FANDOM


Bardak
Bardak
Nome Bardak
Debutto Capitolo 33
Razza Sayan
Famiglia
  • Hanasia (Moglie, Deceduta)
  • Radish (Figlio, Deceduto)
  • Son Goku (Figlio)
  • Chichi (Nuora da parte di Goku)
  • Son Gohan (Nipote da parte di Goku)
  • Son Goten (Nipote da parte di Goku)
  • Giumaho (Consuocero da parte di Goku)
  • Videl (Nipote Acquisita da parte di Gohan)
  • Pan (Pronipote da parte di Gohan)
Stato Attuale Deceduto


Bardak è un Sayan proveniente dall'Universo di Dragon Ball. Bardak è il padre di Goku e appare solamente nella prima serie inizialmente come prigioniero dell'Esercito in quanto ha rifiutato di unirsi all'organizzazione dopo essere stato riportato in vita da Ade e successivamente come membro della Resistenza nella lotta contro l'Esercito. Dopo la caduta dell'organizzazione però viene ucciso da Luke, appena scopertosi essere l'Incarnazione del Male. Nella seconda serie, seppur morto, aiuta a completare il rituale per sbloccare i poteri divini di Goku, Luffy, Naruto e Sora.

Il Personaggio Modifica

È un guerriero di infimo livello ma questa affermazione deriva solo dal ceto sociale poiché è un ottimo combattente, tanto da essere considerato come una minaccia da Freezer. Bardak è identico al figlio Kakaroth eccetto per una cicatrice sulla guancia. Il primo che aveva rivelato dell'incredibilie somiglianza tra padre e figlio fu Radish, in occasione del suo arrivo sulla Terra: la madre dei suoi figli nonché sua moglie è Hanasia.

Bardak, tuttavia, presenta una personalità completamente differente rispetto a quella del suo secondogenito. Infatti si presenta malvagio, molto orgoglioso e in alcune occasioni anche sadico. Inoltre non prova il minimo interesse per suo figlio, atteggiamento che andrà a perdersi man mano. Bardak indossa un modello vecchio di Battle Suit e un rilevatore verde. Ai polsi porta degli scaldamuscoli rossi. Dopo la morte dei suoi compagni, indossa una bandana rossa del sangue del suo compagno caduto: Toma. Bardak ha una personalità simile a ogni Sayan, quindi è di indole aggressiva e cinica, anche se dopo il breve scontro sul pianeta Mito con Dodoria si può intravedere in lui anche un grande attaccamento verso i suoi amici e il desiderio di proteggere il suo pianeta ed il futuro di suo figlio.

Nome Modifica

Come per molti altri Sayan, il nome Bardak è un gioco di parole su un tipo di verdura: deriva infatti dall'inglese burdock, bardana. Nell’edizione italiana del manga, l’unica volta che viene nominato dall’autore è chiamato Birdack. Nell’edizione italiana dell’anime, l’unica volta che viene nominato da Freezer è chiamato Burdock. Tale errore viene corretto nel doppiaggio italiano de Le origini del mito, in cui viene chiamato con il nome originario.

Storia Modifica

Passato Modifica

Riportato in vita da Ade insieme ad Auron, viene invitato ad unirsi all'Esercito, ma lui rifiuta e, insieme ad Auron, attacca l'organizzazione, ma viene sconfitto da Madara e sbattuto in prigione insieme ad Auron nella stessa cella in cui ci sono Garp e Gaara.

Prima Serie Modifica

Saga della Ricerca Modifica

Qualche settimana dopo anche Gohan e Axel vengono sbattuti nella loro stessa cella e qui Bardak scopre che il figlio è ancora vivo e che Gohan è suo nipote. Più tardi arriva Roxas a portare loro il “pasto quotidiano”, che equivale a un semplice pezzo di pane; qui Axel parla un momento col Nessuno per cercare di convincerlo che sta dalla parte sbagliata, anche se alla fine arriva un Soldato che interrompe il discorso e allontana Roxas. La sera del giorno dopo Roxas, che ha deciso di tradire l'Esercito, libera loro 6, Nami, Belle, Jasmine, Aurora, Alice, Cenerentola e Biancaneve e insieme tentano di fuggire dalla Fortezza Oscura. Tuttavia, quando il Signore Oscuro, Xigbar e Saix si gettano al loro inseguimento, Roxas decide di rimanere indietro ad affrontare Xehanort.

Quando raggiungono l'hangar delle Gummiship, i due Nessuno li raggiungono e, mentre Garp, Auron e Axel combattono contro Saix, Bardak e Gaara affrontano Xigbar. Alla fine i due Nessuno vengono uccisi (Bardak e Gaara riescono a vincere soprattutto grazie a Gohan) e i Soldati dell'Esercito che li avevano raggiunti vengono uccisi da Nami. Subito dopo, mentre Garp e Auron se ne vanno da soli, gli altri prendono una Gummiship e si allontanano dalla Fortezza Oscura: qui Bardak decide di andare nell'Universo di Mezzo con Gohan, Axel e Nami. Durante la strada per andare al Quartier Generale della Resistenza, i 4 si imbattono in Yuffie che decide di scortarli fino a lì.

Giungono lì solo alla sera e, dopo che Bardak ha conosciuto suo figlio Goku e aver scoperto tutta la storia dei Cavalieri della Speranza, che Sora è la reincarnazione di Sorate, che Nami è la reincarnazione di Namizu, che Naruto è la reincarnazione di Naruteo, che C-18 è la reincarnazione di Mana, che Goku è la reincarnazione di Gokuro, che Kairi è la reincarnazione di Kaira, che Luffy è la reincarnazione di Luffycle e che Luke è la reincarnazione di Lukade, tutti si concendono un giorno di ferie. Tuttavia, durante la sera, Barbanera e Marlick attaccano i due gruppi e David e Chiara riconoscono rispettivamente i due che gli hanno rovinato la vita.

Tuttavia Marlick viene sconfitto da Chiara (che grazie al fidanzato Luke riesce a trovare la forza di ribellarsi) e ucciso da C-18 con il Cristallo attivo e Sanji, mentre Barbanera viene messo in fuga da David, che ha scoperto di essere la reincarnazione di Davilide e ha attivato il suo Cristallo. Terminata la battaglia, i due gruppi decidono all'unisono di distruggere definitivamente l'Esercito il giorno dopo e poi, tutta la sera, si rilassano per prepararsi al grande giorno, per poi andare a letto.

Saga dello Scontro Finale Modifica

Il mattino dopo, appena tutti si svegliano, Axel ed Aqua comunicano loro della partenza anticipata di Ansem e poi tutti insieme partono per la Fortezza Oscura (rimangono a terra solamente Cid, Chiara e Aerith). Durante il cammino si imbattono in Sephiroth, ma Cloud, Tifa, Naruto, Sakura, Sasuke e Kakashi decidono di rimanere indietro ad affrontarlo. Più tardi incontrano anche Broly che assale immediatamente Goku, ma Luffy e Riku si offrono di rimanere indietro ad affrontarlo mentre Goku prosegue con gli altri. Finalmente, dopo qualche momento di viaggio, la Resistenza e il Team Tempesta riescono a scorgere la Fortezza Oscura da lontano.

Una volta arrivati in quel mondo, Nami e Kairi si fermano per affrontare Malefica, David va alla ricerca di Barbanera e Sora del suo Cristallo, il tutto mentre gli altri proseguono per raggiungere la cima della Fortezza Oscura dove hanno visto Ansem e Il Kingdom Hearts. I due gruppi arrivano giusto in tempo per assistere al sacrificio di Ansem e all'autodistruzione del Codificatore che distrugge il Kingdom Hearts e vengono anche a conoscenza tramite gli altri compagni che li hanno raggiunti della morte di Cloud e Garp; tuttavia Xehanort riesce a sopravvivere e, dopo aver disattivato i Cristalli con la Mano Tecnologica, sconfigge Luke faticando moltissimo. Alla fine i due gruppi, stufi dell'Esercito e del Signore Oscuro, si preparano ad affrontare Xehanort.

Lo scontro all'inizio è a favore di Xehanort, visto che neanche la Genkidama funziona contro di lui, però, dopo che il Signore Oscuro rivela il segreto della sua forza, entrambi i gruppi si arrabbiano a tal punto da sfoderare una forza tale che riescono a battere finalmente Xehanort. Tuttavia il Signore Oscuro riesce a sopravvivere e, ripresosi con un Senzu, stende tutti con un attacco a sorpresa. Sora però, attivato il Cristallo di Sorate, guarisce tutti e chiede loro di poter combattere da solo contro di lui, così tutti vanno nell'hangar delle Gummiship dove si riuniscono ai Rivoluzionari e ai prigionieri della Macchina Assorbi Energia e, insieme, sistemato gli ultimi Soldati dell'Esercito rimasti alla Fortezza Oscura. Subito dopo Sora, con grande coraggio e forza, riesce ad uccidere Xehanort e a far crollare la Fortezza Oscura, per poi essere tratto in salvo da Luke. Dopo che Kairi risveglia Sora dal coma confessandogli il suo amore, i due si mettono insieme e tutti gli riservano il giusto tributo con un applauso, in quanto l'Esercito è finalmente sconfitto.

Saga del Tradimento Modifica

Per tutta la sera seguiranno i festeggiamenti per la vittoria contro l'organizzazione e, durante essa, Bardak viene a sapere che l'ultima missione della Resistenza è di aprire la Porta del Male per ripristinare i sigilli degli Universi e separarli come era avvenuto milioni di anni prima. Il giorno dopo i Rivoluzionari riaccompagnano gli ex prigionieri della Macchina Assorbi Energia nel loro Universo, non dopo che abbiano salutato i loro amici augurando di poterli rincontrare presto; dopo la loro partenza, il gruppo composto dai Nuovi Cavalieri della Speranza, da Luke, da Leon, da Bardak, da Aqua e da Aerith parte per andare ad aprire la Porta del Male, tuttavia vengono fermati all'ultimo da Cell, Crocodile e Orochimaru, i quali rivelano che l'Androide è la reincarnazione di Celles e che commetterebbero una pazzia ad aprirla, però, grazie anche all'intervento di Luke, essa viene aperta, ed è lì che si viene a conoscenza di una tremenda verità: è Luke l'Incarnazione del Male.

Luke svela immediatamente di aver ordito segretamente tutto ciò che è avvenuto negli ultimi 10 anni e, dopo che il giovane ha ucciso Aerith, Bardak lo attacca: il ragazzo riesce ad ucciderlo molto facilmente trafiggendolo al cuore con un Dark Thorns. Dopo che Luke se n'è andato via Cell, Crocodile e Orochimaru consegnano il suo cadavere alla Resistenza che lo seppellisce dietro il Quartier Generale.

Saga della Conclusione Modifica

Viene successivamente riportato in vita temporaneamente da Orochimaru per dare una mano alla Resistenza ad affrontare la minaccia rappresentata dal Signore del Male e dalle Creature dell'Oscurità. Poco dopo le Creature dell'Oscurità li attaccano e Bardak comincia subito a combatterle. Anche lui dona la sua energia per completare la Genkidama di Goku e, quando l'Universo di Mezzo ritorna al suo antico splendore e il Signore del Male muore definitivamente, festeggia felicemente, per poi svanire insieme agli altri cadaveri.

Quella sera Bardak appare insieme a Tsunade, Re Topolino, Hinata, Rayleigh, Cloud, Kankuro, Garp, Aerith, Ansem, Julia, Robert e Luke su una collina che osserva sorridente la Resistenza festeggiare, per poi andarsene verso il paradiso insieme agli altri.

Seconda Serie Modifica

Saga del Gran Finale Modifica

Undici anni dopo, a causa della minaccia di Master Xehanort, il gruppo tenta di compiere un rituale nella Dimensione Originale per sbloccare i poteri divini di Goku, Luffy, Naruto e Sora, ma a causa dell'assenza di persone dovuta al precedente attacco di Master Xehanort il Consiglio dei 7 Saggi permette a Bardak e ad altri caduti di giungere in loro soccorso per completare il gruppo e così anche il rituale.

Al termine della battaglia contro Master Xehanort, Luke e Yen Sid si recano nella Sala del Giudizio Universale dove rincontrano tutti i compagni caduti durante le varie lotte tra cui Bardak. Qui, dopo aver mostrato tutta la loro gioia per il ritorno della pace, ognuno riparte per tornare nel proprio Aldilà, contento di aver lasciato la sua eredità in buone mani.

Battaglie Principali Modifica

Abilità e Poteri Modifica

In quanto appartenente alla razza dei guerrieri Sayan, Bardak dimostra di essere molto più forte dei normali terrestri. Come per tutti gli altri membri del suo popolo possiede dei poteri soprannaturali: la guarigione dalle ferite per lui avviene più rapidamente rispetto agli esseri umani; la lunghezza del suo periodo giovanile e di massima salute è più lungo di quello dei terrestri; è capace di compiere la trasformazione in Oozaru (il gigantesco gorilla dalla furia incontenibile), che aumenta a dismisura la sua potenza combattiva.

Infine possiede l'abilità denominata Zenkai Power: quando riporta gravi ferite in battaglia ma riesce a sopravvivere, in seguito alla guarigione aumenta forza, velocità, prontezza di riflessi ed "energia spirituale". Ed è proprio grazie a questa abilità che Bardak ottiene col tempo un livello di combattimento pari a 10.000. Egli, inoltre, è in grado di utilizzare il Ki, ma non è in grado di percepire le aure degli avversari e per questo adopera un rilevatore.

Tra le tecniche che conosce ci sono:

  • Final Spirit Cannon: Bardak concentra una grande quantità di energia nella mano destra, la porta dietro la testa e scaglia il colpo come se si trattasse di un giavellotto. Utilizzato per la prima volta contro Xigbar.
  • Lampo Full Power: Bardak porta indietro il braccio e, flettendolo in avanti, spara un raggio energetico contro il nemico. Utilizzato per la prima volta contro Xehanort.
  • Heat Phalanx: Bardak attacca l'avversario con un potente pugno caricato di Ki. Utilizzato per la prima volta contro Luke.
  • Last Riot Javelin: Bardak spara una serie di Final Spirit Cannon contro il proprio avversario. Utilizzato per la prima volta contro le Creature dell'Oscurità.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale