel momento nella grotta portandoli via da lì e conducendoli in un altro posto…

Più precisamente nel luogo prestabilito dove una volta ogni dieci anni è possibile compiere il Rito della Gloria Nera, il rituale dagli effetti sconosciuti che potrebbe portare alla fine delle dimensioni così come li conosciamo… Glade Glory!!
Com’era messa questa landa? Normalmente, era un enorme pianura piena di erba e nient’altro, dopo che 11 anni fa l’Apocalipse Rite aveva ridato vita all’Universo di Mezzo anche quel luogo era stato riportato alla normalità… solo che sarebbe rimasto così ancora per poco perché ben presto sarebbe stato il teatro di un evento a dir poco catastrofico…
Ma prima di passare a quell’istante torniamo nel presente dove, proprio al centro della raduna, si erano appena recati i membri dell’Organizzazione XIII, c’erano tutti: Master Xehanort, Ener, Grande Mago Piccolo, Kakuzu, Marluxia, Gekko Moria, Ultra Bu, Deidara, Young Xehanort, Darkster e Maschera di Ghiaccio, non mancava nessuno dei malvagi rimasti ancora in vita, e non serviva dire come mai si trovavano lì...
“Eccoci qua ad un ora dall’Eclissi Divina…” affermò difatti la versione giovane dell’anziano Maestro del Keyblade mentre osservava il sole che era alto nei cieli, pareva essere una bella giornata quella e sperava che continuasse ad esserlo dato che se fossero arrivate le nuvole il rituale non poteva essere compiuto dato che doveva essere fatto in presenza appunto del fenomeno.
“Finalmente i nostri progetti troveranno il loro epilogo… diventerò un Dio più di quanto non lo sia già!!” fantasticava intanto il possessore del frutto Rombo Rombo pensando alle conseguenze.
Anche Kakuzu pensava al dopo con un solo chiodo fisso in testa “Io non vedo l’ora che sia il giorno di paga…”
Davanti a tale materialismo il Majin rimaneva quasi disgustato anche se apparentemente pareva indifferente, ma non ci badava più di tanto perché anche lui aveva un progetto tutto suo che avrebbe potuto portare a termine solo dopo il Rito della Gloria Nera *Un ora sola, ancora un ora… e diventerò più potente di quanto non lo sia già!*
Però il Master si stava stufando di tutti quei convenevoli e, in attesa che arrivassero le 18, voleva tenere in mano lo Scettro della Luce per essere sicuro che niente andasse storto e quindi chiese a colui a cui l’aveva consegnato di darglielo “Deidara, ci siamo quasi… ora puoi consegnarmi il tesoro finale!”
“Come vuol… ehi aspetta un momento, dov’è andato a finire?!?!” il biondo cominciò a preoccuparsi, se l’era messo all’interno del soprabito per essere sicuro di non perderlo… e invece pareva non trovarlo più!! Questo sì che era un problema!!!
“Idiota, cosa cazzo hai fatto?!” inutile dire che molti lì in mezzo, tra cui il Grande Mago Piccolo, sbottarono contro di lui.
Marluxia invece stava riflettendo, in verità non aveva smesso da quando erano giunti lì di pensare… Cell e Malefica erano lì intorno che attendevano unicamente il suo segnale, doveva solo aspettare il momento propizio per tentare di uccidere prima il Leader e poi tutti gli altri…
Per quanto riguardava la sparizione dell’oggetto mistico esso non fu un problema… almeno apparentemente “Stavate cercando questo?” affermò difatti l’ex alleato di Zero tirando fuori da dietro la schiena nientemeno che… lo Scettro della Luce!! Se l’era preso lui e l’aveva tenuto nascosto dentro il mantello che indossava!
“Ah quindi ce l’avevi tu, ci hai fatto prendere un bello spavento… ora consegnacelo!” affermò allora Young Xehanort mentre Darkster sentiva dall’odore che qualcosa non andava…
Ed aveva ragione dato che Maschera, che era separato da loro come se si stesse dissociando dal gruppo in generale, affermò ghignando sotto la protezione “E perché dovrei? In fondo non so in cosa consiste il Rito della Gloria Nera, chi mi assicura che me lo darete sul serio dopo che l’avrete portato a termine?”
Il Master assunse un aria parecchio seria, immaginava che sarebbe andata a finire così… “Nessuno, devi solamente fidarti di me!” esclamò mentre si faceva avanti rispetto al resto del gruppo malvagio.
Ma questo non era sufficiente per lui “Peccato solo che io non mi fido di niente e di nessuno!! Fosse stato per me non sarei neanche tornato da voi per consegnarvelo, ma sono stato costretto perché dovevo curarmi le ferite infertemi da quel bastardo di Zero!!”
“In altre parole stai dicendo che non ci hai mai voluto aiutare…” suppose allora Moria anche lui con un atteggiamento abbastanza arrabbiato.
“Vedo che il vostro cervello funziona. Per quanto mi riguarda voi siete solo degli ingenui che non comprendono cosa possono realmente fare con questo oggetto tra le mani, la sola capacità di poter chiedere TUTTO quello che si vuole può permettere a qualcuno come me di cambiare il suo destino, di tornare ad essere quello che era un tempo… DI TORNARE AD ESSERE IL CAPO DI UN ESERCITO DI BELVE ASSETATE DI SANGUE!! MUAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!” di cosa cavolo stava parlando?
Nessuno badò alle sue parole dato che a loro bastava sapere che non intendeva più collaborare con loro… anzi no, Xehanort ascoltò quello che aveva da dire e dopo replicò dicendo “… L’uso che intendo farne io va ben oltre l’umana comprensione… e quindi anche la tua! Perciò te lo chiedo un ultima volta, consegnami lo Scettro della Luce ALL’ISTANTE!”
“NON SEI TU A DARMI ORDINI, VECCHIO DIOTA!!” gridò però il malvagio con una grinta incredibile “Questi giochetti forse funzioneranno con i tuoi galoppini, ma con me non attaccano! Quando avrò terminato il mio progetto il passato, il presente e il futuro saranno riscritti per sempre e tu non sarai MAI tornato, la tua sola esistenza si spegnerà nel momento stesso in cui il Signore Oscuro sarà ucciso! Devo soltanto trovare un Cavaliere della Speranza e costringerlo ad esaudire il MIO desiderio… DOPODICHE’ TUTTO CIO’ CHE CONOSCETE COSI’ COM’E’ CAMBIERA PER SEMPRE!!! MUAHAHAHAHAHAHAHAH…”
“Parli troppo per i miei gusti!” neanche il tempo di accorgersene, Ener sfruttando la velocità derivata dal fulmine gli rubò di mano lo Scettro della Luce senza che lo potesse notare e ritornò là dove si trovava prima, proprio al fianco del Leader dell’Organizzazione XIII.
Solo a fatto ormai compiuto si accorse di quello che era accaduto, muovendo le dita della mano destra e accorgendosi che il tesoro finale non era più tra le sue mani, osservò il gruppo e lo vide tra le mani dell’ex Dio che lo consegnava proprio al Master e, imbufalito nero, gridò “Tu bastardo!! Come hai osato soffiarmelo da sotto il naso?!”
“Tu ti sei perso in chiacchiere ed io ne ho approfittato!” fu l’unica cosa che disse il diretto interessato sorridendo, anche lui un tempo era come lui, ma ora aveva imparato a non perdersi troppo a parlare e ad andare subito al sodo.
Maschera di Ghiaccio strinse i pugni dalla rabbia, era stato gabbato e a lui questo non piaceva per niente, così decise inizialmente di convincerli a restituirglielo con le buone “Ora ridatemelo all’istante e vedrete che nessuno si farà male!”
“Quanta fiducia nella propria forza!” esclamò Ultra Bu sorridendo e trovando divertente il suo comportamento.
Inutile dire quale fosse la risposta del Master “Mi spiace per te, ma temo che dovrò rifiutare, se non eseguo il Rito della Gloria Nera oggi ci toccherà aspettare altri 10 anni e non credo che i miei compagni abbiano la mia stessa pazienza!”
“Per niente!!” gridarono quasi in coro Kakuzu, Moria, Deidara e il Grande Mago Piccolo a sottolineare come le parole dell’anziano fossero vere.
A quel punto non vi era altra soluzione per l’uomo mascherato “Bene, come volete… ti costringerò a ridarmelo con la forza!!!” detto questo, il malvagio si mise in posizione di combattimento pronto a battersi anche contro tutti loro messi insieme, tanto era sicuro che nessuno di loro avrebbe mai potuto scalfire il suo corpo, l’unico che sapeva come distruggerglielo era Zero, ma lui in quel momento non era presente!!
Però non era l’unico che intendeva agire proprio in quell’istante… “E’ tutto molto divertente… ma qui l’unico che deve guadagnarci da questa storia sono io!!” Marluxia aveva deciso che era giunto il momento di agire e, approfittando della diatriba tra i due ex alleati, scelse di entrare in azione giungendo a grande velocità proprio alle spalle del vecchio e, sollevando in aria la sua falce, tentare un taglio laterale per decapitarlo senza tanti complimenti.
“Ehi, che sta facendo quell’effeminato?!” chiese subito Kakuzu vedendo cosa il Nessuno stava cercando di fare, anche se come tutti gli altri non pareva molto preoccupato di ciò che stava accadendo.
Difatti poco prima che potesse mandare a segno il colpo ci pensò Ener, che era alla destra del Leader dello spietato gruppo malvagio, ad utilizzare il suo bastone dorato per deviare il colpo nemico verso l’alto mandandolo così a vuoto… vedendo la sua azione annullata in un istante, l’uomo dai capelli rosa si vide costretto a compiere un balzo all’indietro distanziandosi dal resto dei villain… adesso questi ultimi avevano davanti a loro Maschera e dietro di loro il neo traditore, delle belle gatte da pelare prima delle 18.
“Che tu sia maledetto, falso Dio!” fece Marluxia quasi imprecando contro colui che aveva appena mandato a monte il suo piano.
Quest’ultimo, poggiandosi l’arma che aveva appena utilizzato sulla spalla destra, guardò l’ex compagno di Larxene con un sorrisino diabolico e disse “Cosa speri di fare? Fino a quando potrò disporre del Mantra non potrai mai sperare di sorprendermi…”
“Qualcuno può gentilmente spiegare cosa diavolo sta succedendo?” il Grande Mago Piccolo stava cominciando a perdere i nervi dato che tutti quei fuori programma non gli piacevano affatto.
E neanche Young Xehanort pareva tanto felice di come si stava evolvendo la situazione “Sembra che avremo ben due nemici da abbattere prima dell’Eclissi Divina…”
Il tizio mascherato, davanti a quella scena, rimase un po’ interdetto dato che non si sarebbe mai aspettato che si sarebbero messi a litigare tra di loro in sua presenza, sembrava quasi che lo stessero facendo apposta *E ora che cazzo stanno facendo questi? Combattono tra di loro invece che badare a me?*
Finalmente Master Xehanort, che fino a quel momento era rimasto in silenzio e aveva continuato a dare le spalle al Nessuno volgendo la sua attenzione verso Maschera, si decise a voltarsi verso quello che aveva appena tentato di ucciderlo e gli disse mentre reggeva lo Scettro della Luce tra le mani “Era solo questione di tempo prima che tentassi di farlo, non ho ragione Marluxia? In fondo tu e Larxene avete cospirato contro di noi per un anno intero!”
Quindi l’ex Dio di Skypiea alla fine glielo aveva riferito, ma il diretto interessato non immaginava che entrambi sapessero del suo piano e quindi rimase sorpreso davanti a tale rivelazione “Quindi tu ne eri a conoscenza…”
“Da sempre, anche da prima che il qui presente Ener me lo rivelasse: sapevo che eri un tipo solitario votato al comando piuttosto che alla servitù e che quindi prima o poi avresti tentato di eliminarmi, per questo ti ho tenuto costantemente d’occhio… la tua sfortuna è stato l’aver sopravvalutato le tue capacità e aver puntato su Larxene. Quando l’ho messa nell’Impero Destroinal puntavo proprio alla sua eliminazione per mano di quegli scocciatori… tu non lo sai ma TUTTO si è svolto secondo i miei piani, e tu e quell’incapace ne avete fatto parte a vostra insaputa!!” in altre parole l’anziano Maestro del Keyblade sapeva dal principio qual’era lo scopo dell’uomo dai capelli rosa e aveva sempre agito di conseguenza…
A quel punto però a Marluxia non poté non scappare una sonora e grossa risata “MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!”
“E ora cos’ha da ridere questo qui?” domandò Deidara mentre Darkster sembrava pronto a saltare addosso al traditore e sbranarlo.
Fu presto detto visto che il Nessuno rispose immediatamente al quesito “Tu dici che tutto si è svolto come avevi previsto… peccato solo che hai sbagliato su un dettaglio molto importante… NON DOVEVI MANDARE ME AD UCCIDERE CELL E MALEFICA!!”
A quel punto, generando una piccola sfera di vento fatta interamente di petali rosa, la sparò dritta nel cielo per non si sa quale motivo… o almeno i membri dell’Organizzazione XIII non ne erano a conoscenza dato che quel gesto aveva uno scopo ben preciso.
Difatti quello era il segnale che i suoi due alleati attendevano ed ecco che si manifestarono di fianco all’uomo (rispettivamente alla sua destra e alla sua sinistra) una fiamma verde e nera da cui fuoriuscì la strega e il Cyborg che apparve in un attimo grazie al suo Teletrasporto.
“Vi siamo mancati?” esclamò quasi sarcasticamente l’essere perfetto mentre aveva il suo classico sorriso stampato sul volto.
“Guarda guarda chi si rivede, Kishishishishi!” esclamò Moria che sembrava quasi divertito dalla scena.
“C’era da immaginarselo che un traditore piuttosto che ucciderli li avrebbe portati dalla propria parte…” fu invece ciò che disse Young Xehanort.
“Master Xehanort, è un eternità che non ci vediamo, avrei preferito rincontrarti in occasioni più tranquille… ma adesso ho degli interessi in ballo e non intendo tirarmi indietro!” disse Malefica rivolgendosi all’anziano con un ghigno maligno.
Quest’ultimo, osservando i tre che erano l’uno di fianco all’altro come se fossero pronti ad attaccarli, fece “… E così alla fine non vi ha uccisi proprio come speravo, molto bene…”
“Di che cosa stai parlando?” chiese l’ex Akatsuki artista rivolgendosi al Leader, ma quest’ultimo non rispose ne a lui ne agli altri continuando a mantenere misteriosa quell’affermazione.
Ma a Marluxia non importava niente di ciò che stava pensando, ora che si erano accese delle diatribe interne all’Organizzazione XIII e ai suoi alleati voleva approfittarne per appropriarsi dello Scettro della Luce e del resto necessario per compiere il Rito della Gloria Nera… lui e soltanto lui poteva ottenere quell’immenso potere!! “Non mi interessa che cosa immaginavi, per quanto ti ostini a ritenerti immortale essa non sarà mai eterna come me, puoi cercare di sopravvivere quanto vuoi ma alla fine cadrai, e quando ciò succederà io brinderò alla mia salute… è proprio per questo che un tipo leggiadro e forte come me è il più indicato a risolvere il mistero degli Universi, per ciò te lo dico con le buone: fatti da parte e lasciami diventare l’essere supremo!!”
“Non mi importa quello che vuoi fare, ma lo Scettro della Luce deve finire tra le mie mani, posso utilizzarlo per esaudire un unico desiderio o miracolo… e ho già qualche progetto per la mente!” il tutto Cell l’aveva detto con un aria a dir poco diabolica in volto.
E anche Malefica pareva avere dei suoi obiettivi per la mente “Anch’io lo voglio, con quello potrei diventare la sovrana dell’oscurità e avere il pieno controllo su tutti i suoi poteri, niente e nessuno potrebbe fermarmi…”
“Ehi andateci piano brutti idioti!!” intervenne però Maschera di Ghiaccio che pareva essere stato messo da parte “Se qui c’è qualcuno che dovrà adoperarlo sono io!! Per prima cosa sistemerò tutti voi nessuno escluso e poi obbligherò uno di voi due ad esaudire la mia richiesta, Celles e Malefone!!”
“Tsk dammi una sola buona ragione per cui dovremmo farlo!” la strega replicò alle parole dell’uomo mascherato in questo modo…
Ma la successiva risposta la lasciò con mille dubbi per la mente!! “… Perché tutti e due mi dovete un favore, ed è giunta l’ora di pagare il conto!!” di cosa diamine stava parlando? Questo se lo stavano chiedendo praticamente tutti e due…
Però sul serio pensate che il gruppo di villain sarebbe rimasto in disparte mentre si contendevano il tesoro finale? “Non me ne frega niente di quello che avete fatto in passato, quel coso serve a noi, è l’unico modo che ho per ripagare il debito che ho col Master e non sarete di certo voi a mandare in fumo tutto!!” intervenne difatti il Grande Mago Piccolo.
“Ben detto, nessuno deve rovinare i nostri piani, quindi se voi quattro volete combattere… fatevi sotto!!” concluse Ener mettendosi in posizione da combattimento.
Ultra Bu lì pareva aver già inquadrato il suo avversario *L’uomo-lucertola è mio, ha un aura parecchio alta ed interessante…* insomma… stava per scatenarsi l’inferno perché i malvagi intendevano duellare tra di loro per l’ottenimento dello Scettro della Luce, l’Organizzazione XIII vs Maschera di Ghiaccio vs Marluxia, Cell e Malefica… una battaglia all’ultimo sangue!!!
Però anche questa volta non ebbe inizio nessun duello, nemmeno una rissa senza esclusione di colpi… e questo per un motivo ben specifico… “XEHANORT!!” un grido, un semplice urlo lanciato da tre persone che bastò per attirare l’attenzione di tutti i villain presenti che voltarono lo sguardo senza pensarci due volte verso il punto da cui proveniva la voce…
Ed ecco che lì si manifestarono loro, l’ultimo baluardo di libertà, la speranza per gli interi Universi, gli unici che potevano battere dei mostri sacri come lo erano i nemici al gran completo… la Neo Resistenza tutta unita!! I combattenti per la libertà erano lì ad alcuni kilometri di distanza, stavano marciando lentamente verso di loro preparando le loro armi o facendo scrocchiare le nocche con a capo Goku, Luffy e Naruto che guidavano l’avanzata dei guerrieri verso coloro che dovevano fermare prima che il Rito della Gloria Nera venisse compiuto… nessuno osava parlare o anche solo fiatare perché nei loro sguardi si potevano notare la rabbia e il furore che portavano dentro il loro cuore per tutto il male che avevano compiuto… ma ora era finalmente giunto il momento della rivalsa, li avrebbero sconfitti facendo giustizia e onorando la memoria dei compagni tragicamente caduti in battaglia… e avrebbero soprattutto salvato gli Universi!!
I nemici non erano molto contenti di ritrovarseli di fronte naturalmente “Loro?!” esclamò difatti Moria letteralmente sbalordito dalla cosa.
“Come ci hanno trovato?” si chiese invece Deidara.
Ener, sollevando un sopracciglio, pensò *Con tutta la confusione che c’è stata non mi sono accorto che stavano arrivando!*
“Gli scocciatori?!” Maschera non pareva felice della cosa.
E la stessa cosa la si poteva dire per Marluxia “Ci mancavano solo i rompiscatole!”
Al contrario di alcuni come Cell e Malefica che invece erano contenti della loro presenza *E’ arrivato il momento della vendetta!* pensarono infatti quasi in coro con un ghigno maligno sul volto.
“La faccenda si fa interessante…” il Majin pareva sul serio divertito dal loro arrivo.
“Questa non ci voleva, potrebbero essere degli ostacoli per il nostro piano!” disse Young Xehanort che, nonostante il tono preoccupato, manteneva un atteggiamento freddo e disinvolto.
Una volta che il gruppo fu a praticamente 500 metri di distanza dai nemici si fermò, i primi naturalmente furono i tre cosiddetti “capi” e gli altri li seguirono a ruota… ancora una volta nessuno osava parlare e non una singola frase usciva dalle loro bocche, non servivano per far capire agli avversari che erano incavolati neri ed erano pronti a dare loro la lezione che meritavano, nemmeno Goku, Luffy e Naruto spiccicavano rumore e si limitavano a far scrocchiare le nocche convinti che ciò sarebbe bastato per far capire a tutti loro le intenzioni che avevano…
Non fu difficile per loro comprenderle, ma nonostante ciò c’era chi sperava quasi che giungessero da loro in tempo… e quel qualcuno era Master Xehanort!! Il vecchio malefico, dopo aver sentito il grido, aveva voltato solamente il viso verso di loro con un sorriso diabolico che faceva raggelare la pelle e che per chi lo conosceva sapeva che poteva significare unicamente una cosa…
L’anziano dette la conferma di questi presentimenti quando, voltatosi del tutto verso di loro, si fece più avanti rispetto agli altri membri dell’Organizzazione XIII e, aprendo le braccia di fronte a sé, dichiarò “Ben arrivati signori, vi stavo aspettando, siete giusto in tempo per il gran finale!”
“Piantala con questi giri di parole, bastardo!!” lo interruppe Naruto che stava stringendo i pugni per evitare di saltargli addosso e gonfiarlo di botte.
Lui, facendo finta di avere paura, replicò dicendo “Uh quanto astio nei miei confronti, e dire che avevo preparato tutto nei minimi dettagli anche per voi, è così che mi ringraziate?”
“Di cosa stai parlando? E’ un altro dei tuoi sporchi trucchi?!” stavolta a parlare fu Terra che teneva con la mano sinistra il Keyblade e la mano destra puntata verso il dispositivo sull’avambraccio dall’altra parte per attivare l’armatura.
Un po’ sorpreso di rivederlo lì in mezzo ai vivi, il malvagio rispose “Che bella sorpresa, non pensavo di rivederti ancora vivo, chissà magari Eraqus ti ha aiutato anche in questo…” era chiaro l’intento provocatorio del perfido anziano e il Custode dovette trattenersi parecchio per non cascare nella trappola.
Nel frattempo il Leader proseguì nel suo discorso e svelò “… Non l’avete ancora capito? Voi, i vostri amici e gli altri che sono qui avete fatto parte di un gioco studiato minuziosamente dal sottoscritto, un piano che mi ha visto in qualità di burattinaio mentre manovravo le marionette che sareste tutti quanti voi. Avete recitato una parte del mio copione, e il bello è che tutto è andato come avevo previsto, dovrei ringraziarvi per questo, ma poi mi dareste dell’ipocrita!”
“PIANTALA CON QUESTI GIOCHI DI PAROLE E SPIEGATI MEGLIO!!!” Luffy, ancora incavolato con lui per la fine che aveva fatto fare alla sua dimensione, gridò con tutta la rabbia che aveva in corpo, se doveva dire loro qualcosa allora doveva parlare e non dire frasi enigmatiche come quella…
E fu così che Master Xehanort, col sorriso sulle labbra ed un estremo piacere, decise di sfruttare il tanto tempo che aveva ancora a disposizione per colmare i loro dubbi e dire loro qual’era il suo piano nei minimi dettagli partendo dal principio!!! Finalmente avremmo conosciuto il progetto che quella mente tanto diabolica quanto malata aveva preparato con così tanta cura!!!
“Tutto è cominciato quando sono rinato alla Fortezza Oscura mentre voi festeggiavate la sconfitta dell’Esercito… a quei tempi non sapevo bene il motivo per cui il mio corpo si era ricomposto nonostante dovesse essere perduto per sempre e solo ieri ho capito che tutto è successo grazie a quel Sora: il suo cuore ha dato la forza necessaria al mio per permettermi di ritornare nel regno della luce. Allora non avevo uno scopo preciso perché nonostante potessi ancora puntare al potere del Signore del Male mi era impossibile riuscirci: attraverso il Signore Oscuro avevo visto quanto era diventato forte Luke e sapevo che non sarei mai riuscito a sconfiggerlo… ma poi, la mattina dopo, mi sono imbattuto in alcune pergamene molto interessanti in una delle 4 dimensioni che narravano dell’esistenza dello Scettro della Luce e del Rito della Gloria Nera…”
“Devono essere quelle che abbiamo tradotto io e te durante quest’ultimo anno!” fece Kakashi rivolgendosi a Robin ma comunque ad alta voce per permettere anche agli altri di sentire “… Però quelle che abbiamo noi accennano unicamente al tesoro finale…”
“Naturalmente quella sul rituale l’ho tenuta io e non l’ho lasciata in quel tempio, ho fatto in modo che quello stupido di Yen Sid le ritrovasse affinché venisse a conoscenza di quell’oggetto mistico e radunasse tutti i Cavalieri della Speranza servendomeli su un piatto d’argento… ma il tempo non era certo dalla mia parte: ci sarebbero voluti anni prima che il mio vecchio amico andasse alla ricerca delle pergamene e mancavano 362 giorni esatti all’Eclissi Divina… troppo poco tempo per preparare tutto il necessario, per questo ho deciso di rimandare per 11 anni il compimento del Rito della Gloria Nera… ma anche in tutto quel tempo non ci sarei mai riuscito senza l’aiuto di un geniale scienziato scampato alla distruzione dell’Esercito…”
“… Il Dr. Gelo!” fu l’archeologa a concludere la sua frase continuando a guardarlo male.
“Esattamente, non fu difficile rintracciarlo durante l’attacco delle Creature dell’Oscurità: si era portato dietro tutti i progetti dell’organizzazione del Signore Oscuro e sfruttando quelli sarebbe riuscito a creare la macchina che avrebbe eluso le Porte degli Universi permettendoci di viaggiare da una dimensione all’altra. Tanto sapevamo che il Signore del Male sarebbe stato ucciso ed ecco che nel giro di tre anni noi potevamo andare da un mondo all’altro mentre nessun’altro poteva farlo… dovevamo solamente recuperare ciò che era necessario per il Rito della Gloria Nera e al tempo stesso trovare un modo per garantirmi l’immortalità eterna… quest’ultima fu la prima cosa a cui pensai, e per riuscirci feci costruire a Gelo una macchina del tempo che concluse dopo circa 7 anni e grazie alla quale tornai indietro nel tempo, addestrai il mio alter ego giovane e lo mandai nel passato degli Universi a reclutare coloro che avrebbero fatto parte dell’Organizzazione XIII, l’unica cosa che gli avevo chiesto era di non prendere nessuno di quelli che avevano fatto parte dell’Esercito!”
“E perché non li volevi?” domandò questa volta Sanji.
“Avevano già fallito una volta rivelandosi inutili per i miei scopi, non aveva senso prenderli con me. Comunque sia il qui presente Young Xehanort recuperò tutti andando sia nel passato che nel presente ed ecco che l’organizzazione nacque con l’unico scopo di completare il Rito della Gloria Nera e recuperare gli elementi necessari… in verità avevo deciso 13 membri precisi perché, dopo aver insegnato loro ad usare l’oscurità per combattere e muoversi liberamente, volevo anche renderli immortali e al tempo stesso creare più parti di me rendendo impossibile la mia eliminazione per chiunque… ma solo poco tempo fa ho scoperto che metà del mio cuore era sparito nel nulla… e ieri ho scoperto dov’era!”
“Si sta sicuramente riferendo a Sora…” fu ciò che disse Riku.
“Ma non era un problema, ero comunque immortale dato che avevo lo stesso creato una parte di me dopo essere rinato, l’unico dubbio che avevo era sulla fedeltà di Sasuke dato che era stato l’ultimo ad unirsi a me e al tempo stesso si era offerto spontaneamente… ma decisi di tenerlo comunque con me affidandogli una prova di fedeltà quando sarebbe stato il momento… ed ecco che un mese preciso dal completamento dell’Organizzazione XIII il mio piano ebbe finalmente inizio!!”
“… Con l’attacco al nostro Universo, non è vero?” chiese Sakura ricordandosi che quella era stata la prima azione pubblica compiuta dal gruppo malvagio.
“Esattamente, ho voluto iniziare un anno prima dell’Eclissi Divina per seminare il caos e rendervi più fragili… e perché senza le vostre case eravate nella confusione più totale!! Purtroppo prima ho dovuto sostituire Hanasia con il Grande Mago Piccolo… quella Sayan ci aveva abbandonato prima dell’inizio del progetto e, dato che allora puntavo ancora all’immortalità completa, urgeva qualcuno che prendesse il suo posto… comunque il tutto si concluse per il meglio e il vostro caro mondo finì distrutto e Naruto si salvò grazie al gruppo di Yen Sid… non che mi importasse molto la cosa, l’importante era recuperare qualche Cavaliere della Speranza, non tutti!”
“Tsk ho fatto bene a mollarvi, siete solo degli psicotici e nient’altro!” intervenne Hanasia interrompendo il discorso.
Ma Deidara non apprezzò quell’appellativo e le disse “Zitta, traditrice!!”
Nel frattempo Master Xehanort proseguì “Il passo successivo fu testare la forza di Sora in vista di un imminente cattura, essendo colui che aveva sconfitto il Signore Oscuro dovevo vedere fino in fondo tutte le sue abilità… e chi era il più adatto a questo compito se non la mia controparte giovane?”
“Mi è bastato poco per comprendere il suo reale livello di forza!” fece brevemente Young Xehanort.
“Dopodiché mandai Ener alla Kame House per prendere C-18… ma in verità non contavo sulla sua cattura, il mio vero obiettivo era far uscire allo scoperto coloro che avevano preso Goku e Luffy, e così era stato eheheheheheheh!”
“Già, Zero e quel Dio tentarono di catturarmi nello stesso tempo e solo Crilin mi salvo da rapimento certo!” esclamò C-18 ricordandosi quei momenti.
“Intanto Larxene era andata senza mio ordine a cercare di catturare Nami ed inviai immediatamente Sasori a recuperarla dato che si stava esponendo troppo, non era ancora ora che l’Organizzazione si rivelasse per ciò che era veramente…”
“… Quello era un compito che spettava a Re Cold, non è vero?” domandò allora Squall mantenendo un espressione seria.
“Precisamente, lui voleva la sua vendetta e io gli concessi la possibilità di ottenerla subito a patto che seminasse il caos nella vostra nuova base il Radiant Garden… la cosa è andata meglio del previsto dato che ritornò insieme a Kairi, una dei nostri obiettivi!”
“Me lo ricordo ancora quel momento, maledetti…” la rossa strinse i pugni dalla rabbia dato che le era tornato alla mente quell’istante.
“Fu allora che decisi che era il momento di sbarazzarmi dell’unico che potesse fermare il mio piano… mi recai da Yen Sid, gli svelai qual’era il mio obiettivo e dopo lo feci uccidere da Sasuke… inizialmente era il Grande Mago Piccolo quello che doveva farlo fuori, ma volevo che quella fosse la sua prova di fedeltà… e la portò a termine con mio grande piacere! Non solo, subito dopo entrambi conquistarono l’Universo dove qualche giorno dopo instaurai l’Impero Destroinal… anche quello una delle tante fasi del mio piano…”
“Scommetto che non è stato un caso che l’hai affidato proprio a Sasuke, non ho ragione?” Gohan aveva un grosso sospetto…
Che purtroppo per lui venne confermato subito “L’ho fatto di proposito, doveva attirare l’attenzione di Naruto e possibilmente altri Cavalieri della Speranza per spingerli ad andare a Marijoa per sistemarlo e poter così approfittare del momento per prendere alcuni di loro… affidai all’Uchiha anche Kidd e Larxene perché il primo era uno di quelli di cui potevo farne a meno e l’altra DOVEVA essere eliminata per mandare all’aria i piani di Marluxia…”
“E Re Cold? Avevi previsto anche la sua morte?”
“Naturalmente, sapevo che Hanasia in qualche modo vi avrebbe condotto al Mondo che non Esiste e lasciai lì quello stolto perché si sbarazzasse della nostra vecchia Base impedendovi così di localizzare il nostro nuovo covo… gli detti anche l’ordine di eliminare chiunque sarebbe giunto fino a lì e devo dire che in parte ha compiuto la sua missione anche se dei vostri ha fatto fuori solamente una donna…”
Margaret sentendo quelle parole strinse i pugni dalla rabbia, come si permetteva di parlare così della Principessa Serpente?!
“Comunque, ritornando all’Impero Destroinal, dopo la sua caduta distrussi quella dimensione perché ormai era inutile e, mancando unicamente due reincarnazioni visto che le altre erano già nelle nostre mani, ci organizzammo per catturarle insieme ai nostri alleati… era un alleanza necessaria perché loro avevano alcuni dei nostri obiettivi e, come dice un antico detto, bisogna tenere i nemici ancora più vicini degli amici…”
“In pratica quello che ho fatto io per tutto il tempo, peccato solamente che puntavo unicamente allo Scettro della Luce e non anche all’aura oscura come voi!” questa volta a parlare fu Maschera di Ghiaccio.
“… Naturalmente quelli non erano gli unici obiettivi che avevamo dato che ci serviva anche il sangue di una vittima sacrificale, ma dopo la cattura di tutti i Discendenti della Luce dovevo prima impossessarmi del tesoro finale e sapendo come avrebbe agito Zero dopo averlo preso mi sono organizzato affinché il qui presente Maschera ce lo portasse: sapevo che non avrebbe avuto scelta e che sarebbe tornato da noi perché Turner aveva creato dei virus che distruggessero il suo corpo necessitandolo così di cure… e sapevo anche che Sasori sarebbe stato sconfitto, in fondo era da solo contro tutti voi… per quanto riguarda Xion, lei è sempre stata un elemento molto instabile, il Dr. Gelo non ha fatto proprio un bel lavoro con lei eheheheheheheh!”
La diretta interessata si sentiva parecchio ferita da quelle parole perché la trattava come se fosse un oggetto… era un vero che era una sosia e nient’altro, ma anche lei provava sentimenti come gli altri.
“Ed ecco così che alla fine mi mancava solo il sangue di una vittima sacrificale… scelsi Sasuke per l’occasione perché nonostante avesse fatto ciò che mi aspettavo era ridotto troppo male e non poteva essere più utile alla mia causa…”
“Peccato solo che è lui quello che non voleva più aiutarvi!” intervenne Lea interrompendo l’anziano “Lui non era altro che una spia all’interno del tuo gruppo… e tu non te ne sei neanche accorto!!!”
Master Xehanort sollevò un sopracciglio sorpreso, sul serio Uchiha era un traditore? “Ammetto che questo non lo immaginavo, è stato davvero bravo a nascondermelo… ma tanto ha fatto esattamente ciò che volevo da lui, per cui si può dire che mi importa fino ad un certo punto dato che ora è all’altro mondo eheheheheheheh!”
Inutile dire che chi voleva bene a Sasuke voleva gonfiarlo di botte… ma dovevano trattenersi, quell’essere orribile stava spiattellando loro tutto il suo piano e quindi quale occasione migliore se non capire cosa gli frullava per la testa?
“Una volta preso, non dovevo fare altro che aspettare… ed ora eccoci qui tutti quanti pronti a dare inizio al Rito della Gloria Nera proprio come vuole l’antica pergamena!! Muahahahahahahahah!!!” di cosa stava parlando? Perché aveva usato il plurale riferendosi anche a loro?
Ma prima di passare a quella parte c’era una domanda che attanagliava molti dei presenti “ORA PIANTALA CON QUESTI GIRI DI PAROLE E DI’ IMMEDIATAMENTE COS’E’ QUESTO RITO DELLA GLORIA NERA!!!” già una bella domanda quella di Vegeta che si stava irritando alle parole di quell’idiota come lo definiva lui… però come gli altri voleva sapere il motivo per cui il suo amico si era sacrificato e proprio per questo non aveva ancora attaccato.
Fu presto detto dato che il Master svelò finalmente loro in cosa consisteva questo fantomatico rituale “Ve lo spiego subito: è una cerimonia che si può svolgere unicamente qui a Glade Glory durante l’Eclissi Divina col quale è possibile sfruttare i simboli dei poteri del Signore della Luce e del Signore del Male uniti al sangue di una vittima sacrificale per poter appropriarsi di entrambe le potenze dei due creatori… DIVENTANDO COSI’ UN'UNICA COSA CON CIO’ CHE REGOLA L’UNIVERSO!! ATTRAVERSO IL RITO DELLA GLORIA NERA POTRO’ APPRIOPRIARMI DEL VERO POTERE DELLA LUCE E DELL’OSCURITA’ RIUSCENDO COSI’ A COMPRENDERE I SEGRETI DELL’UNIVERSO E A DIVENTARE LA DIVINITA’ PIU’ GRANDE CHE SIA MAI ESISTITA!!! MUAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!”
… Un… un… un pazzo!! Era un completo psicopatico!! Quell’evento che poteva essere compiuto un'unica volta ogni 10 anni permetteva ad una persona di impossessarsi dei poteri che regolano la dimensione trasformandolo in un essere mistico!! Ma… in questo modo il continuo spazio-tempo andrebbe distrutto e i mondi si sarebbero autodistrutti all’istante!! Ora capivano perché il Consiglio dei 7 Saggi riteneva quell’uomo una minaccia, il suo piano rischiava davvero di distruggere tutto ciò che conoscevano!!!
“E’… E’ terribile…” molti in mezzo alla Neo Resistenza al gran completo stavano tremando al solo pensiero di cosa sarebbe successo, altri invece erano scioccati ed altri rimanevano sorpresi dalla crudeltà di quell’uomo…
“MA SEI USCITO DI SENNO?!” gridò invece David che non ce la faceva più a sentire quelle baggianate “NON RIUSCIRAI MAI A CONTROLLARE TUTTO QUEL POTERE! MORIRAI PRIMA DI ASSUMERNE IL CONTROLLO COMPLETO!!”
“Questo succederebbe se io fossi mortale! Il mio corpo non reggerebbe una forza simile ed imploderebbe… MA IO SONO IMMORTALE, DI CONSEGUENZA LA LUCE E L’OSCURITA’ INSIEME NON POSSO UCCIDERMI!! AVRO’ IL PIENO DOMINIO DELLE LORO FORZE E SCOPRIRO’ FINALMENTE IL SEGRETO DEGLI UNIVERSI! LA MIA SETE DI CONOSCENZA SARA’ PLACATA!! MUAHAHAHAHAHAHAH!!” in nome della “conoscenza” era disposto a distruggere tutto ciò che gli stava intorno… era fuori di testa sul serio!!
I malvagi erano già a conoscenza del piano e sorrisero malignamente… tutti tranne Maschera di Ghiaccio che disse “Tsk tanto non ci riuscirà mai, lo Scettro della Luce lo prenderò io prima che possa compiere quel cazzo di rituale!”
Mentre Cell e Malefica non dicevano niente e mantenevano un aria seria, Marluxia pensò *Qui l’unico che otterrà quei poteri sono io… con quelli in mano sarò in grado di dominare le dimensioni, niente e nessuno potrà fermarmi!!*
Il problema era però che, considerando tutte le perdite e quello che era successo, il piano di Master Xehanort era ormai andato in porto, e lo testimoniarono le sue successive parole “Ed ora eccoci qua: le 7 luci e le 13 oscurità stanno per battersi nella guerra decisiva poco prima che il Rito della Gloria Nera si compia… proprio come desideravo io, un grande evento prima della mia ascesa a Divinità!! Muahahahahahahahahah!!!”
“Le 7 luci… e le 13 oscurità?” Nami non comprendeva cosa stava cercando di dire loro.
E la stessa cosa la si poteva dire per Ventus “Non capisco, cosa vuole dire quel pazzo?”
Crilin cercò di riflettere bene sul significato delle sue parole… e solo dopo aver fatto due calcoli comprese quello che poteva stare cercando di affermare loro “… Aspetta un attimo, se facciamo un calcolo noteremo che i nostri nemici in totale sono 13, mentre se contiamo unicamente i Cavalieri della Speranza dalla nostra parte salterà fuori che sono esattamente…”
“Vuoi dire che…” Kiba, ascoltato il terrestre, comprese perfettamente ciò che stava dicendo.
E la conferma arrivò dallo stesso Maestro del Keyblade che esclamò quasi euforico “Bravi, ci siete arrivati! Tutte le mie azioni fino a questo momento erano volte sia a recuperare tutto ciò che era necessario per il Rito della Gloria Nera che a creare gli schieramenti per la battaglia finale!! Voi avete dalla vostra le 7 luci ed un intero esercito, noi invece siamo 13 oscurità seppur divise in tre gruppi diversi… e anche noi abbiamo il nostro plotone!!”
Ed ecco che al grido del vecchio comparirono proprio alle spalle dei membri dell’Organizzazione XIII migliaia di Heartless, Nessuno e Nesciens!! Della prima razza c’erano gli Shadow e i Neo Shadow; della seconda vi erano i Simili, quelli visti finora, più i Samurai, creature umanoidi di colore bianco con un paio di spade in mano; infine della terza c’erano i Fluttuo, quelli usati dall’uomo coi capelli rosa al Radiant Garden, e i Boxer, degli esseri grossi di colore blu simili ai loro compagni di razza.
“Ma quanti sono?!” Ino era rimasta scioccata davanti all’armata che aveva appena evocato, non si aspettava che fossero così tanti!
“Sarà un bel problema affrontarli tutti…” Goten si ricordava quanto fosse stato difficile affrontare solo pochi di loro a causa del fatto che continuavano a ricomparire… figurarsi combattere contro un esercito di tali dimensioni!
Ma non era ancora finita “Ehi vecchio, credi davvero di essere l’unico ad esserti portato un plotone di mostri?” con questa semplice domanda, Marluxia evocò alle spalle sue, di Cell e di Malefica alcuni Heartless, Nessuno e Nesciens identici a quelli richiamati dall’ex amico di Yen Sid!! Certo erano molto meno rispetto a quelli dell’anziano, ma comunque era un numero consistente “In qualità di ex membro dell’organizzazione anch’io ho il controllo su alcuni di loro… e adesso sarai costretto a combattere contro le tue stesse creature! Anzi a dirla tutta anche voi idioti della Neo Resistenza dovrete battervi con loro… niente e nessuno deve mettersi tra me e il potere!!”
“A quanto pare quel tipo si è mostrato per ciò che è anche ai suoi alleati!” Jack si ricordava delle parole dette dall’uomo dai capelli rosa al Radiant Garden e non si stupiva del suo tradimento così come tutti gli altri.
Ora mancava solo uno all’appello… già, a quanto pare anche colui che rappresentava il quarto schieramento dopo la Neo Resistenza, l’Organizzazione XIII e il Nessuno con la falce aveva la sua armata da richiamare!! “Muahahahahahahahah tutto questo è davvero ridicolo!! Vi sentite tanto forti solo perché disponete di più uomini? Non sapete quanto vi sbagliate… durante quest’anno ho incrementato il potere del mio corpo utilizzando la scienza di Zero… ed ora sono capace di fare questo!!”
Ed ecco che, mettendosi in posizione da combattimento, cominciò a concentrare tutta la sua energia facendo fuoriuscire dal suo corpo di plasma solidificato delle piccole sfere fatte dello stesso materiale… erano centinaia e, una volta che ebbero toccato terra, generarono quelli che avevano tutta l’aria di essere… degli umanoidi alti 2 metri con lo stesso corpo del loro creatore e la faccia uguale alla sua maschera!!
“Ma… che razza di cosi sono quelli?!” Aqua rimase letteralmente sbalordita da quella mossa, sembrava quasi che avesse creato delle copie di se stesso.
“Sembrano dei cloni!” disse difatti Trunks anche lui senza parole.
“Che tecnica interessante…” affermò invece Ultra Bu col sorrisino sulle labbra.
Terminato il processo, Maschera ritornò composto con il corpo che si era ricomposto grazie alla tecnologia con cui era stato costruito ed esclamò sorridendo malignamente sotto la copertura “Questi esseri sono gli Uomini di Ghiaccio e sono esattamente delle mie repliche, non possono utilizzare i miei stessi attacchi e sfruttano solo le arti marziali per combattere… ma hanno la mia stessa resistenza e senza quel virus creato da Zero non riuscirete mai ad eliminarli… i miei seguaci sono ciò che mi servono per ottenere lo Scettro della Luce e cambiare per sempre il passato, il presente e il futuro piegandovi tutti quanti al mio volere!! Muahahahahahahahahahah!!!”
“Quello è letteralmente fuori di testa!” non che ci volesse Shikamaru per capirlo.
“Fatti da parte idiota!” intervenne però Marluxia guardando severamente il diretto interessato “Se qui c’è qualcuno che otterrà il potere quello sono io!”
“Siete entrambi degli stolti, l’Organizzazione XIII vanta elementi più potenti di tutti voi messi insieme, non riuscirete mai a batterci!” affermò allora Kakuzu mentre Darkster era già pronto a pregustarsi la carne dei nemici.
Il Grande Mago Piccolo però era stufo delle chiacchiere e, facendo scrocchiare le nocche, disse “Basta parlare… passiamo ai fatti!!”
“Calmi ragazzi, trattenete i bollenti spiriti!” fece il Master mantenendo gli occhi puntati sulla Neo Resistenza e i Black Phantom “In fondo abbiamo degli ospiti, dobbiamo comportarci civilmente almeno fino all’inizio del combattimento vero e proprio!”
“ADESSO BASTA!!” Terra aveva ormai sopportato abbastanza e non riusciva più ad ascoltare ulteriormente colui che aveva ucciso il suo maestro che considerava quasi come un padre e che gli aveva rovinato la vita, così richiamò all’istante la sua armatura che gli rivestì il corpo e partì alla carica dell’anziano brandendo il suo Keyblade.
Il diretto interessato intercettò il colpo sollevando il braccio destro col quale portò verso l’alto un pezzo di terra a modi ostacolo, il bruno riuscì ad evitare di sbatterci contro compiendo un salto, ma arrivato sulla cima del rialzo inciampò e cadde a terra, il tutto mentre lo stesso Xehanort creò sotto i suoi piedi una colonna di terra che lo portò verso l’alto superando quella dove si trovava il Custode e portandolo così molto più in alto rispetto a tutti i presenti.
Mentre Terra si rimetteva in piedi e partiva alla carica pronto a scalare la roccia per raggiungere il suo odiato nemico, quello un tempo conosciuto come Mysterious Figure disse rivolgendosi al Namecciano “Direi che sei stato accontentato… il tempo delle chiacchiere è finito!!” e richiamò all’istante le sue due lame su entrambe le mani.
“Kishishishishi ci sarà da divertirsi!” fu ciò che disse invece Moria.
Deidara, mettendo le mani dentro le sacche piene di argilla che aveva attaccate alla cintura, disse invece “Vi trasformerò tutti in opere d’arte!”
Anche il gruppo di Marluxia era pronto a combattere “Annientateli tutti, non fate distinzioni!!” si stava rivolgendo ai suoi due alleati e aveva detto loro che potevano fare fuori i presenti.
Malefica però volle precisare “Non darmi ordini!” anche se comunque attivò la punta del suo bastone pronta ad usare un sortilegio.
Cell sorrideva malignamente, finalmente avrebbe pregustato la sua personale vendetta!! “E’ ora di saldare dei conti rimasti aperti per troppo tempo!!”
Maschera invece dette l’ordine ai suoi Uomini di Ghiaccio “Prendete lo Scettro della Luce per me!!” facendoli partire all’attacco contro tutti i gruppi presenti… ma non erano gli unici perché anche gli Heartless, i Nessuno e i Nesciens schierati con entrambe le fazioni dell’Organizzazione XIII ringhiarono al cielo pronte ad attaccare.
Ormai rimaneva solo la Neo Resistenza… e non serviva specificare che anche loro erano pronti a combattere “E’ il momento della verità! Ricordatevi il piano e tornerete vivi!!” fu l’urlo finale di Goku mentre tutti gridavano e si preparavo alla battaglia… il momento tanto atteso era giunto, la predizione di Yen Sid si era realizzata… la guerra universale era finalmente iniziata!!!

Eventi Principali Modifica

Debutti Modifica

Uomini di Ghiaccio

Personaggi Apparsi Modifica

C-18

Son Goku

Monkey D. Luffy

Nami

Kairi

Kate Swann

Zero Turner

Xion

Terra

Aqua

Ventus

Riku

Sakura Haruno

Shikamaru Nara

Ino Yamanaka

Sai

Temari

Shino Aburame

Kiba Inuzuka

Neji Hyuga

Rock Lee

Tenten

Suigetsu Hozuki

Karin

Juugo

Maito Gai

Yamato

Roronoa Zoro

Lea

Pan

Tenshinhan

Nico Robin

Kakashi Hatake

Squall Leonhart

Tifa Lockhart

Gaara

Margaret

Son Goten

Trunks

Marron

Merlino

Cid Highwind

Chiara Yutani

Smoker

Tashigi

Brook

Sanji

Nefertari Bibi

Vegeta

Hanasia

Son Gohan

Jack Skeletron

Seto Hitari

Monkey D. Erika

Cloud Uzumaki

Michael

Leila Hyuga

Joey

Greta

Bra

Tea

Kankuro Nara

Hinata Uzumaki

Crilin

Yamcha

David Hitari

Rebecca Hitari

Boris Hitari

Naruto Uzumaki

C-17

Usopp

Franky

Tony Tony Chopper

Anakin

Shanks

Drakule Mihawk

Re Kaioh

Kaiohshin il Sommo

Kibitoshin

Master Xehanort

Marluxia

Young Xehanort

Darkster

Grande Mago Piccolo

Ultra Bu

Gekko Moria

Ener

Kakuzu

Deidara

Maschera di Ghiaccio

Uomini di Ghiaccio

Cell

Malefica

Heartless

Nessuno

Nesciens

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale